Blade Runner

“Io ho visto cose che voi umani non potreste immaginare. Navi da combattimento in fiamme al largo di Orione. E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come le lacrime nella pioggia. E’ tempo di morire”.

Secondo voi, cosa pensate volesse dire veramente il  replicante Roy Batty?

26 Risposte

  1. io sto in fuga da Alcatraz invece, tutto un altro film, diretta a mare a vedere sto famoso tramonto che è .

  2. e ma sto sole non scende mai…vabbè Aspetto così faccio come Blade…ho visto un tramonto …Su una coppia di giapponesi che spero non facciano Hara Kiri quando arriva l effetto speciale …

  3. Il replicante voleva dire che gli esseri umani non hanno saputo vivere ed impostare la vita. Ecco la verità più disarmante e tragica. Buona notte caro Gabriele. Rosa

  4. è una frase su cui ho riflettuto a lungo mentre vedevo il film… secondo me rappresenta il pensiero ultimo alla fine del Percorso..
    l’inevitabile fine dell’Essere al cospetto della quale, affanni, passioni, balzi del cuore, gioie, sacrifici, momenti salienti che edificano un’essenza spirituale… semplicemente… finiscono…
    come se non fossero mai esistiti.. senza una testimonianza attendibile, che in maniera caritatevole raccolga l’essenza del nostro passaggio temporaneo, della parte più spirituale non v i sarà traccia …
    E’ una tragedia annunciata che si compie…

    trovo appropriata questa musica per descrivere meglio il mio pensiero

  5. Si
    Si può leggere in molti modi-Non nel più facile –

  6. sono esperienze che lui essendo un replicante non puo’ capitalizzare non puo’ arrichire l’ inconscio collettivo e non potendosi riprodurre tutto andra’ perduto nel tempo forse e’ una attenta analisi una metafora di come finira’ l’avventura dell’uomo quando un bel giorno scomparira’ nell’universo la nostra meschina conoscenza atomizzata perduta nell’infinito . amen.

  7. perdonatemi la dimenticanza salutissimi a tutti !!!!!!
    paolo

  8. Bella risposta, caro Paolo. Baci

  9. Giusto. Anche questo è possibile.

  10. Appropriata e suggestiva. Baci

  11. E’ una frase che fa riflettere. Buona notte anche a te, cara Rosa.

  12. Caro Gabriele, ti aguro, di vero cuore, una notte serena, di come, quando, eri bambino.

    Se si vuole essere invincibili, è sufficiente non affrontare nessun combattimento dal quale non sia possibile uscire da vincitori.

    Epitteto

  13. Caro Innominato, spero che anche per te la notte sarà serena, senza pensare a vincitori e vinti. Un abbraccio

  14. Weeeeeeeeee Luigggione,
    che è sta cosa, ti rifiutasti di combattere sapendo che potrebbe essere una sconfitta?

    Questa non è la virtù impeccabile degli invincibili, ma la vigliaccheria dei pecoroni ed anche dei furbastri…

    E dire che il V.M.Gesù disse che potremmo veramente smuovere le montagne se avessimo avuto abbastanza fede in noi stessi, mentre invece ci glorifichiamo per tante parole e cadiamo allo stesso tempo e quasi siamo travolti da un misero granello del nostro vano orgoglio…. E come dire, che moriamo, affocando in un bicchiere d’acqua….

    Vedi, me, quante volte è stato arso il cuore leonino dei mie passati anni, ma sempre sono ritornato, risolto, resuscitato (non dopo 3 giorni, ma dopo 3 mesi) attraverso le trasmutanti giuste energie che, anche se sconfitte, rinascono come la fenice (o meglio si rigenerano per divina trasmutazione molecolare) dalle mie stesse ceneri….

  15. In questo mondo non ci saranno mai né vinti nè vincitori, se non si riscopre il vero amore per tutte le cose e si diventi come un radioso sole.

  16. I replicanti seppur di macchina composti, sono gli unici a piangere e soffrire, a sperare e combattere, e non per un alterato funzionamento biomolecolare, bensì perchè sanno ascoltare il proprio corpo forte con consapevolezza, mirando ed ammirando il mondo in ogni sfaccettatura. ‘gli altri’ sono inglobati in ruoli ….loro non hanno ruoli sociali ai quali essere adeguati.
    sono gli unici liberi di vivere l’Anima che Tutti pervade.

    Vivere l’anima …forse significa vivere da soli…..senza essere soli.

