“La nostra vita perdura oltre la vita”

(Pablo Picasso, Arlecchino)“Mi fa pensare a un’immagine che ho visto, un’immagine dell’ultimissimo Picasso, di cui ho parlato nel “Codice dell’anima”. E’ un’immagine che Picasso ha dipinto molto, molto tardi nella sua vita. Forse a novant’anni. Una testa di ragazzo, grigio-bianca, che è anche una specie di testa di clown, grigio-bianca. Spettrale. Un’apparizione. Come se avesse dipinto l’autoritratto del suo Daimon. La persona composita che un artista è: un clown e un eterno ragazzo. C’è qualcosa in questo dipinto che concerne la rivelazione della propria vita come immagine. Ed è in forma d’immagine che la nostra vita perdura oltre la vita. Restiamo un’immagine nella vita dei nostri discendenti, dei nostri amici. Restiamo un’immagine nella storia del nostro mondo, una specie d’influsso, un fenomeno, forse un atto del cosmo!”

James Hillman

25 Risposte

  1. una suprema coincidenza.
    è proprio ciò a cui pensavo.
    ho fatto anche dei disegni molto simili
    pensando proprio ai “demoni” che vedo.
    Anche l’orecchio è uguale..demoni in carrozza…si parte…

    Se vedi concepisci se concepisci vedi, se nasce è arte.
    L’arte è demoniaca al punto da distruggerti.
    Vorrei offrire un Francis Bacon, egli fu sempre ossessionato da Papa Innocenzio X di Velasquez, ne fece diverse interpretazioni.
    Pensavo anche a questo ieri. Ai demoni nell’arte. Ciò che vediamo. E’ ciò che siamo? O è semplicemente il dolore che si prova per la propria umanità, sublimato in estremo candore.
    La sublimazione è Arte.(?) L’arte della sublimazione…è maniera.

    L’umano degno del divino segno che lascia sulla terra rende gli dei invidiosi…? Boh’.Forse, ma il prezzo sale. E’ sale.

    Ecco invece di Papa Innocenzio che fa troppa “impressione” un ritratto che non conoscevo
    Tra l’altro Bacon è nato gli stessi giorni di Picasso.Lui il 28 ottobre (oggi!!) Picasso il 25…mi riservo di controllare…comunque l’arte è arte..nient’altro..niente chiacchiere..però..

  2. Niente chiacchiere neanche per questo bellissimo video

  3. Mi sa che neanche Picasso era a conoscenza di tutte queste informazioni sul suo quadro, ma grazie a Hillman ha avuto una rivelazione: neanche lui ci aveva pensato!!!
    Ma certo era proprio sotto i suoi occhi, com’ era stato stupido a non accorgersene,e lui che ingenuamente e banalmente aveva pensat ad Arlecchino, che picio!! Si sarà detto: ” COME HO FATTO A NON PENSARCI IO?!”.
    Caro Picasso, non so come tu abbai fatto a non pensarci, meno male che c’ è Hillman..
    eheh!! 😆

    ———————————————————————————————————————————————————————————-

    CONSIDERAZIONI:

    ma perchè A VOLTE ( non includo il caso qui sopra che ho preso amorevolmente col sorriso, per arrivare a una considerazione 🙂 )
    alle opere dei grandi artisti, che siano dipinti, sculture, scritti etc.
    vengono ricamate di significati ridondanti e superflui, solo per dire qualche cosa e vedere che uno è un ‘ intenditore etc., sottilineo A VOLTE, ma perchè certi signori che fanno, questo di mestiere, potrebbero cogliere l’ occasione per stare zitti, una volta in più per non dire gastronerie…. e lasciare spazio allo splendido e saggio SILENZIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Per esempio 🙂

  4. Ricordiamo J. Hillman

  5. Ricordiamo Hillman

  6. Un grande uomo se n’è andato…. Ha voluto restare lucido fino alla fine rifiutando cure invasive, vivendo e condividendo quei momenti.
    Sul tavolino una raccolta di poesie giapponesi:
    «Una radiosa gradevole
    giornata d’autunno per viaggiare
    incontro alla morte».

  7. La vita oltre la vita?
    Non come immagine ma come realtà!
    Le grandi Tradizioni…il Sacro ci dice che l’esistenza dell’uomo non termina nella tomba…
    Il grande Hillman…ora conosce la Verità…

  8. “Ed è in forma d’immagine che la nostra vita perdura oltre la vita. Restiamo un’immagine nella vita dei nostri discendenti, dei nostri amici. Restiamo un’immagine nella storia del nostro mondo, una specie d’influsso, un fenomeno, forse un atto del cosmo!”

    Nulla si perde nell’universo manifesto e tutto può essere ricostruito secondo l’evoluzione raggiunta della propria divina coscienza.

