La luna

Quando spunta la luna
tacciono le campane
e i sentieri sembrano
impenetrabili.

Quando spunta la luna
il mare copre la terra
e il cuore diventa
isola nell’infinito.

Federico Garcia Lorca

Annunci

27 Risposte

  1. Buon Ascolto Buona Luna a lei Professore La Porta, Buona Luna a tutti voi Amici del Blog….. )…

  2. Sereno inizio di settimana, Gabriele caro. Ungrande abbraccio per te… 😀

  3. La luna:
    faro che sulla scena illumina il cuore, protagonista e suo alter ego sul palcoscenico della terra. Corpo astrale di quell’organo.
    Isola felice, raggiungibile a nuoto, sul dorso di un delfino, abbracciati al relitto di un ricordo, sputati da un cannone, tramortiti prima e trascinati per capelli da una sirena. Onda su onda e con un salvagente. Con un giubbino galleggiante e no-anti-saettedieros, che fa più “scik” e “pandan” con l’ambiente intorno.

  4. GOODNIGHT,
    MOON … 😎


  5. Grazie, Luigi. Un abbraccio di vero affetto.

  6. Majò, rispondo in questo post al tuo ultimo commento in quel di “Un morto in me canta”:
    concordo!!!
    Ma non mi è mai sembrato che a te non piacesse esprimere il tuo pensiero attraverso la parola scritta. 😀 Forse non ti piace ripetere o spiegare meglio quello che scrivi e ti ho detto già che ti capisco meglio quando scrivi i tuoi versi… Sicuramente la scrittura “toglie”, come la scultura… Ma quelle statue sono sopravvissute all’incuria del tempo e la scrittura pure ha aiutato l’anima del poeta a prendere forma e a tramandarsi immutabile.
    Un abbraccio

  7. Candida sorge
    dietro quei comignoli di
    fuliggine
    fulgida percuoti
    la volte celeste
    e trascendi l’ essere
    Donna fra le donne
    culla di fertilità
    e pienezza
    la tua prosperità
    ci ispira
    e nelle notti più oscuri
    risalti
    come Maga Circe
    trasmuti e muti
    te stessa
    lassù nell’ Olimpo contempli
    Dea verace e vorace
    il tuo volto
    rapace rapisce
    noi
    che aspiriamo
    verso te
    Irraggiungibile Creatura…..

    si intitola : Anima…no ahah!! avevat capit bene è Luna

    by Mel

  8. Respira… e poi ispira;
    ispira… e poi aspira;
    aspira… e poi spira;
    spira… e poi espira;
    espira… e poi dispera;
    dispera…
    Ma perchè non spera, il tuo popolo,
    di averla con sè
    e non si arma di scale
    per raggiungere quell’altare,
    far cedere il chiodo
    che la tiene appesa e sospesa
    fra le stelle?
    Più volte è calata per toccarvi:
    e tutte le volte l’ho vista ritornare
    a quell’altare,
    con il volto disfatto dal pianto
    nascosto per metà
    dalla terra,
    un’ombra che ha avuto pietà del suo dolore.

    by Valeria D.A. ( 😀 )

  9. Assolato paesaggio la luna esalta nella notte….. ci vuole la notte, per vedere la luna,
    ma se vuoi sentirla parlare…..è dentro di te che lei trova la sua voce

  10. X Valeria, scrivo, ma non lungamente, Specifico infatti che, cosa diversa è la poesia…! Ciao, ho precisato che amo il luogo, poiché ritrovo anime, sensibili con eguale interesse, pur nei diversi cammini! ma non scrivo mai…enciclopedie, non è una cosa che amo, rispetto chi lo fa! Non Amo scrivere, anche se qui lo faccio, ma con dimensioni, poco più grandi di questo post! Capito cosa Intendo? Un Abbraccio 😀

