Le trappole del Femminile

(William Hunt-Holmann, The Lady of Shalott, 1905)

44 Risposte

  1. Infatti caro prof. è questo che amo in un uomo, la sua capacità di “sgravugliarmi”, un uomo che ti sgravoglia significa anche che ti fa sgravare e da quel “bundle” di fili attorcigliati è a questo che serve e meno male che quando lo trovi, trovi qualcuno che è più deciso di te più obbiettivo immensamente più interessante di te che ti fa pensare di brutto e subito senza tentennamenti senza si, forse, ma, si ferma il mondo quando trovi uno così, non puoi altro che sentire che hai trovato ció che per quanto tessi di parole il tuo vanto, è indefinibile spazio ogni filo è di impiccio, anzi, sembra francamente inutile, se tu vuoi come Icaro tessere Lodi di un siffatto sole premunisciti e non usare che tela cerata di ottima qualità non lesinare in filo di ferro forse è meglio il goretex e la fibra in carbonio perchè il deltaplano chiamato attrazione non si incurvi e scenda in discesa libera proprio su quella coperta all’uncinetto che avevi preventivamente steso fra gli alberi e ti fà pentire di non avere approfondito col makramè che in fondo il filet ci vuole più tempo, peró magari se si rinforza col punto catenella magari quell’uomo là te lo leghi, credo sia nata così la mania delle donne per la maglia non potendo farsene di metallo per andare in battaglia legano l’uomo dentro ad una maglia o definiscono il loro territorio muliebre con piccoli centrini a “ragnatela” incantesimi per catturare questi mosconi che poi s’impoltriranno posando testine sui tuoi uncinetti i piedi sulla tua tovaglia a punto croce di fronte al tv con altro centrino poi alla parete la mazzata finale al maschio in cornice a punto bandiera tutto intorno la scritta a punto croce “Casa Dolce Casa” E SEI FREGATO ……

  2. Ciao, map , ed allora la tessiamo questa ragnatela?
    Ho le mie perplessità…
    Mi sa tanto che questo lento e paziente lavoro ha un effetto boomerang!!!
    Intanto,mentre decidiamo, propongo questo sensuale bolero

  3. …La donna che lentamente si insinua nell’ombra dell’Io dell’uomo e da lì lo manovra, lo fa arrivare dove lei vorrebbe che lui fosse…: in una gustosa paella ai frutti di mare… , come in un talamo…
    Poi lui si emancipa e canta…

    No,…no… c’è qualcosa che non va nel piano… Tutto da rifare…. Scuci!


  4. .


    .
    Sulla Mattanza ci sarebbe tantissimo da dire

  5. Cara Anna, hai detto benissimo ” ogni cosa in questo piano ha un effetto boomerang” IN QUESTO PIANO NON CI SARANNO MAI NE’ VINTI NE’ VINGITORI perché per quella legge di causa/effetto o compenso/equilibrio spesso oltre la diversificata forma si scambiano anche i ruoli… Se capiamo che l’anima non né maschio né femmina e questi aspetti servono solo per l’esperienza pratica, già è un bel passo evolutivo. Ma è anche vero che è assai bello e assai necessario vivere in questa illusoria separazione che vagheggia/medita/contempla/gode/gioisce/spera/patisce/vibra in mille giuste emozioni che passano fra eros a psiche.

  6. Rafè, Rafè, Rafè ! Sei un grande ! Sei l’ unico profeta cosmico che io abbia incontrato, sulla terra…. .

    Potente, magico ed eterno, Rafeluzzzzzzzzzzuuu, Rafeluizzzzzzzzuuu, Rafeluzzzzzzzzzu

    Gli ultimi tre righi, che hai scritto, nel post, di cui sopra, sei una macchina da guerra.

    Hai tanto di quella energia umana, che se la sapessi trasformare, in vera forza metafisica, parleresti con forze divine, oltre l’ apparire ingannatrice della terra.

    Sei cosmico… , ma, pur, sempre con l’ anima posseduta e resa prigioniera da una falsa divinità, TERRENA.

    IN TE E’ LA TERRA CHE PARLA DEL DIVINO. COSI’, NON POTRAI MAI INCONTRARE I TUOI DEI.

    IN TE LE PAROLE, PRENDERANNO IL POSTO DEL DIVINO.

