La cosa più superba è la notte

Sopra: Vincent van Gogh, “Notte stellata”, 1889

[La cosa più superba è la notte]

La cosa più superba è la notte
quando cadono gli ultimi spaventi
e l’anima si getta all’avventura.
Lui tace nel tuo grembo
come riassorbito dal sangue
che finalmente si colora di Dio
e tu preghi che taccia per sempre
per non sentirlo come un rigoglio fisso
fin dentro le pareti.

(Alda Merini)

12 Risposte

  1. LA NOTTE

    T’amo notte adorata,
    che il muschio sulle tegole carezzi,
    che pace doni, ed anche il tuo ristoro,
    ai rondoni che cheti se ne stanno
    negli anfratti dei muri
    sonnecchiando.
    La luna, con i suoi raggi tremolanti
    pigramente s’adagia
    e lieve sfiora,
    col suo pallore una panchina stanca;
    poi lieve s’intrufola e carezza,
    tra i cartoni e gli stracci colorati,
    un vecchio vagabondo
    che russa goffo e s’agita sbruffando
    sognando vigne e vini spumeggianti.
    T’amo notte silente,
    rotta a tratti dal rapido battito dell’ali
    e dal singhiozzo stridulo e stridente
    dei pipistrelli in volo
    che frusciano per l’aria risvegliando
    ansie represse e antiche tenerezze.
    T’amo notte cangiante
    che sfumi il bianco e il nero
    per le piazze,
    che all’acqua d’una fonte dai colore
    e pennelli di luce
    i vecchi quartieri addormentati
    e le rotaie silenti dei tranvai.
    T’amo pia notte,
    amo la cappa folta
    della tua ombra,
    che fuliggine regala ed il mistero,
    che risveglia nel petto rimembranze
    ed agita tremori antichi e mai riposti.
    E mentre filtra dal bosco
    un lieve lucignolo che ondeggia
    tra i rami radi delle acacie spoglie,
    quella pace ritrovo
    ch’era spersa
    su una spiaggia battuta dai marosi,
    che con affanno invano io ricercai
    per strade brulle, per sentieri impervi,
    e che paziente invece se ne stava
    cullata tra i rami dei castagni:
    ché la felicità perduta
    poi ritrovi
    nelle piccole cose del creato
    e nel silenzio della sua natura
    che la serenità e la pace ti regala.

    Santoro Salvatore Armando
    (Boccheggiano 12/12/2004 15.34)

  2. Quale migliore tela del buio, della notte, per proiettare l’infinito che si nasconde dentro di noi?

  3. notte che puntuale giungi
    allieta col buio ristoratore le cascate del mio cuore,
    che stanco trova respiro tra le tue braccia

  4. Caro Mauro,
    grazie di questo tuo sospiro notturno!

  5. Hai ragione, caro Andrea. Come “L’impero delle luci”… A presto!

  6. Caro Salvatore,
    che notte che ci hai donato!

  7. Un forte abbraccio Professore!

  8. La cosa più superba è La vita, se pur Amo La Notte, poiché tace quella meccanicità dell’essere!

  9. Caro Andrea, un forte abbraccio anche a te. Buona domenica e grazie!

  10. è Morfeo che di notte mi porta dove i miei desideri sono confusi tra i colori…..
    è il giorno che apre il terreno ai semi del mio volere

  11. E QUESTA NOTTE NON E’ PIU’ COINVOLGENTE?

    FONTEVERDE
    (Di Boccheggiano)

    Nella notte,
    spoglia di segmenti e curve,
    quando la luna
    zampe e viso
    nella pozza lucente sguazza,
    annusa l’aria e l’orecchio tende
    il capriolo selvaggio
    e il muso affonda
    sì che il riflesso lume
    ancheggia e sfibra.
    Occhi lucenti
    sulla fresca pozza sfiora,
    e annusa il labbro
    l’intenso odor di mucillagini verdastre
    che fondo e fianchi
    della fonte imperla.
    Lieve, palato e gola sfiora
    limpida l’acqua, scivola
    e accarezza la molle lingua
    e il senso dell’arsura smorza.
    Un’ombra nera
    l’ali abbrunite sbatte
    e si disperde l’urlo della civetta
    nel fitto bosco
    che amorevolmente allaccia
    piante e animali
    e dopo si addormenta.

    Santoro Salvatore Armando
    (Bocheggiano 17/03/2006 1.41)

  12. …è una notte dove s’incontra la Grande Madre, dove tutto è sensibile, dove «tutta l’aria
    è piena di anime…», caro Salvatore Armando. Grazie di questo tua percezione del mistero e della luce della notte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...