Blake: contatto con gli spiriti

“William Blake era in contatto con gli spiriti che gli dettavano versi profondi e oscuri, disegni di un mondo di anime elette. E lui li trasmetteva ai suoi lettori, aprendo il sipario su un mondo nuovo. Lo stesso ha fatto Lord Byron, vagando di porto in porto con l’avventura nel cuore, tramutando la sua stessa vita in un lungo canto poetico, innalzando il poeta a invidiabile figura romantica.”
Tratto da “Libroterapia”di Miro Silvera, Salani Editore.
(William Blake, La sconfitta)

Annunci

62 Risposte

  1. Ecco gli opposti che si incontrano… lo Spirito e la Materia
    Grazie Prof Gabriele caro, grazie

  2. Gabriele, a te l’augurio di un inizio di settimana Raggiante. Dal profondo di Anima, un caro abbraccio!

  3. La poesia è rivelazione e visione .Fin da giovane Blake sosteneva che che” Un solo potere fa il Poeta.l’Immaginazione, la Visione Divina” e che l’artista” copia” non già la natura , ma l’Immaginazione che diventa energia incorporata nella forma.Blake fu il primo grande cantore della libertà , il profeta contro l’Impero, fu dalla parte degli oppressi ,dei diseredati e degli sfruttati.Adoro quelle sue antinomie e coincidenze e quella sua vena profetica….Buona vita !

  4. Buon Giorno Carissima Maria Allo
    Conoscendo il tuo prezioso amorevole poetico fantastico cuore, sinceramente dispiace contraddirti perché le verità sempre hanno solcato le ali del tempo. Il grandioso Brake non fu il primo a parlare di LIBERTA’ DELL’ESSERE… il concetto di libertà è intriso nella notte dei tempi, nacque insieme ai primi colonizzatori che dai mari del cosmo portano quel seme interstellare anche in questa amata terra…

  5. Anch’io ho qualcuno che mi detta i versi.
    E’ un rompicoglioni incredibile.
    a volte siamo così falsi
    nella vita
    che il nostro stesso spirito
    ci si mette accanto e ci dice la verità.

  6. Raffaele caro, Blake è il genio rivoluzionario del Romanticismo inglese e rifiuta ogni principio di autorità e il conformismo religioso. E’ il primo a cogliere il nefasto significato e le catastrofiche conseguenze della predominante rivoluzione industriale.E’ nemico della repressione e dell’inibizione e in” The Marriage of Heaven and Hell ” si può scorgere che lui, artista mistico, sa farsi interprete dell’esigenza di libertà e di rinnivamento non solo delle coscienze individuali maanche della realtà storica del suo tempo.Ecco mi riferivo a questo……..Buona vita a te! Grazie

  7. Carissima Maria allo,
    Nulla togliendo al grande Blake, la storia degli uomini è ancora più antica di quello che si possa immaginare…
    Per non citare gli antichi o i grandi personaggi rinascimentali, per es. hai mai sentito parlare di Jacob Böhme, che anche se poco citato nei manuali di filosofia, nei suoi scritti sono presenti molti elementi che verranno successivamente sviluppati dal pensiero metafisico tedesco: già con Spinoza della generazione immediatamente seguente, come anche nel Goethe, con Hegel (che lo considerava «il primo filosofo tedesco») e soprattutto Schelling, da lui influenzato in particolare nella sua seconda filosofia; quindi Arthur Schopenhauer (1788-1860), i trascendentalisti come Emerson e Thoreau, Friedrich Nietzsche (1844-1900) fino a Martin Heidegger (1889-1976) contengono echi delle sue riflessioni, per non parlare del grande Mistico / veggente e soprattutto di un vero grande INIZIATO, RUDOLF STEINER (le cui opere accolsero nel suo grande cuore quasi tutte le arti, prova è il Goethenum in svizzera, con i suoi quasi 350 scritti, per non parlare delle 6000 conferenze ) o degli stessi echi che giunsero alle orecchie di Erasmo, Paracelo, di G.Bruno, dei Martinisti, dei Rosa Croce, di Saint Germani, di Saint Matin ecc. ?
    Il suo pensiero influì in maniera rilevante sull’evoluzione del filone teosofico e mistico del pensiero romantico che attraversò il nord Europa fino al XX secolo.

