Riflessione

 Il terrorismo non ha e non avrà mai giustificazione.

Gabriele

Annunci

10 Risposte

  1. Amici grazie dei saluti e della solidarietà. Tutto ciò mi ricarica e i pensieri tristi vanno via. Un abbraccio a Giuseppe 69, a Bea. Per quanto riguarda il terrorismo occorre evidenziare che è un fenomeno irresponsabile e criminale. Non deve essere sostenuto mai. Buona serata.

  2. Caro Gabriele il tuo affetto mi aiuta a vivere e a tenere duro. Un abbraccio e buona serata. Aggiungo buona notte.

  3. cancello le parole in ismo

  4. HOW LONG MUST WE SING THIS SONG
    . . .

    _

  5. Peace

  6. (510)
    Non fu la morte,xchè stavo in piedi,
    e i morti stanno distesi,
    non fu la morte,xchè le campane
    gridavan tutte insieme mezzogiorno

    Non fu il gelo, xchè sulla mia carne
    io sentivo strisciare lo scirocco.
    (:……………………………………………)

    M a a tutte queste cose somigliava;
    (………………………………………..)
    come se la mia vita fosse stata limata
    e messa in una cassa,
    ed il respiro fosse chiuso a chiave;
    e in parte somigliava a mezzanotte

    quando cessa ogni battito,
    e lo spazio ci fissa, tutt’intorno,
    (……………………)
    Ma soprattutto somigliava al caos-
    gelido,immenso, senza una speranza
    (………………………………………..)

    c.1862

    E. Dickinson

    saluti patrizia

  7. La più grande debolezza della violenza è l’essere una spirale discendente che dà vita proprio alle cose che cerca di distruggere. Invece di diminuire il male, lo moltiplica.
    Martin Luther King

    Occhio per occhio… e il mondo diventa cieco.
    Gandhi

  8. Ricorderò sempre quelle immagini in diretta con angoscia nel cuore.

    “Chi insegnerà agli uomini a morire, insegnerà loro a vivere.” (Michel de Montaigne)
    Pace alle anime dei morti e a quelle dei sopravvissuti.

  9. Buon Giorno Carissimo Prof. Gabriele,

    su questo tema, tantissimo si potrebbe dire, ma è anche vero che bisogna prima capire da quale punto di osservazione si vuole osservare i fatti ed i nessi che spingono certi esseri a diventare dei terroristi.. Certo il terrorismo è orripilante, riluttante, inaccettabile che genera tanto turbamento nel nostro e nel cuore amorevole di tanti. Ma, come dicevo dobbiamo essere anche impersonali, acritici per capire le cause scatenanti che generano tantissimo male… Se osservassimo la storia ci rendiamo conto per es. nei moti Carbonari che questi signori, per la classe dirigente dell’epoca furono considerati dei rivoluzionari, dei terroristi, lo stesso discorso può benissimo dirsi anche con i partigiani della seconda guerra mondiale, vista dal punto di vista dei Fascisti di quel tempo (quasi tutti avevano accettato il fascismo come ideologia di base) Per non parlare del grandioso rivoluzionario di ogni tempo GIOVANNI IL GALILEO (il TERZO GESU’, il ribelle, il Messia che doveva liberare il suo popolo dalla tirannia di un Sinedrio corrotto che si appoggiava alla forza coercitiva ed impositoria Romana….

    Come dicevo spesso è necessario capire cosa veramente si nasconde dietro quest’aspetto riluttante della natura umana… Certo con tutte le riserve di questo mondo, perché è anche vero che ci sono esseri demoniaci che agiscono guidate da forze aliene, forze oscure destabilizzanti, ma questa è un altro celato aspetto che solo l’analisi soprasensibile può portare alla nostra comprensione….. E’ per questo in quel mio scritto ho detto:
    Come può un essere razionale, un essere pensante, farsi esplodere in mezzo a tanta gente? Ammazzare i propri figli, i propri genitori o i propri fratelli? Con quale inconsapevolezza? Con quale consapevolezza o con quale condizionamento?

    Se nell’immaginario, penso e neanche lo vorrei pensarlo, che per es. qualcuno, per un qualsiasi motivo avesse ammazzato la mia famiglia, di sicuro anch’io diventerei un pericoloso criminale, un terrorista che vorrebbe tagliare la testa a tanti testa di minchia del potere che trasformano in dio denaro il sangue di tanti cari inconsapevoli fratelli.