  17. Buon Giorno Carissimo Prof. Gabriele, oggi si faccia un piccolo dono, la invito a sorridere e a ridere, insieme a me e a tanti radiose astanti di questa preziosa radiosa casa.

    Carissimo Luiggggione del mio saracino cuore, (sembra una filastrocca, ma sincera nasce dal mio cuore)

    Siccome è sempre bello sorridere sui nostri stessi tracciati antichi passi, ti voglio raccontare di quanto ho riso con le lacrime ed anche con lo stomaco che, allora l’eco arrivò ad essere percepito fino alle orecchie degli esseri materiali che abitano nella costellazione di Sirio…. In un tempo assai remoto, che non è quello che ci viene riportato, in un tempo assai lontano un cui la magia degli uomini era vera magia, ho assistito ad una giocosa terrificante lotta tra il grandioso Mago Merlino e la strega Morgana.. questa si era trasformata in un elefante per impaurire il grande maestro, che prontamente, da essere umano scelse prima la forma del drago, poi un topolino ed infine di una piccola pulce, e ti lascio immaginare cosa successe dopo alla malevola fata Morgana, che non solo fuggi inorridita per la vista del topo, ma fu anche punzecchiata mentre correva senza meta.

    Ma questa antica storia, parla anche della TRASMUTAZIONE che oggi la fisica quantica ha chiamato TELETRASPORTO. (se lo ricercherai, troverai in ogni tempo la parola BILOCAZIONE, ed anche se sembra impossibile alla coscienza ordinaria, già da tempo alcuni illustri ricercatori e scienziati giapponesi hanno no approdando a questa antica tecnologia interiore che si mostra fuori come tecnologia esteriore che qualcuno,nel tempo ha chiamato la scienza della fisica)

    Ma vediamo di ri-trasmettere questo stesso messaggio dettato o meglio CANALIZZATO dai nostri fratelli maggiori del cosmo, che seguono la legge dell’UNO CREATORE.

    Energie di Luce canalizzate da Anna Maria Artini

    Dagli infiniti spazi siderali noi a voi, con il permesso superiore così diciamo:

    Passare in altra dimensione e distaccarsi dal pianeta che vi ospita è cosa naturale. Voi sapete che il tempo riservato alla Terra per ogni essenza divina è molto breve. La memoria dell’essere nella dimensione materiale è portata a immergersi nel profondo oblio in quanto esiste in una struttura fisica densa con frequenze basse, che causano dolore e sofferenza al corpo e alla mente. Se non esistesse tanta sofferenza voi, nel soggiorno sulla Terra, potreste vivere una vita di gioia, armonia e avere momenti d’esperienze bellissime.

    La Terra è una scuola dura per le anime in evoluzione ed è il compimento d’ogni esperienza dopo aver acquisito ricchezza interiore e saggezza. Le prove sono tante e sono quelle che voi stessi avete ipotizzato prima del ritorno alla casa del Padre.

    Quando avrete ultimato e raggiunto un importante traguardo, una grande gioia s’espanderà in voi. Talvolta lo sapete, altre volte non lo comprendete, ma in quel momento una grande
    forza sconosciuta vi avvolgerà, vi sentirete leggeri, proverete felicità e amore per i vostri simili e sarete appagati dalla vita provando immenso piacere e serenità. Sarete così pronti e disponibili a impegnarvi per nuove esperienze e prove successive. Sul vostro percorso avete molto da fare, molte creature vi saranno accanto, spiando una parola, un sorriso, ansiosi vi chiederanno un consiglio, voi siate un esempio, una presenza concreta e sarete attivi senza rendervene conto.

    Ritrovare un fratello non è difficile, basta ritornare ai concetti di verità e giustizia vivi negli universi da voi spesso dimenticati. Essi sono impressi nel profondo delle memorie cellulari. Una cellula malata, in decomposizione, snaturata dal cancro ricorda l’universo da cui proviene e, nonostante la sofferenza, in questo stesso universo essa ancora vive. Nello spazio infinito, voi fate continuamente nuove scoperte, ma non siete coscienti che ci sono anime che giungono in fondo a questo viaggio aberrante, precipitando al contrario nella materia.

    Alcuni risalgono in fretta e più facilmente percepiscono quell’universo che hanno lasciato sebbene appannato da un velo d’illusione. Nel risalire verso la cima attraversando sofferenze e difficoltà, aiutano gli altri e divengono i messaggeri di un insegnamento di verità e profonda giustizia. Questa in parte è la storia dell’Umanità separata in 3D. Questa Umanità è come ondate immense che si dividono nei quattro lati dell’orizzonte nella pozza di uno stagno. È come un’enorme Luce vibrante che si perde in un buco nella sostanza densa ed entra in un piccolo passaggio di un tunnel buio.

