Arte allo specchio III

Ed ecco la riflessione/contributo della nostra cara Valeria-Luo D.A.:

“Psiche è il soggetto e la conoscenza psicologica è lo specchio che talora leva davanti al proprio volto, e dove si riflette per cogliere una propria espressione…”
(Francesco Donfrancesco)

…ma, come dice Shakespeare, spesso “all’arte dell’occhio manca la miglior grazia: ritrae quello che vede, ma non conosce il cuore.”

35 Risposte

  1. per chi ama James Hillman, volevo comunicarvi che è uscito il quarto numero de La Rivista dei Dioscuri con un ampia parte di presigiosi interventi dedicati a Hillan.

  2. Gentile Francesco,
    grazie per il consiglio.

    Cordiali saluti

  3. “CHE COSA VUOL DIRE ADDOMESTICARE ?”
    (…)
    “È una cosa da molto dimenticata. Vuol dire creare dei legami”
    “Creare dei legami?”
    “Certo”, disse la volpe.

    “Tu, fino ad ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l’uno dell’altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo.
    (…)

    La volpe tacque e guardò a lungo il Piccolo Principe:
    “PER FAVORE… ADDOMESTICAMI”, DISSE.

    ————————————————

    (Anche la rosa è stata addomesticata)

    “Addio”, disse la volpe. “Ecco il mio segreto. È molto semplice:

    NON SI VEDE BENE CHE COL CUORE. L’ESSENZIALE È INVISIBILE AGLI OCCHI”.
    “L’ESSENZIALE È INVISIBILE AGLI OCCHI”,

    ripetè il Piccolo Principe, per ricordarselo.
    “È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante”.

    “È il tempo che ho perduto per la mia rosa…” sussurrò il Piccolo Principe per ricordarselo.

    “Gli uomini hanno dimenticato questa verità. Ma tu non la devi dimenticare. Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa…”

    Io sono responsabile della mia rosa…” ripetè il Piccolo Principe per ricordarselo.

  4. Cara Melusina,
    che splendore…

  5. gli artisti veri,i grandi, ritraggono il il cuore,
    da piccolo ed ora da anziano ho sempre pensato che il piccoloi
    principe non sia educativo anzi pericoloso !!
    buon ferragosto !
    gabriele saluti da napoli !
    paolo.

  6. Concordo sul fatto che la verità sia sempre stata considerata pericolosa: può accecare, quando non mette spietatamente l’essere umano davanti alle pochezze di cui è capace. Per questo dovrebbe essere “velata” per mezzo di un atto di infinita misericordia che “ri-veli” al re la sua nudezza, custodita solitamente e magistralmente da porci. Ma anche questo è pericoloso artifizio della mente votata ad ingannare il cuore, il quale sa che due ali non si negano nemmeno ai porci.

  7. Buongiorno, mio caro Gabriele! Ti mando mlle baci… 🙂

  8. Caro Paolo,
    gioiosamente pericoloso? Buon Ferragosto e grazie.

    A presto!

  9. Caro Luigi,
    grazie. Ti auguro un ottimo Ferragosto di gioia…

    Un caro saluto

  10. HA occhi di nebbia il
    silenzio,ha la forma del mio dolore
    ha voce oscura il silenzio,manda profumi
    di antiche controre,quando sui muri strisciavano
    ombre,e lucertole ubriache di sole.
    ha occhi di mondo il mio silenzio.
    HA voce rotonda della luna, stasera,il mio silenzio
    frammenti di cielo sul mio breve universo.
    —————————–gina tota19-8-2012 gina tota

  11. Sera di agosto,il cielo
    e’ innamorato della terra,e’ innamorato
    anche di me.Di me, che vivo racchiusa
    in un bozzolo d’angoscia,mentre,la realta’ bussa
    alla mia porta.Per lasciarmi solo rose di tenebra.
    sui miei occhi.
    Sera di agosto,il cielo per me, ha carezze di luce.
    ———————————–gina tota 20-8-2012

  12. Per Gina, in “simmetria” affettiva, certa che il Dio che ci respira dentro parla anche attraverso il silenzio…

    “Nel libro della vita molte pagine rimangono vuote:
    non riempirle con i pensieri della tua mente.
    Là il poeta che in te si nasconde componga immagini di cielo:
    con la sua parola divina tocchi la tua immaginazione.”

    “La terra nell’unione della notte si chiede che lingua parli la luna,
    ma la luna non ha parole, ha solo una faccia sorridente.”