    Organizzazioni internazionali, personaggi politici, multinazionali e
    Banche d’affari sono racchiuse nelle mani di antiche dinastie di
    Banchieri. Il “il vero terrorismo” non esiste è stato montato ad “oc” per ridurre progressivamente le libertà individuali, non esiste nessuno scontro di civiltà, nessuna guerra di religioni, è tutto solo per impaurirci e per convincerci che quello che fanno è necessario per la nostra salvaguardia, ma non è così.

    Le notizie, la cronaca sono studiate, sì, sono studiate; un “omicidio” diventa l’evento mediatico per distrarre l’attenzione
    dai veri problemi, per non far sorgere mai una coscienza critica
    che creerebbe, ad esempio, nel caso del denaro, una spesa critica.

    L’informazione non è lo strumento della politica, essa è la “politica”
    stessa, ecco perché gli strumenti dell’informazione e cioè giornali e
    televisioni sono di proprietà di certi individui dalle caratteristiche
    “particolari”. Sono costoro coloro che disegnano l’opinione pubblica,
    che determinano lo stile di vita attraverso l’inoculazione di falsi
    bisogni, sono costoro coloro che ci inducono le scelte, sui consumi,
    sulle mode, sulle “tendenze”, essi sono gli stessi che determinano
    la politica, perché la politica è fatta dai bisogni: se opero sui bisogni
    della gente faccio politica, questo bisogna che ce ve ne rendiate
    conto. Non riusciremmo mai a cambiare nulla in nessun luogo se
    non cambiamo i nostri bisogni. Perché il loro obiettivo è proprio questo renderci schiavi dei nostri stessi indotti bisogni…

    Siamo schiavi e la cosa orribile è che lavorare è diventata una vera sentita aspirazione esistenziale

    Il quel mio strano scritto ho anche detto che la mia ricerca mi ha portato a certe conclusioni, conclusioni che con il suo benevolo consenso, per tanti cari amici e care amiche di questa preziosa casa vorrei riportare per ogni giusta ingiusta comprensione.

    ☼ GUERRE E STRAGI DI POTERE

    Per un momento, facciamo ora un passo indietro nel tempo
    andando nel 1775, la data di inizio della rivoluzione americana Questa avvenne perché le Colonie americane cercarono di staccarsi dall’Inghilterra in quando Re Giorgio III d’Inghilterra mise fuori legge la valuta indipendente e senza interessi che le Colonie stavano producendo ed usando al loro interno, anziché prenderle in prestito, pagando gli interessi alla Banca Centrale d’Inghilterra. Come sappiamo ogni Banca Centrale produce denaro e crea debito a chi lo prende, un debito che si auto rigenera fino ad ingrandirsi sempre di più per farci diventare schiavi di chi gestisce celatamente ed occultamente le banche come ogni celata associazione speculativa. Ma come sappiamo oltre a questi aspetti, la banca centrale regola anche la crescita o la contrazione dell’offerta di moneta controllando a suo piacimento l’inflazione.

    Su questo aspetto, ormai tutti sappiamo cosa è successo nel mondo finanziario per la contrazione bancaria, che con la falsa scusa di non avere fonti necessari da parte degli organi statali si sono rifiutati di erogare mutui ai comuni mortali, e prestiti agevolatialle piccole / medie imprese ed anche alle grandi aziende con catastrofici riflessi su tutti i mercati mondiali. Il bello è che ancora ci sono corrotti uomini politici che vogliono proporre e varare altre norme aggiuntive per finanziare le stesse banche centrali, affinché siano coperti dal rischio sui finanziamenti. Tutto questo di sicuro, per quella logica speculativa comporterebbe MAGGIORI TASSE DA CONVERTITE CON IL SANGUE DEI NOSTRI SACRIFICI.

    La nostra è una falsa società, dove leggi statali e credi religiosi s’interpolano al nostro libero arbitrio insegnandoci o imponendoci uno studio, un ricercato e compromesso duro lavoro, un’etica, una morale o un ideale Politico, Religioso o Sociale, per aiutarci e guidarci o per ammonirci quando il denaro che otteniamo
    lecitamente o illecitamente non è più sufficiente a pagare sotto forme di tasse quello che con corta mano, ci danno in virtuale e illusoria moneta.