    Quando, nel lasciare la corporeità, passate attraverso il portale di Luce, vivete la partenza con pace e con gioia e non temete l’ignoto, perché per voi non è ignoto, ma entrerete in dimensioni di coscienza già sperimentate dal vostro Sé, quando tante volte avete abbandonato il corpo composto di materia densa. Le vibrazioni si rallentano e cessano.

    Comincerà lentamente il processo al contrario verso la Luce, la sostanza inizierà ad avere vibrazioni sempre più accelerate ripassando dal piano fisico al piano emozionale, poi al mentale e allo spirituale.

    Il portale da attraversare rappresenta la Via di Luce, che le anime unite nella stessa appartenenza, stanno faticando per raggiungere. Le anime stesse sono legate tra loro e dopo aver allineato e livellato le frequenze, potranno comprendere reciprocamente i propri limiti, le proprie mancanze, i propri errori e assaporando la gioia dell’unità nella fratellanza, tutti insieme liberi potranno varcare il portale che conduce all’Amore Cosmico. I più forti aiuteranno e soccorreranno i più deboli, per il bene comune di tutti. Se uno vacilla, vacilleranno anche gli altri.

    Amate la Madre Terra, per l’ospitalità amorevole che da lei ricevete nelle sue dimore, per il cibo che vi dona, per l’acqua che vi purifica, per le ricchezze che vi offre, per le conoscenze che sviluppate, solo così voi potete esistere realizzando il vostro compito nel percorso che potrete rendere sacro.

    Il ritorno nel Cosmo è una festa per tutte le anime che varcano il Portale di Luce.

    Negli spazi appare una immensa stella a otto punte come simbolo dell’Essere che ha lasciato il corpo fisico e il potente suono primigenio della OM viaggia attraverso gli Universi nelle dimensioni al di là del tempo e dello spazio nelle frequenze del Sole e nella sfera della Luna.

    Il Portale è illuminato dall’Energia Suprema ed è dominato da una grande Stella a cinque punte con un enorme occhio al centro. Essa illumina la via per la Dimora Divina e il grande Tempio dell’Eterna Vita. Nel Tempio della Vita sono riposti i Sacri Libri in cui è scritta ogni esperienza, ogni prova, ogni errore di tutti gli esseri. È compreso l’appartenenza e la provenienza stellare e il lungo tracciato che lo porterà alla Conoscenza e alla Saggezza nell’Unità. I fogli volano per raggiungere ogni vostro essere affinché la vostra mente possa leggere tutto quello che vi appartiene, condividere, comprendere il vostro esistere a frequenze superiori e correggere con amore le azioni conseguite senza equilibrio.

    Molti esseri di luce stanno giungendo sulla Terra per aiutare gli esseri a mutare i processi energetici di basse frequenze e trasformarli verso un equilibrio di equità e giustizia nel singolo e nella comunità. Queste anime sono frammenti distaccati dai grandi Spiriti dei Maestri di Luce, Maestri Cosmici, Guide Planetarie, Signori del Karma, Maestri del Sole Centrale, Fratelli Maggiori ed altri, giunti a voi per volere superiore e per amore di ciascuno di loro. Essi sono pronti a vivere in polarità nella sofferenza della carne, per aiutare coloro che desiderano mutare nelle profondità del cuore e loro già appartengono al popolo del futuro. Essi pur vivendo il presente, percepiscono che per l’umanità si sta preparando e avvicinando il tempo di una nuova Terra e una nuova coscienza. Chi è sordo e cieco governato da energie buie, s’inoltrerà negli spazi siderali e per forza d’inerzia perderà le sue tracce nell’immenso infinito abbandonando il dono della Vita.

    ORA, CARISSIMO LUIGGIONE ASCOLTA E DIGERISCI BENEVOLMENTE ED ATTENTAMENTE QUESTE SEQUENTI PAROLE:

    L’Umanità del futuro viaggia nel tempo e sa come risvegliare le proprie coscienze di chi vive nel presente con le memorie sopite. L’Essere sente che in avanti comunicherà con la forza del pensiero e non avrà più bisogno di una tecnologia, che sopisce e danneggia la parte elettrica più delicata dell’organismo umano. Infatti l’avanzata tecnologia produce disordine guerre e distruzioni. L’essere sente che in un tempo che verrà, saprà trattare le energie, anche le più potenti provenienti dagli spazi Cosmici e attraverso conoscenze equilibrate imparerà a entrare nei tetraedri di energia blu provenienti dallo spazio. Saprà ridurre in particelle minutissime la propria energia densa corporale e attraverso un comando elettrico dei circuiti celebrali, potrà ordinare alla propria massa corporea di spostarsi, per poi ricomporsi a distanza. Per raggiungere tali conoscenze, in cui si annulla la gravità e si trasforma la materia in spirito, entrando in un Universo sconosciuto, è necessario aprire le porte del cuore con la mente in assoluta purezza e congiungerla con lo Spirito Superiore.