  11. RIPORTO CON PIACERE, X VALERIA : NON Amo scrivere, specialmente su certe forme di “Possibile conoscenza” La Poesia è altra Cosa!!!:D
    **********************************************
    Ciao Valeria, la verità è; vivo più di respiro che di scrittura! Intendo dire che: ho sempre preferito discutere a 4,8, 12, Occhi che scrivere! Per certi versi credo che lo scrivere non sia capace di riportare il sentimento, ciò che ci nutre! Credo, che scrivere falsifichi un po il tutto, proprio perché la mente, secondo me non è più collegata nello stesso binario con L’Anima, la coscienza, ecc.ecc, se non per memoria, quindi razionalizzi riportando il tutto freddamente! Cosa diversa è, il discutere l’esprimersi oralmente! Mi si potrebbe dire perché allora lo fai?, Bé, è bello incontrare persone, che hanno al di
    la della visione, dei percorsi, la tua stessa Sensibilità, non la chiamo inclinazione o interesse di proposito, ripeto credo sia più corretto definirla, una sensibilità!Cosa diversa è, per la poesia, la poesia è libera, perciò legata totalmente alla profondità di chi scrive! Un po “Socratico”… è ciò che credo! diversa cosa è scrivere un tema, ai tempi della scuola, ma, la filosofia, va discussa, partecipata con tutto se stessi, corpo, sguardo, respiro, suono, natura!!! Un Abbraccio a te “Sincero” 😉 😀 !!!! Spero si Comprenda qualcosina 😉 ??? Per me, questo è il mio mondo, capisci… cosa intendo? nel post, dove a modo mio rispondo a Tea, sulla questione del vuoto, do volentieri una piccola spiegazione di me, di ciò che sempre mi ha Interessato…etc.ecc! ecco xché in questo Luogo, mi soffermo volentieri, cercando di partecipare, se pur scrivendo! Se, già le parole, in un certo qual modo distruggono, quella verità che è dentro di noi, figuriamoci lo scrivere! Certo lo si fa, lo stesso Platone se non ricordo Male, sosteneva qualcosa del genere, oltre a Socrate! Comunque, a prescindere ciò che loro pensavano, per me è cosi! se voglio stare, con voi in questo splendido Blog, in qualche modo devo fare!?! 😉 preferirei di gran lunga, avervi come amici di persona, quante lunghe passeggiate, magari silenziose, quanti amati scambi, scrivo Amati di proposito, è Importante… :D!

  12. Sì, Majò: “la scrittura non può essere insegnata”, perchè altrimenti la parola non sarebbe più libera. Il dialogo invece svela e toglie le maschere…
    Ho semplificato troppo, ma sì… è così, anche – o soprattutto! – in questo mondo virtuale: il dialogo avvicina e coinvolge Anima, o almeno sarebbe auspicabile che questo mezzo di comunicazione conservasse un’ anima. “Amati scambi”, mi piace proprio.
    Ciao!

  13. Quanto spunta la luna, lo spirito interiore si predispone per accogliere la luce del sole di mezzanotte 😀

    Quanto spunta la luna, lo spirito esteriore trasforma la chimica del corpo per accogliere in unione lo spirito luminoso della santa notte 😀

  14. Questa tecnologia esteriore è solo un benefico riflesso, un frammento di quell’antica tecnologia interiore che permetteva e può permettere agli esseri consapevoli di comunicare nella voce del silenzio….. attraverso suoni, colori ed immagini…… Ma qualunque sia il canale, come lo è nell’innamoramento, solo per osmesi ci si può connettere a tutti, basta entrare in risonanza armonica, con affine eterica vibrazioni che passano per il cuore, là proprio là dove c’è un vero cuore che pulsando emetta Biofotoni di divina energia. 😀

  15. Se alzandoci la mattina non si accendesse quella lampadina interiore perderemo di sicuro la nostra vissuta/percepita memoria e saremmo come dei bimbi appena nati.

    Se per un solo momento, togliessimo tutte le parole che definiscono questo mondo, il mondo stesso scomparirebbe e saremmo come dei bimbi appena nati.

    Ma non fu proprio quello che il V.M. Gesù voleva intendere, quando diceva che per entrare consapevolmente nelle sante dimore interiori del padre nostro , dell’IO SONO, bisognava ridiventare come bimbi?

