Disperazione e dignità

“Il mio sogno consiste nel vedere ogni essere umano impegnato in un lavoro”.

Dall’ultima lettera di Salvatore De Salvo, 64 anni, disoccupato da 7, morto suicida con la moglie.

Annunci
« »

21 Risposte

  1. terribile.

  2. Prendo atto di vivere per un caso fortuito in uno stato fottuto e di essere costantemente in bilico, basta un’attimo, e la tua vita cambia, e per non farti cambiare dalla vita, te la togli.

    L’unico atto veramente tuo.

    Perchè sei tu, in un mondo in un mondo di falsi dei, il dio dell’apparenza, quello del denaro, il dio finto-buono,

    il dio della pietà inutile degli altri…

    vaga da una trasmissione all’altra, da una dichiarazione e l’altra, dai pulpiti e dai balconi, dalle sedie dei sindacati…

    vaga con viso graffettato dalle pratiche con le mani sudaticce dei saluti affettuosi e incoraggianti…delle pacche sulle spalle…

    vaga tra i denti dei sorrisi chiusi e falsi

  3. Non è vero che il mare d’inverno sia bello, sopratutto quando l’estate, da troppo tempo, non arriva mai.

  4. Queste menti eccelse del governo hanno deciso che si deve lavorare fino a 70 anni, perchè così si creano posti di lavoro. E’ risaputo che i nostri politici credono che noi italiani normali siamo imbecilli, ma mi chedo, e chiedo a che ne sa più di me: in che modo, se io rimango al mio posto di lavoro fino a 70 anni, i disoccupati troveranno lavoro, se i posti di lavoro sono occupati da noi settantenni?
    Grazie Gabriele e buona giornata a tutti.

  5. Mi unisco al Dolore di un’Umanità sofferente, inscoltata dalla distrazione dei Potenti!
    Claudio

  6. Buongiorno Gabriele. Buon Anno!

    Che dolore leggere questa lettera…. c’è chi muore di disperazione e c’è chi vive alle spalle di chi non ce la fa…. e senza alcun problema….

    Leggete:
    2012 – Privilegi e Ingiustizie

    Salve! “Guardatevi attorno e troverete gli argomenti che giustificano la Vostra indignazione [ … ] Troverete situazioni concrete che Vi indurranno a intraprendere un’azione civile risoluta. Cercate e troverete!” (Stéphane Hessel, “Indignez – Vous!”) Alzi la mano o la voce e si faccia comunque democraticamente sentire chi nel corso della propria vita professionale non ha mai ricevuto la quattordicesima, la quindicesima e – udite udite – la … sedicesima mensilità! In data giovedì 5 gennaio 2012 a pagina 12 dell’autorevolissimo quotidiano “Il Sole 24 Ore” è comparso un nitido articolo, a firma Mariolina Sesto, dall’emblemàtico titolo “Le retribuzioni. Alla Camera 15 mensilità – Ai dipendenti del Senato anche la sedicesima”. L’intenso e incredibile contenuto dell’articolo di Mariolina Sesto, sempre a pagina 12, è stato sintetizzato così: “IL TRATTAMENTO. 1) Quindicesima – I dipendenti di entrambi i rami del Parlamento godono non solo di tredicesima e quattordicesima (rispettivamente a dicembre e a giugno) ma anche della quindicesima mensilità. 2) Sedicesima – Al Senato il Regolamento del personale prevede anche un’ indennità compensativa di produttività che equivale a una sedicesima. Dal 2004 i dipendenti hanno rinunciato ad alcune festività soppresse ed hanno accettato un aumento dell’orario ricevendo in cambio questa sorte di sedicesima. 3) L’effetto sulla pensione – L’ indennità compensativa di produttività ha anche degli effetti sul calcolo della pensione. Lo stesso regolamento del personale del Senato definisce la voce introdotta nel 2004 come pensionabile, cioè valevole ai fini del calcolo dell’assegno pensionistico.” Che dire? “O tempora, o mores!” (“O tempi, o costumi!”), celeberrima esclamazione ciceroniana che potrebbe essere liberamente tradotta anche in questo semplicissimo modo: vergogna, vergogna, vergogna … quattordici, quindici, sedici volte vergogna!!!

