HO SOGNATO TE

Ho sognato te,

ne sono certa;

la polvere della tua essenza

svolazzava tutta

e si spargeva intorno a me;

mi seguiva ovunque avanzassi.

Così mi sono fermata;

l’ho respirata intensamente,

fino a perdere me stessa

nei meandri dell’infinito amore,

che ho plasmato.

Ho partorito stralci di divino;

e ombre di malinconia al mio risveglio.

Patrizia Ianni

39 Risposte

  1. ancora una volta complimenti 🙂

  2. Quanto più chiudo gli occhi, allora meglio vedono,
    perché per tutto il giorno guardano cose indegne di nota;
    ma quando dormo, essi nei sogni vedono te,
    e, oscuramente luminosi, sono luminosamente diretti nell’oscuro.

    Allora tu, la cui ombra le ombre illumina,
    quale spettacolo felice formerebbe la forma della tua ombra
    al chiaro giorno con la tua assai più chiara luce,
    quando ad occhi senza vista la tua ombra così splende!

    Quanto, dico, benedetti sarebbero i miei occhi,
    guardando a te nel giorno vivente,
    quando nella morta notte la tua bella ombra imperfetta,
    attraverso il greve sonno, su ciechi occhi posa!

    Tutti i giorni sono notti a vedersi, finché non vedo te,
    e le notti giorni luminosi, quando i sogni si mostrano a me.

    William Shakespeare, Sonetto 43

    Bellissima melodia classica”Sogno d’amore” “Dream of Love” by Franz Liszt

    Non respingere i sogni perché sono sogni.
    Tutti i sogni possono
    essere realtà, se il sogno non finisce.
    La realtà è un sogno. Se sogniamo
    che la pietra è pietra, questo è la pietra.
    Ciò che scorre nei fiumi non è acqua,
    è un sognare, l’acqua, cristallina.
    La realtà traveste
    il sogno, e dice:
    ‘Io sono il sole, i cieli, l’amore’.
    Ma mai si dilegua, mai passa,
    se fingiamo di credere che è più che un sogno.
    E viviamo sognandola. Sognare
    è il mezzo che l’anima ha
    perché non le fugga mai
    ciò che fuggirebbe se smettessimo
    di sognare che è realtà ciò che non esiste.
    Muore solo
    un amore che ha smesso di essere sognato
    fatto materia e che si cerca sulla terra.

    Pedro Salinas

  3. Resta Nei Miei Pensieri
    Arresta il Tuo Carro
    Divino
    ——————————
    Giunge a me inaspettato
    di Gioia Vestito
    Astro, Incastro D’Oro.

  4. Terrea, Umida,
    Tanto Male Di Te Dicono
    Ma nel Tuo Grembo
    Io Partorisco
    ————————————
    Muore
    Nasce
    Muore
    Nasce

  5. Zampe di Luna…
    Tu sola Sai.

  6. grazie! 🙂

  7. Patty, sei straordinaria!!
    Complimenti!

  8. Patty ma bella!!! BACIOBACIOBACIO…

  9. il Tempo è immutevole elemento… mmmmhhh … cos’è quindi , ”il Tempo per cambiare”?
    cambia insieme con noi , il Tempo, in quanto è una dimensione emozionale personalissima…. come quando, a volte, basta ”il tempo di una canzone”..

    altra cosa è se intendi parlare del Big Bang, l’inizio del tempo calcolato dall’uomo..appunto calcolato!
    pensa se per convenzione si decidesse che 1 giorno è finalmente fatto di 24 h.. che bello il mezzogiorno e che libertà, la mezzanotte libera dalla solita convenzione ”…che il giorno dopo..che l’indomani” ..
    sicuramente un giorno più lungo abolirebbe il concetto di ‘fretta’ e sarebbe un simbolo di benessere…

    pensa… produrre tempo, invece che denaro………………………………..

