Ancora su “Il libro rosso”

Cari viaggiatori sulle ali di Psiche,
vi chiedo, ancora, di riflettere su questa immagine dell’immenso Carl Gustav Jung, tratta dal suo “Libro rosso” , pubblicato dalla Bollati Boringhieri!
Chi è il protagonista?

Vi chiedo scusa ma, purtroppo, ho dovuto eliminare l’immagine… (diritti riservati)

 

Annunci

65 Risposte

  1. Il protagonista è l’Immagine di quell’uomo sull’ imbarcazione, in balia di… Anima.

  2. Il fuoco dell’Amore Divino

    Ho bisogno d’un amante che,
    ogni qual volta si levi,
    produca finimondi di fuoco
    da ogni parte del mondo!
    Voglio un cuore come inferno
    che soffochi il fuoco dell’inferno
    sconvolga duecento mari
    e non rifugga dall’onde!
    Un Amante che avvolga i cieli
    come lini attorno alla mano
    e appenda,come lampadario,
    il Cero dell’Eternità,entri in
    lotta come un leone,
    valente come Leviathan,
    non lasci nulla che se stesso,
    e con se stesso anche combatta,
    e, strappati con la sua luce i
    settecento veli del cuore,
    dal suo trono eccelso scenda
    il grido di richiamo sul mondo;
    e,quando,dal settimo mare si volgerà
    ai monti Qàf misteriosi da
    quell’oceano lontano spanda
    perle in seno alla polvere!

    Rumi

  3. Il protagonista è l’inconscio collettivo!

  4. La Luce come una spada bianca spunta dal ventre risalendo verso l’alto.. il fuoco, forma d’albero è drago in un contorno intrecciato ancora psiche, il viaggio e le gocce di quel fuoco rivolte verso la terra o l’essere! quel pregare altro non mi appare che la ricerca in se, il cammino interiore… le gocce di fuoco, frutto_albero e sapienza. Buona Giornata Professore!

  5. il pavimento del tempio, che si schiude al fuoco che tutto purifica, ricadendo in mille piccole gocce di acqua di vita infuocata d’amore

  6. ERMETE TRIMEGISTO e IL PIMANDRO
    ————————————————–

    Mentre un giorno io riflettevo sugli esseri e il mio pensiero s’era elevato e tuttele mie sensazioni s’erano assopite – come avviene a chi è immerso nel sonnoper sazietà, per lussuria o per stanchezza – mi parve che un essere immenso,senza limiti, mi chiamasse a nome e mi dicesse :” Che cosa vuoi udire e vedere che cosa vuoi apprendere e conoscere? “” E chi sei tu ? ” dissi io.” Io sono – rispose – Pimandro , l’Intelligenza suprema. Io sono quel che tu vuoie dovunque io sono con te ” .” Io voglio – dissi – essere istruito sugli esseri, comprendere la loro natura econoscere Iddio ” .” Raccogli nel tuo pensiero tutto quello che vuoi sapere – mi disse – chè iot’istruirò ” .
    Ciò detto, egli mutò di forma e allora, subitamente, tutto mi fu chiaro ed io vidi uno spettacoloprodigioso. Tutto diventava una dolce e gaia luce la cui vista mi rallegrava. Ma tosto disceserotenebre cupe e orribili di forme tortuose: mi parve che queste tenebre mutassero in non so qualenatura umida indicibilmente sconvolta esalante fumo come da fuoco ed un rumore indescrivibile,lugubre.E ne uscì un grido inarticolato che sembrava la voce stessa della luce. Una parola santa discesedalla luce sulla natura e un fuoco puro si sollevò dalla natura umida verso l’alto, ed era sottile,penetrante e, nello stesso tempo, attivo. E l’aria, per la sua leggerezza, seguiva il fluidosollevandosi dalla terra e dall’acqua sino al fuoco, talchè sembrava sospesa. La terra poi el’acqua restavano mescolate insieme in modo che non si poteva scorgere la terra attraversol’acqua ed entrambe si muovevano per la parola spirituale che si udiva.” Hai compreso – mi disse Pimandro – il significato di questa visione? “” Sto per comprenderlo ” risposi.” Questa luce – disse – sono io, l’Intelligenza, il tuo Dio che precede la natura umida uscita dalletenebre, e il Verbo luminoso che emana dall’Intelligenza è figlio di Dio ” .” Che vuoi dire? ” domandai.” Ascolta : quello che in te vede e intende è il Verbo, la parola di Dio; l’Intelligenza è il Dio Padre.Essi non sono separati poiché l’unione è la loro vita ” .

