…l’acqua degli addii

Sopra: Auguste Rodin, “Orfeo ed Euridice”, 1893 (part.)

…come se il rivo in cui scorre l’acqua degli addii avesse sempre forma di spirale; e come se, benché il passato sia alle nostre spalle, la sua ombra ci aspettasse sempre più avanti.

Luisa Colli, “La morte e gli addii”

18 Risposte

  1. Il peggiore addio è quello a me stessa. Non tanto a te, ma a me, dó l’addio, Orfeo non si giró non avrebbe dovuto girarsi, se neanche io mi gireró il sogno continuerà indisturbato, continueró a credere di amare quando invece amo solo un nebbioso sogno se mi giro scomparirai nella nebbia se proseguo e guardo avanti mi sarai sempre accanto, l’importante è che non mi giri mai a guardarti. Che io sappia che non è mai stato il mio un sognare. I sogni uccidono sopratutto muoiono all’alba, dipanandosi in volute di bianca evanescenza ció che di notte conosci di giorno è sparito, ogni giorno dai l’addio ai sogni, molte volte dai l’addio anche a te quando ai tuoi sogni rinunci (?) Oppure sei tu il sogno di un’altro e paventandoti per ció che sei lo spaventi, e di questo sei annullata dalla sua realtà, confinata al regno dei morti Euridice rimane sogno, non supera il confine non avrebbe mai potuto farlo o forse Orfeo ha sbagliato, ha voluto guardare perchè è l’intelligenza dell’emisfero sinistro quello che sottilizza, calcola, quella parte di noi che al risveglio ha già dimenticato tutto in un attimo…dare l’addio ai sogni, all’alba.

  2. Map… sei un’estasi!!!

  3. Ohibò Tea sei tu la mia Musa ispiratrice e lo sai Bene ! Passami le rondelle di liquirizia che le mie son finite. Baci nerissimi… 😉

  4. Agli uomini intelligenti e dolci. Secondo me l maggior parte lo sono è una questione di analfabetismo affettivo o di problemi di traduzione? Boh’ io sicuramente sono una grande ignorante e se mi dite dove si fa il corso di maschilese ci vado subito.

    Maschilese, esami in sede, duranta del corso 5 minuti…….attestato immediato di Buona Volontà valido per essere mandate a quel paese in ogni momento, senza credere di essere una schifezza per questo.

  5. VIRGILIO (Georgiche, IV): “…anche allora, mentre il capo di Orfeo, spiccato dal collo bianco come marmo, veniva travolto dai flutti, Euridice! ripeteva la voce da sola; e la sua lingua già fredda: Ah , misera Euridice! chiamava la voce spirante; e lungo le sponde del fiume l’eco ripeteva Euridice”.

  6. C’è un incantesimo per ogni disgrazia… (di Beatrice Niccolai)

    “C’è un incatesimo per ogni disgrazia
    che nasce senza permesso nella solitudine.

    Se tu m’avessi chiesto
    cosa avrei voluto dalla vita,
    t’avrei detto che avrei voluto il rumore dell’acqua
    che accarezza inquietudini e rimuove certezze,
    che inonda e cancella rughe di tempo
    in cui ha la sua eternità l’anima.

    Se tu m’avessi chiesto un sogno,
    t’avrei detto quanto sarebbe stato bello
    ascoltare con te accanto il rumore dell’acqua,
    nell’inquietudine di una vita che passa.

    Di tutto quel che è stato
    rimane soltanto il rumore di un fiume che scorre.”

  7. Una Santa Buona Notte a Tutti 😀

    Neanche un infinitesimo frammento d’energia di un piccolissimo granello di polvere viene trascurato e tanto meno dimenticato, tutto è parte di quell’indefinibile libro della vita che è già scritto in ogni cosa affinché da ogni cosa possa sempre risorgere da una seppur piccola stilla di radiosa diamantina luce per essere necessaria rigeneratrice e fonte di nuova divina vita.

  8. Una Buona Nottata Carissimo prof. Gabriele 😀

    L’affine nascosta voce degli artisti così come dei teosofi di ogni tempo si riconosce in ogni tempo ed in ogni luogo 😀

  9. meravigliosa e ispirata Luisa Colli,
    map molto bello quello che hai scritto.

  10. “Come se il rivo….” Buongiorno a tutti. E’ una mattina in cui mi sento inutile e non riesco a dare un senso a nulla. Di solito sono tenace, ma stamane faccio fatica a vestirmi. Andrò a lavorare,ma perchè mi sento così? Mi dispiace, devo reagire……Ciao Gabriele.

  11. Carissima Rosa, certo, la vita ci pone davanti a grandi prove che è difficile affrontare. I momenti di smarrimento sono normali in tali frangenti. Servono a ricaricarsi e ad emergere ancora più pronti per reagire agli attacchi del destino. Baci baci

  12. ….. tanti baci rosa 🙂 Rosa

    la rosa è una rosa è una rosa.

    ti dono una rosa virtuale bellezza d’animo

  13. IO NON SONO IO

    Io non sono io
    sono colui
    che cammina accanto a me senza che io lo veda,
    che, a volte, sto per vedere,
    e che, a volte, dimentico.
    Colui che tace, sereno, quando parlo,
    colui che perdona, dolce, quando odio,
    colui che passeggia là dove non sono,
    colui che resterà qui quando morirò.

    (Juan Ramón Jiménez)

  14. …una delle poesie che preferisco… grazie, TEA!

  15. E’ …SIì?

    saluti a tutti
    patrizia

  16. Caro Matteo, grazie, sei molto gentile! Bentornato per questa landa, per tu poi restare un pó? O ripartir di nuovo devi…Cavaliere tua è la strada ed il cammino è impervio, te ne prego, siedi, riposa.

  17. carinissima map.

  18. Figurati…ma non è che fai rugby per caso? Chissà perchè si parla sempre e solo di calcio, no, è solo un mio pensare ad altri sport nobili, in generale, non so, sport camerateschi, dove la lealtà verso l’avversario conta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...