Invito a riflettere

Carissimi, secondo voi siamo alle soglie del principio della fine della nostra cosiddetta civiltà? Aspetto le vostre riflessioni e siate folgoranti!

Gabriele

32 Risposte

  1. Cosiddetta civiltà! la dice lunga, quindi fine è principio Insieme! Ma il Buio sarà Tremendo, altro che Inferno,… poi………. comunque quella o quelle scatole delle Sorprese si Apriranno, allora vedremo….! per il momento mi fermo qui! Notte Professore!

  2. troppe coincidenze, troppe rivelazioni, con ogni voce e da ogni parte del mondo, ci giungono dal passato, e quasi tutte è come se volessero trasmetterci un unico messaggio : “capiranno in tempo? ce la faranno?”

  3. Allora che sia la fine di tanto e troppo patriarcato.
    Mi piacerebbe un ritorno alla Grande Madre alle donne sagge quelle che facevano l’amore nei giorni del mestruo perche’ si….sentiva mooolto di piu’ il contatto con l’oltre.
    ciaooooo
    abbastanza folgorante?????

  4. Mi capita spesso di sognare la fine di tutto e sonceramente credo che servirebbe per risvegliare la nostra coscenza.

  5. Che strazio questi discorsi disfattisti e banali:
    non ci sono più le mezze stagioni, fine del mondo, dove andremo a finire di questo passo?etc.
    Non andremo a finire proprio da nessuna parte..
    Quando si inizia uno di questi discorsi, sembra che la totalità della popolazione umana sia composta interamente da mongoloidi con tendenze di annientamento…
    Queste sono solo delle grosse stupidaggini.
    Intanto ogni essere umano ha come obiettivo ultimo la ricerca della sua felicità, che è una cosa positiva.
    Non è che 8 miliardi di esseri viventi vogliono la terza guerra mondiale o altre stupidaggini del genere..
    A volte si parla dell’ uomo dipingendolo solamente come un mostro o un essere capace solo di azioni orribili…
    Sono proprio stufa di questi luoghi comuni e di questi discorsi senza capo nè coda. Moriremo tutti, non c’è domani…
    Passiamo a un analisi un pò più equilibrata.
    Si è vero al momento ci sono vari problemi da risolvere e si l’ uomo è anche quell’ essere in grado di compiere atrocità ed è anche vero mongoloidi nè trovi ovunque 😀
    In realtà esistono moltissime persone dotate di buon senso che tutti i giorni si battono per rendere migliore il posto in cui viviamo, contro l’ insensibilità generale che si ha in questo momento..
    Non solo l’ uomo è anche in grado di creare le cose più sublimi su questa Terra, dove molti odiano altrettanti e di più amano e dove alcune persone commettono grandi errori, che potrebbero mettere anche in serio pericolo lo stile di vita di oggi altri riparano a questi danni.
    In poche parole la nostra civiltà è destinata a sopravvivere perchè molti di noi si impegnano ogni secondo per far star meglio se stessi e chi li circonda, quindi nonostante i molti problemi e contraddizioni della nostra società, ce la faremo perchè siamo pieni di elementi validi, di progetti illuminanti e nel presente di ora ci sono già tantissimi uomini che si stanno muovendo per creare qualcosa di bello…
    Quindi finiamola con tutte queste caxxate, mettiamoci d’ impegno e agiamo invece di dare fiato alla bocca solo per riempire di aria l’ atmosfera. un pò di fiducia in più nel prossimo e verso la nostra umanità non guasta invece di questo disfattismo inutile e pedante, un pò di fiducia in più anche verso le nostre capacità di poter trasformare quel quid in un qualcosa di bello. Siamo creature con mille qualità in potenza e abbiamo la facoltà di scegliere, perchè bisogna sempre credere in anticipo che faremo la scelta sbagliata?
    Non ha senso, ha più senso agire per riuscire a risolvere i problemi di adesso con le proprie capacità, ognuno nella sua quotidianità, SENZA FASCIARSI LA TESTA PRIMA ESSERSELA ROTTA.
    PERCHè PENSARE GIà MALE A PRIORI?
    Nel 2012 non ci sarà nessuna fine del mondo e il mondo andrà avant con le sue pecche, ma andrà avanti e oltre alle sue pecche, procederà anche con i suoi pregi.
    La nostra civiltà non è perfetta ma è ciò che abbiamo e su questo abbiamo da lavorare e in questa possiamo essere felici…

