La dimensione degli occhi

Il nostro caro Rossano ci porta queste parole dell’immenso Rumi. Che cosa ci dicono? Attendo le vostre riflessioni. Buona domenica:

Vedendo un fuscello di paglia galleggiare su una pozza di urina d’asino, la zanzara alzò la testa e disse a se stessa: «È tanto tempo che sogno l’oceano e un vascello. Eccoli!». Quella pozza le sembrava profonda e senza limiti perché il suo universo ha la dimensione dei suoi occhi: simili occhi non vedono che simili oceani. Improvvisamente il vento spostò leggermente quel fuscello. La zanzara esclamò: «Che grande comandante sono!» – Gialal ad-Din Rumi

Annunci

17 Risposte

  1. Professore Rumi in poche righe racconta Universi e risveglia anni di conoscenze iniziatiche nei lettori che sanno…
    La relatività prima della teoria della relatività, Einstein prima di Einstein, le scale, la percezione relativa alla proprio punto di vista.
    Rumi è troppo grande persino per essere commentato. Sarebbero necessari volumi interi per spiegare queste poche righe !

  2. La lezione è semplice e merita di essere declinata sempre, in tutti i contesti e per tutte le persone. Ognuno di noi ha, infatti, dentro di sé almeno una traccia della sindrome della zanzara. Siamo sempre tentati di misurare gli altri e il mondo sulla base della dimensione dei nostri occhi. Facciamo, così, crescere a dismisura una difficoltà o un successo e banalizziamo realtà complesse e ardue. È, in ultima analisi, il tarlo dell’orgoglio vanitoso che trascina con sé l’illusorietà

  3. Buonasera a tutti innanzitutto e Baci. Ció che penso io ad una lettura superficiale (scusatemi ma lo ammetto) e che ovviamente viviamo in un mondo “illusorio” percettivamente, disposti a credere a cose che “non esistono” , mi sono sentita e penso ognuno di noi li è stato almeno una volta (siamo ottimisti và) dicevo almeno una volta, come è capitato a me sentirsi dire “sei una pazza” , ora alla formica chi glielo dovrebbe dire? Certo non io, io le sorriderei e soffierei anch’io quel fuscello per farla contenta. Che di tolgono i giochi ai bambini? Ma tornando all’argomento Uomo, siamo o non siamo responsabili di noi stessi? Si potrebbe mai credere !!! Che una formica decida d’amblé di fare una sciocchezza simile?Per quale motivo una formica eh? Io credo qui chiaramente si intende l’Uomo e la formica è una antropomorfizzazione nostra in questo contesto, si, è indubbio si puó crederlo ma non lo si puó accampare come scusa, voglio dire l’Uomo inteso come Umanità Adamah quindi donne e uomini, persone, devono avere coscienza di essere Costruttori della propria vita e quindi non lasciarsi trasportare dai fuscelli perchè non ho ben capito questa formica avesse in testa un viaggio per il viaggio per il gusto di farlo…in questo contesto è cosa ovvia che la formica si illuda di questo e quello, se invece avesse avuto uno scopo un programma allora considererebbe altrimenti le cose, direbbe : – Devo raggiungere il tale o talaltro posto di questo “lago” non andrebbe a zonzo, non so se mi spiego, uno scopo cosa che peraltro le formiche vere fanno. Tutto questo per dire che l’atteggiamento conta, se fatalista o fattivo, non giudico nessuno dei due ma vedo la differenza, abbiamo bisogno di molti sensi per vivere e questo è quello a volte più deleterio, quello che ti fa dire “è tutta una illusione” trasformiamo quell’illusione in realtà tutti i giorni. Questo si. Questo si! Quindi è eroica quella formica. Certo, crede in sè, e quella illusione è la sua realtà. Eppure ripeto alla favola mi pare manchi uno scopo, questo mi rende penoso questa odissea verso colonne d’Ercole invisibili

  4. “L’Asia e l’Europa, angoli dell’universo; il mare intero, una goccia dell’universo; il monte Athos, una zolla dell’universo; tutto il tempo presente, un attimo dell’eternità”

    Marco Aurelio, Pensieri, VI, 36

  5. Caro Andrea,
    hai ragione, però, l’emozione, permette di leggere dentro, senza commento…

    Grazie!