  10. Ciao Carissima Patrizia Ianni…
    una sola domanda su queste tue belle espressive poetiche partorite parole…… è un sogno vero o solo sublime ispirazione ?

  11. Ciao Patrizia, leggendo questa poesia ho fatto una considerazione,”è giovane ma la sua poesia non è circoscritta a una fascia di età, è oltre la dimensione temporale”.
    Tutto questo, per me, è “fare” poesia, musica, …….anima
    matteo..

    ps Grazie Gabriele di averla trovata.

  12. …E’ proprio vero che la gestazione del figlio avviene nella mente della madre prima che nel suo ventre: …Come aria nei polmoni.
    Sono, l’uno nell’altra, una persona sola; e malinconia “da” separazione dal sogno… dopo il parto, che è un risveglio.
    Rivive il mito dell’impollinazione del fiore da parte del Vento.
    Grazie, Patty.

  13. Grazie ancora a tutti. Raffaele mi è venuta questa ispirazione da un sogno che ho fatto davvero!… Matteo l’essenza della mia anima non ha età 🙂

  14. Cara Patty, leggendoti, per me, rafforzi l’ idea che l’ anima è la vera fonte dello Spirito.

    In questa sede metafisica, vive, sconosciuto il Divino. Nella tua lirica, incontri un’ essenza senza nome… , questo frammento di essenza, che chiami polvere, ti segue ovunque

    Ti sei fermata…. .

    L’ hai respirata, con tutta la tua anima, fino a perdere te stessa. Hai sperimentato la ” morte “, per risorgere, in una dimensione più alta.

    HAI PARTORITO, STRALCI DEL DIVINO.

    Patty, la tua poesia e la tua anima realizzano, ciò che i grandi filosofi e i grandi operatori dell’ anima, hanno sempre detto. ” Bisogna morire a se stessi, per ritrovare se stessi ”

    E’ importante, meditare la tua esperienza, in quanto è una speranza, per tutti noi.

  15. Ciao Carissima Patty,
    se sinceramente è così allora tu possiedi celatamente ed inconsapevolmente il potere dell’obliquità, il potere di viaggiare nei mondi soprasensibili e trascendentali della multi realtà…. Devi solo capire ed affinare le tue preziose potenzialità che l’anima tua ti e ci mostra con significative poetiche parole… E’ un linguaggio che va oltre la poesia, un simbolismo vibrazionale che devi solo approfondire con una maggiore introspettiva attenzione, magari rivolgendoti alla tua preziosa angelica radiosa guida…. provaci….. è necessario andare oltre l’illusione delle limitate apparenze…….. 😀
    Forse, se non ti dispiace, ti scriverò via email…….

  16. Ciao Carissimo Luigggggione
    hai visto come la preziosa Patty, riesce a superare tutte le congetture religiose/filosofice che tanto legano gli esseri umani al mondo delle apparenze?

  17. Questa è una poesia che ognuno può interpretare a suo modo… Comunque io quando l’ho scritta pensavo all’essenza di una persona in particolare, ricordo di averla sognata e al mio risveglio di essere ancora pervasa dalla bellissima sensazione che mi aveva lasciato il sogno ma nello stesso tempo la malinconia del distacco tra sogno e realtà!

  18. Se il sogno è reale allora immagino la fortuna della persona che ti ha ispirato.. però continua così, in modo che allo stesso tempo sia anche tu di ispirazione ad altri.. sempre bravissima!

  19. Patty, non ti capisco. Una quasi, ” giusta ” interpretazione, ci vuole, proprio per capire l’ anima del poeta.

    Non va bene interpretare secondo una visione personale. Ma bisogna interpretare secondo l’ anima dello scrittore, del poeta, altrimenti, ci allontaniamo dal suo pensirero.

    Scrivi :

    ” Ho sognato te,

    ne sono certa;

    la polvere della tua essenza… ”

    Se tu dici, chi hai sognato, faciliti l’ interpretazione. Oppure, visto che sei l’ autrice della lirica, dacci una tua spiegazione ? Grazie.