    Questa è la voce del tempo che parla all’orecchio interiore d’ogni vero saggio ricercatore d’anima….

  8. Vedere un Mondo in un granello di sabbia,
    E un Cielo in un fiore selvatico,
    Tenere l’Infinito nel cavo della mano
    E l’Eternità in un’ora.

    William Blake

  9. ” (…) Come diceva il poeta romantico William Blake:
    “Si può fare qualcosa di buon quando l’uomo è dentro l’uomo.”
    Avere dentro di sé una passione è demoniaco; essere dentro una passione, ovvero nel mondo dell’emozione, nel mondo in cui essa rende manifeste tutte le cose con una visione o un’intuizione specifiche, può invece muovere l’anima verso un rapporto più profondo ed epifanico con il mondo.
    (James Hillman).

    Tratto da “Dizionario di inconscio e magia” di Gabriele La Porta.

  10. Non è, infatti, senza significato , caro Raffaele,che Blake finisca per opporre all’arte classica e neoclassica la poesia della Bibbia, ispirata e profetica che sfocerà nel tentativo di far rivivere l’antica tradizione profetica e visionaria ebraica , la tensione verso l’Apocalisse e la Nuova Gerusalemme. Nei suoi libri profetici,influenzato da Milton , Blake tenta una sua forma di Bibbia una sorta di Bibbia rovesciata e di contaminazione fra la forma classica dell’epica e il tema biblico che susciterà le critiche di Eliot e di altri con lui.Caro Raffaele io non mi riferivo affatto al concetto di Libertà dell’Essere, ma alla vena profetica di Blake sia pure prolissa e oscura …..Buon pomeriggio

  11. Dalle parole del grande saggio che fu e sempre sarà:

    Nell’uomo c’è già la verità, la scintilla divina. Egli non deve dunque cercare fuori di sé la sorgente della Sapienza, non acquisire conoscenza dai libri, (semmai servono solo a risvegliare la sua passata raggiunta coscienza), ma risvegliare il proprio spirito alla conoscenza spirituale, che è in definitiva l’unica vera forma di sapere.

    «Non acquisisco la mia conoscenza dalle lettere e dai libri, ma la posseggo entro me stesso, poiché il cielo e la terra con tutti i loro abitanti, e inoltre Dio stesso, sono nell’uomo».

    Cos’è che impedisce all’uomo di riconoscere Dio entro se stesso?

    «Il tuo stesso udito, la tua stessa volontà e la tua stessa vista ti impediscono di vedere e udire Dio. Esercitando la tua volontà, ti separi da quella di Dio e impiegando la tua vista, tu vedi solo entro i tuoi desideri, mentre tali desideri ostruiscono il tuo stesso senso dell’udito, chiudendoti le orecchie con ciò che appartiene alle cose terrene e materiali. Ciò ti mette a tal punto in ombra che non puoi scorgere ciò che è supersensoriale e al di là della tua natura umana. Ma se rimani tranquillo, e ti trattiene dal pensare e dal sentire con il tuo sé personale, allora ti verranno rivelati l’udito, la vista e la parola eterni, e Dio vedrà, sentirà e udrà attraverso di te».

    Questo è ciò che spesso parla attraverso la voce del silenzio interiore al cuore di grandiosi esseri d’ ogni tempo.