    AMICO MIO !

    L’ OPERAZIONE CHE NON DELUDE, E’ IL CONTRARIO.

    Un abbraccio forte e fraterno.

    La musica, non è un’ arte terrena. Il suono nasce da una dimensione superiore alla terra, a noi arriva in una forma alterata e riflessa.

  7. 1584
    Andò al capestro la stregoneria,
    nella storia,però la storia ed io
    sappiamo essere streghe quando occorre
    tra di noi , ogni giorno.

    E Dickinson

    I pregiudizi sono i lacci che annodano.

    buondì patrizia

  8. Carissimo Luiggggione, se vuoi, ma forse non è il caso parlare della “musica delle sfere”

  9. Le sacre Balle!!! Nooooooo! Pietà, le sacre Balle, no!
    Dirò che ieri sera non ho visto Voyager! E se vorrete non dirò che mentre qualcuno lo vedeva, sacrificava il pasto per scrivere nel blog…
    Sì, sì, pietà, in nome delle sacre musiche delle balle: lo scriverò e lo sottoscriverò, che è la prima volta che qualcuno osa fare due cose contemporaneamente, meglio di un drago consapevole… che ogni lasciata è persa per insabbiare la balla precedente ed aumentare le probabilità di resa della nuova balla sacra…
    Papà, dicitincello: telepaticamente, a morse, ma dicitincello, che quando le sacre balle cominceranno a suonare sarà la fine! La fine! Nibbio… ehm… Cribbio: la fine!
    Vostra Cassandraleria

  10. Buon Giorno Carissima Valeria, 😀

    se solo si sapessi che tutta la nostra via lattea fu sfornata dalla sacre palle di un DIO MINORE, di sicuro rideremmo in tanti con le lacrime per tutta la tua vita…… Al dire il vero è un bene non avare questa conoscenza perché di sicuro è meglio ridere sulle proprie palle che si consumano e si consumeranno lungo i sentieri che la la via ci conduce a dire e al fare……. Mi piaci quando parli in questo modo, che oltre ad una erudita conoscenza profondissima delle cose, rispecchia e quasi si confonde/nasconde molto con quell’innato grintoso amorevole prezioso spontaneo sincero linguaggio che più amo dalla gente e che spesso come un raro profumato fiore sorge anche dalla tua splendida persona..

  11. L’umanità tutta conosce quella storia, perchè è così che ha cercato di spiegarsi la nascita del Cosmos dal Caos, la “messa a fronte tra soggetto ed oggetto”, la separazione dalla Madre: tutta la mitologia di tutti i popoli, ovunque nascesse una Civiltà, ha raccontato la stessa Storia. Mentre gli alieni ancora devono scoprirla… Quando vedranno le riproduzioni in serie di statuette che riproducono falli giganti preistorici…, o donne con più mammelle…preistoriche, stanne certo che se ne scapperanno per la vergogna: penso che il complesso di inferiorità è qualcosa che ci accomuna agli alieni, come lo stesso linguaggio per definire una “Balla Sacra.

    P.S. Anche tu sei una splendida persona. De Andrè lo diceva chiaramente senza allusioni o paure di essere smentito: “…dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiorrrr!” Non dimentico la “Poesia”, non dimenticarlo neanche tu!

  12. Grazie Valerione del mio saracinissimo cuore 😀

  13. Grazie Valeriona del Mio Saracinissimo Cuore 😀

  14. Il fiore più bello, il loto dai mille radiosi divini petali ri-nasce dalla franchigia di una nera pozzanghera….

  15. 😀

  16. Grazie anche a te, Rafeluccia rinascente!

  17. Grazie a te, Rafeluccio rinascente!

  18. 😀 😀 😀

    non la forma, ma il cuore è quel che più conta

  19. Ciao figlia, sei magica… . Un bacio.

  20. Grazie, grazie, grazie, Prof.

    Ti auguro una giornata di neve e di sole, e, che, la neve, al tuo passaggio si possa sciogliere, in petali di rose.

  21. Grazie. Un abbraccio

  22. Papà, che ti possa spostare in tempo se una macchina passa a grande velocità in una pozzanghera lì vicino a te;
    che tu perda il treno che ti porta lontano; che ti venga un raffreddore, perchè così il postino, che ti porta i miei auguri di pronta guarigione, ti trova a casa; che ti possa scoppiare la borsa d’acqua calda, a me il dente, così finalmente ci incontriamo dal dottore.
    Ciao, papà!