    BASTA COMMENTI “AUTOLESIONISTI”

  6. NO! … Più folgorante di così? 🙂 … Sì?
    E va bene, ci riprovo…

    Sto dentro e sto fuori dai Grandi Numeri:
    Sembra… che questa civiltà sia ad un bivio e che… “le divinità spodestate stiano ricadendo sull’uomo… e che stiano spezzando l’unità della coscienza con la loro forza archetipica” (direbbe sostanzialmente Jung!): l’uomo non sa più raccontarsi e vive nel continuo osservarsi nell’atto medesimo del proprio vivere (…é un pensiero non ricordo di chi ma che sottoscrivo!).
    L’uomo non sa più raccontarsi perchè non esiste più il Tempo, quell’intervallo convenzionale tra causa ed effetto, fonte e destinatario, tra sentimento e ragione, nel quale tutto viene elaborato e tutto scorre… Scorre il tempo, ora, così velocemente che le persone non entrano più nella storia: sono dentro e fuori.
    Quello che è al di là dello schermo e quello che è al di qua coincidono, coesistono… Ed il dialogo è un percorso lastricato di “lapsus” oppure da frasi con l’opzione “predefinite”. Osservo la perdita dell’uso del pollice opponibile all’indice, che diede inizio alla grande Storia e così mi chiedo cosa stia succedendo al nostro cervello se non “domanda” di impastare torte di terra e manipola invece tutto il resto; se le scatole di latta sono un’opera d’arte…
    Ma il cuore, il cuore… E? ancora vivo: sentite che bel rumore! Che bel Numero vivo! Chi l’avrebbe mai detto che un Numero facesse tutto questo gran bel rumore?
    Forse potremmo tutti insieme – chi è fuori i grandi numeri è pregato di rientrarvi – smetterla di pensare che qualcosa che comincia a funzionare sia all’inizio della sua fine: perchè penso che si possa vivere anche con qualcosa che non funzioni e se ogni tanto è il cervello a non funzionare, ed è il cuore a tirare…
    Una ex tachicardica

  7. Siamo nel mezzo… alle porte, ma ancora non troppo vicini, di una nuova era.

  8. ….a me sembra che la nsotra cd. civiltà non abbia assolutamente più degna della parole, del concetto di civiltà! Se paraganoniamo quella che è la nostra civiltà a quelle grandi del passato 8ovviamnete con le dovute differenze che caratterizzano ogni epoca) a pare che oggi siamo più in una macchina che va anavti a farza di inerzia, di apparenze e di banalità. Mi chiedo ma dove sono finiti quei valori come la Filia, la filantropia, il rispetto per “gli invisibili” (come direbbe Hillman), ilò contatto con l’anima mundi e l’amore….sì, perchè nella nsotra civiltà, in questa società non vedo Amore. E non mi riferisco solo all’amore tra due persone, ma all’amore tra esseri umani in quanto tali…a me sembra che quei principi e quei valori come la poesia, l’arte, una buona lettura, il ricordo di antiche fiabe siano andati persi ormai da troppo tempo…la nostra è una società tecnologica, ma priva di un vero cuore che batte….per me la civiltà era lquella greca di platone e di Pericle, la Roma antica riunita attorno al circolo di Mecenate o il senso di conquista umano innanto framnmisto alla sapienza del grande Alessandro che amò talmente tanto la cultura da erigere la famosa biblioteca alessandrina, oppure la cultura astronomica dei maya….insomma le vere civiltà sono altre quelle che hanno dato spazio alla conoscenza, alla saggezza, alla cultura, alla libertò di pensiero., e soprattutto che mettevano l’amore al cnetro della loro vita terrena…
    francamente la nsotra più che una civiltà, mi smebra un mondo per lo più composto da automi che si conformano alle mode del momento e che del cervello hanno fatto un optional inusato…e del cuore, peggio ancora, solo la batteria per continuare a camminare su questa terra….
    a volte sogno di essere ad Atena roma, ad Alessandria o in Egitto a guardare queste popolazione più povere da un punto di vista teconologico, ma sicuramente più ricche quanto a pensiero, Anima e Cuore…..

