Contusione

Colore inonda la macchia, porpora cupo.
Tutto slavato è il resto del corpo,
ha colore di perla.

In un anfratto di rupe
risucchia il mare ossesivamente,
un solo vuoto è perno di tutto il mare.

Non più grande che una mosca
il marchio funesto
striscia giù per il muro.

Il cuore si chiude,
il mare cala,
gli occhi sono schermati.

Sylvia Plath

Annunci

25 Risposte

  1. E’ il manifesto delle anime violate: quell’anfratto di rupe che risucchia il mare e che diventa il perno intorno al quale ruota, “urla e biancheggia” ossessivamente la vita, se così si può chiamare! Nero su bianco…

  2. Di Andrea Zanzotto, 13 SETTEMBRE 1959 (Variante)

    [la ribattezzerei “Rosario per una cellula di vita (ritorno al Sè)”]

    Luna puella pallidula,
    Luna flora eremitica,
    Luna unica selenita,
    distonia vita traviata,
    atonia vita evitata
    mataia, matta morula,
    vampirisma, paralisi,
    glabro latte, polarizzato zucchero,
    peste innocente, patrona inclemente,
    protovergine, alfa privativo,
    degravitante sughero,
    pomo e potenza della polvere,
    phiala e coscienza delle tenebre,
    geyser, fase, cariocinesi,
    Luna neve nevissima novissima,
    Luna glacies-glaciei
    Luna medulla cordis mei,
    vertigine
    per secanti e tangenti fugitiva

    La mole della mia fatica
    già da me sgombri
    la mia sostanza sgombri
    a me cresci a me vieni a te vengo…

    Luna puella pallidula

  3. “Il cuore si chiude”… la contusione colpisce non solo il corpo, ma anche l’anima. Cara Valeria è bello leggerti.

  4. Buona serata e bn notte, caro amico e scrittore. Rosa

  5. Buona serata. Ancora baci

  6. Le persone sensibili sono senza pelle
    essere senza pelle significa sentire tutto
    e sentire tutto non è sempre piacevole

    Oggi ho trovato un uccellino morto per strada
    ciò che era protetto dalla pelle non lo era più,

    ho pensato

    che gli era scoppiato il cuore

    e che volare nell’aria ghiacciata

    ti uccide.

  7. Il Maestro


    Il Maestro è un sasso
    il Maestro è un fiore
    Il Maestro è la strada che faccio
    Il Maestro è un amico
    Il Maestro è un’amica
    Il Maestro è dove non l’hai cercato
    Il Maestro insegna sempre il non ovvio
    Il Maestro è dentro di te quando lo riconosci
    Il Maestro del Dolore

    quando devi lasciare qualcosa
    ma rimane in te quando l’hai riconosciuto
    ———————————————-

    ———————————————-
    […..]”Elia il Verdeggiante al-Khidr

    sfida Mosè a seguirlo in un viaggio iniziatico a patto che nulla domandi obbligandolo a sperimentare in maniera diretta e personale. questa conoscenza che da lui stesso proviene (dalla stessa interiorità di Mesè) , non sgorga però dal suo “io” conosciuto ma da quel “sè” che invero ancora non conosce. Proviene dal suo proprio maestro interiore, il Verdeggiante, principio-guida nascosto in lui stesso”.[…]

    Afrad = “i solitari” coloro che non hanno un maestro umano

    (quest’ultimo testo tratto da Elia Il Verdeggiante)

    …………………..

  8. se non l’ascolto dell’ascolto, dell’ascolto…. in una discesa, che dovrà pian piano capovolgersi in ascesa… dove ricercare la Gnosi?

  9. eppur aggiungo che, ogni sasso è ascolto, ogni cosa può risvegliare, poiché ogni umano, o, altro essere sia ciò che definiamo anima, cosi come pure le rocce, sono conoscenza, risveglio in noi, noi in Loro! Non credo nella favola Gnostica, della figlia Sophia che partorì il falso dio etc.ecc, credo nella Gnosi, la quale, non è una sola religione, né, come voi sapete una composizione di Dogmi!! “L’autocoscienza consapevolezza” !