  23. Che figlia affettuosa e carina che sei, nei confronti di papà. Brava ! Sei così perfetta, che sembri mia figlia vera, ahahaha. Più tardi andrò in farmacia, non andrò dal medico, però, se vorrai venire, per la questione del dente…, il farmacista potrebbe consigliarti, un integratore per vincere il dolore.

    Figlia, figlia, figlia, mi dimentico sempre, di un post che ti scrisse, Rafeluzzzzzu, saracino del mio cuore, sai, io e lui, ci ” adoriamo”, però siamo AVVERSARI POLITICI.

    Insomma, una volta ti scrisse : ” Bisogna vedere la tenebra, come fosse Luce e la Luce come fosse tenebra. ” Peggio non poteva esprimersi.

    LA VERITA’ E’ IL CONTRARIO:

    E’ LA TENEBRA CHE DEVE DIVENTARE LUCE.

    Così è la paura che deve diventare coraggio; è l’ odio che deve diventare amore; è l’ anima che deve diventare divina, non solo terrestre; è l’ ignoranza che deve diventare cultura; è la malattia che deve guarire; è il pessimismo che deve deve diventare ottimismo ; è il dolore che deve diventare gioia; è la paura di perdersi, la paura di non farcela che diventare speranza; è la sconfitta che deve diventare vittoria; E’ IL MALE CHE DEVE DIVENTARE BENE, ecc. ecc.

    Figlia cara, sempre in questa pagina, ti invierò degli aforismi, più impegnativi.., mi raccomando leggi e medita… . Mi saluti tantissimo a Rafellluzzzzu, il mago dell’ esoterismo, ma senza magia…. sei grande Raffaele… !

    MI SEMBRA CHE QUESTI AFORISMI, LI ABBIA SCRITTI, DON RAFFAELE:

    Marzullo invita Totti in trasmissione e lo intervista: lei ha mai letto un libro? –
    Risponde Totti : si, leggetti rin tin tin – lo corregge Marzullo: lessi! –
    Totti: no no moo ricordo bene, era proprio Rin Tin Tin.
    —————————————————————————————

    Un elefante chiede ad una cammella:
    – Perché hai le tette sulla schiena?
    – Senti che cacchio di domande fa uno che ha il pisello in faccia.

    —————————————————————————————
    Da un fruttivendolo romano:
    – Quanto costano i fichi?
    – 3 euro ar chilo!
    – E li cachi?
    – Si, dopo n’ora o due!!!

    —————————————————————-

    Dottore, posso fare il bagno con la diarrea? ”
    “Mah, signora, se riesce a riempire la vasca..”.
    ———————————————————-
    Di notte, quando soffro di insonnia, prendo dei lassativi.
    Non dormo lo stesso, ma almeno ho qualcosa da fare!!!
    ———————————————————————–
    Papà è lontana l’America?”
    “Zitto e nuota!”
    ————————————————————————–
    A Natale bisogna essere più buoni.
    Se ti fregano il posto per la macchina, ricorda che è Natale.
    Non rigargli la fiancata con la chiave, scrivigli sopra Buone Feste
    ———————————————————————————–
    Marito e moglie stanno guardando il pozzo dei desideri.
    Lei si sporge troppo precipitando giù, e lui:
    “ Perbacco…funziona!”
    ————————————————–
    Durante un matrimonio lo sposo vede il suo amico con la mano sotto la gonna della sposa.
    “ Ma cosa fai?”
    E l’amico: “Dai che porta bene. Sposa bagnata sposa fortunata!”
    ——————————————————————————–
    Una vecchietta entra dal macellaio e gentilmente domanda: Buongiorno, ha della carne da fare ai ferri?”.
    “Ma certo, signora, quanta gliene occorre?”
    “Un gomitolo..!
    —————————————————————————-
    Un giorno una bimba, di 6 anni, dice alla zia:
    “zia ma perchè non hai dei figli?
    “e la zia: “perchè la cicogna non me ne ha portati”
    e la bimba: “zia ma allora perchè non hai cambiato uccello?!”
    —————————————————————————–
    Quanti mariti hai avuto?
    Miei o delle altre?
    ——————————————-

