Il pensiero del giorno

“Meglio un ottimista che sbaglia di un pessimista che ha ragione”.

Albert Einstein

13 Risposte

  1. Tante voci diverse, insieme formano un soave coro…

  2. Un pensiero per la giornata, ciao!!!

  3. buona giornata agli ottimisti
    contenete i guai ai pessimisti
    il solito tran tran per i realisti

    😆

  4. 😀

    Da oggi chiudo i conti col passato
    I passi fatti e quelli che farò
    Da oggi ogni giorno nascerò da zero
    Non mi han convinto i pessimisti no
    Non mi han convinto i disonesti no…
    ……

    Sono tranquillo la pioggia poi fa posto al tempo bello
    Così è da sempre e sempre resterà….
    ……

    Cosa s’impara dal dolore non so
    Ma credo ancora
    Che tutto un senso ha…

    …Da oggi chiudo i conti col passato
    e conta solo quello che farò
    da oggi ogni giorno io vivrò davvero….
    ……

    E seguo il volo dei gabbiani sul lungomare del mondo
    E cerco un posto dove stendermi e guardar le stelle con te insieme a te
    E tu, che STELLA SEI?

  5. Se per caso ho inviato un comm. Qui cancellatemelo, era un copia incolla che non c’entra nulla! Mi puó essere sfuggito! Diabolico copia incolla dei telefonini zac e mandi una mail personale! Grazie! Muchas Gratias!

  6. “Che fece… il gran rifiuto” (Costantino Kavafis)

    Per alcune persone viene il giorno
    in cui devono dire il grande Sì
    o il grande No. Si vede subito chi ha pronto
    il grande Sì dentro di sè, e nel pronunciarlo

    accresce la propria stima e persuasione.
    Chi rifiutò non si pente. Se glielo richiedessero
    direbbe ancora no. Eppure quel rifiuto –
    quel giusto no – per tutta la vita lo rovina.

  7. “Una vita all’istante” ( Wislava Szymborska)

    Una vita all’istante.
    Spettacolo senza prove.
    Corpo senza modifiche.
    Testa senza riflessione.

    Non conosco la parte che recito.
    So solo che è la mia, non mutabile.

    Il soggetto della pièce
    va indovinato direttamente in scena.

    Mal preparata all’onore di vivere,
    reggo a fatica il ritmo imposto dell’azione.
    Improvviso, benchè detesti improvvisare.
    Inciampo a ogni passo nella mia ignoranza.
    Il mio modo di fare sa di provinciale.
    I miei istinti hanno del dilettante.
    L’agitazione, che mi scusa, tanto più mi umilia.
    Sento come crudeli le attenuanti.

    Parole e impulsi non revocabili,
    stelle non calcolate,
    il carattere come un cappotto abbottonato in corsa –
    ecco gli esiti penosi di tale fulmineità.
    Poter provare prima, almeno un mercoledì,
    o replicare ancora una volta, almeno un giovedì!
    Ma qui già sopraggiunge il venerdì
    con un copione che non conosco.
    Mi chiedo se sia giusto
    (con voce rauca,
    perchè neanche io l’ho potuta schiarire tra le quinte).

    Illusorio pensare che sia solo un esame superficiale,
    fatto in un locale provvisorio. No.

    Sto sulla scena e vedo quant’è solida.
    Mi colpisce la precisione di ogni attrezzo.
    Il girevole è già in funzione da tempo.
    Anche le nebulose più lontane sono state accese.
    Oh, non ho dubbi che questa sia la prima.
    E qualunque cosa io faccia,
    si muterà per sempre in ciò che ho fatto.

  8. Chi non crede nell’impossibile non lo raggiungerà mai.
    (Eraclito)

    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Ciao patrizia

  9. Credo
    Credo nelle anime sante
    nella loro indipendenza conquistata sui sensi di una preghiera.
    Credo nel lamento di un uomo in agonia,
    inaccessibile silenzio degli ultimi istanti di una vita.
    Credo nel lavaggio del suo corpo fermo
    nel suo vestito a festa e nell’incrocio delle mani,
    testimoni di un battesimo confidato.
    Credo nella gloria dei vinti.
    Credo nelle loro carni piegate sotto le macerie,
    i loro respiri cessati.
    Credo nelle distese di orti trasformati,
    dentro il loro recinto le ossa dei popoli ammazzati.
    Credo nei miserabili che annegano alle porte d’Italia.
    Credo in quelli che rimangono e il giorno dopo chiamiamo clandestini.
    Credo nelle loro bambine vendute ai nostri piaceri,
    nella loro tristezza che sorride vittima di un rossetto ingrato.
    Credo negli angeli senza ali,
    in quelli che a piedi nudi camminano dentro una fede.
    Credo nel mondo,
    quello fuori dalla vetrina in ginocchio a guardare dentro.
    Credo nel colore delle pelli che indossa,
    negli occhi neri dei figli che perde affamati.
    Credo nella verità delle madri e del loro amore
    Credo nella miseria e nell’umiltà di questi versi.
    Credo nella bellezza
    e qui conviene fermarmi.

    Roberta Dapunt

    saluti a tutti patrizia

  10. Meglio un pessimista che ha ragione grazie alla sua raggiunta consapevolezza che un ottimista che sbaglia per inconsapevolezza.

    Ma è anche vero che non ci può essere ottimismo senza una giusta dose di pessimismo e viceversa.

    In ambi i casi non c’è giusto equilibrio anche se servono a trascendere per raggiungere il centro di quel pendolo…

  11. Penso che il pessimista sia coscientemente una persona che non sa perdere, nè dare: non ha fiducia negli altri perchè è attaccato a se stesso, non è un innovatore, più che altro è un disperato.
    L’ottimista, invece, spende se stesso e sa rialzarsi ogni volta che la vita lo mette a dura prova. Dal punto di vista di un pessimista, l’ottimista è un incosciente… Ma, se l’ottimista non si butta nella mischia, il pessimista si attacca al tram oppure cade malato. E’ irreperibile per i comuni mortali. Coscientemente. Con stima parlando! 🙂

  12. Visto lo slancio positivo ( che ho, ora). Un grande saluto a Val, perchè le voglio bene…
    una grande persona…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...