  10. C’è qualcuuuuuuunooooo? (questa me la pagherete….ehi emanù ehi bea ehiiiiiiii non mi fate fare il vostro lavoro…non sono in grado di sostituirvi ehi Mel mache ti hanno chiudo nel negozio con Babbo Natale???ma almeno è bono ???BONO NATALE a Tutti!!!!

  11. Scusa Giuseppe ogni tanto spunta la stupidina ! Ognuno viaggia col suo bagaglio, nel mio c’è miss Piggy dei Muppets…

  12. hai detto bene, ognuno viaggia con il suo proprio bagaglio, non tutti aggiungo per quanto mi riguarda, io viaggio con solo un paio di jeans maglia sciarpa e giaccone, data la stagione! salutami Piggy dei Muppets, che non conosco:)! Ciao.Ciao…

  13. E’ vero, Majò: difendo la Pietra Miliare, la Testata D’Angolo, il Sassolino Nella Scarpa, quello Nella tasca di Hansel, il Granello di Sabbia come il Diamante Grezzo scagliato lontano, il Menhir…

    Ma i Chianconi dei Sepolcri Imbiancati, i Ferma Carte, i Ferma Porte, la Renella, il Sasso Dietro la Schiena, hanno già un’occupazione e non intendono reinventarsi…
    Buon Natale, amico.

  14. caro Giuseppe,

    bisogna pure ironizzare su sè stessi,
    non avevo letto il tuo comm.
    quando ho scritto il mio, tutto qua.


    Se voglio posso anche dire che il bagaglio è l’ironia verso me stessa, poi ognuno mi può giudicare come preferisce, a me non importa.
    ….
    Per quanto riguarda il discorso dei Maestri

    essi sono là per chi li vuole vedere o qua per chi vuole.

    e molto spesso mi prendono in giro essi stessi.

    nei momenti di crisi profonda mi fanno ridere perchè mi fanno vedere le cose sotto un’spetto molto diverso, è il non ovvio in realtà ad insegnare ed essi sono senz’altro non ovvi , non sono ovvii MAI.

    Per questo cerco di non giudicare anche se mi devo sforzare a volte le cattiverie altrui, che servono agli altri a sentirsi meglio di me..

    è un’opera buona che faccio 😉 😀 e chi lo sa??

    tutto viene a chi sa aspettare, un tempo molto lontano credevo all’amicizia come la cosa più importante della mia vita non trovando nessuno che la pensasse come me lasciai perdere e mi informai su ciò che interessava alle persone, che io fossi uguale a loro, che la pensassi come loro, possibilmente che avessi una famiglia uguale alla loro, che mi vestissi come loro, che amassi gli stessi cantanti, che denigrassi chi fosse diverso dal gruppo ecc ecc
    durò poco quel periodo e mi porta una certa allergia ai gruppismi non perchè io sia meglio ma perchè mi annoia giudicare il prossimo, moltissimo.

  15. Un bacio !
    Ai cristiani una profonda lettura del Vangelo, laddove è scritto:

    Non guardare la pagliuzza che c’è nell’occhio dell’altro…ecc ecc

    😉 😉 😉
    e poi anche

    secondo S. Tommaso :

    91. Gli dissero, “Dicci chi sei così che possiamo credere in te.”

    Lui disse loro, “Voi esaminate l’aspetto di cielo e terra, ma non siete arrivati a comprendere colui che è di fronte a voi, e non sapete come interpretare il momento attuale.”