  20. Cara Patty, interpretazione personale a parte, mi era parso che ti fossi ispirata al mito di Io. E’ certo che Zeus continua a regnare sul Sogno, terra di Anima; polvere, pioggia, nube o fulmine… rendono feconda la psiche.

    Nobile e bella la Io di Antonio Allegri, detto il Correggio…

    http://affettivitaamore.altervista.org/giove_e_io.html

  21. ‘concepito’ è il termine giusto…. 😉

  22. … 😉 😉 😉 😉 😉 😉 😉 … Mi è venuto un tic all’occhio, scusate…
    Tea, quale participio dovrebbe essere sostituito con “concepito”? Grazie comunque per la segnalazione.

  23. Valeria-Luo D.A., on 13 aprile, 2012 at 08:57 said:

    …E’ proprio vero che la gestazione del figlio avviene nella mente della madre prima che nel suo ventre: …Come aria nei polmoni.
    Sono, l’uno nell’altra, una persona sola; e malinconia “da” separazione dal sogno… dopo il parto, che è un risveglio.
    Rivive il mito dell’impollinazione del fiore da parte del Vento.

    🙂 oltre la gestazione e prima dell’impollinazione …. c’è il concepire con la mente, ciò che sarà, sempre .. baci.. baci, Valeria, baci ..

  24. Per maino:
    grazie infinite 🙂

  25. Per innominato. Per me è una poesia d’amore, la persona alla quale mi riferisco è ovviamente un uomo… Poi io penso che come sogno d’amore ognuno invece può interpretarla e farla sua. Può benissimo essere riferita ad una madre che nella gestazione sogna il proprio bambino… Insomma l’amore è amore non mi va di stare a distinguere

  26. gli stralci di divino e la malinconia si traduce in tal modo:
    ricordo di averlo sognato e al mio risveglio di essere ancora pervasa dalla bellissima sensazione che mi aveva lasciato il sogno ma nello stesso tempo la malinconia del distacco tra sogno e realtà!

  27. file:///home/giuseppe/Scrivania/312634_146135045488156_100002749845344_173569_298511708_n.jpg

  28. Cara Kiss-me-Tea: allora non si trattò di participio ma di pelo o polline nell’uovo… Nel primo commento parlavo di gestazione nella mente, che “partorisce stralci di divinio”, e non di concepimento, che era già avvenuto… per “impollinazione”: è chiaro, o almeno mi sembrava chiaro, dal mio ulteriore commento del 14/4 delle ore 9:31, con il quale scomodavo addirittura Zeus.
    Io ho voluto parlare della gestazione: tu hai “prodotto” il tempo, allungandolo.
    Baci baci.

  29. Carissima Patty, allora ritorna a considerare quello che ho già espresso sopra…….. hai un divino celato potenziale esprimibile, se vuoi, hai anche la possibilità di superare la malinconia, con un volo cosciente che meglio ti spiegherà la tua divina angelica guida interiore….

  30. Perché veramente c’è del sublime dietro quel lago scintillante della tua assai radiosa seppur giovane sublime luna….. E’ un PORTALE, una porta che l’anima tua ha già dispiegato lungo il tuo sentiero…. Una porta che dopo averla trovata/vista/riconosciuta, tu solo puoi aprire per varcare consapevolmente e quanto vuoi quella soglia evolutiva che ti potrebbe far connettere con il tu SE’ SUPERIORE. E’ per questo che ti ho consigliato intuitivamente di consultare la tua invisibile grandiosa affine divina guida……. Ma devi anche crederci…. che non si è mai lasciato soli in questo mondo…. Devi cercare di riprendere quel contatto con il tuo angelo custode…….