    Questa è Conoscenza, è Illuminazione nella Verità, che passando in ogni stato corporeo, dalla base alla cima, attraverso frequenze elevate muta lo stato di conoscenza e trasforma la vita in eterna Coscienza. Poiché la funzione crea l’organo, i corpi subiranno grosse modifiche. Non tutta l’umanità riuscirà singolarmente a una totale modificazione molecolare, per cui avverrà una selezione naturale.

    No, non occorreranno millenni per tali modifiche, tutto avverrà molto più in fretta di quanto possiate credere. Il motivo per cui si parla tanto di stravolgimenti naturali sul pianeta, ha in parte lo scopo di creare forti mutamenti sul piano fisico, mentale, eterico ed animico dell’essere umano esistente.

    L’uomo ha impiegato millenni per perdere il pelo che lo ricopriva dal freddo, prendere la posizione eretta per guardare oltre l’orizzonte, articolare la parola con un senso compiuto per comunicare, manifestare il pensiero con la scrittura e così via. Ora hanno ereditato millenni di conoscenze in più ed esse fanno parte della sua consapevolezza e delle sue memorie cellulari.

    Qualunque avvenimento che si è verificato e si verifica sul pianeta, la vita non subisce l’estinzione totale. Convertire l’energie è naturale conseguenza di un processo di trasformazione basato sull’armonia ed equilibrio. Tutto può essere trasformato se è sollecitato, ogni trasformazione sul piano eterico ha ripercussioni sul fisico e sulla materia e li modella attraverso un meccanismo in cui l’anima rappresenta la svolta per la coscienza.

    L’anima può liberamente scegliere se far parte di una realtà creante in evoluzione o restare in eterico attingendo il minimo per sopravvivere fino alla propria fine. Voi fate parte dell’Unità, in cui non esistono separazioni. Chi vorrà essere unito al Tutto vivrà in tutti nell’Uno.

    Ora è tempo di cambiamenti e di trasformazioni, si apre un cammino per l’umanità verso una nuova Era. Ora è il tempo del non tempo e si sta configurando una nuova tappa evolutiva. Voi non siete i padroni del tempo ed è necessario prendere una decisione importante per voi e per la Terra . Le anime del passato non contaminate salveranno quelle del presente affinché possa sbocciare una diversa umanità e nascere un nuovo uomo cosmico.

    La scelta rende gli esseri liberi. Ogni essere libero, rinnovato, consapevole dei cambiamenti da lui stesso decisi, sceglie di abbandonare il vecchio corpo e nonostante le grandi difficoltà, rinasce in un mondo in cui non più si nasce per morire, per poi rinascere e continuare a morire.

    L’Immortalità è una conquista, è una libera scelta nata assieme alla prima creatura. E’dentro le profondità del cuore di ogni essere che da sempre, noi i Maestri del Sole Centrale siamo a voi vicino per darvi il nostro aiuto se lo desiderate e con Amore nella Luce che crea la Vita, vi benediciamo e a voi in gioia ci doniamo, come è anche vero che da sempre, molti di voi avete chiuso le porte del cuore e della vera comprensione.

    ……..

  18. Forse nella vita non esitono nè vinti nè vincitori….la vita è una ruota e una volta sia è da una parte e una volta si è dall’aòtra. Ma nonsotante tutto credo che essere dei vincitori o dei vinti non significhe nulla, perchè credo che la cosa più importante per un essere umano si un’altra: riuscire a vivere mettendo in pratica gli ideali dell’Amore, della metanoia e dell’agape…come insegna Thomas Moore nel suo libro “acqua in vino”.