    I tre anni più duri per Totti? Quelli della prima elementare
    ——————————————————————-

    La maestra chiede a Totti: “Francesco, chi era la madre di Apollo…? ‘A gallina!”.
    ————————————————————————-
    Totti a scuola. L’insegnante gli chiede: “Totti, fammi il passato remoto di masticare”.
    E Totti: “Facile… masticazzi”.
    ————————————————————–

    La moglie, Ilary, regala un libro a Totti, lui lo apre e legge: “Sommario…Piacere, sò Francesco!”
    ———————————————————————————————————————–
    Gerry Scotti invita Francesco Totti a “Chi vuol essere milionario” e gli chiede: “Alfred Nobel ha inventato: il tritolo, la bomba, il bazooka o la dinamite?”.
    E Totti, sicuro: ” ‘A dinamite, no?”.
    Gerry Scotti: “L’accendiamo?”.
    Totti impaurito: “Ma che sei scemo?!”.
    ———————————————————————
    Una donna entra in farmacia:
    – Per favore, vorrei dell´arsenico.
    Trattandosi di un veleno letale, il farmacista chiede informazioni prima di accontentarla.
    – E a che le serve, signora?
    – Per ammazzare mio marito.
    – Ah! capisco… però in questo caso purtroppo non posso darglielo!
    La donna senza dire una parola estrae dalla borsetta una foto di suo marito a letto con la moglie del farmacista.
    – Le chiedo scusa signora, bastava dirlo che aveva la ricetta!
    —————————————————————————————

  24. Papà , grazie, grazie, grazie, per tutte le risate che mi fai fare. Fammi un altro favore, papà, lo so che con me non riesci a dire cose serie e devi sempre salutare Raffaele e Rafeluzzo oltre a metterlo, per contratto (d’amicizia, intendo…), come un prezzemolo sopra o sotto le barzellette… , dopo o prima ogni attacco… di Sophia: salutatelo da solo. Siete una coppia di amici che non si manda a dire niente, non vorrei interferire. Saluti

  25. Ciao Carissimo Luiggggggggione del mio saracinissimo cuore…. 😀
    Si è vero siamo antichissimi acerrimi amici, moltissimi sono stati i nostri contrasti, come moltissime sono state le battaglie in ogni tempo ed in ogni luogo, ma alla fine come ho sempre detto e sostenuto tantissime volte, la conquista più bella è far diventare un tuo eterno immortale nemico in un eterno immortale amico

    Di sicuro non ci siamo mai comparati per quello che tu dici amici politici. Al solo sentire la parola “politaca” il mio cuore si annebbia e ri-sorge il mio forte ribelle daimon interiore che tutto vorrebbe azzerare/cancellare/sotterrare di questa stessa parola e di tutti quelli che ne fanno una forma di non libertà per annichilire/addormentare/schiavizzare i propri simili…..

    Continuo dopo….. Ciao carissimo

  26. Rafeluzzzzzzu, oggi hai superaro l’ inganno e l’ ignoranza del cieco e rozzo vivere quotidiano. Ho pensato quello che hai scritto: forse in un’ altra vita ci siamo veramente combattutti, a morte,in questa incarnazione, l’ anima si è evoluta, invece di prendere la strada dello scontro e dell’ odio, si è rigenerata in una dimensione di pace e di amicizia.

    Abbiamo spezzato la catena dell’ avversione. Sei stato bravo ! Complimenti !

    Conoscere la dinamica dell’ incarnazione, è importantissimo, per spiegarsi, anche i rapporti sociali, e, per spiegare, a volte, una catena di legature inispiegabile, sul piano della logica.

    Quello che capita, come dispiacere, come dolore, fra due persone, può darsi che risale, anche, in un’ esistenza precedente a questa incarnazione.

    Rafelù, nella prossima incarnazione, saremo mariti e moglie, ahahahaha.

    Io sarò il marito e tu la moglie…. .

    Mancherò qualche giorno… , mi raccomndo dammi un abbraccio a mia figlia…. . il video è per lei… Tu una volta hai scritto che sei stato Schubert, in una vita precedente, per tanto non hai bisogno di musica.

    Sei la musica !