  12. Carissima Beatrice,
    dietro quelle sagge mistiche trascendentali parole c’è veramente tantissima verità, ma questa verità diventa astratta, non tangibile e quasi soprannaturale/miracolosa se non passa per l’esperienza pratica…

    Perché pensi che spesso, io abbia innalzato anche il cuore di Castalda oltre ogni filosofia o psicologia speculativa? Perché quelle grandiose parole FURONO SPERIMENTATE SUL CAMPO e lasciate ai posteri attraverso quegli antichi tramandati insegnamenti sciamanici che i Lemuriani/Tolteci hanno trasmesso in ogni tempo attraverso i loro grandiosi emissari.

  13. Sì, cara Beatrice,l’Immaginazione è Eternità……….Baci

  14. Secondo l’esagesi ortodossa, volutamente, l’errore più grande è stato di imperniare tutta la nostra storia a partire dalla Genesi Biblica (risalenti a circa 3.500 anni fa ) con le nuove contrastanti rivelazioni presenti nei vangeli del nuovo testamento di 2.000 e passa anni fa.

    Ma cosa ne sappiamo veramente della vera storia di 6.000, 12.000, 150.000, 700.000… 4.000.0000 anni fa? Preistoria? NOOOOOOOO, già molto tempo prima viaggiavamo nello spazio/tempo insieme a tanti fratelli del cosmo… Oggi ci sono anche le prove e le testimonianze scientifiche di quell’antica tecnologia interiore che anche all’ora fu messa fuori….

    Ecco perché, e come tu ben sai , anche il V.M. Gesù ci disse: “ANCHE VOI DARETE TESTIMONIANZA CON ME, FINO ALLA FINE DEI TEMPI, PERCHE’ SIETE STATI COM ME FIN DAL PRINCIPIO DEI TEMPI”

    E’ solo una questione di dimenticanza, di MEMORIA da riesumare dal proprio cuore, e nulla di più…

  15. “Se, come diceva Jung, “ogni processo psichico è un’immagine e un immaginare”, allora la stoffa di cui è fatta l’anima è l’immagine…” : la Divina Immagine, il Sè, di cui si ammanta Blake, rendendo possibile l’incontro “artistico” tra la parte umana e quella divina, forma ed essenza: è il mito della generazione Celeste… dell’Apocalisse!

    Da “Songs of Innocence”, The Lamb (L’Agnello!)

    “Agnellino, chi ti fece?
    Sai chi ti fece?
    Ti diede la vita, e ti disse di nutrirti
    Dal ruscello e sopra il prato;
    Ti diede un vestito di gioia,
    Il più morbido vestito, di lana, luminoso;
    (Chi) Ti diede una così tenera voce,
    da fare gioire tutte le valli!
    Agnellino, chi ti fece?
    Sai chi ti fece?

    Agnellino, te lo dirò,
    Agnellino, te lo dirò:
    Egli è chiamato col tuo nome,
    Poiché Egli Si chiama Agnello.
    Egli è mite, ed Egli è buono;
    Divenne un piccolo bambino.
    Io un bambino, e tu un agnello,
    Siamo chiamati col Suo nome.
    Agnellino, Dio ti benedica!
    Agnellino, Dio ti benedica!

  16. Un grosso bacione per tuttiiiii viaggiatori dell’webbbb!!

  17. “Ero arrabbiato con il mio amico, e
    glielo dissi, la rabbia passò.
    Ero arrabbiato con il mio amico, e non
    dissi nulla, la rabbia crebbe”.

    W. Blake

  18. Che nel sogno
    fui lungo
    a comprendere
    d’essere veglia
    d’un tragitto
    già compiuto
    eppur ancora
    in cammino…
    nel continuo
    ripetersi..
    di ciò che
    più non è
    di ciò che
    già passato
    e pur s’affanna
    l’illusione,
    S’Affanna….

  19. …ma che bella lirica, Giuseppe. Grazie!

  20. Cara Beatrice, quanto è vero. Grazie

  21. Non mi ripeto nel ringraziarla, quelle perle che sono i video che tengo con me, in un ricordo sempre presente, poiché mai è passato se pur come tale spesso lo viviamo nella dolce melanconia…. essenza vicina alla immaginazione immortale! Proff, che dire… 😉

  22. mi fermo, ma solo per potersi deliziare un video alla volta… 😀 bella/e lirica, liriche

  23. finisco veramente, non aggiungo altri video, ma non potevo non finire che con questo….