  7. (15 tavole smeraldine ai piedi di Ermete che è verde)

    ” Dalla volontà di Dio che, avendo preso il Verbo e contemplandovi il mondo bello, l’imitò ecostruì il mondo con elementi presi da sé stessa e con germi d’anime. L’Intelligenza, il Diomaschio e femmina insieme, che è vita e luce, generò, mediante il Verbo, un’altra Intelligenzacreatrice, il Dio del fuoco e dello spirito che formò, a sua volta, sette ministri racchiudenti nel lorocircolo il mondo sensibile; e il loro governo dicesi Fato.”

    (sono i sette chakra dentro al cono bianco di luce/il Fato)

  8. Grazie, Giuseppe. Buona serata!

  9. La quasi prostrazione del ragazzo, difronte al tutto l’incomprensibile, sembra tra il pregare e il nascondersi, l’imbarcazione con il sole a bordo dietro la vela, il navigar nel groviglio con il sole che spinge! Mi piace pensare alla barca a vela come imbarcazione che si serve della natura facendolo navigare con la giusta velocità, verso quei Mondi, mari da scoprire!!!

  10. MaPP L’hai comprato 😉

  11. Un chinarsi sconfitto al segreto della vita
    Un sorriso
    Mistral

  12. [..]”L’elemento spirituale appare nella psiche anche come un istinto, anzi come una passione, o – per usare un’espressione di Nietzsche -«come
    un fuoco divoratore». Non è un derivato di un altro istinto, come
    vorrebbe la psicologia dell’istinto, ma un principio sui generis, cioè la
    forma ineliminabile della forza pulsionale.”[..]Jung- La dinamica
    dell’inconscio- ed.Boringhieri.

    Se devo dire la verità in effetti ciò che vedo è anche ciò che sento. Una forza che bruciando è tuttavia anche acquatica, difatti il rumore che fa il fuoco è -il medesimo- che fa l’acqua questa congiunzionedi opposti provoca una trasmutazione interna l’acqua diventa vapore basta semplicemente osservare la tavola di Jung, il suo disegno, per sentire da dentro un cambiamento, si tratta quindi dell’ Alchimia, anche il dio indiano Agni deputato come Ermes all’accetazione dei sacrifici agli dei anzi riuniente di tutti gli dei (col fuoco) ha apparenza marina, acquatica. il fumo del sacrificio sale agli dei il ragazzo pari ed uguale ad un fagiolo aspetta di perdere quei tegumenti esterni e morire da seme /Morte Iniziatica.

    …la conoscenza di sè ha un principio distruttivo.

    Non si può avere paura del fuoco, se si è immersi nell’acqua ? Eppure “il ragazzo” sente in sè queste cose e scrive scrive scrive ha in mano una penna ? lascia spazio all’inconscio, si ritira da sè stesso, se ci si ritira da sè in sè stessi si ritrova il germe stesso della vita e ci vuole sempre un certo coraggio per mutare per trasmutare non affetti da null’altro che da sè stessi..

  13. E’ anche detto:

    “La morte iniziatica è la morte psicologica, il radicale mutamento
    che l’iniziato deve compiere affinchè l’io mondano e contingente
    trovi la giusta collocazione nel rizoma della vita e della morte,
    ritraendosi così dal suo tumorale e ipertrofico sviluppo per
    permettere l’emergere di una nuova coscienza, profonda ed
    extramondana.
    L’immagine che rappresenta al meglio questa fase è quella di un
    fuoco incontenibile che libera ciò che è prezioso e nobile da ciò
    che è vile e gretto”. (Mantra del Fuoco)