  27. Ciao Carissimo Luiggggione, stammi bene 😀

    con questa risvegliante coscienza, la vera musica è quella che riusciremo a manifestare fuori con il nostro consapevole immortale cuore 😀

    (e chissà se nella prossima, potrei essere anche tua moglie, ma di sicuro sarei con un benevolo ammaliante amorevole frammento, con una diversa personalità, con una delle mie sette manifestazioni del drago in questo tempo ed in questo spazio, in questo universo)

  28. Mi prenoto anch’io se il tuo carnet da ballo non è al completo …..:-). ti vorrei come luce dei miei giorni …scegli tu la forma ti dó un centinaio di anni di tempo, ti riconosceró ?..eh…hai già un “marito” !!! la vuoi già licenziare ? E chi potrebbe prendere il posto di super Venere? Tra cent’anni potrebbe essere un bel fustacchione e tu te lo faresti sfuggire….?? Mi vai bene come zia, o nonna ….madre no ….se possibile scelgo due padri così cresco col complesso di Achille e Patroclo. Tanto per movimentare un pó sto karma.

  29. No, carissima Maaapppp tu non hai più bisogno di ritornare solo in questo piccolo necessario mondo, la tua raggiunta maggiore consapevolezza spirituale t’impone altre mete ancora più profonde in atri regni, su antri sacri indefinibili reami della creazione . Ma com’è per il mio guerriero libero immortale cuore, puoi sempre scegliere di ri-mandare indietro un solo o più raggi della tua indefinibile essenza spirituale. 😀 Vedrai che poi, con quella maggiore espansa visione, ti farò conoscere esseri e cose che non trovando paragoni, e tanto meno parole per definire, vanno oltre ogni insondabile immaginabile immaginazione. 😀 Non ti scordare che un giorno ti dissi che sono un entronauta del mio stesso cuore, come non ti scordare che nei mondi non fisici, nei mondi ultraterreni, nei mondi soprasensibili, per non parlare dei mondi spirituali in cui l’essere è veramente L’IO SONO, non esiste separazione, ma solo il benevolo saggio cuore che guarda con grande sincera compassione. Compassione che ti permetterà veramente di aiutare celatamente i nostri fratelli del cosmo, rimasti indietro in tanti piccoli necessari gradini esistenziali 😀 E’ come dire di dare un calcio in culo a qualcuno, sapendo che quella normale giusta azione/reazione lo spingerà da solo a trovare le giuste consapevoli risposte e la via che l’anno condotto a riceverlo inconsapevolmente nel sedere 😀
    Ridi su queste mie parole, carissima amica mia, ridi ma sappi che ogni strano piccolissimo pensiero/desiderio passando per una forma mente/corpo/anima per un principio energetico, può cristallizzare per diventare realtà manifesta. Così furono creati gli universi, sfruttando il suono, le vibrazioni, le armoniche e L’INTENTO che consapevolmente lo guidava a costruire un grande gioco che avrebbe creato e ricreato la vita stessa…. 😀

  30. In quanto alla mia indefinibile dolce venere così come anche ai miei tantissimi innumerevoli immensi amori sparsi in tanti diversificati piani di coscienza e reami del creato, per quel principio unificante (l’emanazione dell’aquila) per un principio evolutivo, converge a quell’aspetto unitario dove nella vera cosciente individuale libera essenza non c’è nessuna separazione, aspetto/principio che da qui possiamo identificare come FUSIONE. (o meglio reintegrazione). Immagina solo che il nostro mondo, in effetti spiritualmente sia un essere del genere… che ha aggregato nel suo insieme, per un amore più grande, tantissime affine divine grandiose particelle di coscienza cosmica…..

  31. Se tu hai ri-“conosciuto” quella indefinibile particella di me che mi chiedi come raggio Essa ti è già Presso!! …e nessuno te la toglierà. L’Amore è l’unica Verità. Per quanto riguarda il “tornare a Casa” spero sia senza troppi bagagli pesanti, se tu così dici, faró del mio meglio per saltare il Check-In con la tua benevola raccomandazione mi faranno passare senz’altro, peró pensi troppe cose belle di me ed io invece mi sento una ..beh non all’altezza della tua stima..volevo dire una parola napoletana riferita a sentirsi nà c. ma mi astengo, invece ti canteró….je te voglio bene assaje….