    Una sociètà quasi fatta apposta di tante assurde regole che ci fanno correre più del dovuto, sottraendo energia, libera espressione, libero pensiero e soprattutto tempo da dedicare alle nostre care famiglie. Che bella democrazia che bella libertà. Plagiati dagli sport dalle pubblicità, dalle mode dai giornali e dall’apparente mondo esteriore, dietro una televisione, un computer, un tenore di vita da mantenere a qualsiasi costo, un modus che tende e rende inconsapevoli schiavi dalle proprie brame e da inappaganti e continui inutili desideri, un modus dove è facile cogliere i difetti e le manchevolezze degli altri, ma raramente quelli nostri. Un modus per il quale molti dicono e pensano, che nel mondo c’è chi sta peggio e tutto questo ci consola?

    Penso che sia sopraggiunto quel tempo tanto atteso, tanto decantato e mai capito o ancora non vi rendete conto e ancora volete dormire sotto un cielo stellato da cui presto cadranno tanti pesanti massi? Ma continuiamo a sondare certe vere celate realtà,
    sulla scia di questa mia strana ricerca…..

    Nei primi anni del 1900 le famiglie dominanti nel mondo bancario erano i Rockefeller, i Morgan, i Warburg e i Rothschild. Questi signori, fecero di tutto per favorire la creazione di una Banca Centrale per acquisire il controllo totale. Morgan fece così diffondere False Voci Incontrollate sull’insolvenza di una banca di New York, questo causò il panico ed ira e la gente intimorita alla fine ritirò i risparmi da tutte le banche. Queste ultime furono così costrette a richiedere la restituzione dei prestiti concessi e quindi molta gente si trovò costretta a vendere le loro proprietà generando una spirale di bancarotte, sequestri di beni, disordini sociali ed anche suicidi ed omicidi.

    Tutto ciò diede luogo alla costituzione di una banca Centrale. Nel
    1910 sulle isole Jekyll di proprietà di Morgan ci fu un incontro segreto tra banchieri dove si fece la legge sulla Banca Centrale chiamata “Federal Reselve Act” questa legge fu consegnata al loro rappresentante politico, senatore Aldrich per farla approvare al Congresso e così fu. Iniziò un controllo ed una rastrellazione su tutto e tutti, comprese le altre banche con già programmatiche intenzioni e decisioni di generare guerre fra di esse.

    Tra 1914 ed il l9l9 la Fed aumentò l’offerta di moneta del 100% determinando un’apertura di credito verso banche minori, poi nel 1920 richiamò una grande percentuale dell‘offerta di moneta in circolazione, così che 5.400 banche fuori della Fed crollarono e vennero sistematicamente ricomprate per pochi spiccioli dai signori del potere sopracitati. Lo stesso venne fatto nel 1921 ed il 1929 con un nuovo stratagemma chiamato prestito di margine, che fece crollare altre 16.000 banche, sempre ricomprate insieme ad intere corporazioni dai soliti Rockefeller, Barack ed altri furbastri malevoli insiders.

    Dopodiché non contenti diminuirono l’offerta di moneta determinando una delle più grandi crisi economiche della storia – LA GRANDE DEPRESSIONE degli anni 30. (che pressappoco è quello che sta succedendo oggi nel nostro mondo)

    A questo punto un membro del congresso, Louis Mc Fadden avviò le procedure di impeachment contro il Consiglio della Federal Riserve, affermando che i crolli e le depressioni erano provocate dai banchieri in maniera scientifica. Risultato: muore avvelenato prima di avviare le procedure di impeachment. Ma non finì qui, i banchieri decisero allora di rimuovere il sistema aureo, per cui con la scusa di aiutare il paese ad uscire dalla crisi lo acquistarono, e nel 1933 arrivò la confisca dell’oro. Chi non consegnava al tesoro tutti i propri beni preziosi veniva incarcerato per 10 anni, e così alla fine si impadronirono di tutto e fu abolito il sistema aureo. Prima del 1933 sulla banconota di un dollaro si leggeva pagabile in oro, oggi c’è scritto moneta a corso legale ovvero non vale nulla, così come in Italia, in Europa ed in molti paesi.