  24. avendo letto il libro, ho sempre pensato Intuito, si trattasse di giordano bruno, o comunque… molto vicino ad essere a lui dedicato ispirato! in questo video, lei mi ha dato la conferma…. mi riferisco a “Pene d’Amor perdute”… Una Buona Notte a lei Professore carissimo, a tutti gli amici di questa fluida Casa…

  25. Caro Giuseppe,
    grazie, veramente. Buona giornata

  26. Caro Giuseppe69,
    quanti ricordi… grazie

  27. Caro Giuseppe69,
    troppo buono… questo mi onora veramente… Un abbraccio

  28. Carissimo Prof. Gabriele,
    Ringraziando il nostro fantastico amorevole Giuseppone, quanta saggezza ci ha permesso di contemplare attraverso le sue fantastiche belle riflessioni… QUESTA E’ LA DIVINA FIAMMA, LA VOCE DEL TEMPO CHE PARLA ANCHE ATTRAVERSO IL SUO ERUDITO BEL CUORE…..

  29. Sarà nuovamente cosi, lei ritornerà… io sto soffiando con tutta la mia diciamo forza, quel soffiare che lei conosce… che può mutare le nubi grigie in Sole… sfffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffsssssssssfsfffffffffff ((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((((…..

  30. io ricordo le sue trasmissioni ancor prima di inconscio e magia, tipo quello speciale si G.Bruno e altre, qualcuna se non ricordo con quel “mattacchione” di Funari… e altre, quale momenti lei ha regalato con quel salotto, momenti che continuo a sentirne la bellezza non esagero nel dirle pari, a quando lessi per la prima volta il simposio…! quella magia d’esser dentro bellezza…! Ora la saluto, ripeto lei Ritornerà….. 😉

  31. Ogni specchio
    contiene sette
    specchi…
    ognuno è lo specchio
    generatore…
    ognuno ne è contenitore
    riflessi… già, divenuti…
    eppur ancor visibili
    nel viaggio infinito
    dell’unico specchio

  32. Caro Prof.,
    cmq sia, sei sempre con noi…
    e per noi sei un sole che con il tuo affetto e la tua immensa sapienza scaldi i cuori e alimenti le Anima.
    Con tanto affetto, Bea

  33. dedicherò a questa pag, con il suo permesso i video delle nostre belle serate… in quel salotto senza distanza, qual era ed è magia e inconscio, inconscio e magia…. posso Proff, di tanto in tanto fare ciò? 😉

  34. si si si
    )))))))))))))))//))))//))/)/)/)/)/)/)/)/)/)/)/)/)/\______/)/)/)/)/)/)/)/)

    Incanto rovescia sibila ed irrompi
    trasforma congiura venti
    alisei tramontana e libeccio
    congiura al tempo al tempo
    vela alza non dormire
    saggio è l’ardire… il tanto desiderato
    Poco tempo ha chi non desidera..
    ssssssssssfffffffffffff((((((((((((((((((((
    vai dolce neve lungo la piega
    diventa fiume , diventa mare………
    sappi guardare sappi guardare
    cromato è senza tregua
    cornici di asfalto
    ripiega
    ombra di specchio
    ripiega.