  32. Carissima Maaaappp 😀
    ci sono misteri nell’universo che solo l’intuitivo immortale cuore sa scrutare…. Un giorno osservavo in superficie un ragazzo paralitico ed anche privo d’intelletto che nel mio capire, oltre la sua gabbia interiore era costretto a stare su quella sedia a rotelle…. Nel cuore mio ho chiesto al mio Angelo e Maestro del perché in questo mondo ci sono esseri che di sicuro non gioiscono al pari di un ragazzo che inconsapevolmente libero vive da questi particolari e più evidenti catene esistenziali. “Papà, quello è un vero angelo camuffato, un angelo che apposta ha scelto questa parte, non per espiare nessuna sua colpa passata, ma per risvegliarsi al momento giusto per essere una validata tracciante via per aiutare tanti….” , Ma almeno è consapevole amore mio? “Non come lo intenti tu papà, su questo piano mostra solo il suo apparente guscio biologico,per attirare la compassione di tanti e per far capire gli errori passati ai suoi genitori carnali, mentre la sua infinita essenza agisce su altri infiniti piani”

    Un giorno ho parlato anche del pensiero, ricordi? “io penso e quindi sono”, non è sempre vero, perché in noi agiscono forze superiori offuscanti/protettivi/illusorie che per quella santa legge della confusione (o del caos, a seconda da come la si vuoglia intendere) che sono conformi ed in perfetta giusta armonia secondo i meriti raggiunti dal cuore. Da non confondersi con le TENTAZIONI, di quella coscienza collettiva che non ha ancora capito la legge evolutiva, che non solo passata per i santi, ma anche e soprattutto per ogni risvegliante cuore che ri-contempla il vero essere interiore.

    Capisci mia bella grintosa radiosa amabile adorabile napulitana del mio saracino cuore che cosa ti voglio dire?

  33. In quanto a quella tua giusta domanda del “ritornare a casa”, ti dico solo una cosa…. Il mio meraviglioso “romeo”, un amabile tigrato gatto che per 7 anni ci ha pregiato della sua amorevole spontanea presenza, un giorno l’ho trovato morto, schiacciato sulla strada, da una macchina…. Dopo averlo seppellito nel mio giardino, non ti nascondo il mio dolore ed anche il mio grande perché in questo modo? “Papà, siamo sempre noi che invisibilmente con tantissimo amore/luce accogliamo l’essenza di ogni essere, affinché non senta quel dolore fisico che spesso (ma non sempre) è necessario per la grande separazione, per spezzare il filo d’argento di quelle catene biologiche/psicologiche che trattengono prigioniera ogni anima di questo mondo e di questo vostro piccolissimo infinitesimo universo” Infinitesimo universo? Altro che “eterno illusorio sonno/riposo nell’attesa di un giudizio universale” questa è la più illusoria grande minchiata che ci hanno inculcato…. C’E’ VERAMENTE TANTISSIMO LAVORO DA FARE DALL’ALTRA PARTE DEL VELO…..

    Tutti i grandiosi esseri di ogni tempo e di ogni luogo ci hanno lasciato, non attraverso la morte biologica, ma trasmutando innalzando la rata vibratoria del loro stesso involucro biologico…. se vuoi, chiamali pure MUTANTI…. Anche Gesù era un Mutante, tanto che un giorno ci mostrò quell’antica scienza attraverso una particolare tecnica che permetteva la TRASMUTAZIONE ENERGETICA CELLUMARE ATTRAVERSO LA FOCALIZZAIONE CONSAPEVOLE DEL PENSIERO CHE PARTENDO DAL CIACRA SUPERIORE DELLA GOLA, ATTRAVERSO IL CUORE SI RIVERSAVA PER INFIAMMARE ED IRRADIARE IL PLESSO SOLARE, così grossolanamente riportata come TRASFIGURAZIONE…..

    Un mutante che non è morto su una misera fantomatica croce, ma ancora , per molto tempo continuò la sua divina risvegliante opera su un altro luogo di questa nostra amata martoriata terra.