  14. […]”Come abbiamo visto, l’albero è in relazione particolare con l’acqua, salina o marina, e con la cosiddettaagua permanens, l’autentico arcanum degli adepti. Si tratta, come sappiamo, del Mercurio, da nonconfondersi con l’Hg, ossia il mercurius crudus sive vulgaris.
    Mercurio è esso stesso l’albero dei metalli.
    È la materia prima, oppure è la fonte da cui essa deriva.
    L’acqua, che fa crescere l’albero,al tempo stesso lo brucia.
    Il dio Ermete (Mercurius) “cum ea (aqua) humectavit… suam arborem, cumsuo vitro, fecitque crescere in altum flores”.
    Ho citato questo passo perché esso lascia intravederel’idea che sottende l’alchimia secondo cui artifex e arcanum sono tutt’uno. L’acqua, che da una parte facrescere l’albero e dall’altra lo brucia, è il Mercurio, detto duplex proprio perché riunisce in sé gli opposti,essendo un metallo e un liquido a un tempo. Esso è perciò descritto sia come acqua, sia come fuoco. Inquanto linfa dell’albero esso è anche fuoco , la natura dell’albero è dunque al tempo stessoacquea e ignea. Lo gnosticismo conosce il “grande albero” di Simon Mago, fatto di πῦρ ὑπερουράνιον(fuoco iperuranico). “Da esso è nutrita tutta la carne.” È un albero simile a quello apparso in sogno a Nabucodonosor. I rami e le foglie bruciano, ma “il frutto, quando è pronto e ha assunto la sua forma,viene portato in un granaio (ἀποθήκη) e non gettato nel fuoco”.
    Questa immagine coincide da un lato con il più antico πῦρ ἀεì ζῶον (fuoco vivente in eterno) di Eraclito, e dall’altro con il significato, assuntomolto più tardi dal Mercurio, di fuoco e spiritus vegetativus che penetra tutta la natura vivificandola, ma può, in virtù della sua natura ignea, anche distruggerla. Il frutto che “non viene gettato nel fuoco” è naturalmente l’uomo che ha dato prova di sé, l'”uomo pneumatico” degli gnostici. Uno dei sinonimi del Lapis, che allude appunto all’uomo interno, all’uomo totale, è il frumentum nostrum.
    L’albero è spesso metallico, perlo più d’oro.
    Il riferimento ai sette metalli implica anche i sette pianeti: l’albero assumecosì il significato di albero cosmico, i cui frutti risplendenti sono le costellazioni. Michael Maier (1568-1622) attribuisce le parti legnose a Mercurio, i fiori (quadruplici) a Saturno, Giove, Venere e Marte, e ifrutti a Sole e Luna.
    L’albero dai sette rami (= sette pianeti) è menzionato nell’Aurora consurgens, eidentificato con la Lunatica o Berissa
    “la cui radice è terra metallica, e il cui tronco è rosso mischiato alnero. Le sue foglie sono simili alle foglie della maggiorana e sono trenta, secondo l’età della lunacrescente e descrescente. Il suo fiore è giallo”[…]

    Jung – L’Albero Filosofico (Notare il riferimento ai sette pianeti – come nel Pimandro di Ermete citato sopra)

  15. Calcinazione Alchemica
    “Da questa unione del maschio e della femmina, della stessa natura e della stessa specie (perché per la generazione di ogni cosa è necessario accertarsi del suo simile), segue l’ingrossation, o sublimazione degli elementi leggeri; in modo che questa terra nera, per le continue circolazioni che avvengono nell’uovo, ricada sempre sul corpo morto, chiamato dai Saggi: il corpo, la terra, il fisso ed il fermento;mentre la parte che si eleva, che è la parte spirituale e più sottile, l’hanno chiamata la parta alata che ricadendo fa da sola l’imbibitions (umidificazioni) e le calcinazioni necessarie e più continua ad alzarsi e più si sottilizza e carbonizza questo corpo. Questa calcinazione è la purgazione della Pietra, il vero segno della calcinazione perfetta, è il congelamento del mercurio. Il congelamento è un fissaggio degli spiriti. La Terra da nera ed immonda che era, diventa pulita, purgata, purificata ed insaponata, diventando bianca; ecco perchè i maestri dell’arte gli hanno dato i nomi di clistere, purgazioni, purificazioni, insaponamento ed abluzioni. In principio sembrava acqua, perché il mercurio è acqua; ma quando questa acqua è spessa e si vede il nero, vuol dire che appare la terra nera.”