    …di R.Tagore

  13. Cara Gina,
    la tua Anima “soffre” per stillare ambrosia.

    Baci baci

  14. Carissima VALERIA, DIO,E’ L’URLO,del dolore,e’ il canto che si manifesta attraverso la natura,E’ IL SILENZIO che va oltre, e trapassa spazio,e tempo. per arrivare trionfante attraverso mille ostacoli,ed infinite ed umane strategie.”NEL LIBRO DELLA VITA”,molte pagine,rimangono vuote,per colpa del dubbio,della nostra presunzione,O colpa dei nostri cuori analfabeti.CARISSIMA valeria,son certa che DIO PARLA anche attraverso il suo luminoso silenzio. gina tota ciao valeria grazie

  15. Grazie professore.

  16. “Ora vediamo come in uno specchio,in forma oscura,allora nella vita eterna vedremo faccia a faccia” San Paolo,I Lettera ai Corinzi 13:12 |

    FETONTE

    Datemi una bilancia
    che pesi il giusto e lo sbaglio
    chiara forma che come uno specchio
    sveli e palesi ciò che c’è dentro.

    Datemi una bilancia
    che pesi verità ed inganno
    che essa mostri ben altro
    oltre lo sguardo.

    Datemi una bilancia
    che pesi il buono e il malvagio
    e come un ascia dal sapiente impatto,
    sentenzi i confini tra luce ed abisso.

    Ma nessuno possiede questa bilancia,
    nessun superbo congegno può altrettanto
    come stirpe dell’ingenue Cefalo
    così per noi,soluzione all’antico difetto

    E’ solo cadere,sperando di cascare nel giusto piatto.

    L.Caliò

  17. IL superbo davanti allo specchio dira’
    Chi e’ quel zerbino che osa guardarmi.?

    L’avaro,con arte,pone davanti allo specchio
    cio’ che di piu’ prezioso possiede.E s’illude
    ——————————————
    LA superbia,e l’avarizia. gina tota

  18. 2766 letture

    Kahlil Gibran

    racconti d’autore » racconti di Kahlil Gibran » La bellezza

    La bellezza

    La bellezza cammina fra di noi
    come una giovane madre
    quasi intimidita dalla propria gloria.
    La bellezza è una forza che incute paura
    come la tempesta scuote
    al di sotto e al di sopra di noi
    la terra e il cielo.
    La bellezza è fatta di delicati sussurri
    parla dentro al nostro spirito
    la sua voce cede ai nostri silenzi
    come una fievole luce che trema
    per paura dell’ombra.
    La bellezza grida tra le montagne
    tra un battito d’ali e un ruggito di leoni.
    La bellezza sorge da oriente con l’alba
    si sporge sulla terra dalle finestre del tramonto
    arriva sulle colline con la primavera
    danza con le foglie d’autunno
    e con un soffio di neve tra i capelli.
    La bellezza non è un bisogno
    ma un’estasi,
    non è una bocca assetata
    né una mano vuota protesa in avanti
    ma piuttosto ha un cuore infuocato
    e un’anima incantata.
    Non è la linfa della corteccia rugosa
    né un’ala attaccata a un artiglio.
    La bellezza è un giardino sempre in fiore
    e una schiera d’angeli sempre in volo.
    La bellezza è la vita quando la vita si rivela.
    La bellezza è l’eternità che si contempla allo specchio
    e noi siamo l’eternità e lo specchio.

  19. “Il sole appare ai miei occhi più piccolo della montagna”…

    “Gli uomini sono soliti formare idee universali tanto delle cose naturali, quanto di quelle artificiali, idee che considerano come modelli, ai quali credono che la natura (che stimano non faccia nulla senza un fine) guardi e si proponga anch’essa come modello. Quando, dunque, vedono che accade qualcosa in natura che non concorda con il modello che hanno concepito di tale cosa credono allora che la natura abbia fallito o peccato e abbia lasciato quella cosa imperfetta.” (Spinoza) : “…ma colui a cui poco è perdonato, poco ama” (Luca, 7:47)

  20. Grazie a te, carissima Gina!

  21. Caro L.Caliò,
    grazie di questa rilettura di Fetonte, così particolare… Il racconto di un dramma che racchiude il significato profondo del limite. Quello che accade a coloro che non raggiungono la conoscenza attraverso una “iniziazione”, un percorso di sapere interiore…

    Grazie e a presto

  22. Cara Melusina,
    cosa si può dire dopo “La bellezza è un giardino sempre in fiore e una schiera d’angeli sempre in volo. La bellezza è la vita quando la vita si rivela. La bellezza è l’eternità che si contempla allo specchio e noi siamo l’eternità e lo specchio.”?