  35. che meraviglia, cara Tea….ma, giuro, siete altrettanto per me 🙂 GRAZIE ANCORA. baci baci, gabriele

  36. Grazie della preziosa condivisione, caro Giuseppe!

  37. Caro Giuseppe, questa è casa tua-vostra-nostra, e quindi puoi fare tutto ciò che vuoi. Grazie mille di tutti questi ricordi

  38. Caro Giuseppe, mi colmi di lusinghe con questa tua dichiarazione. Mi fai un grande complimento, ma il Simposio è troppo divino! Comunque grazie, veramente

  39. Caro Giuseppe, sei veramente troppo caro!

  40. Vento e Bagliore!!!
    mi hai fatto un doppio multiplo regalo ! GRAZIE.
    non avevo letto la tua poesia sugli “specchi” quando ho scritto “il mio incantesimo” di asfalto.
    Leggi bene.Ti abbraccio.Allora sono io che devo “ben guardare”.
    he he heeeeeeeee…………………………………….. 😉

  41. bellissimo

  42. caro prof. sto ancora nel mondo dei sogni….scusi tanto….ma che significherà aver sognato dell’uva??? Buonanotte….cioè…buongiorno a tutti….

  43. qualcuno mi faccia una magia di caffeina ……..zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz…….

  44. Proff. quando lessi il simposio ero in quello stadio che non si può descrivere, mi creda, so che lo sa meglio di me cosa intendo! Ora ogni notte per tredici anni, qualcosa in più, per me quella mezz’ora era simile, pur non essendo li ero comunque immerso partecipe…. lei ripeto sa cosa Intendo, non è un paragone, né voglia di cpmplimenti, ma la mia verità su come sentivo, sento…. quei momenti di Bellezza, Rari in TV!!!

  45. forse che il Divino termina con Platone, che amo???… ecco la grandezza, nel non voler sentire come prezioso ciò che si è, che si è donato…!!! 😉 Io continuerò a soffiare sino a scoppiare, se lei sapesse che periodo che è stato quello, ma nello stesso tempo…. v’erano ali di più che compagnia, la compagnia spesso serve a ben poco, ma se v’è dell’altro allora serve…. e Come!!!!

  46. NON si creda sia l’elogio infantile, pur se infantile è Bello! ciò che sento dico, ciò che dico sento, apprezzo ogni tentativo, il Proff… che dice giustamente d’esser solo uno studioso, nulla di più, eppur è proprio in quel nulla di più che questo ragazzino… sa, senza timore, che v’è, se pur in Umano come tutti,… le labbra bagnate di quella fonte senza sorgente…! Non è solo elogio, ma è sentire, sentimento!!! sarò in errore, spero allora d’esserlo per sempre…. Buon pomeriggio a tutti! Un saluto A Raff, Map, Valeria, Bea, Rosario, Innominato Luigggi,… a tutti gli amici non nominati ma non meno graditi alla mia persona, alla mia amicizia!!! 😀

  47. Dico Umilmente, sono sempre andato via dai salotti della conoscenza, dell’intellettualismo… da serata dedicata… con la r moscia, a certi discorsi! sono sempre andato via li dove le parole don siano state bilanciate alla pratica delle stesse, quanto meno al tentativo…! Grazie Proff!

  48. Cara Map,
    è la “materia” da cui deriva il vino, bevanda che simboleggia il sangue della terra, bevanda che rappresenta la vita e l’immortalità. E’ simbolo di conoscenza e di iniziazione in virtù dell’ebbrezza che provoca. La vite, e l’uva, è connessa ai Misteri dionisiaci…

  49. vabbene accetto anche Dioniso

    http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Bacchae_dionysus_opening.jpg?uselang=it

    Grazie , perchè in effetti è così per me in questo momento. Vorrei anche sbranare qualcuno. Bisognerebbe istituire una festa a Dioniso. Invece di tutti questi strani santi che si fustigano sul calendario.Che poi in effetti come sguardi mi ricordano un dopo sbronza.
    Però senza il divertimento.Cioè, pardon, senza l’esaltazione, la celebrazione e il rispetto dovuti al dio.Ma forse c’è un pò di copia copiarella anche in questo….?????????Ehm mi sa di si.Calici, corpi..mah’.
    Sta faccenda di mangiarmi qualcuno mi suona alquanto familiare.
    Grazie.Grazie.

  50. …cara Map, noi siamo dalla parte degli DEI all’antica… come diceva Platone, “gli antichi sono migliori di noi perchè più vicini agli déi”… Che lo sbranamento sia simbolico, mi raccomando!