    Solo svegliando il bimbo interiore, possiamo trascendere tutte le parole, ed il mondo stesso che è immerso dentro una grande caverna/babele, in una realtà virtuale/olografica/apparente/illusoria in cui si percepisce solo con lo specchio della mente di Platone…. 😀

    Coloro che percepivano e sentivano la musica delle sfere superiori erano considerati folli da tanti inconsapevoli esseri, ed ancor più folli erano considerati coloro che danzando uscivano consapevolmente fuori dalla caverna dello specchio della mente…

  16. Nulla è nell’intelletto che non sia prima nei sensi, ma è anche vero che bisogna prestare una maggiore attenzione ad ogni suono, ad ogni colore, ad ogni immagine, ad ogni sensazione, ad ogni percezione/vibrazione interiore ed anche ad ogni trascurata mosca che ci gironzola attorno 😀

  17. senza esagerare, Majò, ma vedendo le foto che pubblichi sul tuo link…. sei la gioia di abitare su questo planet…. 🙂
    riconosci che anche con le foto esprimi : i tuoi punti di vista ?…niente male, direi …anzi 🙂 ..

  18. Allora per i maschi del blog
    siccome spesso mi lagno
    degli uomini e faccio la pietosa

    ieri guardando la luna ho riflettuto sul fatto che in tedesco
    LA LUNA E’ MASCHIO

    Quindi dedico ai maschi del blog
    una interpretazione maschile
    dello spirito lunare che forse??
    E’ maschio? Potrebbe no?

    ——————————————

    LA LUNA MASCHIO
    (Il Faro di Tutti i Fari
    E di Tutti i Tempi
    Il Faro Notturno)

    (luna vista tra il 31/11 e il 1/12)

    Teso tra
    i miei/tuoi pensieri
    come su un’amaca molle eppure
    aguzza come un’amo che mi pesca dentro….

    Tra volute di nuvolanti
    pensieri, passeggeri,
    a bordo della tua
    Fronte. Accigliata
    graziosamente,
    bianca di gesso
    si poggiano
    frettolose brume.

    Dei tuoi misteriosi
    solitari pietrosi declivi
    di sabbiosa fragilità io non so niente.

    Sembri forte da quaggiùTra il salmastro dei miei
    Liquidi allungati Lenzuoli Marini che si aggrappano

    Con i pugni alle coste aguzze
    Per poi rilasciarle in Soavi Sogni
    Di alghe lunghissime impigliate
    Ai polsi di sirene in ciabatte Barbie.

    E tu, altero cavaliere
    Il cui sguardo spazia
    In un misterioso tempo
    A sé solo conosciuto.
    Da sotto una armatura
    argentea
    alzi a volte
    la visiera per guardare

    Un po’-
    Un po’ di più-
    Un po’ tanto-
    Scopri tutto il tuo viso-
    In piatto perfetto di luce.

    Osservi se vi è nello spazio
    infinito
    da difendere
    il tuo dominio
    apparentemente vuoto

    da qualche intrepido aggressore
    Già bucata
    la tua superficie
    In molte cicatrici che non ti
    Turbano, anzi ti danno orgoglio
    Per la verità sfoggi quei buchi
    Come cicatrici di battaglie ferocissime..
    Granulose tondi tonfi di metoriti
    Questo avvenne il tal giorno nella tale epoca
    Quest’altro risale a quest’altra Era
    Qui c’è il più piccolo lì il più grande..
    Oppure alterni a opaca accondiscendenza
    Quelle presenze, imperturbabile
    come un guardiano di un faro notturno.

    Il Faro di Tutti i Fari, Tu, Lunare Guardiano.

    Però guardo
    dai miei occhi marini e un po’ tendenti al pianto.
    in caso
    ci capisca qualcosa
    di te e noti un barlume d’affetto
    nei miei riguardi,
    è quasi inutile però
    è irresistibile
    guardarti!!!

    E mentre io forse mi danno
    su strampalate ipotesi
    ipotenuse e cateti
    Di Pitagoriana sentenza
    Con filo e spina di pesce
    Segno sulla spiaggia
    La tua forma tonda
    La tua forma
    A spicchio
    La tua metà
    Non arrivando mai a te.

    (Tentando a me a maritarti
    e alle
    mie maree
    su cui eserciti
    una invisibile
    magnetica attrazione)

    Preso dalla tua
    mortalità bianca
    e le tue piccole amanti
    odiose e lampeggianti
    ed ironiche come ninfe
    Pleiadi in gruppo
    O carri di buoi
    che arano
    inutilmente
    Orse saccenti….

    Ma a te non sembra ti interessi.