    L’unica cosa che da valore alla nostra moneta è quanta ce n’è incircolazione, per cui potendo regolare le Banche Centrali l’offerta
    della moneta allo Stato, possono di fatto, metterci tutti in ginocchio
    determinando una inflazione già programmata a tavolino. In un ormai noto comprovato documento, Rothschild disse: “Datemi il controllo dell’offerta della moneta di una nazione e non mi interesserà chi è che scrive le sue leggi”. Anche la Federal Reserve come la BCE è privata e questi pochi individui decidono politiche e guerre per tutti noi. Ma ancora non è finita, non contenti, i banchieri si inventarono anche la tassa federale sui redditi che è un’imposta diretta non proporzionale e anticostituzionale proprio per questo. Risultato: tutti gli americani cedono quattro mesi del loro lavoro in soldi per pagare quest’illegale obbligazione fiscale che serve a sua volta per pagare gli interessi sulla moneta emessa dalla F.E.D., in modo del tutto fraudolento, in quanto non esiste alcuna legge o statuto che impone il pagamento di quest’imposta.

    Ora vediamo lo stretto legame tra banche e guerre. Da quando nel 1913 è stata istituita la Federal Reserve, sono iniziate una serie di guerre, tra cui prima e seconda guerra mondiale e quella del Vietnam e tutte le altre susseguenti che già sapete.

    Dal conflitto tra britannici e tedeschi, parte nel 1914 la prima
    guerra mondiale.
    L’America inizialmente dichiarò per bocca del suo Presidente Wilson la neutralità, cercando però ogni scusa per entrare in guerra. Difatti i banchieri internazionali volevano l’entrata in guerra degli USA per incrementare i loro guadagni, costringendo lo Stato a chiedere alla banca centrale denaro in prestito pagandogli così interessi su capitali enormi. Il consigliere del Presidente Wilson, il colonnello Mouse amico di banchieri, in una conversazione documentata con il ministro degli esteri inglese,
    parla di come riuscire a far entrare in guerra l’America. Grey gli chiese: “cosa farebbero gli americani se i tedeschi facessero affondare una nave da crociera con passeggeri americani a bordo?” House rispose: “Credo che una vampata d’indignazione colpirebbe gli Stati Uniti e questo sarebbe sufficiente di per sé a farci entrare in guerra.”7 maggio 1915, una nave americana da crociera chiamata Lusitania viene portata sulle acque territoriali tedesche piene di navi militari, fu silurata dai
    sottomarini tedeschi e 1.800 persone rimasero uccise.

    L’America entrò in guerra! Morirono 323.000 americani e J.D. Rockfeller guadagnò 200 milioni di dollari, pari a 19 trilioni di dollari
    attuali e 30 miliardi di dollari spesi dagli americani molti dei qualipresi a prestito dalla Federal Reserve con l’aumento dei profitti dei banchieri internazionali.

    II Guerra Mondiale: 7 dicembre 1941 il Giappone attacca la flotta americana a Pearl Harbor e l’America entra in guerra. Il Presidente Franklin Roosevelt (un grande, ma assai stupido piccolo uomo) dichiarò che quel giorno sarà ricordato come il giorno dell’infamia. Dopo 60 anni si viene a sapere che quell’attacco era noto da settimane e deliberatamente provocato. La famiglia Roosevelt era proprietaria di banche a New York già dal 18 esimo secolo e lo zio Fredrik era un membro del Consiglio della Federal Reserve. Hemy Stimson ufficiale del Segretario di guerra di Roosevelt annota il 25 novembre 1941 un dialogo con Roosevelt: “Il problema era come avremmo potuto manovrarli, affinché fossero loro a far partire il primo attacco”, riferendosi ai giapponesi che dovevano aggredire per primi. Nei mesi precedenti Pearl Harbor Roosevelt fece di tutto per provocare l’aggressione giapponese, bloccando le importazioni di petrolio in Giappone e congelando gli investimenti giapponesi in America. Rese di pubblico dominio che gli USA finanziavano la Cina e fornivano aiuti militari all’Inghilterra, entrambi schierati in guerra contro il Giappone, violando le regole internazionali di guerra. Tre giorni prima dell’attacco Roosevelt fu informato dai servizi segreti australiani di truppe giapponesi in movimento verso Pearl Harbor, ma <tanto il caro amato Roosevelt li ignorò e 2.400 militari americani furono uccisi. Dopo questo massacro un milione di americani si offrirono volontari in guerra, mentre prima erano tutti contrari.