  16. Nel Reame dell’Oltre Avvolta da ..calcinacci…

  17. MESSAGGIO Casuale e Prometeico DA mio padre

    map papi =

    CHI AVETTE FUOCO CAMPAIE
    CHI AVETTE PANE MURI’

    (CHi ebbe il Fuoco Campò Chi ebbe il Pane Morì)

  18. Giusè, si nu’ scurnacchiato. Stong esaurita comm’ chillu scurnacchiate e’ libbro,

    all’Anima e’ chi t’Appiccia.

    (I LIbri a volte rappresentano il Sacro Graal, ma lo troverò, dovessi recarmi a Gerusalemme, in Betania, nelle Terre dei Franchi, o a

    PORT’ALBA

    La ALBEDO DEI LIBRI DI NAPOLI…” Luogo di perdizione delle edizioni Esaurite”

  19. Gentile Map gradire sapere se anche l’ultimo intervento e’ preso dallo stesso libro citato sopra.grazie

  20. …quale libro non riesci a trovare?

  21. “L’acqua, che da una parte facrescere l’albero e dall’altra lo brucia, è il Mercurio, detto duplex proprio perché riunisce in sé gli opposti,essendo un metallo e un liquido a un tempo. Esso è perciò descritto sia come acqua, sia come fuoco. Inquanto linfa dell’albero esso è anche fuoco , la natura dell’albero è dunque al tempo stesso acquea e ignea.”
    Jung – L’Albero Filosofico

  22. Veramente mi riferivo, al “Corpus Hermeticum” dico l’hai comprato 😉 ti voglio bene, ma quale Onnisciente Sapiente Mapp, come mi sfotti…. aaahaahaaa… Un Abbraccio 🙂 😀 😉

  23. Valeriana, Giuseppone, Mapppppp siete fantastici, avete sbirciato/scrutato qualcosa dalla grande opera, così come anche Jung scrutò attraverso il suo volo cosciente, la sua sacra fiamma del sacro fuoco cosmico…. 😀 la barca solare, la scacchiera, la preghiera/contemplativa, il genio che risorge dal quadrato magico per innalzarsi ed espandere le sue cosmiche radici, in una connessione non locale dove tutto è tutt’uno…

    Nell’immaginario reale, sono veri e propri personaggi dettato dai sogni e dalle visioni con voli coscienti, sempre più definiti con i quali Jung dialogava, che analizzava amplificandone l’energia, allo scopo di sperimentare, formulare nuovi concetti psicologici e ricercarne l’origine archetipica. Il linguaggio simbolico è quello gotico, medioevale, degli alchimisti/ermetismi e dei trascendentali, ma la vera conoscenza psicologica è assai più antica, perché si perde nella notte dei tempi, ai tempi di Ra, ai tempi di Schiva, di Rama, di Atlandite, di Lemuria e ancor prima. Jung volle darle una veste nuova, più moderna per adattarla (e quasi nasconderla) a quel nuovo sorgente pensiero scientifico sperimentale (anche per non essere preso per visionario, per non venire ridicolizzato, contestato o considerato una specie di schizofrenico da quel pensiero scientifico del suo tempo).

    Oggi con quella maggiore espansa ricerca interiore, ci sono milioni e milioni di testimonianze di ogni tempo e di ogni luogo, di quello che Jung stesso sperimentò…

  24. se qualcuno si chiedesse che fine abbia fatto la Biblioteca di Alessandria

    tale Sacra Biblioteca, non è andata in fumo!!!,

    è stato solo un modo per celarla a noi…

    – Il Decano Maggiore – ,

    ……..il nostro Bibliotecario di Alessandria…….nascostosi da allora…..in Magna Grecia Calabra…………………………………………………………………

    ………………………………………………………………….pant pant pant……..

    dopo 2060 anni ……..minuto più minuto meno……è stato beccato…..

    E’ QUI

    vedi? hai ancora l’accendino in mano e lo sguardo colpevole…E’ la stessa persona!!!!

    Ti abbiamo beccato. C’è voluto un pò di tempo ma i nostri agenti non avevano mai perso la speranza di risolvere un caso mai archiviato.

    Firmato “As’Sorete”
    Società Assicurativa Alessandrina
    Sorelle Adelfes Pyros
    (operanti dal 48 B.C.)
    …………………………

    (ἀδελφῆς πυρός)

  25. 😛 😛 😛 Miiiiii che ridere…è proprio Highlander Majò 😎 …Ehi Raffi…l’abbiamo beccato 🙂 😀

  26. (Comunque volevo puntualizzare che anche l’ETNA segue i post..)

