Elegia

Gelida messaggera della notte,
sei ritornata limpida ai balconi
delle case distrutte, a illuminare
le tombe ignote, i derelitti resti
della terra fumante. Qui riposa
il nostro sogno. E solitaria volgi
verso il nord, dove ogni cosa corre
senza luce alla morte, e tu resisti.

Salvatore Quasimodo

Annunci

9 Risposte

  1. Getterò le mie reti nel deserto sulla tua parola
    e se non avrò punti di riferimento in questo immenso mare
    getterò il mio cuore sull’arena infuocata
    e la sua ombra mi indicherà la strada
    che conduce a te e alla mia casa!
    Condividerò me stessa: l’unico pesce che ho pescato.
    Ed alla fine del mio viaggio
    renderò grazie per non essermi persa
    dietro segni che non mi appartenevano.

  2. …resistere alla morte….alla morte interiore resistono, forse, solo i nostri ricordi, perchè quanto al resto essa dilania, sconquassa, distrugge e annienta tutto…..è difficile far crescere di nuovo un’emozione o un sentimento dove è passata la morte!
    …anche se il ciclo vorrebbe essere nascita-morte-rinascita…..e quindi anche la morte interiore dovrebbe portare in sè successivamente una rinascita…ma quanto è difficile trovare lo stimolo ed un motivo per rinascere a volte!

  3. L’augurio di uno Splendore di giornata per te, carissimo Gabriele. Un immenso abbraccio!

  4. ” Costringersi, comandarsi, seguire la via più difficile, assumere la sopportazione di tutto ciò che è pesante e condizionante, è la via della liberazione, tanto più il nostro ego viene portato ad obbedire e a rispondere ad un ritmo che lo domina, tanto più si libera l’ anima, epperò cooperatrice della reintegrazione dell’ uomo. ”… (Un “padre del deserto”)

    Grazie, papino…

  5. la fedeltà a se stessi, implica morire a qualcosa a qualcuno checi caro (proprio a persone che ci sono molto care.
    la fedeltà a se tessi è gioia è anche dolore.
    “Sui derelitti resti
    ……..
    riposa il nostro sogno,”
    x crescere occorre lasciare sogni credere in altri rimanendo noi stessi.
    “e tu resisti”

    saluti patrizia

    Emanueleeeeeeeeeeeeeee!

  6. Hai ragione, cara Patrizia!
    la fedeltà a se stessi implica offrire le nsotre energie a chi amiamo, o ad un porgetto che ci è caro….questa dare gratuito e consapevole ci da la gioia di vedere magari un sorriso in chi amiamo, ma è anche vero che a volte le cose non vanno come vogliamo noi…e allora la soffrenza. Ma io sono contanta di dare, anche quando, per usare una metafora di questi giorni, non raccolgo i frutti che ho seminato….mi basta raccogliere almeno la stima, sostegno e un’affetto sincero da chi amo…questo mi riapagherre già di tante sofferenze….
    un bacione, cara amica.

  7. Carissimo, buona giornata anche a te. Baci

  8. Quel sogno non avrebbe trovato nascondiglio più sicuro. C’è tempo, c’è tempo.

  9. Lo scorrere della luna nel cielo come una proiezione… di un aspetto della psiche…
    L’archetipo femminile giunge… ad annunciare che più la ratio impone l’impero dell’ego-centrismo, più si addensa e si stratifica l’inconscio.
    E’ nell’ordine naturale che tutto si volga verso il suo opposto e il ritratto della freddezza femminile è la “risposta” fisiologica alla misoginia psicologica imperante. Paradossalmente è un bene che quell’archetipo “r-esista” in zone così impervie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...