  19. Quanto alla conclusine del film penso che forse è un monito a chi verrà dopo a vivere ogni singolo giorno con tutta la sua pienezza, a non sprecare attimi, giorni anni nel piangersi addosso per le proprie disgrazie ed ad accettare quyello che la vita, il singolo percorso, porta con se. Quando arriva l’ultima ora si è soliti fare bilanci, bilanci di vita….affinchè il bilancio non sia fatto di troppi rimosrsi e rimpianti è un’esortazione a vivere la vita nella sua pienezza ed interezza…

  20. Caro Raffaele, rido e sorrido. Baci

  21. ““E’ una memoria ben misera quella che ricorda solo ciò che è già avvenuto”. (La regina Bianca in “Alice nel paese delle meraviglie”)
    🙂

  22. Cara Valeria, grazie per il suggerimento. Baci

  23. Grazie di Vero Cuore Carissimo Prof. Grabriele,
    Grazie per aver permesso anche al mio piccolo cuore di sorridere.

    Bisogna sempre sorridere alla vita e a quello che l’insondabile cuore ci permette di riscoprire.

    Anche Roy Batty parla di lacrime che si sono perdute in una lontana pioggia. Parla del Passato, della terribile lotta ed anche della grandiosa gloria, come parla anche della MEMORIA… E’ la memoria che ci permette di superare ogni nostro errore, quella memoria che bisogna riesumare proprio dal cuore.

    La gloria, quella vera è stata raccontata in ogni tempo, così come anche la poderosa lotta degli Ateniesi o degli Spartani che in un tempo passato, (così come qualcosa ci viene riportata nel TIMEO), prima del diluvio universale, salvarono il mondo di allora dall’onda titanica degli ATL-ANTI-DEI, che si erano corrotti per occulti poteri.

    E’ per questo che il quel mio strano sgrammaticato scritto ho detto:

    Necessarie Giovani emozioni conservate nel cuore, mature meditate contemplazioni da riesumare dal cuore.

    Come ho anche detto:

    Un giorno dei prodi guerrieri chiesero al grandioso maestro, al grandioso Mago Merlino quale fosse il dono, la virtù più grande, per un nobile cavaliere. Il coraggio e la lealtà di parlare, di battersi e anche di morire per la verità e la libertà di chi è oppresso, ma aggiunse anche, che l’uomo nella sua natura, per quanto possa essere nobile di cuore, nel tempo, tende a SCORDARE. Questa dimenticanza è un’omissione è un radicato male che spesso è stato motivo di discordia e di ricaduta negli stessi errori passati che sono state cause di tenebrose, paurose e inimmaginabili guerre interstellari / intergalattiche.
    Intergalattiche? Interstellari?
    …..

  24. Caro Raf, l’ aforismo non era mio, ma di Epitteto. Però, ne disse un altro, già conosciuto, su questo triangolo di Paradiso, che capovolge il contenuto di cui sopra.

    Epitteto, un giorno incontrò un atleta carico di allori, perchè aveva ottenuto una vittoria e lo salutò dicendogli: ” Ma tu perchè hai vinto ? Chi è il più forte fra voi due , tu o il tuo avversario ? “. Quello rispose : ” Io ero di gran lunga il più forte”.

    Disse allora il filosofo : ” Ma allora che vittoria è la tua ? Non hai vinto niente, perchè l’ altro era il più debole; avresti vinto, se tu, debole, evocando in quel momento, in te una forza, avessi piegato un essere più forte “.

    Stamani, non ti ho letto, perchè sono stato fuori, però ho letto adesso, ma veloce, ti rilerggerò stasera. Il tuo scritto è veramente straordinario pieno di pensiero, conoscenza e tocca il senso dell’ eterno e la morte risorge dagli inferi.

    Bravo saracino del mio corazon, dovrò uscire, ti aguro, una serata di coccole, di massaggi… scegli tu… , accompagnata da un bel video…

  25. Per non parlare della tecnica della MEMORIA che passando per RICAPITOLAZIONE permette di reintegrare l’energia persa..

    Per non parlare di ORBS forme di vita/energia intelligente che già da tanto tempo si mostrano nel nostro universo ed al nostro comprensorio…

    http://www.google.it/search?q=orbs&hl=it&lr=lang_it&biw=1680&bih=906&tbs=lr:lang_1it&prmd=ivnsl&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ei=4dsuTvUkwYE6kZGQfw&sqi=2&ved=0CDMQsAQ

    Guardate qualche vostra foto e forse, con una maggiore attenzione, e con grande stupore troverete l’immagine/essenza di un vostro caro scomparso…..

    O Divino Indefinibile Creatore, Padre/Madre, che creasti la vita primigenia , in tutti le sue infinite trasmutanti radiose forme per mostrala alla contemplazione tua divina prole…..

  26. Grazie di Vero Cuore Carissimo Grintoso Luigggione, preferisco la musica e tanto ballo/danza soprattutto con la mia dolcissima immortale bella venere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...