  27. E che vi vogliono 4 minuti perchè il pensiero di Samina raggiunga quello di map pina il Cern è costato di più ma tra Etna e Vesuvio c’è amitiè.Anche se spero non emulazione (emula TIÈ !!! TIÈ …)

  28. Che becchi tu.. mappa mapp… che sei un nu Cedduzzu? che becchi, inutile che chiedi conferma a Raffaele, Mattarella Bella Mapp 😉 . Magari è l’accendino la fiammella che si accende nell’ombra_oscura… forse, anzi sicuramente mi accingevo solo ad accendere il mio sigaro… Un abbraccio Mapp… ancora Un Bacio 🙂 😀 ! ciao grande Raffaele, comunque grande… non importa quale la mia visione, se dista dalla tua, sei un Grande Seriamente!!! 😉

  29. Insomma l’hai acquistato sto benedetto “Corpus Hermeticum” Maaap. ARRISPUNDI… 😉 🙂 😀 !! Bé si dato che ne hai riportato quasi un intera pag…… Map_Otel.. 😀

  30. Mettetevi d’accordo c’è chi dice sono la reincarnazione d’altro, ma non lo dico neanche, di chi, perché viene da ridere a me, il personaggio è di tutto rispetto almeno per me 😉 ! Non perché irrida di queste cose, assolutamente,… ma cosi, ogni tanto è bello scherzarci sopra! Raffaele mi paragonava a M.Aurelio…? Insomma ho capito, che mi verrà una grossa crisi d’identità, dovendo sborsare soldoni a qualche Psicologo Psichiatra, che si pagano profumatamente_mente! Manderò il conto a te Mapp_Otel.. 😉 😀 🙂 . Buona Notte a tutti, Buona Notte Professore!

  31. Buona Notte, Giuseppe! Un abbraccio.

  32. Ciao Carissimo Grandioso Giuseppe 😀
    Preziosa Mapppppp ti suggerisco “Corpus Hermeticum” della Bompiani a cura di Ilaria Ramelli edizione e commento di A.D. NOCK e A.j..Festugière, edizione dei testi ermetici copti e commento di I.Rasmelli 😀
    è un testo assai interessante di 1627 pagine in greco, latino e capto. (nel 2005 mi è costato solo € 35,00, ma vale più di quanto pesa, 1,3 kg) da questo mixage puoi sempre risvegliare la tua memoria passata, basta entrare in sintonia con il suono di quelle antiche parole….. 😀 😉

    DOVESSERO DISTRUGGERE TUTTA LA CONOSCENZA DI QUESTO MONDO CHE E’ STATA TRASFERITA ERMETICAMENTE IN TANTISSIMI TESTI, SEMPRE QUELLA PIU’ RISVEGLIANTE INDAGATRICE COSCIENZA RICERCANTE RIUSCIUREBBE A RIESUMARLA DALLA MEMORIA AKASCHICA……..

    Carissimo Prof. Gabriele il suo saggio radioso parere su questo testo, sarebbe assai prezioso 😀

  33. ”l’ironia si rivela come quella forma del discorso “la cui caratteristica è di dire l’opposto di quello che si pensa” Kierkegaard …

  34. Map …? eri ironica ?

  35. Nulla ha la forza del fuoco, nessuna cosa o tecnologia, Forza delle forze. Positivo, bisogna da umani saperlo rispettare!

  36. una buona giornata a tutti !!!!!!!!
    patrizia

  37. Buon Giorno Carissimo Prof. Gabriele 😀
    è ovvio che mi riferivo al libro rosso….

  38. Buon Giorno Carissimo Giuseppe
    nessuna crisi d’identità dovrebbe offuscare lo strano diversificato cammino di un essere consapevole…. La vera conoscenza passa attraverso la via pratica….. Anche se si è stati un erudito filosofo o un grandioso artista, per quella finalità conoscitiva, magari c’è chi si è scelto un ruolo assai più semplice, scordando ogni cosa del suo passato….. Ma è anche vero che per gli spiriti più ribelli insaziabili, e sempre ricercanti, spesso, riprendono il cammino intrapreso in una vita precedente…… Non c’è niente di strano in quella visione ultraterrena, mentre assai strana ed illogica ci appare da questo nostro limitato piano…. In quanto al mio accostamento con M. Aurelio, debbo in qualche modo dissuaderti, perché conosco benissimo la grandiosa entità che impersonificò quella grande personalità con grande saggio coraggio, con grande giusta strategia e anche con grande amorevole saggia filosofa. Ma stai ben certo, che anche se non hai memoria, sei ancor più grande di quando il tuo pensiero e la tua visione ti possono mostrare nell’incognito del tuo bellissimo intimo cuore.

