Va, Tosca!

Il diabolico Scarpia, dove la RATIO dilaga e incontra la parte oscura:

9 Risposte

  1. a doppia mira tendo il voler…. Scarpia, il mostro, l’uomo cattivo che la donna deve distruggere …… attraverso l’uccisione del di lei amor. perchè? è anche questa una rappresentazione del delirio di onnipotenza del dongiovanni (simbolicamente, il potere del potente) che non riesce a dominare il proprio sentimento riflesso in lei? annientarla per eliminare la parte romantica (rappresentata dall’uomo che lei ama) che invece lui non può riconoscere in se stesso? uccidere lei perchè lei non può innamorarsi del potere?

    p.s. Scarpia, il mostro, l’uomo cattivo che la donna deve distruggere (il soggetto della frase è Scarpia, anche se …..)

    p.s. 2 il potere mira sempre al doppio voler. il potere è simbolico di dualità.

    p.s. 3 il potere è così imbastito di ipocrisia da non poter riconoscere la bellezza delle vite oneste….

  2. La cosa più sublime dell’opera è il sacrificio di “Tosca”. Non quello fisico perchè non avviene, ma quello intellettuale. Da ad intendere a Scarpia di poter cedere alle sue basse voglie, ma nel momento cruciale dimostra la sua dignità di donna e lo accoltella.
    E l’esclamazione “davanti a luii tremava tutta Roma” la dice lunga. E’ una esclamazione di liberazione e di riscatto di tutte le persone, donne innanzitutto, oppresse dallo sbirro. In questa veste Tosca appare una eroina che ha anticipato i tempi e lotte per l’emancipazione femminile. E ad anticipare queste idee indirettamente è proprio lui, Puccini, che di donne ne ha avute e circuite tante. Sono i casi contorti della vita!

  3. è strano come una persona potente non si senta ricca e appagata senza amore ..
    il potere è proprio cattiveria palesata..
    chi cerca il potere non lo cerca per nascondere la propria bontà ma per palesare la propria misera esistenza

  4. perdoni Prof . gentile ed adorabile genio, la mia amara inquietudine

  5. Cara Tea,
    parli come Shakespeare!

  6. Caro Salvatore Armando,
    anche se, come sai non amo la violenza, concordo. Scarpia è disgustoso, mai però quanto Iago…

  7. Cara Tea.
    tvBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBENE!!!!
    Grazie di aver acceso la luce per me ieri.
    Anche se dico tante sciocchezze è solo per non piombare a terra un’altra volta come un’anatra che faceva meglio a non starnazzare tanto perchè comunque chi mira bene c’è sempre…
    Ma a te che sei nobile cigno
    Vittoriano dedico la mia canzone preferita
    già messa una volta ma che io adoro canticch…
    pardon, starnazzare di tanto in tanto mentre
    lavo i piatti pensando sempre all’amore invisibile.
    Così mi pare che tutto fili liscio e che i piatti facciano SQUEEEEK
    come devono fare e così rifletto sugli angeli e le anatre e le loro
    differenze sociali in grembo a Dio.

    in versione easy….

  8. PARDON ..I am very sorrrrrrry ..
    of course I meant …
    CIGNO ELISABETTIANO.

  9. Jago incarna la viltà e l’ipocrisia fatta costume. Fingendo un falso compiacimento e volendo dimostrare il massimo di fedeltà al suo padrone, inventa prove fasulle per portare Otello alla perdizione in quanto è invidioso dei suoi successi anche amorosi. E per soddisfare questo suo farneticante progetto non ha alcun tentennamento o rimorso di utilizzare Desdemona per concretizzare questa sua follia, sapendo che in pratica stava per condannarla a morte.
    Ma la vendetta affonda le sue origini nella mitologia greca e stranamente in Italia non era patrimonio delle popolazioni del mezzogiorno, che tutti descrivono come sanguigne e vendicative, ma nelle regioni del centro nord.
    Il mondo è strano, caro Gabriele, e spesso l’informazione viene manipolata a proprio uso e consumo dalle persone depresse op da quelle che vogliono ricavarci un tornaconto personale o politico
    E sembra che anche gli dei della mitologia greca non scherzassero quando escogitavano le loro vendette.
    Se prendiamo l’Iliade, ad esempio, cosa fece Apollo per vendicare l’onta subita da Crise?..”destò nel campo greco un feral morbo, la gente peria colpa di Atride che fece a Crise sacerdote oltraggio”… almeno questo mi ricordo scrivesse Omero nella sua opera! E nell’Odissea? Abbiamo dimenticato tutte le altre vendette che piovvero addosso al povero Ulisse per aver portato offesa o mutilato le persone protette da alcuni dei?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...