Potere curativo della poesia

“[…] I poeti sono innanzitutto dei maghi che sanno aprire porte segrete. Sperimentano, da veri scienziati della parola (e del sentimento), prima di tutto su se stessi, il potere curativo di un verso, in grado di riconciliare il lettore con la vita […] Quasi di nascosto i poeti, scienziati sublimi e con così pochi riconoscimenti, continuano ancora oggi a scambiarsi pensieri di guarigione, dialogando con uomini e donne di altri secoli, trasformando, nel loro laboratorio di alambicchi, ogni tragedia personale in un balsamo a cura delle ferite riportate. A ragione Karen Blixen, scrittrice e pittrice danese, aveva annotato che ‘le perle sono come le favole dei poeti: un malanno trasformato in bellezza’“.

Da “Libroterapia” di Miro Silvera

(Karen Blixen)

12 Risposte

  1. http://www.poetare.it/santoro.html

    Vi troverete tutte le mie medicine. Io mi curo così. Ma a volte le sofferenze che fanno scrivere i miei versi sono maggiori dell’effetto terapeutico delle mie poesie ed anch’io mi ammalo. Ma guarisco sempre “assumendo” una nuova dose di versi.

    LA SOFFERENZA
    Ti rode e ti corrode,
    ti scava dentro,
    ti distrugge.
    Giri e rigiri
    frasi e parole in testa:
    corrono,
    saltellano,
    disegnano
    negli oscuri meandri del cervello,
    prati assolati
    e sognano silenzi,
    brezze,
    folate nuove,
    per affrancar gli affanni.
    Ti piega,
    ti sfianca,
    t’inabissa,
    nell’inafferrabile sollievo
    che rincorri,
    nella vana ricerca
    d’una pace eterna
    che non trovi.
    Santoro Salvatore armando
    (Boccheggiano 12/09/2005 1.10)

    I riconoscimenti? Non mi servono. A me basta un commento di un amico o una parola di stima e di affetto di un’amica. Racchiudo la mia filosofia nei versi seguenti:

    ESSERE NOI STESSI
    Non avere vergogna
    di scrivere versi,
    non temere i giudizi
    sciocchi
    degli indifferenti.
    Sii te stesso!
    Fai parlare il tuo cuore
    e semina le tue emozioni
    nei campi del mondo!
    Troverai sempre
    un’anima pura
    che si disseterà
    alla tua fonte,
    che berrà avida
    i tuoi sentimenti.
    Attorno a noi
    non tutto è aridità!

    Santoro Salvatore Armando
    (Lillianes 18/01/2003 11.06)

  2. La poesia ha il potere sublime di trasformare le “ossessioni” in conoscenza, grazie alla straordinaria energia o lucida e delirante follia emersa dopo le esperienze più dolorose e inquietanti che percuotono l’anima , ma con la consapevolezza che il dolore si trasformerà in dono , dono soprattuto per gli altri.
    “Non esiste alcun ingegno se non mescolato alla pazzia” dice Petrarca.
    La poesia potrebbe essere considerata un’estrema cura, una catartica terapia.
    Dice Alda Merini: “Ho un rigo musicale sopra il canto,
    il rigo di una grande annunciazione,
    il rigo della mia follia”.
    Baci baci , caro Gabriele , a tutti voi!

  3. La poesia è forse la terapia più efficace per le ferite del cuore e le lacerazione dellìanima…così come però la poesia è anche la sublimazione delle gioie, delle speranze ….e la poesia è la parola data alle emozioni e all’amore!
    La poesia è Anima: parla di noi, ma in realtà parla a noi e parla a chi legge….la poesia non è mai muta, solo che ha necessità di occhi ed orecchie speciali per essere ascoltata e per toccare il cuore, anche il più chiuso e arido: quelli di un cuore aperto ed una mente elastica!

  4. Bella parole, caro Salvaltore. Un abbraccio.

  5. La poesia è una estrapolazione del proprio io, della parte più misteriosa del nostro essere. Qualche volta scrivo delle poesie che mi rinnovano l’anima: amo scrivere, è il mio mestiere. Tu Gabriele sei un numero uno, ho sempre ammirato la tua epressività,il talento naturale nello scrivere,l’originalità dello stile fluido. Grazie di tutto. Rinnovo la splendida serata e la conseguente notte: che ti accolgano anche se il quotidiano può sempre stritolarci.

  6. Pardon ! soprattutto

  7. Baci baci anche a te, carissima.

  8. Cara Rosa, ti ringrazio per il tuo amorevole giudizio. Baci baci baci

  9. Gabriele caro, ti porti il Mattino la Gioia che meriti. Un abbraccio grande come il Mondo… 😀

  10. Caro Luigi, grazie. La Gioia la meritiamo tutti. Baci baci

  11. Cara Maria, tutti gli elementi che conducono alla trascendenza sono elementi “folli”. Baci

  12. QUESTA NOSTRA
    LUCIDA FOLLIA,,
    CHE CI ASSALE
    CON VORTICE DI SUONI,
    E PAROLE.
    QUESTA NOSTRA
    LUCIDA FOLLIA
    CHE CI FA FUNAMBOLI
    SUL FILO VERTICALE
    DELLA RAGIONE,
    QUESTA LUCIDA FOLLIA,
    CHE CI FA POETI, ANGELI
    DALLE ALI DI FANGO.
    QUESTA NOSTRA
    LUCIDA FOLLIA!!!
    ————————6-12-2011 GINA TOTA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...