    Passiamo ora alla Germania nazista, essa era supportata da dueorganizzazioni, l’IG Farber che produceva l’84% degli esplosivi e lo Zyckon B (nome commerciale dell’acido cianidrico, un pesticida) utilizzato poi uccidere milioni di persone nei campi di concentramento. Bene, uno dei partner della IG Farber era la Stand Oil Company di J.A. Rockefeller in America che produceva un additivo speciale senza il quale gli aerei tedeschi non potevano essere operativi, e che fruttò 20 milioni di dollari alla sua compagnia ed i bombardamento di Londra, in quanto senza quell’additivo gli aerei non potevano volare. Risultato? L’America finanziava entrambi i fronti della Il guerra mondiale. Inoltre l’ascesa al potere di Hitler fu finanziata da una banca di New York, la Union Banking Corporation, che lo rifornì anche in tempo di guerra di risorse materiali e riciclava il denaro dei nazisti, tanto da essere poi denunciata e condannata per violazione dell’embargo per avere nel suo caveaux milioni di dollari nazisti sporchi di sangue anche americano.

    Il direttore e vicepresidente della Union Bank era Prescott
    Bush padre e nonno di due presidenti americani, compreso l’ultimo George W. Bush.

    Vietnam: nel 1964 gli Stati Uniti dichiarano guerra al Vietnam del nord, perché un torpediniere vedetta nord vietnamita aveva attaccato dei cacciatorpediniere Usa nel Golfo di Tonkin. Il problema è che questo attacco NON E’ MAI AVVENUTO.

    Dopo anni l’ex segretario alla difesa Robert Macnamara dichiara
    che fu un errore, una farsa, una VERA INVENTATA MENZOGNA per fare come al solito soldi. Nel 1966 il Presidente Lyndon Johnson applica restrizioni commerciali verso i paesi dell’area sovietica, ben sapendo che i sovietici controllavano l’80% delle forniture militari dei nordvietnamiti. Così Rockefeller finanziò stabilimenti nell’Unione Sovietica, che i sovietici usarono pei produrre aiuti militari per il Vietnam del nord, I banchieri sostenevano così entrambi i fronti del conflitto, anche quello contro con cui erano in guerra.

    Per allungarne la durata, al fine di incrementare i guadagni fu ordinato agli americani di non bombardare i sistemi di difesa antiaerea vietnamita se non si era certi della loro totale operatività,
    e si vietava di inseguire i nemici se sconfinavano in Laos o Cambogia. Inoltre era vietato attaccare obiettivi strategici se non sotto la direttiva di alti ufficiali militari, informando dulcis in fundo di
    queste restrizioni i nord vietnamiti. Risultato: 58.000 americani e 3.000.000 (TREMILIONI) di vietnamiti morti e tutti noi coglioni (scusatemi se userò queste stupide parole, ma ogni tanto è anche necessario) pronti ad essere come gli eroi, simboli di nazioni per esservi distinti in azioni coraggiose; film che fanno vedere l’eroica e stoica guerra dei poveri, per far incrementare soldi sporchi del nostro sangue a pochi potenti malevoli esseri privi di un vero cuore, ma anche loro, prima o poi raccoglieranno quello che hanno
    malevolmente seminato. Perché ognuno, dopo la morte, dopo il passaggio sarà il solo ed il vero imparziale giudice di se stesso e nessun altro. Molti per riparare, ritorneranno con l’intendo di diventare dei veri santi, ma la via è assai più lunga ed inimmaginabile così come ho già detto nella mia precedente trattazione parlando della natura spirituale dell’essere.

    11 settembre 2001: un pretesto pianificato per scatenare una guerra contro l’Iraq e contro l’Afghanistan ed attivare leggi per inasprire il controllo sulla popolazione attraverso il Patriot Act, i servizi di controspionaggio interni, le leggi sui tribunali militari ed altre legislazioni per distruggere le libertà civili e limitarci nella lotta contro il loro obiettivo prossimo: il nuovo ordine mondiale, dove tutti saremo schiavi di pochi potenti bastardi, ladri ed assassini che
    vogliono impadronirsi in toto della nostra vita, decidendo tutto per tutti. Sapete, oggi la casa di ogni americano può essere perquisita senza preavviso, possono arrestarli senza rivelargli le imputazioni per un tempo illimitato, possono torturarli senza farli rivolgere ad un
    avvocato, e penso proprio che la stessa cosa succeda anche in altri
    paesi.