  16. Mapp, quale commento, per favore…. ho scherzato anche io senza, nessun senso critico verso nessuno! Cioè mi spiego una per tutti, “SPERO” Gradirei esser creduto, per quel che mi riguarda, quanto meno pur se non si crede, rispettato! Io non mi permetterò mai e poi mai di avere la pretesa di sminuire il dire altrui, Né che il mio è superiore ad altri! Mapp, fai bene ad ironizzare su te, ma non capisco perché lo dici a me? Lo Ripeto io sono fuori da questo modo di fare… quindi non voglio entrarci, Mapp, non capisco, se non che leggo nel tu post una spiegazione dove mi chiami in causa, come se…! Non v’è nessun motivo, Ognuno è libero, di fare ciò che vuole, cioè, io cerco lo scambio di pensieri sentieri, senza nessuna pretesa verso gli altri, cioè non devo non voglio convincere nessuno di niente, dico la mia Stop! tu fai bene ironizza su te stessa fa ciò che meglio credi, è giusto COSI :D! Ho detto e riconfermo che il mio bagaglio è composto da un paio di jeans “maglione giaccone+sciarpa” data la stagione… ognuno ha il suo Bagaglio il mio è questo 🙂 ! d’ogni parola non facciamone un dramma,… perché sinceramente non capisco, Non mi appartiene, un certo modo di fare, quanto nel blog, cosi nella vita d’ogni giorno! Mapp.Map 🙂

  17. Piggy, miss Piggy è la forma afroditica peggiore la seduttrice impenitente e rispetto alla vera Afrodite ne è una caricatura che aiuta a capire peró la Afrodite vera, sperimentare miss Piggy e rendersene conto è un conto, sperimentare miss Piggy e persistere….peró miss Piggy ha la mia stima, dopo tutto crede all’amore e che l’amore risolva tutto, ci sono cose peggiori fissazioni peggiori….

  18. Ciao Valeria 🙂 Buone feste anche a te! ma ci sentiremo ancora, te li rifarò Nuovamente :D! Ciao Amica 😉

  19. “Da Piggy ci guardi il Dio, che da Afrodite mi guardo io!”…
    “Tanto va il cammello all’ago, che ci lascia una pagliuzza nell’occhio”…
    “Beati i poveri di spirito, gli altri moriranno dalle risate”…
    “Maccarone, tu mi hai tentato ecc. ecc. “

  20. Questa Piggy uf…per rispondere ci vuole troppo tempo caro. Majó cerco di togliere dal mio bagaglio tutto quello che posso togliere …perció tante scuse non ho problemi ad ammettere quando sono poco chiara…ecco che tolgo dallo zaino il Sasso più grosso…ricordando che ció che scriviamo qui andrebbe approfondito oppure non sarebbe necessario se non ci fossero tante sovrastrutture che pure io ho, ma in questo periodo mi sta bene pure prendermi qualsiasi cosa che mi si dica come arricchimento e come motivo di “cambiamento ” anzi rifioritura di quello che giá ho in me, molte volte ho scritto battute qui o mi sono battuta ora non mi và proprio per niente e mi prendo una volta tanto di precisare la questione ma prendo sto sasso e lo butto nel fiume perchè so che lì verrà ripulito, e sarà un sasso che canta la voce sua invece di farsi pesare o soppesare. In definitiva ognuno è . Ognuno ha un senso a questo mondo che io non mi permetto di definire ma a cui voglio dare la libertá di esprimere la propria essenza, non ho possedimenti su questa terra che valgano tanto da barattare ció che io sono.

  21. Dal libro del profeta Isaìa 7,10-14

    In quei giorni, il Signore parlò ad Acaz: – Chiedi per te un segno dal Signore, tuo Dio, dal profondo degli inferi oppure dall’alto -.
    Ma Àcaz rispose: – Non lo chiederò, non voglio tentare il Signore -.
    Allora Isaìa disse: – Ascoltate, casa di Davide! Non vi basta stancare gli uomini, perché ora vogliate stancare anche il mio Dio? Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele -.

    ( http://bibbiacristiana.blogspot.com/2007/08/isaia-714-nel-magistero-di-giovanni.html )

  22. Chiudere gli occhi alla terrificante visione del vuoto che tutto risucchia e’ umano. Non aprirli più e’ aver finto di vivere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...