  9. Possa il Sole illuminare sempre il tuo cammino, Gabriele caro. Ti abbraccio forte…

  10. Stiamo cambiando il nostro essere, non è la fine della nostra civiltà. Le nostre origini di uomini semplici, le abbiamo lasciate in armadi polverosi e cadenti. Ci siamo fatti imperversare dagli egoismi e dall’indifferenza verso gli altri. Solo il nostro “io” è la considerazione primaria e poi niente. Perchè questa distruzione dell’anima? Apriamoci al mondo, agli affetti, costruiamo ponti di dialogo positivo verso la vita stessa, quella vita che ho preso con forza dalla bestia maligna che vuole uccidermi. Per ora ho vinto una parte del gioco. Il resto si vedrà. Un saluto al Grande Gabriele. Ciao.

  11. L’oroborus è un serpente che si morde la coda che, su cicli ben determinati divorando se stesso genera un nuovo più evoluto cerchio che si somma alla scala spiraliforme del DNA così come in tutto l’universo… COSI’ IN ALTO COSI’ IN BASSO… c’è chi sale c’è che scende secondo i meriti del cuore…. è la legge del creato che accoglie/raccoglie ogni scintilla divina di buona volontà e da altre possibilità a chi non ha capito la legge dell’amore di redimersi su un piano di coscienza più basso….

  12. ….mentre stamane facevo le mie commisisoni, mi sono ritrovata in centro…e tra le belelzze archittetoniche ed artiustiche di una Roma afosa e calda….mentre gaurdavo le facciate dei monumemti, statue, piazze uniche e pregne di arte e di storia…mi sono chiesta: ma noi, noi del terzo millennio cosa lasceremo ai posteri?
    sì, la teconologia mi son risposta…ma la tecnologia è nulla rispetto al genio del pensierio, al genio di un pittore, di aun artista, di un Michelangelo, di Bernini, di iun Madreno che ha disegnato quella meravigliosa facciata di san Pietro….rispetto ad un Canova e a tatntia lotrio che hanno fatto dell’estro, dell’immaginazione e dell’arte quyalcosa che è andata oltre ogni barriera spazio-temporale!!!
    inoltre le persone non si fermano più a guardare i capolavori da cui sono circondante le strade su cui camminano, tutte prese a consultare i loro appuntamenti sul cellulare o a parlare al cellulare o cmq presi solo dai propri impegni….
    le persone oggi, e questo in tutto il globo, vivono solo in funzione del proprio ego, del propri essere dimentichi che si vive in una società….ma della società si è dimenticato proprio il suo significato, il socializzare, l’0essere amici, il condividere….tutto questo ormai manca…
    se avessi una macchina del tempo, non esiterei a partire…..vorrei tornare ai grandi banchetti di Platoni doveera piacevole conversare, disquisire e fare Anima tra amici nella serenità più semplice….e nella maniera più bella….seduti dvanti a del buon cibo….
    questo abbiamo perso, la nsotra società ha perso…il senso del “convivio”…

  13. Siamo alle soglie del principio di una rinascita. Mi piace essere positivo e ad ogni calamità, di qualunque natura sia, segue sempre una ricostruzione. Parafrasando Steve Jobs “siate affamati, siate folli”, rifiutate le catalogazioni ed aspirate a migliorare questo bistrattato nostro mondo. Il contributo di ognuno di noi per risalire l’attuale crisi della nostra civiltà, sarà una piccola pennallata per realizzare un’opera d’arte.