  39. Buon Giorno Carissima Valeria 😀
    scusami per la “Valeriana”, volevo solo esaltare ancor meglio la tua preziosa intima personalità con ” Valeriona” 😀

  40. Buongiorno a te, caro Raffaele

  41. 26 agosto , martedì sera.
    Dentro di me c’è una sorgente molto profonda.E in quella sorgente c’è Dio. A volte riesco a raggiungerla, più sovente essa è coperta di pietre e sabbia: allora Dio è sepolto. Allora bisogna dissotterrarlo di nuovo.
    M ‘immagino che certe persone preghino con gli occhi rivolti al cielo: esse cercano Dio fuori di sè.
    Ce ne sono altre che chinano il capo nascondendolo fra le mani, credo che cerchino Dio dentro di sè (…)
    E.HilleSUM DIARIO 1941-1943

    Saluti patrizia

  42. Un Ciao con abbraccio a Mapp_te… 😀

  43. Caro Raffaele, eppure credimi mi sento cosi minuscolo ma cosi minuscolo… ! La cosa, ossia sentirmi piccolo non mi fa dispiacere, e non per quella regola più umile sei più dimostri grandezza o saggezza, ma solo per il fatto che avvolte è cosi di Bellezza Guardarsi “esempio” il volo di qualsiasi cosa senza voler saper d’altro è cosi ammaliante magico che mi nutrirei solo della meraviglia della Bellezza, senza voler conoscere altro!!! So che mi rivolgo a una persona amica vera Cosa intendo per vera, che crede vivendo secondo ciò che esprime come conoscenza, ti ripeto al di la di tutto, delle visioni Diverse o forse No, importa quella continua costanza ricerca che fa di te una persona di Cuore, forse la più bella tra le virtù e conoscenza!

  44. E’ lo stesso che ho suggerito io, alla Mapp 😉 pur avendo una edizione molto più vecchia, in casa. L’edizione “Bompiani”, edizione che ho trovato SPLENDIDA, continuo a rileggere, aprendo una pag un capitolo a caso!! Buon Pomeriggio a tutti 😀

  45. Perdonami, Raffaele, non lo avevo mica capito che volevi solo esaltare la mia preziosa intima personalità.
    Il mio silenzio, invece, voleva solo sottolineare, in maniera discreta, il mio disappunto circa l’abuso di minestroni filosofici ayurvedici riscaldati: sono sconsigliati, per via dei gas, soprattutto nella dieta degli esemplari diabetici della fauna locale e di quelli non tolleranti alle sollecitazioni al Corpus da parte delle fibre vegetali; e perciò irritabili. Essere un po’ meno cor…eggianti, dico io, a volte, aiuta a migliorare le relazioni sociali, nel senso che è propedeutico alla formulazione di domande più capibili e all’ottenimento di risposte veloci quanto soddisfacenti.

    Buon giorno a te, carissimo.

    P.S. Pensando al Corpus Hermeticum, mi sovviene la nostra Beatrice: aveva il libro, epperciò la saluto con affetto immutato.

  46. Carissimo Giuseppe sono quelle divine affini vibrazioni che spesso c’innalzano ai mondi dell’anima così come dopo, ci riportano alle nostre umili mortali spoglie. E’ quasi con tristezza che riprendiamo i nostri sinceri cammini esistenziali… così come avevo già espresso sulle parole della nostra fantastica Valeriana…

    https://gabrielelaporta.wordpress.com/2012/02/01/se-non-avessi-visto/#comment-41056