  51. Certo, certo.. altrimenti poi a chi rompo le scatole???
    (Secondo lei, è meglio procedere dall’alto in basso o si sfilaccia meglio dal basso in alto??) 🙂

  52. Quando Dioniso ci fa visita, bisogna riconoscerlo, farlo entrare se lo si vuole veramente! Si grande è il suo Essere, che supera ogni porta, anche quella tecnologica…! Ma se non recepito allora scompare lasciando dietro una scia di nome totale Ratio!!!

  53. Non tanto Blake, secondo alcuni testi, ammirava Milton, piuttosto in un certo senso lo s canzonava… da il libro “Visioni-tradotto da Ungaretti”!!

  54. Cara Map,
    un grande ed immenso abbraccio!

  55. Caro Giuseppe,
    ho anch’io lo stesso testo… ci sono delle immagini in cui è facile perdersi dentro… Non trovi?

  56. “E’ VERO SOLO CIO’ CHE PENSI SIA VERO”.
    …………………………………………………………..
    me l’ha passata uno “spirito” poi non so se l’ha riciclata..ehi..scusa non volevo offenderti…anche gli spiriti ci tengono al copyright…vabbene se nessuno lo reclama me lo metto a me..come si dice..sono un semplice scriba..ma i diritti d’autore passateli alla cassa
    ………
    buona giornata spero di non addormentarmi sulla tastiera..niente è peggio di non dormire, forse è meglio non mangiare che non dormire..poi la ratio è in gamba a combinare casini se si tratta di seguire pratiche e contemporaneamente tenere il cuore aperto, se mi dite come si fa a gestire L’I.V.A. e il L.O.V.E. me lo dite che così mi adeguo.
    Magari mi faccio pure una flebo di melatonina e intanto mi slurpo del magnesio (supremo) mentre contemporaneamente rispondo ad un fax e disinceppo la carta dalla fotocopiatrice mentre saluto dei giapponesi che passano con Koniciuà! /Buongiorno e Hirashaimassè/Benvenuti..
    (benvenuti stà mk..).Eppoi non è strano se mi chiamano CYBORG.
    Sto spesso in contemplazione ai distributori automatici di caffè degli ospedali mi danno un calore che le persone non possono capire, sopratutto in ospedale dove il dolore ti fa veramente diventare una macchina.
    Si, il dolore rende macchine, è una questione di sganciamento del cervello emotivo.Una difesa per non soffrire….poi soffri dopo..ma intanto ti godi il display con le varie varianti..caffè con zucchero + o – cappuccino macchiato..camomilla..cioccolata ..poi metti i 50 cent di “everi” (“erba” in lingua bantù, dove vivo io) e scopri che E’ fuori servizio.Ed è come ti fosse morta la zia.Ti accasci.Perchè sai che a quest’ora i bar UMANI sono chiusi.
    ……….
    PROFFI c’è un comm. lunghissimo che avevo scritto, lo lasci perdere, tanto è una cavolata cancelli, cancelli, grazie lo stesso, ci manca solo che sbarello ancora di più tanto è chiaro che volevo solo farmi commiserare un pò, la voglia di coccoline non muore mai, l’ipoglicemia affettiva si è trasformata in un mostro –e quel mostro sono io–.
    ..
    BACI a TEA BEA GIUSEPPE RAF LUIGI…and everybody needs somebody to love…yeah….

  57. Cara Map,
    quello che mi scrivi è tanto vero quanto dramammatico. Questo trasferimento di affettività a delle macchine più umane dell’umanità inquieta ma ci deve far capire anche che la strada è ancora lunga. Cara Map, tu sei un’ANIMA delicata e fremente, che viene mossa, scossa da tutte le correnti che la investono. Come uno strumento di Eolo suoni di quello che c’è di sensibile nel chaos e nel kosmos.

    Ti assicuro che non vedo e non sento nessun mostro. Un grande abbrabacio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...