  34. Da questa opposta esposizione, ti dico solo che non hai più bisogno di nessun passaporto per oltrepassare consapevolmente la prima così come la seconda soglia…. Anche se ora non ne hai “memoria”, l’hai già superata tantissime volte, tanto che qualche volta, anche con tante normali/naturali giuste distorsioni, hai già letto qualcosa nel libro akashico della tua infinita cosmica storia…. E non ti permettere mai di insultarti e tanto meno di degradarti o di abbassarti a quello che quella ordinaria coscienza collettiva ci induce a pensare….Sei già un grandioso essere interstellare, non hai niente più da imparare in questo mondo, semmai devi solo “ricordare”, devi solo seguire le vibrazioni del tuo immortale cuore…. Punto e basta, e vista l’ora ed anche il freddo… UNA SANTA RISCALDANTE RADIOSA BUONA NOTTE 😀

    Il tuo sempre stimato eterno ammiratore
    Raffaele

  35. Che dirti, l’Etna certo forgia cuore da(l) Cuore e fuoco da(l) Fuoco per tu essere da(ll’) Essere(?) il/del suo centro emanazione. Lascia quindi che io mi lagni di tanto in tanto se se questo è il risultato, un’abbraccio alla tua famiglia ed un pensiero-carezza a Romeo bravo gatto coraggioso (che immagino con le orecchiette sfrangiate da mille battaglie…la fantasia dei gatti è incredibile, basta un filo d’erba e scrivono romanzi nelle loro testoline, sono romanzieri i gatti più che poeti infatti ronfano e ronfano ma in realtà stanno romanzando romanzando sono tanti Emilio Salgari, un topolino è una feroce tigre una lucertola un serpente lunghissimo una dolce gattina la più bella dama mai vista al mondo e a volte per raggiungerla rischiare la vita è essere onesti col proprio romanzo, i gatti sono creature che sopportano bene le frustrazioni se gli viene consentito di sognare un pó la loro vita è un sogno e vivere con un gatto è vivere un pezzettino dei loro sogni …i cani invece sono personcine un pó più ansiose si preoccupano terribilmente per i loro padroni sono ansiogeni ed affettuosi tate e personal trainers senza ritegno “corri e corri ! Non senti che magnifici odori nell’aria ? E quante magnifiche puzze alchemiche ? Qui leggo vedi ? Cane di anni 14 un po’ di artrosi ma mangio bene..Qui giovane cane di 4, innamoratissimo della mia vicina di casa, Deborah…Qui c’è scritto sono scappato perchè mi tengono legato… Ecco qui firmo la petizione e via alza la zampetta e firma la petizione..scrive mi dispiace caro mio..Sognano di meno dei gatti perchè dormono di meno…potrebbero scrivere ricette di cucina ?quando un cane sogna muove le zampe e tira su il labbro costantemente in litigio con un’altro cane immaginario tac tac fa con le zampe poi a volte fa pure ggrr grr e muove pure le orecchie!! di corsa verso un saporito boccone diciamo che il gatto sta al cane come Salgari sta a (osso)Bukowsky…?

  36. Carissima Maaaapppp
    cosa dirti, il gatti venivano venerati nell’antico Egitto, e questo la dice lunga perché assomigliavano agli esseri provenienti sa Sirio, discesi nel primo tempo “Zep Tepi”, così’ cime ci viene tramandato attraverso i geroglifici, così come venivano venerati per lo loro capacità soprannaturali…. Sai, un giorno ho anche questo di rivedere il mio “Romeo”, e con grande mia incredula visione l’ho visto proiettato su una gigantesca nuvola…. L’indomani, a mia insaputa, mio figlio Riccardo mi portò un piccolo gattino della stessa specie, ma ancor più bello, perché ammantato anche di bianco.. “Romino” è fantastico, ora ha 3 anni e circa 6 mesi fa mi porto un suo amico “Rossetto” tutto rosso ed assai amorevole, come anche mi portò “Sofia” sua figlia, una gatta assai pregevole e assai furba….. Poi non ti racconto del mio eterno amicone “ Roby” , un Siberian Husky capobranco con una stella bianca fra gli occhi di un azzurro da perdersi nella sua immortale anima, che 2 anni fa, a 14 anni ci ha lasciato con tanto dolore.. Ma so che mi è assai vicino, lo sento spesso che accarezza la mia mano…. Se solo sapessimo che i nostri fratelli minori sono qualcosa di ancor più grande…. di sicuro li tratteremo meglio…. Ma ancora questa nostra umanità è ai primi passi per capire se stessa e poi gli altri……