  14. SIAMO ALLA FINE DI QUESTA NOSTRA COSIDDETTA CIVILTA’ ?

    naaaa 😉 😛

    _

  15. Manuuuuu simpaticcimo amico,….
    un carissimo saluto e pure un bacio….se no magari dici che sono tirchia ahahahahah
    dall’infermiera Bea-Elliot!!!!!

  16. “Zio Vania gli puntò contro un cosciotto d’antilope con gesto accusatore:«Perché quello che hai fatto ti ha spinto fuori dalla natura, Edward. Si tratta di colpevole superbia, come fai a non capirlo? Ed è il minimo che si possa dire. Eri un figlio della natura, semplice e pieno di grazia, facevi parte dell’ordine della natura, di cui accettavi i doni e i castighi, le gioie e i dolori: così vivace, così autosufficiente, così innocente. Partecipavi al grande e mirabile disegno della flora e della fauna, che vivono in perfetta simbiosi, e però progrediscono con infinita lentezza nella maestosa carovana del mutamento naturale. E adesso dove ti ritrovi?»
    «Sentiamo un po’, dove mi ritrovo?» rimbeccò papà.
    «Tagliato fuori» sentenziò zio Vania.
    «Tagliato fuori da che cosa?».
    «Dalla natura… dalle tue radici… da qualunque senso di appartenenza reale… dall’Eden».
    «E anche da te?» sorrise papà.
    «Certo anche da me» disse zio Vania. «Io disapprovo, te l’ho già detto. Disapprovo con tutto il mio essere. Continuo a vivere da semplice e innocente figlio della natura. Ho fatto la mia scelta. Resto scimmia».
    «Vuoi ancora un po’ di antilope?»
    «Grazie, ma adesso preferirei assaggiare l’elefante. […]»»

    (Roy Lewis, Il più grande uomo scimmia del Pleistocene, Adelphi 2010: 55-56)

    Mi è venuto in mente questo libro, letto tanti anni fa, lo stralcio l’ho trovato tramite internet
    saluti
    patrizia

  17. Vorrei essere ottimista e sperare che dopo l’ultimo secolo appena trascorso ci sia una presa di coscienza collettiva, un risveglio, e quindi una crescita dell’umanità che, superando l’esasperato individualismo, riducesse le spinte egoiche per favorire scelte più solidali e tolleranti. Meno egoismo, più equità sociale, maggiore redistribuzione delle risorse del pianeta e chissà che proprio questa crisi mondiale non sia l’occasione, così come avviene per le crisi individuali, per un ripensamento dei veri valori e quindi per un revisione delle priorità e delle conseguenti scelte.
    Una fine per iniziare un processo per la nascita dell’uomo nuovo.
    Siamo a un bivio del resto e penso che da come verrà gestita questa fase politica, economico-finanziaria dipenderà molto del futuro del nostro pianeta.

  18. Manu hai detto ciò che ho detto io ma molto meglio e conciso!!!!

    Non siamo mica 8 miliardi di autolesionisti (e anche un pò mongoloidi, perchè ce ne vuole) che ci autocondanniamo a una fine come questa:


    O il mondo è abitato da 8 miliardi di pirla o se no, non faremo mai questa fine o simil fine…

    Per fortuna non è cosi,
    ma per molti di noi invece è in questo modo: (perchè molti di noi siamo così)

    anzi il nostro futuro sarà bello, proprio perchè in noi esiste la bontà e siamo circondati dalla bellezza della natura e dalla bellezza che vive dentro in noi, nel nostro cuore…
    E questa bellezza è destinata a trionfare, il nostro futuro sarà il paradiso, ma in Terra…

    Pensiamo troppo e sentiamo troppo poco. Più che di macchine abbiamo bisogno di umanità. Più che di intelligenza abbiamo bisogno di dolcezza e bontà.