    Mentre quaggiù tutto è acqua
    mista, inquieta ed inquisitoria
    che si danna e che danza
    che nutre e che uccide
    e che fa nascere
    che sobbollisce sommessamente.
    Che il mare chiacchieri tanto
    ti risulta a volte incomprensibile?

    Pensi forse a quando
    sarai di nuovo tondo!
    Pieno e vuoto ti alterni
    non dovrei dirlo ma è così
    semplice che sembra
    inutile pensarci.

    Ah come
    ora ti arrossisci
    in un complice
    tenero
    piccolo sorriso
    rosso ora ….
    E sorrido anch’io.

    Luna rossa di Dicembre
    mi sembri così grazioso
    un gioiello inciso a fuoco

    incandescente ferro di cavallo
    che ti chiuderei in me per
    sempre
    ma mi dispiacerebbe!!

    Sei così carino in fiamme.

    sembri uno dei miei
    coralli, bocca celeste di corallino aranciato
    a forma di sorriso
    inciso al bulino dall’ossido
    del verde rame dell’acqua salata
    che pure ti è arrivata forse?
    e sei, nel tessuto scuro di un velluto serico
    che nasconde crepitando sotto le dita
    scendi a me come gioiello al collo di un barbaro.

  19. cIao Carissima tea, diciamo che certamente le foto parlano, ma la gioia di viver in questo Pianeta, non so cosa risponderti!? 🙂 Dire no sarebbe una bugia, dire si lo sarebbe altrettanto. Quindi Diciamo che Amo la vita nella sua vera essenza, combatto, nel senso comune di ciò che è l’umanità, come Momento che pur nella sua certezza, ci rende precari, ” Non solo riguardo al lavoro”! Essere felici, è una condizione, un po errata, cerco l’armonia che è cosa diversa dall’essere felici umanamente inteso! cerco di dispormi, farmi trovare pronto alla recezione compartecipazione dello stadio Armonioso, che di già la Natura tutta ci offre se ci sofferma, se non ci si lascia sviare sempre da ciò che “costruiamo”. In più cerco di cogliermi quella grazia che di tanto in tanto ci fa visita, cercando di farne tesoro, sia vivendomela senza tanti se, Ne ma,…! In più la grazia, è grazia proprio perché quando t’investe, non da a niente d’intromettersi, neanche alla percezione del tempo!, poi cerco di farne buona Memoria per i momenti Bui, parimente alla grazia! Entrambi sono momenti veri,… nella ed oltre la stessa nostra Dimensione Terrena! Insomma cara Tea,. Vivo,.. come tutti, tra inferni e paradisi,.. sperando sempre più nel primo! Ti ripeto quel che ti scrissi in un altro post, non ho ambizioni, se non quella della conoscenza, certo non fine a se stessa, cioè quella piccola capacità della stessa, mettendola al servizio degli altri, non come magister, ma come atto pratico.. nel momento del Bisogno! Amo questa Vite, e pure No… 😉 🙂 😀 … un Saluto dalla Luna, c’è un cielo cosi stellato, allora vi dico che sono con la porta che da su mio Balcone aperta, vi è un lieve soffio, ma non è freddo…ogni tanto con la scusa della sigaretta esco mi siedo 5 minuti fuori all’aperto nel silenzio, mentre tutto il resto Dorme… Che Pace!!!! 😀

  20. perfetto per la luna:

  21. Le foto cara Tea, 😉 hanno un altro scopo, oltre a rappresentare momenti, metterli ha si in se la voglia di parlare di ciò in cui si crede, il come si vive!, allo stesso tempo li metto x un altro motivo… che lo tengo per me …. 😉 eeeheeeheeeh 😉 …!!! a qualcuno se non ricordo una volta dissi qual’era questo motivo, ma si è una cosa mia.. nel senso, un mio giochino… 😉 :D!!!

  22. è una band di Amici Miei, purtroppo ora si sono sciolti, anche se continuano a suonare e lavorare con la musica!!! si Chiamavano Discanto!!! dato il tema ecco la Luna Turca!

  23. http://blog.fainotizia.it/2010/04/12/erik-satie-trois-gymnop%C3%A9dies

    quando la luna era nel pozzo……….. laggiù e lassù erano Uno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...