Cu’ mme’

11 Risposte

  1. Caro Gabriele, questa canzone è pura poesia. Inoltre, le voci di Murolo e di Mia Martini sono magiche. Comunque io ora sono di nuovo in ospedale e i medici cercano di ricostrurmi una falange rotta. Gabriele, mi puoi mandare un sms o chiamarmi? E’ urgente! Aspetto un tuo messaggio…Altrimenti non importa

  2. Questa canzone, che lascia il segno, mi è piaciuta appena l’ho sentita, e così anche gli interpreti che la cantano divinamente. Spero tutti sappiano che l’autore è il chitarrista, cioè Enzo Gragnaniello. Lui stesso l’ha cantata con Loretta Goggi ed anche loro sono stati grandi nell’interpretazione. Buona notte, Gabriele.

  3. Benedetti i popoli del Mare.
    Il Mare canta canzoni senza fine
    Lunghe carezze dell’onda
    Sull’ anima mia

  4. Prof, direi: il Senex ed il Puer… Dedalo e Icaro… Mia figlia ed io!
    Ma evoco “Gabriele” nella tradizione orientale: combattuto tra Dio e l’Uomo…
    Potranno i …tre… incontrarsi “sul” mare? IL cuore mi dice che esiste una strada che padre e figlia potranno percorrere insieme. 🙂 Un bacio

  5. Cara Rosa, mi dispiace ma non sono riuscito a trovare un po’ di tempo. Mi dispiace molto per i tuoi problemi di salute. Ti sono vicino. Baci baci

  6. Caro Gabriele, grazie per la tua solidarietà. Baci baci

  7. Grazie a te per la comprensione. Un abbraccio di vero affetto.

  8. Buongiorno Gabriele e un grande abbraccio grosso come un sacco di farina.

  9. Cara Rosa, sono rammaricata, ieri ti ho inviato una mail e attendo una tua risposta appena ti sarà possibile.
    Un abraccio
    Anna

  10. Sì, è poesia…Poiche’ tra qualche giorno non potrò connettermi fino a fine mese permettetemi di riportare questi sgangherati miei versi scritti così di getto ieri sera:

    Mare, custode profondo dei miei desideri,
    accogli e abbraccia questa tua figlia,
    rigenerami con le tue fresche acque salmastre.
    Tu che sei vita fammi ritrovare gli slanci perduti.

    Sole, sfiora,accarezza, riscalda
    questa tua amante fedele,
    ricaricami con la tua energia
    che io, avida, assorbo.

    Tra l’alternarsi perpetuo dell’alba e del tramonto,
    dell’alta e della bassa marea,
    oh mare,
    oh sole,
    riprendetemi con voi
    affinche’ io possa rientrare
    nel ritmo della vita.

    E tu, Luna,
    che rischiari le notti buie,
    tu sempre invocata da poeti e cantori,
    da innamorati di ogni tempo e luogo,
    quando vicina a te è la più bella,
    dona anche a me un sogno,
    un dolce sogno d’Amore.

    Anna Ferrara

  11. Cara Anna,
    grazie di aver con-diviso con noi questo tuo abbraccio di Psiche. Ti auguro una buona serata e ti invio un grande abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...