  7. Prof, questa frase non sembra appartenere ad un suicida.
    Forse non riesco a cogliere il senso che Salvatore vuole dare al suo gesto. Per molti è una fuga dai sensi di colpa, per altri un mezzo di ribellione, è un “NO” forte e chiaro, autodeterminarsi nel vuoto che si lascia annullando la propria… sagoma; è togliersi la vita perchè nessuno possa decidere dell’unico bene di cui tutti gli esseri hanno diritto?
    Sorrido: qualcuno, ricordo, esortava ad essere “affamati e folli”…
    Bisognerebbe capire cosa si intenda per “essere affamati”.

  8. le parole servono?

  9. Quando il diritto al lavoro diventa un sogno irrealizzabile
    http://www.repubblica.it/cronaca/2012/01/03/news/suicidi_fra_i_disoccupati-27543146/

  10. Buongiorno Elvezia e Buon Anno anche a te

  11. Il senso di inutilità ha spinto il compianto Salvatore al suicidio…..E’ ciò che dico da tempo: il nostro Paese non ascolta le richieste di aiuto dei suoi cittadini e non mollo continuo la lotta per i diritti calpestati. Vado avanti con dignità per me e per gli altri. Ciao.

  12. Carissimi Amici e Carissime Amiche di questa Preziosa Casa.

    Troppa gente soffre per questo assurdo potere di pochi…..

    Il lavoro è diventato una rama merce di scambio…. scambio di anime di sentimenti, di patimenti e di grosse energie umane con un illusorio dio denaro…. Per giunta sarà sempre più elettronico controllato dalle banche attraverso una celata nano tecnologia (che può leggere anche i nostri pensieri. E se non ci credete, di dico solo di ricercare e troverete tutte le risposte) presente in tutte le carte di credito, così come nei cellulari e nei computer di nuova generazione.

    La pensione a 67 anni con una vita media di 70-75 anni è una grossa fregatura che non da spazio a nessuna giovane speranza.

    Solo l’aumento della benzina, avrà impatto sui trasporti e di conseguenza sui generi alimentari…

    Le banche, le banche e chi ci sta sotto sono il vero grande problema, ma nessuno riesce a capire quale mossa strategica stanno già architettando…. Lo stesse cause che diedero volutamente inizio alla grande depressione degli anni30 in america.

    Immaginate, tutte le maggiori operazioni debbono passare per quel controllo fiscale (IMPOSITORIO perché è assurdo che un capofamiglia debba versale allo stato più del 67 % dei sui introiti, senza nessuna remissione, non considerando tutte le spese che deve sostenere per la famiglia per vivere)… Immaginate che un bel giorno qualcuno molto potente decide di far chiudere, diciamo 100 delle maggiori banche….. IMMAGINATE TUTTO IL RESTO PERCHE’ NON CI VUOLE MOLTO A CAPIRE COME SI PUO’ INCATARE LA GENTE AD UNA GUERRA DEI POVERI….

    Immaginate, perché questa forse è l’unica cosa che ci riesce per capire…… per capire che siamo schiavi di un SISTEMA, di una MATRIX che tiene SOTTO SCACCO, CON TANTISSIME INTUTTANZE E LAVAGGHIO DEL CERVELLO DEGLI INCONSAPEVOLI DEI ADDORMENTATI…

    Se questo nostro stato ed TUTTI I SUI FANTOCCI POLITICI non ascoltano nessuna voce, ditemi quale sarebbe l’azione giusta da fare se non una vera propria rivoluzione…. MA LA PRIMA RIVOLUZIONE CHE DOBBIAMOFARE E QUELLO DI RISVEGLIARE LA NOSTRA COSCIENZA INTERIORE, DOPO SI PROTRANNO SMUOVERE VERAMENTE ANCHE LE MONTAGNE .

    E ditemi quale forza oscura potrebbe frenare il radioso cuore, così come l’indefinibile forza cosmica di un DIO che si è risvegliato?

  13. Gurdjieff diceva che l’uomo moderno vive nel sonno!
    Il sonno della sua coscienza!
    Quanto possiamo realmente essere coscienti di noi stessi, per quanto tempo?.
    Da sempre, i Potenti della terra, hanno obnubilato le coscienze umane, per evitare che prendessero consapevolezza delle sottili trame dei loro giochi occulti di Potere!.
    Sono d’accordo con Raffaele :” …Risvegliare la nostra coscienza interiore, dopo si potranno smuovere le montagne…”.
    Quanti raccoglieranno questa sfida epocale dell’Anima umana?
    Claudio

  14. Ho inserito “Solidarietà sociale” come motore di ricerca. Ed ho trovato un interessante pamphelt di Jacques Attali, riportato dalla finestra virtuale The Globalist Syndication ( http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=5424&typeb=0 )