    Chaplin

    Fatti non foste per viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza.

    Dante

  19. Non siamo mica 8 miliardi di autolesionisti (e anche un pò mongoloidi, perchè ce ne vuole) che ci autocondanniamo a una fine come questa:

    film: fine pianeta delle scimmie

    O il mondo è abitato da 8 miliardi di pirla o se no, non faremo mai questa fine o simil fine…
    Per fortuna non è cosi,
    ma per molti di noi invece è in questo modo: (perchè molti di noi siamo così)

    anzi il nostro futuro sarà bello, proprio perchè in noi esiste la bontà e siamo circondati dalla bellezza della natura e dalla bellezza che vive dentro in noi, nel nostro cuore…
    E questa bellezza è destinata a trionfare, il nostro futuro sarà il paradiso, ma in Terra…
    Pensiamo troppo e sentiamo troppo poco. Più che di macchine abbiamo bisogno di umanità. Più che di intelligenza abbiamo bisogno di dolcezza e bontà.
    Chaplin
    Fatti non foste per viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza.
    Dante

  20. Pensiamo troppo e sentiamo troppo poco. Più che di macchine abbiamo bisogno di umanità. Più che di intelligenza abbiamo bisogno di dolcezza e bontà.
    Chaplin

    questa è la frase, non quello che viene prima 😛

  21. cosa significa civiltà?
    la cultura domina la natura.
    l’uomo non è nè animale, nè sociale e tantomeno civile.
    pensare alla civiltà è pensare alla sua fine.
    il mondo dell’ombra….

  22. Il 2012 non è altro che un inizio pieno di imprevisti.

    Alberto Casiraghy

  23. Mel, in realtà il mio no era ironico….
    ma non vorrei che ti arrabbiassi di nuovo

    …tanto più che, per me
    la sostanza non cambierebbe
    . 😎

    _

  24. con “sostanza”, intendo la Musica …ovviamente 😉

    PEACE

  25. x Basalto

    ” non resta che tornare agli alberi…. 😉

    LIBRO DIVERTENTISSIMO
    . 😀 !!

  26. …massì, un bacio!!

    AL BANDO LA TIRCHIERIA, BEA-ELLIOT
    VIENI,
    VIENI QUI…. 😉

    SMUACKKKKK
    . 😎

    _

  27. ….non rifiuto mai un bacio!!!!!!
    …poi di questi tempi!!!!
    caro Emanuele, sei davvero simpatico!

  28. chissà quanto durerà, la fine del mondo che stiamo vivendo?

    il mondo ormai è fatto solo di parole. sono queste che impediscono di comunicare davvero, …i giovanissimi lo sanno, e cercano di sostituirle
    con gesti d’amore , che confondono per amore ed invece diventano di solo piacere … meccanici sentire di vuoti sentimenti …. ma chissà! : se è vero che i giovani creano il mondo, cosa ciò voglia dirci..

    penso che i giovanissimi combattono la depressione imposta , irrorata , dai massmedia ..per comporre un equilibrio che il lucido materialismo vuole far smarrire, per smarrire il dolore che viene loro ripetutamente proiettato..

  29. chissà quanto durerà, la fine del mondo che stiamo vivendo?

    il mondo ormai è fatto solo di parole. sono queste che impediscono di comunicare davvero, …i giovanissimi lo sanno, e cercano di sostituirle
    con gesti d’amore , che confondono per amore ed invece diventano di solo piacere … meccanici sentire di vuoti sentimenti …. ma chissà! : se è vero che i giovani creano il mondo, cosa ciò voglia dirci..

    penso che i giovanissimi combattono la depressione imposta , irrorata , dai massmedia ..per comporre un equilibrio che il lucido materialismo vuole far smarrire, per smarrire il dolore che viene loro ripetutamente proiettato..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...