  31. E ti confesso anche un’altra cosa,,,, quella preziosa invisibile guida benissimo potrebbe essere un grande amore o un grande vero amico di una vita passata, o un amorevole parente, il nonno o la nonna, che hanno già trapassato questa soglia in questa vita e che con grande divina amorevolezza segue o seguono i tuoi incerti ma preziosi passi.

  32. Cara Valeria, se consideriamo la creazione con una maggiore CONOSCENZA/VISIONE anche la gestazione pensata/programmata/desiderata nella mente della madre è influenzata dai raggi di coscienza che arrivano nella mente della madre e del padre. Raggi induttori che generano sentimenti, emessi da colui che ha già scelto i sui genitori anche se ancora dovrà nascere o rinascere in questo mondo 😀

  33. Come tantissime volte ho detto, parlando della deframmentazione o del pensiero indotto, spesso veramente non siamo il frutto dei nostri veri pensieri….

    Simbolicamente il figlio/figlia che è stato concepito prima ancora nella mente è Cupido, è il tramite che innescherà quei particolari sentimenti che possiamo sperimentare per identificare come uno stato molto particolare dell’essere, come “divino sublime innamoramento”, ma la freccia, il raggio induttore è stata la causa prima che permetterà attraverso la sacra unione fra Soma e Psiche…. Fra Mente ed Anima…… la trasmutazione alchemica del piombo in oro, così come espressamente espresso simbolicamente nella primavera del Botticelli….. E’ per questo che tempo fa suggeri di andare a raccogliere le mele….. Le mele della conoscenza…. e non solo le mele della giusta attrattiva bellezza esteriore che è così facilmente ammaliante da attirare/trascinare/coinvolgere ogni speculativa cullante astratta espressione intellettuale…..

  34. A PATRIZIA. Belle le tue poesie… BELLE… come ciò che il Bello ha i SE! Complimenti…

  35. E’ pure atto unico di apprendimento vedere la mela marcia e buttare via la mela marcia.
    —————————————————————————————–

    Estrapolato da “Dei Figli” di Gibran.

    “[…] Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri,
    Poiché essi hanno i loro propri pensieri.
    Potete dar ricetto ai loro corpi ma non alle loro anime,
    Poiché le loro anime dimorano nella casa del domani,
    che neppure in sogno vi è concesso di visitare.
    Potete sforzarvi di essere simili a loro, ma non cercate di
    rendere essi simili a voi.
    Poiché la vita non va mai indietro né indugia con l’ieri.
    Voi siete gli archi da cui i vostri figli come frecce vive
    sono scoccate. […]”

  36. ……………………………………………….(1987)
    ho contato le goccioline
    di rugiada….
    le ho guardate saltellare
    da una foglia all’altra…
    con una mano ne colsi
    alcune, le usai
    come collirio….
    mi regalarono freschezza
    colori, visoni, limpidezza.
    il pulito scorreva nei miei
    occhi, nelle mie vene…
    il parto continuo della vita
    fluiva di quell’alba…

  37. ……………………………….1985
    I GIOCOLIERI
    Bisogna che ci credi
    in cosa?
    A tutto…
    bisogna che ci vada
    in ogni direzione
    pur a fan culo…
    non fa differenza
    guardare il mare
    farsi lo sciampo
    color rosso la spuma.
    Fuori dove
    da ore piove
    i vicini usciranno
    timidi dalle finestre
    ridendo in timidi educati ghigni
    lasciandosi andare pian piano
    ad una risata dialettale
    riderai con loro…
    non importa dove né
    in Cosa, tutto esiste
    persino il Forse, il Dubbio!!

  38. Buon Giorno Carissimo Prof. Gabriele 😀

    Assai interessanti sarebbero i sui sinceri sentiti/percepiti/capiti/intuiti pareri su queste nostre strane giuste o ingiuste deduzioni. 😀

  39. Carissimo, in realtà mi piace così tanto seguirvi nelle vostre deduzioni che ogni altro discorso mi sembra superfluo. Vi abbraccio con vero affetto e con affetto vi seguo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...