Blues

Parte delle stelle mattutine
La luna e la posta
L’insaziabile X, il dolore delirante,
– la luna Sittle La
Pottle, teh, teh, teh, –
I poeti in vecchie stanze gufose
che scrivono curvi parole
sanno che le parole furono inventate
perché il nulla era nulla
Usando le parole, usate le parole,
le X e gli spazi vuoti
E la pagina bianca dell’Imperatore
E l’ultimo dei Tori
Prima che la primavera si metta in moto
Sono una montagna di nulla
di cui volenti o nolenti disponiamo
Così di notte contratteremo
nel mercato delle parole.

Jack Kerouac

Annunci

11 Risposte

  1. Il Sole, per sempre nel tuo cuore per scaldare le nostre anime. Ti abbraccio con affetto infinito, Gabriele caro, davvero…

  2. (Oggi va così, cari Prof e suoi Collaboratori! 😀 )

    Va ora in onda:
    “La missione Blues di Eva X… presso il mercato all’ingrosso delle parole dei poeti”
    (Eva X è parente di Eva Q…, nota sul piccolo schermo per la sua intrinseca “effervescenza” Non può tollerare la fama della sua prossima parente! Ma chi le inventa certi messaggi pubblicitari? 😀 )

    “Sono un tranquillante.
    Agisco in casa,
    funziono in ufficio,
    affronto gli esami,
    mi presento all’udienza,
    incollo con cura le tazze rotte –
    devi solo prendermi,
    farmi sciogliere sotto la lingua,
    devi solo mandarmi giù
    con un sorso d’acqua.

    So come trattare l’infelicità,
    come sopportare una cattiva notizia,
    ridurre l’ingiustizia,
    rischiare l’assenza di Dio,
    scegliere un bel cappellino da lutto.
    Che cosa aspetti –
    fidati della pietà chimica.

    Sei un uomo (una donna) ancora giovane,
    dovresti sistemarti in qualche modo.
    Chi ha detto
    che la vita va vissuta con coraggio?
    Consegnami il tuo abisso –
    lo imbottirò di sonno.
    Mi sarai grato
    per la caduta in piedi.

    Vendimi la tua anima.
    Un altro acquirente non capiterà.

    Un altro diavolo non c’è più.”

    (Foglietto illustrativo – di W. Szymborska!)

  3. Grazie, carissimo. Baci

  4. Che dire, amo il Blues, il jazz e la musica nera in particolare..(ma non solo)..e questa poesia penso proprio che è in sintonia con questo genere musicale…

  5. (:::::) “E la pagina bianca dell’Imperatore”
    (::::::::::::)
    è forse il porto sepolto di Ungaretti dove (:::::::::::)
    ” vi arriva il poeta poi
    e torna alla luce con i suoi canti e li disperde”

    “Sono una montagna di nulla
    di cui volenti o nolenti disponiamo
    Così di notte contratteremo
    nel mercato delle parole.”

    mi riporta alla Merini ” i poeti lavorano nel buio
    come falchi notturni od usignoli”

    qui xò c’è tutto il ritmo di Kerouac quello del blus come dice Winah

    patrizia

  6. Sono dei semplici esercizi d’improvvisazione, su registrazione molto approssimata… Mi fa Piacere pubblicare… Condividere al di la di tutto, anche questa mia passione… senza pretesa.. senza Ricerca d’altro se non la libertà di Esprimersi.. in ogni modo possibile! 😉

  7. Ogni cosa esprime ogni cosa…. 😉

  8. Possiate Ballarla… nella meraviglia del Gioco… Sensuale… senza Fine!!!! 😀 😉 🙂

  9. Carissime e carissimi,
    il nostro blog è tornato in vita. Purtroppo c’è stato un problema legato al dominio, e dal fraintendimento che ne è sorto attualmente abbiamo rimediato tornando al dominio di wordpress. Quindi, per ora, l’indirizzo da usare è il seguente:

    https://gabrielelaporta.wordpress.com/

    Mi raccomando, diffondete a tutti gli amici la variazione. Grazie e scusa ancora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...