    Carissimo Giuseppe, come tu ben sai, il mio strano riscoperto cammino esplorativo è ricominciato dal 2003 dopo 48 anni di questa mia vita e 78 della mia vita precedente, anche se quel seme era stato impresso/mappato in ogni mia cellula, in ogni energia del mio corpo biologico, da prima, da quando sono ritornato in questo mondo… Solo che la mia memoria nell’aspetto eterico del mio corpo di luce era stata stampigliata in un modo diverso…. In un modo vibrazionale, emozionale, in un linguaggio dell’anima che non avevo compreso prima finche non è successo quello che avevo già inconsapevolmente obliato nella visione dei mie 14 anni… Ti immagini il trauma psicologico, per un ragazzino, nella sua prima virile pubertà, cosa voglia dire vedere il proprio futuro……. Ma è anche vero e ti confesso sinceramente che non sono una eccezione, non sono il solo che ha avuto la possibilità di osservare attraverso un wormwole fra i cunicoli spazio/temporale degli eventi e dei cicli…… E’ un altro divino attributo che è presente in tutti gli esseri, bisogna solo risvegliarlo al pari di un muscolo atrofizzato per inattività….

  47. 1640

    Privatemi di tutto, ma lasciatemi l’estasi:
    sono più ricca di tutti i miei simili.
    Tanta ricchezza è quasi vergognosa,
    quando qui fuori cè chi possiede
    ma vive in desolata povertà.

    E Dickinson

    ciao a tutti
    patrizia

  48. Ho grande rispetto, del tuo sapere, che è sapere di tanti…
    Conosco per rimanere su di un piano semplice il pensiero la via alla quale fai riferimento, di cui tu sei espressione! Senza fare nomi, poiché non mi va conosco, ho, diciamo nozioni almeno di parte della scienza che non vuol dire assenza d’anima, anzi? Poi L’anima è solo una parte, secondo un certo pensiero di conoscenza, L’anima non ha tempo se pur inclusa in una situazione insieme ad altre definiamole parti x amore di “semplicità” parti… cosi come lo spirito! Registi attori e spettatori dello stesso spettacolo proiezione… Una Buona Notte Carissimo Raffaele… 🙂 😉 !!! Il Sapere non ha padroni, né in se, ha bisogno di ciò che è, di nulla Bisogna! Noi chiamiamo sapere ciò che è, senza bisogno di definirsi, noi dobbiamo definirci ritrovarci riconciliarci con ciò che E’,!!

  49. Caro Majó ho preso più di un libro, ti ringrazio tantissimo per i consigli per un pó non mi vedrete! Ma puoi chiamarmi Map eccetera se ti fa ridere ! Se non si puó ridere di sè stessi la vita sarebbe talmente triste!!! Un Bacione, 😉 :-* e vola alto, come sempre. Ti voglio bene grullo.

  50. Un Buona Notte Carissimo Giuseppe 🙂 😉

  51. Alla Superbia Accecante:
    Brutta cosa la superbia, rende ciechi per ciò ogni giorno uno dei combattimenti più duri è proprio quella di non cedere. Presunzione superbia, come essere chiusi nella convinzione di saper già tutto, non lasciando il respiro altrui, a priori rispondere senza veramente ascoltare! Brutta cosa la superbia, poiché non mi rende libero, nella parte estenuante dell’essere Superiore, senza più amici, senza conoscenza, senza consapevolezza di me stesso! se pur tutto mi fosse chiaro, dovrei esser non paziente, ma amorevolmente ben disposto verso il tutto e tutti! Prendere coscienza, già di questo è comunque buona cosa, continuando da ciò a coltivare e curare combattere, quest’accecante malevolo, malevolo prima con me stesso!!! Buon Fine settimana a tutti voi, a lei carissimo Professore non dimenticando i suoi Collaboratori!!! 😉

  52. Si vola alto quando si deve, cosi allo stesso modo raso terra! Mapp… ndo vai…! va Bene la lettura lo studio, ma mica puoi abbandonarci? scherzo fa come ti senti, tanto se voglio ho come romperti le scatole eeeheeeheee….! Calati Yuncu ca cala, la China dilla shumara! alla timpesta fatti canna!!! Mapp… ti voglio bene, poiché non sono pienezza del bene cosi come di sapienza che il tutto in se racchiude, allora l’unica cosa nella piccola natura mia è quella di voler bene, te ne voglio amica mia!!! 😀 😉 🙂

  53. vi è una ferita che non è data dalla splendida spada colma di proprio riflesso di bellezza , che fa male, quanto l’avvertire la cattiveria di chi la maneggia: Il dolore non è la morte che giunge quanto, la morte che vive in quella mano Omicida, vedere la vera morte in quel viso!! Questo è la cosa che fa veramente male!

