Città

Livida alba, io sono senza dio.
Visi assonnati vanno per le vie
sepolti sotto fasci d’erbe diacce.
Gridano al freddo vuoto i venditori.

Albe più dense di colori vidi
su mari su campagne inutilmente.

Mi abbandono all’amore di quei visi.

Sandro Penna

Una Risposta

  1. Venditori di …rimpianti, di ombre!
    In assonanza:
    Comprensione, di C. Kavafis

    “Anni di giovinezza, mia vita di piacere –
    ora ne vedo chiaramente il senso.

    Quianti superflui e inutili rimpianti…

    Ma non ne comprendevo il senso allora.

    Nella dissolutezza dei miei giovani anni
    la poesia rivestiva le sue forme,
    l’arte tracciava i suoi confini.

    perciò non eran saldi i miei rimpianti.
    E le dicisioni di smettere e cambiare
    duravano al più due settimane.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...