Mikalojus Konstantinas Čiurlionis, “Gemelli”, 1907

Care amiche e cari amici,

continuo a con-dividere con voi questi dipinti del grande artista lituano. Vi confesso che uso queste opere anche in alcune delle mie lezioni univesitarie. Oggi entraimo nello “zodiaco” di Mikalojus Konstantinas Čiurlionis.

Buon sabato!

Annunci

17 Risposte

  1. Questo dipinto mi ispira l’Immagine di una Iperbole di stelle… : i gemelli rappresentano i Fuochi, i punti fissi di quel “luogo” geometrico… interiore, dove le distanze con gli altri punti sono una costante! Distanza e differenza sono sinonimi in questo non-luogo, questa “sezione Aurea” di Anima (Cono irradiato da un sole che sembra nascere dalle viscere della terra).
    Come tutti i Fuochi nelle Figure simmetriche, possono rapportarsi tra loro soltanto e soltanto tramite la (linea) direttrice! 😀 Attraverso la direttrice, che sta lì in mezzo a dare equilibrio come la linea mediana che separa i due emisferi del cervello, si mandano a dire sempre lo stesso messaggio, da quando è nato il Mondo: “Er mejo so’ io” ! 😀

  2. Sono una gemelli prima decade e sono troppo estroversa….pago sempre questo mio modo di essere. Buona serata Gabriele. Rosa

  3. Il fiume della conoscenza che scorre fra i necessari opposti duali/polari aspetti dell’essere….

  4. Castore e Polluce e cioè vivere sia all’ Inferno che in Cielo il simbolo che reggono i due è proprio quello dei gemelli, governati da Mercurio che lega appunto il Chakra della gola, sembra essere delineato in maniera schematica nel simbolo, il dialogo, l’espressione di ciò che è profondo ed è infernale e ciò che è celestiale, la Ruota alchemica nasce da un centro “Uno” e si di parte in sette raggi, la profondità della Psyké si apre all’espressione, così come i Serafini viaggiando all’inverso verso le profondità della “terra” la purificano dal male

    […]”In Isaia, questi esseri alati sono posti “sopra” il trono di D-o e proclamano l’un l’altro: “Qadosh, Qadosh Qadosh Adonai Tzevaot” “Santo, santo, santo il Signore degli eserciti! ” (Is. 6, 3). In virtù della loro posizione, sono i cavalieri (parashim) di D-o, i portatori della sua gloria (kavod) laddove più necessita, nel cuore (lev) dell’umanità. Il viaggio dei Serafini li porta anche molto al di sotto del regno umano. La necessità del viaggio dei Serafini sgorga dall’esistenza di creature di smisurato potere negativo, presenti nel mondo del male, l’abisso della psiche umana, noto come Sheol. Tali “mostri” tendono ad estendere il loro potere oltre ogni confine di sicurezza, e minacciano la stessa esistenza del creato, cercando di riportarlo a Tohu, cioè allo stato totalmente confuso ed indifferenziato. La missione dei Serafini, che in qualità di angeli sono sempre e soltanto dei messaggeri, è di contenere l’espandersi di queste forze infere, riportandole al volere di D-o. Per compiere un viaggio che li porterà così lontano dalla loro origine celeste, i Serafini diventano dei “serpenti” velenosi.”[…]

    […]”Dopo essere penetrati nelle viscere della terra, risaliranno verso l’alto solo diventando linfa vitale degli alberi, saraf. La linfa negli alberi sale ad una velocità di 15 metri all’ora, notevole, se si pensa che si tratta di un fluido viscoso che si muove contro la forza di gravità. Durante l’inverno però, questo processo rallenta o si ferma. Secondo la tradizione ebraica la linfa riprende a scorrere negli alberi ancor prima che giunga la primavera, e ciò inizia il giorno di TU BE SHEVAT.

    Tu be-Shevat corrisponde al quindici del mese di Shevet, il mese il cui segno zodiacale è l’Aquario, ancor prima della primavera. In ebraico ogni lettera ha anche un valore numerico e le lettere Tet e Vav, che formano, la parola “Tu”, equivalgono al numero 15. Tale giorno, detto il Capodanno degli alberi, Rosh Ha-Shanà Lailanot, viene indicato come il giorno in cui cominciano a fiorire i mandorli. È la “festa degli alberi”. È la luna piena di Shvat.” […]

  5. Avvolte è non solo avvolte, mi chiedo che il tempo x cercare, o meglio ricercare la giusta propria via al di la di ciò che si coglie leggendo, o come io chiamo la lettura il Dialogare con i vari autori ecc.ecc, d’un singolo immenso testo che trattano talune argomentazioni come per l’Appunto Quello su Anima… richiede il tempo oltre lo stesso che si ha in sorte!!! Buon Sabato a Tutti 😉

  6. Oneg = Ain Nun Ghimel

    Nega = Nun Ghimel Ain

    “Non c’è nel bene nulla al di sopra dell’oneg (piacere) e non c’è nel male nulla al di sotto del nega (piaga)”

    (-autore : Nadav Hagar come il virgolettato sopra).

  7. Allo stesso tempo si può anche riflettere sulla Kundalini il serpente duale che parte dalla base della schiena, cioè la forma triangolare, appunto, che qui ricorda l’osso sacro che è triangolare,per dipanarsi avvolgendola, come un Caduceo, per arrivare all “Corona”

    così i mistici indiani

    Guru Nanak Dev

    (born in 1496 AD) has made references to Kundalini awakening as mentioned below:

    “A pure heart is the golden vessel to fill the Divine Nectar which is to be sucked from the ‘Dasham Dwar’ through the two channels ‘Ida’ and ‘Pingala’.” Dasham Dwar means Brahmarandhra. (Sahasrara Chakra).