  54. Se non avessi visto…

    w w w cambiailmondo.com , prenderei sul serio quasi tutto… o anche no!
    E sarei più seriosa.

  55. Caro Alessio, ti rispondo dopo scusami il ritardo ma sono in fase alchemica di sedimentazione, e quando sto così è meglio che non faccio nulla. A dopo Rot Fuchs .. Ma non ci siamo già conosciuti con la Dietrich e via cantando? O sei un’altro/a altra Rot Fuchs ? Ma quante volpine rosse mi corrono per il cervello adesso…abbi pazienza…è il delirium della caduta dei sedimenti…uno…due…tre…….quattro……………….speriamo …mi sento molto ebete in questo momento……cinque…… A dopo…..sei……sette……(ohi ohi ohi mal di capo raffreddore …..) otto…..buonanotte…..Zzzz….ohibó…..mmm…zitta osserva i sedimenti stai dentro una tazza di Darjeling Tea….some cookies dear? Yes indeed, very sweet of you…Lewis Carrol…how is the book going? Nice idea, the little white rabbit, (this man must be crazy) ehm ..pass me some lemon will You?….and her name…is Alice…Alice in Wonderland….Zzzzzzz

  56. Buon fine settimana, Giuseppe! Un abbraccio da tutti noi.

  57. E riguardo a queste espressione che è vera sempre gli uomini si mostrano privi di intendimento sia prima di porgervi orecchio sia una volta che l’hanno ascoltata
    Difatti anche se tutte le cose sorgono in conformità di questa espressione essi tuttavia assomigliano a chi è senza esperienza quando si cimentano a sperimentare tali parole e opere quali vado spiegando io scindo ciascuna cosa secondo il suo nascimento e la manifesto cosi come è
    Ma gli altri uomini non si accorgono di tutto quello che fanno una volta desti proprio come si dimenticano di tutto quello che fanno quando Dormono

    “ERACLITO”

  58. Ah! Dimenticavo me l’auto-dedico… Caro Eraclito!! 😉

  59. Quel mescolare di continuo il tutto, come il labirinto intrecciato sornione Ermes il tutto rimescola ridisegna le mappe del labirinto, in ciò che è contraddizione del continuo rimescolare il tutto, credo che li viva il vero cammino, riuscire a comprendere cos’è, non sta a me, ma li vive il tutto, in quel mondo che se non guardato con l’occhio interiore, crea solo confusione, già riconoscendo diciamo in termini usuali tale confusione, si può comprendere che in quella difficile contraddizione, comprensibile solo con lampi, difficili da riportare con il linguaggio consueto!! come al solito, libera espressione ! il bello di tutto che poi si rimescola, con la forza di negare persino quei lampi, forse, è utile che il tutto venga Rimescolato…. 😀

  60. Il signore cui appartiene quell’oracolo che sta a Delfi non dice né nasconde ma accenna.

    G.Colli/ La Spienza Greca Vol. III “ERACLITO”

  61. 1)Non comprendono come disgiungendosi con se stesso si accordi
    una trama di rovesciamenti come quell appunto dell’arco e della lira

    Ippolito, Confutazioni 9, 9, 2

    2) Ciò che si oppone converge e la più bella delle trame si forma dai divergenti e tutte le cose sorgono secondo la contesa

    Aristotale, Etica Nicomachea II55 b 4 -6

    G. Colli / La Sapienza Greca Vol.III “Eraclito”

  62. Chi ammonisce, conosce bene la parte e la via dell’ammonito a sua volta, di cosa altrimenti potrebbe essere ammonitore??? Buon Giorno… tra poco si esce… in questa splendida mattina in compagnia di altri due amici, andiamo in un costone dove vivono degli Adorni locali. Se pur fredda come mattinata, nulla di che, a cospetto del freddo che c’è in altri luoghi d’italia! vi sono 6° gradi, previsti 12 per le 10:00, Mettendosi in cammino dopo un bel caffè, a dire il vero dopo il secondo, Bé si sente caldo dopo un po! Speriamo solo che non piova? Buona Domenica a Tutti voi amici del Blog, Buona Domenica Professore 😉 !!!

  63. Buona domenica, Giuseppe!

  64. Buona Serata aTutti! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...