    Tutto questo grazie ad un’auto attentato, dove i mass media hanno fatto il lavaggio del cervello a tutti con la parola TERRORISMO, inculcando paura al fine di promuovere le suddette leggi, per creare una guerra infinita con il terrorismo in Iraq al fine di mantenere il dominio sul petrolio, far ricavare
    profitti agli appaltatori della guerra e stabilire basi militari permanenti, come piattaforme di lancio verso altri produttori di
    petrolio, non accomodanti come l’Iran e la Siria.

    Testimonianza di Aaron Russo, a cui fu fatto conoscere uno dei componenti di Rockefeller che gli disse prima dell’11 settembre dopo aver instaurato con lui un’amicizia: “Ci sarà un evento, Aaron, e dopo quell’evento andremo in Afghanistan, così potremo far partire gasdotti dal Mar Caspio, andremo in Iraq per prendere il petrolio e stabilire una base in Medio Oriente e andremo in Venezuela per liberarci di Chavez

    Come disse anche “Vedrai uomini andare in caverne per cercare gente che non troveranno mai (Bin Laden)”.

    Rideva del fatto che si sarebbe fatta una guerra senza fine contro il terrore. Quando Aaron gli chiese come poteva far pensare alla gente ad una guerra che non esiste, rispose: “Con i mass media, continuando a dirlo all’infinito, finché non ci crederanno”.

    Aaron: “Hanno creato nel 1913 la Federal Reserve con una menzogna, così come l’il settembre per andare in Iraq e poi in Iran.”
    Perché fate questo visto che avete denaro e potere — gli chiese
    Aaron. Risposta di Rockefeller: “Il nostro obiettivo finale è far impiantare un chip RFID a tutti in questo mondo, trasferire denaro in questi chip e avere tutto in questi chip, in modo che se qualcuno protesta contro quello che facciamo o non rispetta qualcosa che vogliamo basta solo cancellare i loro chip.” Pensate proprio che le vostre carte di credito non contengono già questa preannunciata tecnologia?

    Nel 2005 il congresso con la scusa della guerra al terrorismo fa passare la legge sulla vera identità che entra in vigore nel 2008. Questa contiene un codice a barre di cui si può fare una scansione
    e che contiene le vostre informazioni personali, poi la carta sarà equipaggiata con un modulo di rintracciamento veri chip RFID cheregistrerà tutti i movimenti delle persone, questo già è stato fatto
    con i passaporti. Poi i microchip verranno messi nelle carte di credito, così come già pian piano stanno facendo, sostituendo le carte a banda magnetica con le nuove carte con i nuovi chip elettronici. Affinché il frutto del nostro sudato lavoro, i nostri soldi saranno sotto il loro controllo, specie dopo aver tolto il denaro dalla circolazione per essere loro schiavi attraverso una moltitudine di carte di credito.

    Per avere prove della certezza dell’auto attentato dell’11 settembre, basta andare su internet digitando 11 settembre AUTOATTENTATO. Riportarle in questa esposizione è troppo lunga, andando su Youtube Potete tra l’altro vedere le esplosioni controllate che avvengono per far cadere i grattacieli con le testimonianze delle persone presenti (vedi Zeitgeist).

    E pensare che anche tantissimi nostri giovani figli Italiani, tante giovani speranzose promesse, spesso per non trovare un lavoro, una sistemazione economica, sono motivati ed indotti psicologicamente ad arruolarsi come volontari per essere involontariamente ed inconsapevolmente pedine di quella assurda decisione presa da pochi corrotti uomini politici. Politici che dal più piccolo al più elevato, appoggiano celatamente questo celato malevolo distruttivo scopo che crea tanto effimero potere, ma soprattutto tanti morti, tanti commemorati eroi della nostra amata patria. Quante madri, quanti padri, quanti genitori piangono e dovranno piangere i loro figli? Per non palare dello stesso intollerabile grande dolore da chi sta dall’altra parte di questa nostra amata terra.

    Ecc…
    Con tutte le giuste riserve di questo mondo, se pensate minimamente che in queste mie parole, in qualche modo, ci fosse un minimo di fondamento, non verrebbe spontaneo riflettere sul perché del vero terrorismo psicologico?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...