  37. Che beeello! Sai mi ricorda in campagna in un casolare in Toscana si faceva un concerto jazz e c’erano almeno vediamo un pò otto o più gatti dei padroni di casa (otto il numero infinito…)alla fine facevano tutt’un blocco..un plaid….non volevo più alzarmi mi dispiaceva… tanti saluti a tutti Romino Rossetto e Sofia …Si ci credo che senti la vicinanza del tuo cane, anch’io sento la vicinanza del mio e alle volte ancora mi porta dove vuole era un bravo cane, un maestro il supremo Nasconditore di Ossi un… Celato Mistero di Verità…Ossoteriche!!!! A parte scherzi Ci sono Maestri piccoli e più sono piccoli più sono grandi a noi capire ciò che …nascondono? E i gatti poi invece Rivelano quando ti portano il dono di un Topo-Archetopo….

    😛

  38. Grazie Carissima Maaapppp 😀
    un giorno il mio Romeo per ricambiare in qualche modo il nostro affetto, nel cortile, mi portò perfino un serpentello argentato che scovò nella mia cantina. Apprezzai quel suo amorevole gesto anche sapendo che quel piccolo bel serpente manteneva l’ordine ecologico con i topi di quella cantina

    La mimica così come la maestria dell’auritimia è l’espressione che decanta i moti dell’anima umana

  39. GIANCARLO BENELLI / Arte, Memoria, Utopia.

    http://www.giancarlobenelli.com/libri/artememoriautopia/3.pdf

    (Videmus nunc per speculum in ænigmate
    I Cor., 13, 12
    Il bello non è che l’inizio del terribile
    R.M.RILKE)
    ………………………………………………………………………………………………
    […]”La prima e fondamentale, si è che l’arte ha il proprio referente altrove: e per esser più precisi in questa apparente vaghezza — di “altrove” possono esservene moltissimi — cercheremo di mostrare che l’arte non soltanto ha il proprio referente nell’altro da sé (cioè in qualcosa che a nessun titolo rientra nella sfera dell’artistico) ma è verosimilmente la voce dell’Altro in assoluto.
    ………………………………………………………………………………………………
    La seconda, non meno importante, si è che il punto di partenza e di arrivo di questo labirinto che è l’arte, possiede tutta l’inesplicabile duplicità del desiderio.
    ………………………………………………………………………………………………
    Nel mondo del desiderio, non per nulla u-topico, si conciliano infatti
    gli opposti;
    ………………………………………………………………………………………………
    ed è esattamente questa utopica conciliabilità ciò che l’arte persegue, quando delinea un mondo che è reale soltanto a patto di essere fuori della storia; da dove, peraltro, esso agisce il mondo della storia come può, come può cioè un corpo a tutto tondo riprodursi sulla superficie bidimensionale dello specchio. È evidente infatti che la pienezza della realtà compete soltanto a quel mondo u-topico, rispetto al quale il nostro mondo sublunare è popolato di mutevoli e parziali immagini, che di lì si proiettano quaggiù, come ombre su uno schermo: qui da noi, infatti, gli opposti si escludono.
    ………………………………………………………………………………………………
    Come espressione del desiderio poi, l’arte ha anche un’altra ambiguità: poiché il desiderio non è che una manifestazione del bisogno, l’arte è come una petizione che si leva contro ciò stesso che le dà nascita, per placare nella totalità che essa attinge nel non-luogo, quell’indigenza dalla quale prende origine.
    ……………………………………………………………………………………………..
    Nei confronti di questa indigenza l’arte è dunque un progetto per il futuro— non nel senso manageriale della parola, naturalmente — e quindi è una petizione per la modifica del contesto dal quale essa prende origine. Oltreché contraddittoria, e qui veniamo al terzo punto che ci preme mostrare, l’arte è dunque anche uno strumento di lotta, cioè, tanto per riprendere un problema sollevato da Hegel, l’arte non è innocua.
    In questi tre punti fondamentali — avere il proprio referente altrove, essere espressione del desiderio, e non essere innocua — e nei corollari che attorno ad essi possono intrecciarsi, consiste dunque l’arte.”[…]

  40. S. A. T.. O.. R
    A 😀 😀 😀 😀
    T 😀 😀 😀 😀
    O 😀 😀 😀 😀
    R 😀 😀 😀 😀

  41. R. O. T. A. S. 😉

  42. 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...