    ” Un Cuore Puro è il vascello/tramite per riempire il Nettare Divino che è da risucchiare dal “Dasham Dwar” attraverso i due Canali “Ida” e “Pingala” Dasham Dwar significa Brahmarandhra (sahastra Chakra)

    ‘God has made this human body a house with six Chakras and has established the light of spirit in it. Cross the ocean of Maya and meet the eternal God who does not come, who does not go, who neither takes birth nor dies. When your six Chakras meet in line, Surati (Kundalini) takes you beyond distortions.’ (Sri Guru Granth). Note that the seventh Chakra was not open at this time.

    Dio ha fatto questo corpo umano come una casa con sei Chakra e ha stabilito (in esso) la luce dello spirito. Attraversa l’Oceano di Maya e incontra l’Eterno Dio che non viene , che non và, che non ha nascita nè muore. Quando i tuoi sei Chakra si allineano, Surati (Kundalini) ti prende al di là delle distorsioni. (Credo significhi che ciò che distorce la realtà viene annullato) – Sri Guru Granth – Da notare che all’epoca in cui fu scritto il settimo Chakra non si era ancora aperto.

  8. Nostro è il corpo, da quando scegliemmo l’autonomia dall’uno, allora ecco il corpo e l’umanità, certo che non va vista come un castigo, ma da quel momento per la braminica perdemmo quell’essere Angeli dal puro Suono, l’unica cosa che ci riporta a quello è la voce, per altro scegliemmo di vivere di propria scelta, quindi ecco il corpo ove i se vive l’umano, è l’antica memoria Divina, non sarà mai il corpo, l’essere non divino quanto ciò che continueremo a scegliere in piena consapevolezza…

  9. (:::::::::::::::::::::::::::)
    quando dormivo nell’eterno nulla
    il trato del tuo amore fu tracciato su me

    Abou Said

    1 Nel principio DIO creò i cieli e la terra.
    2 La terra era informe e vuota e le tenebre coprivano la faccia dell’abisso; e lo Spirito di DIO aleggiava sulla superficie delle acque.
    3 Poi DIO disse: “Sia la luce!”. E la luce fu.
    4 E DIO vide che la luce era buona; e DIO separò la luce dalle tenebre.
    5 E DIO chiamò la luce “giorno” e chiamò le tenebre “notte”. Così fu sera. Poi fu mattina: il primo giorno

    -Genesi-

    Ognuno ha di fronte un altro sestesso, uguale e diverso (?)
    un abisso li divide anche se uguali.
    forse x trovarel’unità oltre l’abisso occorrecome dice Map: Poggia la testa sul mio cuore. Ogni passo che odi è un ode di te.La profondità dell’abisso, si riduce, ricompare, costantemente xhètutto cambia in continuazione(?)

    : /

    buongiono Prof! buona domenica a Lei e a tuti i navinganti

  10. Buongiorno, Patrizzia. Baci e un grande abbraccio da parte nostra

  11. Buona domenica, Gabriele. Un saluto a tutti.

  12. Buona domenica, carissima. Baci

  13. Alla fine credo che questa luce sotterranea sia la luce che diamo alla nostro io profondo, accettando, di essere ció che pure siamo, tenebra sorridente, e i due siano ció che rappresenta la scala verso le stelle, un’equilibrio instabile, la nostra permanenza sulla terra, delicata come ali cartacee di piccoli insetti, luminose lucciole che noi associamo a stelle nella nostra poetica umanità, questo ci rimane, il libero arbitrio, di credere di ció che vediamo, ció che siamo noi stessi, e aggrappati ad una scala illuminati dalla nostra luce interiore tentare su pioli di lucciole di dare la scalata alle stelle, poesia, tu danni ed esalti gli uomini.

  14. CIAO Carissima MaaaaPPPPP sei semplicemente FANTASTICA.. 😀

  15. Caro Raffi,

    se invece lo rapporto ad una lettura Alchemica “dovrebbe” essere?:

    le due figure sono gli “Sposi”
    il Pricipio Maschile quindi
    e Femminile
    giunti a consapevolezza dopo le “Nozze” l’Integrazione è stata raggiunta dalla “conoscenza aurea” (ovvio il sole sotto) e possono salutarsi con le parole

    “Tu te ne vai chiaroveggente”

    che a seconda piuò anche essere letta come

    “Chiaroveggenza sorge da loro due”.

    la “Axis Mundi” la scala che connette i principi “Ctoni” e quelli “Uranici”,
    e quindi l’unione tra “Sapienza maschile” e Intelligenza Femminile” che sola può quindi attraverso unione pervenire alla “Conoscenza”

    unione degli opposti.

    Senti senti… Parrebbe che il Talmud stesso confermi che solo”Gli intelletti più alti sono particolarmente appassionati” 😉

    come scrive Espinoza

    “La Cupiditas che

    E’ l’Appetito con Coscenza di Sè Stesso –

    Non è altro se non l’Essenza stessa dell’Uomo “

  16. Carissima Maaaappp
    “non solo gli intelletti più alti sono particolarmente appassionati” , perché la scienza tantrica è ripercorribile consapevolmente anche dai più semplici, è quella giusta legge che dosa ogni cosa affinché da ogni cosa, con una maggiore introspezione/attenzione si possa ritornare, per capire che da quella scala siamo ridiscesi e per quella stessa scala possiamo elevarci…. Diciamo che è una maggiore forza che viene messa a disposizione soprattutto per chi ancora inconsapevolmente vive la propria necessaria illusoria vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...