    “Questa coppia formata da mercato e democrazia non è, per natura, armoniosa. Inizialmente fondata sul conseguimento della libertà individuale, confidando nel mercato per la sua efficacia e nella democrazia per la giustizia, declassa tutti gli altri valori, in particolare la solidarietà. In tutti i settori promuove l’apologia della libertà individuale, cioè del diritto di cambiare parere. Tutto diventa reversibile, precario, anche i contratti, siano essi di lavoro o d’alleanza. Quindi anche il contratto sociale. Nessuno ha più ragione di rispettare impegni che minerebbero la propria libertà. Nessuno ha più motivo di essere onesto contro chiunque se non se stesso. Nessuno, in particolare, ha ragione di essere leale verso le generazioni future: i nostri bisnipoti non hanno diritto di voto. L’apologia della libertà individuale fa così della slealtà e della avidità dei valori accettabili, distrugge la stabilità delle occupazioni e del diritto e contrasta l’altruismo. Coloro che hanno l’informazione, gli iniziati non la condividono o almeno la utilizzano per il loro esclusivo profitto prima di degnarsi di condividerla. Ancora: sapendo che il sistema sopravvive solo nell’apologia della propria precarietà, ne deriva una logica dell’urgenza, dell’impazienza. Presentendo un rischio crescente ciascuno cerca di trarre il massimo il più rapidamente possibile. In particolare questa sensazione generale di precarietà induce gli iniziati * a non essere onesti con le imprese che finanziano e con le famiglie o le istituzioni di cui gestiscono le risorse; sono spinti a tenersi per sé, se possono, tutte le occasioni di profitto che scoprono.”

    *Gli “iniziati” per Attalì sono quegli appartenenti alla nuova elite globale e che possiedono in esclusiva “l’informazione” economica e finanziaria sulla redditività dei progetti.

  15. Ciao Carissimo Claudio… 😀
    mi fa molto piacere che anche tu conosci la quarta via del Grande Maestro Gurdjieff … Un prezioso /grandioso Benefico Raggio, una indefinibile magnifica deframmentazione di quella coscienza cosmica che dalle Gerarchie Spirituali è sempre ridiscesa in questo mondo in ogni tempo ed ogni luogo.

  16. Ciao Carissima Valeria….. 😀
    Gli “iniziati” appartenenti alle logie, sono solo stupidi uomini di potere che si sono coperti di un falso emblema che agisce solo in superfici, mentre della vera saggezza antica non ne sanno proprio niente, proprio un fico secco. La loro forza è nel parteggiare con certi esseri alieni della stessa specie…. Ma stai ben certa, che per ogni aspetto equilibrante ci sono anche le giuste celate nascoste forze opposte che nel tempo più propizio si mostreranno al cuore duro, sordo e cieco di tanti esseri che si fanno chiamare uomini, mentre sono solo animali intelletuazlizzati, con un grado di coscienza che ancora non è umana nel vero senso della parola.

    Sai, già dal 1917 il Grandioso Steiner ci trasmise un vero modello sociale ideale “La <Tripartizione dell'Organismo sociale secondo la Scienza dello Spirito”

  17. Carissima Elvezia,
    il nostro blog è tornato in vita. Purtroppo c’è stato un problema legato al dominio, e dal fraintendimento che ne è sorto attualmente abbiamo rimediato tornando al dominio di wordpress. Quindi, per ora, l’indirizzo da usare è il seguente:

    https://gabrielelaporta.wordpress.com/

    Mi raccomando, diffondete a tutti gli amici la variazione. Grazie e scusa ancora!

  18. Carissimo Claudio,
    il nostro blog è tornato in vita. Purtroppo c’è stato un problema legato al dominio, e dal fraintendimento che ne è sorto attualmente abbiamo rimediato tornando al dominio di wordpress. Quindi, per ora, l’indirizzo da usare è il seguente:

    https://gabrielelaporta.wordpress.com/

    Mi raccomando, diffondete a tutti gli amici la variazione. Grazie e scusa ancora!

  19. Carissima Elena,
    il nostro blog è tornato in vita. Purtroppo c’è stato un problema legato al dominio, e dal fraintendimento che ne è sorto attualmente abbiamo rimediato tornando al dominio di wordpress. Quindi, per ora, l’indirizzo da usare è il seguente:

    https://gabrielelaporta.wordpress.com/

    Mi raccomando, diffondete a tutti gli amici la variazione. Grazie e scusa ancora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...