  6. Grazie a lei Professore per alimentarci con emozioni elevate!

  7. Map, hai preso una zanzara per una formica! 🙂 Ciao!

  8. A proposito di “zanzara nella zanzara”… o di “formica nella zanzara”:

    …E la zanzara, davanti a quella pozza d’urina e quel fuscello, escalamò:

    […] “Ho oscurato i tuoi occhi con l’ombra
    della mia passione, frequentatrice della profondità
    del mio sguardo!
    T’ho presa e ti stringo, amore mio,
    nella rete della mia musica.
    Tu sei mia, solo mia,
    abitatrice dei miei immortali sogni”
    (Rabindranath Tagore)

  9. Mi accorgo ora che non è una formica ma una zanzara. Quindi ancor di più cosa dovrebbe fare una zanzara su una foglia? Ecco. Si vede che sono in modalità “emisfero sinistro” e non riesco a uscirmene. Caro Gabriele, caro proffi. Ma non mi rispondi né commenti su quello che scrivo? 😦 Ho avuto molto da fare ma qui sto bene in tua/vostra compagnia. Un bacio a tutti. (WhatsApp l’ha messo come Apps? Guardi che le mando il mio numero in mail così whatsappiamo un pó 😉 😎 x rispondere alla domanda fattami tempo fa. Ok?)

  10. “Ho scoperto il segreto del mare meditando su una goccia di rugiada.” Kahlil Gibran

  11. Cara, infatti, sai che ci sono formiche che davvero viaggiano sull’acqua? Non ricordo se in Australia o in Amazzonia (forse questa) se non sbaglio o su una foglia o costituiscono zattere viventi con gli stessi loro corpi. Affascinante è la Natura.

  12. INFINITI MONDI

    sulle ali della LIBERTà
    (di essere esattamente ciò che siamo,
    perfetti in ogni nostra più piccola imprecisione)

    ————————————————————————————-

    [quello a seguire NON è IL TESTO DEL VIDEO.]

    “Innanzi tutto,” incominciò, piuttosto greve, “vi dovete render conto che un gabbiano è fatto a immagine del Grande Gabbiano, è un’infinita idea di libertà, senza limite alcuno, e il vostro corpo, da una punta dell’ala a quell’altra, altro non è che un grumo di pensiero.”

    Jonathan è quel vivido piccolo fuoco che arde in tutti noi, che vive
    solo per quei momenti in cui raggiungiamo la perfezione.

    “Siamo liberi di andare dove ci aggrada e di essere quelli che siamo

    Ma se superi il tempo e lo spazio, non vi sarà nient’altro che l’Adesso e il Qui, il Qui e l’Adesso. E non ti sa che, in questo Hic et Nunc, noi avremo l’occasione di vederci, eh, ogni tanto?”

    tu séguita a istruirti sull’amore.”

    Il segreto consisteva nel sapere che la sua vera natura viveva, perfetta come un numero non scritto, contemporaneamente dappertutto, nello spazio e nel tempo.

    Poi un giorno, sulla spiaggia, a occhi chiusi, concentrato in se stesso, Jonathan afferrò, in un baleno, quel che Ciang voleva dire. “Ma è vero! Io sono un
    25
    gabbiano perfetto, senza limiti né limitazioni!” E provò un grande brivido di gioia.

    “Siamo liberi di andare dove ci aggrada e di essere quelli che siamo

    Jonathan è quel vivido piccolo fuoco che arde in tutti noi, che vive
    solo per quei momenti in cui raggiungiamo la perfezione.

    Al vero Gabbiano Jonathan che vive nel profondo di noi tutti”

    dal libro Gabbiano Jonathan Livingston
    di
    Richard Bach

  13. per chi non ved il video, levat parentes e andat su youtube

    (http://www.youtube.com/watch?v=fj0eWzoTNjg&feature=related)

    ciao
    una stupenda notte
    di libertà

    così
    come una stupenda
    vita
    di libertà

  14. nel volo di ciò che siamo esattamente
    in questo momento…

    liberi…

    😀

    a tutti!!

  15. (Cara Map, le fonti cinematografiche mi dicono che si tratta della Formica di fuoco, o Solenopsis invicta, originaria dell’Africa: ha colonizzato dapprima il Texas… Davvero affascinante il nome, quanto la Natura!)

  16. VISIONE “Notte è Giorno”:(1988)
    C’è un istante, dove,
    i primi fasci del sole
    baciano la stella Sirio,
    la luna, si veste
    di trasparente!

  17. AMANTI:(1988)
    Dove trovi il sole,
    se non nella Luna,
    Dove, la luna
    Se non nel sole!!!
    Ecco la Notte,
    Ecco gli Amanti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...