Se son malato vago tra la folla

Se son malato vago tra la folla
del sobborgo. Ma l’umido grigiore
invernale mi rende triste e solo.
A soffi sale sulla via un afrore
caldo da una palestra sotterranea
ove giovani e nude belve assalgono
nemici immaginari, in basso a scatti soffiando.
Un vecchio mendicante guarda,
con me, la scena senza nostalgie.

Sandro Penna

6 Risposte

  1. Una felice serata, Gabriele carissimo. Un grande abbraccio per te…

  2. Grazie, Luigi. Ti abbraccio anch’io.

  3. Una Buona Santa Notte Carisismo Prof. Gabriele 😀
    e una Buona Santa Notte ai Suoi/nostri Preziosi Collaboratori 😀

  4. Buongiono carissimo Raffaele 🙂

  5. Un Dolce risveglio, Gabriele caro! Baci e abbracci… 😉

  6. Buongiorno Luigi 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...