  23. Cara Valeria,
    dopo aver letto le tue parole ti dedico questi versi di Rilke, a memoria (che si “sposano” con i tuoi pensieri):
    “…il nostro compito è quello di compenetrarci,
    così profondamente, dolorosamente e
    appassionatamente con questa terra provvisoria e
    precaria, che la sua essenza rinasca invisibilmente
    in noi.”

    Baci baci

  24. Gabriele il tuo giardino mi ha fatto venire in mente un iniziativ nata per la giornat mondial della poesia il 21 marzo:

    Fiori di Rima-vera. Con un gruppo di amici, denominato “La banda”, hanno deciso di realizzare per l’occasione UN’IDEA CHE RICHIAMASSE SIA LA *POESIA* CHE L’ARRIVO DELLA *PRIMAVERA*.
    È nata così l’idea di un

    GIARDINO LETTERARIO, DOVE OGNI PIANTA RAPPRESENTAVA UN POETA E I FIORI LE LORO POESIE.

    hanno poi invitato il pubblico accorso a raccogliere questi fiori e a seminarne di propri.

    Il tutto nello scenario suggestivo (e triste) del centro storico dell’Aquila, con l’aiuto del Bar del Corso di Luca Ciuffetelli, arricchito da letture, musica, proiezioni di foto (Lorenzo Nardis e Federica Tomassoni) e, non da ultimo, dai magnifici (quanto complessi da realizzare) origami contenenti poesie.
    —————————————————————————–
    In questo bel giardino profumato e colmo di delizie..
    pianto il primo fiore:

    Bisogna mettere in ordine le cose
    ( Carmen Yanez )

    L’ albero del susino, laggiù
    le gardenie a sinistra,
    più in là il blu.
    Il mare
    Dove amore
    metteremo il mare?
    Gli anni in quaderni gialli
    e la risata dorata quando badiamo ai gatti.
    In quale cofanetto dell’inverno
    metteremo il temporale?
    In solaio le ore della tua assenza.
    Gli allori, i gerani,
    la menta ai piedi
    di questa promessa.
    Vedrai
    com’è imprevedibile la terra, amore,
    se solo esisti.

    by
    Bisogna mettere in ordine le cose
    ( Carmen Yanez )

  25. Sul lago, in fondo a pioppi e abeti folti,
    da mura e siepi difeso, un giardino
    così ben curato con fiori d’ogni mese
    che è da marzo fino a ottobre in fiore.
    Qui, al mattino, non troppo spesso, mi siedo
    e mi auguro che anch io possa sempre ,
    nonostante il cambiare del tempo
    -sia esso bello o brutto –
    mostrare il mio splendore.

    Bertolt Brecht

  26. ho aggiunto un altro fiore ancora
    a questo giardino
    già ricolmo
    di rare bellezze
    e piante in fiore…

  27. … E’ vero, caro prof, a questa terra la Compassione è necessaria. E’ madre di tutte le cose.

    Baci

  28. Cara Melusina,
    grazie… con-divisa!

  29. Esattamente, cercare la propria essenza specchiandosi in un volo effimero…questo il triste epilogo del figlio del Sole.

    Grazie professore

    L.Calio

  30. Che Meraviglia,
    carissima Melusina,
    hai ragione, dobbiamo farlo anche noi!

    Iniziamo?

  31. Un immenso abbraccio a te, carissima Valeria!

  32. “Chi lega a sé una Gioia
    distrugge la vita alata;
    ma chi bacia la Gioia in volo
    vive nell’alba dell’Eternità.”

    William Blake

  33. Grazie a te, caro L.Caliò.

    Un caro saluto!

  34. L’ingenuità di Fetonte rientra nel criterio della sua ricerca.
    .
    La volontà d’individuare la propria natura nel cosmo spinge l’animo inconsapevole di Fetonte ad un agire effimero,come l’uomo quando cerca nel bene,nel giusto,nel male,nel falso quei criteri infiniti della propria condotta… rischia di specchiarsi in un falso iperuranio.

    Affermare la propria essenza… diventando incauta rappresentazione soltanto di quello che si tende ad essere.
    Tuttavia la ricerca di Fetonte è forse l’attimo più nobile dello spirito umano… che oltre tutte le passioni terrene …prova a congiungersi al cielo,cercando di baciarne l’infinita gioia.

    L.Caliò

  35. Cara Valeria-Luo D.A.,
    non potevo che con-dividerla! Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...