    Ci sarebbe tantissimo da dire su queste solo parole, ma si sappia colo che niente si distrugge, così come è anche possibile rivivere momenti della nostra vita o di vite passate, da spettatori consapevoli attraverso un salto nello spazio/tempo circolare…. entrando consapevolmente nell’essere che siamo stati in un tempo passato…. Sono quelle vere testimonianze che vi vengono trasmesse/donate da quasi tutti gli adepti di ogni tempo e di ogni luogo e soprattutto dai cosiddetti VIAGGIATORI che usano il corpo di luce come strumento per viaggiare nella realtà multidimensionale dei mondi e del tempo…..

    Ma anche da noi, la scienza ha già varcato da tantissimo tempo le barriere del tempo attraverso la percezione/acquisizione/trasformazione di particolari onde luminose in segnali trasformabili in immagini/suoni …….. Oltre a John Titor, provate ad indagare/investigare sul CRONOVISORE….. e forse capirete perché fu smantellato e tenuto nascosto nelle stanze secrete del Vaticano……. dopo aver rivisto la vera passione / crocifissione e la vera scampata morte del V.M. Gesù che in effetti morì nel Kashimir a tarda età……

  9. limpidi occhi
    in limpido cuore.

    La bellezza, quella vera.

  10. REST IN BEAUTY

  11. Il vestito di Arlecchino
    Gianni Rodari

    Per fare un vestito ad arlecchino
    ci mise una toppa Meneghino,
    ne mise un’altra Pulcinella,
    una Gianduia, una Brighella.
    Pantalone, vecchio pidocchio,
    ci mise uno strappo sul ginocchio,
    e Stenterello, largo di mano
    qualche macchia di vino toscano.
    Colombina che lo cucì
    fece un vestito stretto così.
    Arlecchino lo mise lo stesso
    ma ci stava un tantino perplesso.
    Disse allora Balanzone,
    bolognese dottorone :
    ‘Ti assicuro e te lo giuro
    che ti andrà bene li mese venturo
    se osserverai la mia ricetta:
    un giorno digiuno e l’altro bolletta!”.

  12. Rest in Beauty
    among roses
    Venus will caress
    your cheeks
    lightly

    Rest in Beauty
    Friend of Sophia
    dearest one

    Strange fruits
    saddened
    in you

    Sacred fruits
    Hang over
    the branches

    But you took
    deep part
    of them

    And you were
    generous enough
    to divide

    the search
    of humanity
    deep in us
    like roots
    navigates
    over us
    in branches
    golden rebels
    young gods.

    map

  13. (Riposa nella Bellezza
    tra le rose
    Venere carezzi
    le tue guance
    leggera

    Riposa in bellezza
    Amico di Sophia
    il più caro

    strani frutti
    intristirono
    in te…

    frutti sacri
    pendono
    dai i rami!

    Ma hai preso
    la parte profonda
    di essi

    E tu eri
    abbastanza generoso
    per dividere

    la ricerca
    di umanità
    profonda in noi
    come le radici
    naviga
    su di noi
    nei rami
    ribelli d’oro
    degli giovani dei)

  14. COLTIVO L’OMBRA
    ————————–
    Il tuo volto, la mia luce,
    dentro, ho l’ombra di me,
    sfuggente, ambigua.

    E quest’ombra, in quest’ombra io coltivo
    la luce degli aranci del paradiso.

    (m.)

  15. Socrate: O caro Pan , e voi altre divinità di questo luogo,
    datemi la bellezza interiore dell’anima e, quanto all’esterno,
    che esso s’accordi con ciò che è nel mio interno.

    Platone, Fedro.

  16. Chi dello zolfo, né fa arma letale
    prima o poi né resterà Bruciato
    nella via dell’umido vi è un tempo
    cosi come è vero, che la vita
    non passa, se non da stadio in stadio
    o piano, se vi è più congeniale, Affermo
    con Certezza, mia, che Pur L’umido esiste
    e la libera scelta, chi s’attacca cosi alla materia
    non accetterà mai l’uno, se non nella visione di se stessi
    come unici, e soli! E Pur sanno ma non accettano altro
    rimanendo aggrappati all’umido, facendo dell’anima+animo
    il loro inferno e proprio come in alcune scritture, iniettano
    Veleno, essendo nel veleno… con piena consapevolezza
    Poiché Non accettano che la loro solo Identità come Divinità
    Infuriati, dell’impossibilità di Questo… scagliano nel loro Male, il Male!
    Ma AMORE, la ricerca quantomeno sola di questa Infinità DIVINITA’ potrà condurre ogni cosa ogni essere all’unità…!!!

  17. A tutti del Blog.. Buon Ascolto, se vi Va?!…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...