In-Felicità

…Poiché grave peso
È l’infelicità, ma la felicità più ancora.

Friedrich Hölderlin, “Il Reno”, da “Poesie”, Giulio Einaudi editore, Torino, 1982

12 Risposte

  1. L’infelictà è un peso, ma il più grave peso è aver trovato la felicità e non rendersene conto!
    Inoltre credo che la felictà non consista in una cosa, in una condizione o in una grande quantità di denaro; credo che la felictà sia nelle piccole cose, nei picoli gesti, sorrisi, abbracci, nel cogliere l’armonia con il creato, lo stupirsi per un fiore che sboccia o il rammricarsi per uno che muore; la felicità è in noi: la felicità è lo stare bene con noi stessi e col mondo.
    La felicità è nella capicità di meravigliarsi, di emozionare e di emozionarsi, nel vivere appieno quello che il destino ci riserva e nella capacità di sognare cmq vadanbo le cose.
    La felicità è uno stato d’animo, lo stato d’animo del cuore e dell’Anima.
    Solo che spesso l’uomo è cieco e va alla ricerca della perduta felicità nell’isola che non c’è.

  2. “La felicità-secondo Socrate- è la sublimazione del nostro io”, nel senso che tutti noi abbiamo il dovere di conoscere la nostra anima. La vita ci riserva attimi di felicità e noi dobbiamo essere pronti a coglierli. Notte splendida a tutti. Un abbraccio particolare a te, caro Gabriele. Rosa

  3. Perché l’orgasmo finisce, nonostante l’attimo prima si sia raggiunta la felicità? Vi sono domande dove molte altre sono racchiuse. Veri e propri semi che se si aprono poi fioriscono e fruttificano. Sono giorni che ci penso. Nel frattempo, se vuole rispondere, si guardi rapidamente il mio blog. Troverà anche cose rubacchiate nel suo e di cui la ringrazio. Mani Khasam (nome simbolico)

  4. Ciao Valeria ovunque tu sia!!!!

  5. Cara Rosa,
    grazie di cuore, un abbraccio particolare anche a te!

  6. A proposito di” i soldi non danno la felicità”, ecco cosa possono e non possono fare:

    IL DENARO

    Può comprare una casa
    ma non un focolare;
    può comprare un letto
    ma non il sonno;
    può comprare un orologio
    ma non il tempo;
    può comprare un libro
    ma non la conoscenza;
    può comprare una posizione
    ma non il rispetto;
    può pagare il dottore
    ma non la salute;
    può comprare l’ agio
    ma non la vita;
    può comprare il sesso
    ma non l’amore.

    Precetto Cinese

    In poche parole per l’ anima i soldi valgono come l’ acqua può servire per respirare: affoghi!!!

  7. Grazie, Rosa 🙂 .. fresca aulentissima ……

  8. Un precetto, cara Melusina, da scrivere a caratteri indelebili nel cuore della nostra civiltà che si nutre di materia e materia…

  9. si, l’ho copiato,
    se mi arrivasse una cartella
    esattoriale senz’altro darò
    questo precetto all’esattore.
    Basterà?
    Italia nel fango…e criminali!!!
    Dove ci porteranno su questa zattera e hanno ancora il coraggio di dire che il Turismo ci salverà..
    Che “comprare” è salvare l’Italia
    con quale moneta dovremmo acquistare?
    Con le carte “revolting”??
    Arrivano a fiumi a lavorare qui..e gli italiani che dovrebbero fare? Stare a guardare?
    Mi hanno detto ieri che le spiagge del Cilento sono vuote!!!, da me ancora c’è gente..ma hanno iniziato a rubare nelle case …cosa mai successa prima.
    Ma quando i topi/governanti scappano..forse è il caso di preparare una scialuppa di salvataggio
    e lasciare l’Italia prima che ci lascino in mutande seppure firmate.
    I soldi servono eccome, ma non sono usati bene.
    Vergognatevi!Grassi maialetti.

  10. bella cara Melusina, 😉

    RIFLESSIONE:
    Or chiedo
    chi siamo
    cosa chiediamo
    a chi vorremmo
    vicino?…
    non sarò mai
    quel che non sono
    per compiacer altro
    non sarò mai, l’immagine
    della proiezione altrui
    né del bisogno altrui
    potrò stare vicino al
    bisogno, se nel gioco
    delle menti non proietterete
    la vostra immagine interiore
    su me! guardandosi in quello
    specchio, se la mia d’immagine
    riflette, sappiate riconoscer
    il vostro doloroso inganno
    non un capro espiatore!
    Fareste solo stragi Innocenti
    non colpendo mai quel giusto
    specchio, sarete, saremo
    Ingabbiati, nella furia senza
    fuga, senza risalita!
    Perciò ho scelto i monti, riscoprirmi
    Natura,…
    e le genti, per quel che basta!!!
    se divenissi altro da me,
    il bene non giungerebbe
    Poiché non io sarei, ma il mostro
    di Me!!!

  11. veramente bella,”Il denaro” Melusina…

  12. peccato abbiano inventato il prozac le case farmaceutiche…. ne vedo imbottite le ”minestre”, dagli effetti ……….

    chi si incaRta….. nei soldi……..e nei soldoni, …. chi più grasso diventa più soldi ha bisogno per coprire le proprie ‘vergogne’…. 😉

    ricchi di tutto ciò che Loro esigono, assistiamo al Loro declino……..

    le Loro parole sono mute.

    mi hanno insegnato che invece di schiavi di turpitudini è più giusto circondarsi di musicisti, pittori, scultori, maestri di arti, culture ed esplorazioni, come maestri di Vita e di Bellezza!!!!!! ….. e non di ‘LussY’

    !!!!!!!!!che de-clino : scivolando giù giù dai ‘tri-clinii’ ….., dai seggioloni imbottiti di soldi ….!mah! si faranno proprio male

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...