“Pallade e il centauro”

Carissime amiche e carissimi amici,

vi propongo ancora un dipinto di Sandro Botticelli, “Pallade e il centauro”, 1482-83 ca. I soggetti mitologici e le scene del grande Maestro si prestano, come sempre, a molti e complessi livelli di lettura. Cosa si cela, secondo voi, in queste figure? Condividiamo le nostre emozioni, sensazioni, intuizioni…

Annunci

16 Risposte

  1. Ti auguro un Dolcissimo risveglio, Gabriele caro. Un abbraccio grande come il Mondo!

  2. Gabriele caro, ti invito ad ascoltare le mie liriche lette da Claudio Carini (attore di prosa, regista, produttore di audiolibri). Attendo tue Preziose impressioni…

    Ecco i link:

  3. Carissimo Gabriele, buona giornata. In queste figure si cela il mistero della vita, una tenerezza non espressa tra le due anime……….Ritengo che le due suddette figure abbiano la paura di esporsi al mondo. Tutto questo rispecchia il nostro timore ancestrale per affrontare gli attimi del quotidiano. Baci,baci. Rosa.

  4. Cara Rosa, il Centauro è ancestrale, demanda a una potenza virile senza limite, ad una sopraffazione intrisa di stupro e aggressività. In quest’opera è introdotta una nuova dimensione: il Centauro è soprattutto umano e tiene presente la perfezione. Baci baci

  5. Caro Luigi, lo trovo un’ottimo lavoro. Complimenti. Baci

  6. Carissimo, un abbraccio anche per te!

  7. La Perfezione !!!! (relativa..

  8. Alla fine il bene trionfa sul male e l’umanità sull’animalità La luce, la bellezza e la cultura emergono sul primitivo sul pensiero razionale , infatti il Centauro, all’inizio della suaconsapevolezza umana, piega la testa e chiede supplichevole a Pallade di la testa con l’alabarda, che per me ,rappresenta la decapitazione del pensiero freddo e calcolatore. Occorre addentrarsi bene nei simboli alchemici per comprendere la trasformazione che porterà il centauro a rinnegare il conformismo deplorevole che rinnega la creatività che è appagamento e vita.Baci a tutti voi , caro Gabriele .
    Complimenti a te , Luigi,, sei bravissimo!

  9. Pardon ! Di recidere la testa …..

  10. ..E se questa “pallade” fosse in realtà Armonia, figlia di Afrodite e Ares? La Magia che affronta e costringe al suo sguardo tutto ciò che in Anima non è “individuato”… ?

  11. Il centauro deve essere l’uomo. Perchè ogni uomo è parte natura, anche a livello ferino, e parte scintilla divina, vocazione celeste. La dea Atena, la ragione per eccellenza, pone equilibrio tra queste opposte pulsioni.
    La vedo così. é un quadro bellissimo. C’è una certa sofferenza nel volto del centauro, una contrizione. Forse il simbolo della sofferenza nel riconoscersi in parte bestia.
    Ma solo Atena può domare il centauro?

  12. Caro Gabriele, buona domenica. Un abbraccio, mi farò viva ad un prossimo commento di un tuo post. Rosa

  13. Grazie di cuore, Maria cara. Le tue parole mi riempiono di Gioia. Un abbraccio grande come il Mondo per te… 🙂

  14. Cara Rosa, buona domenica anche a te. Appena potrò, mi farò vivo anch’io. Baci

  15. Grazie, caro Gabriele e ti auguro una buona serata. Ciao.Rosa.

  16. Buona serata anche a te, Rosa. Baci baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...