Presenza di Dio

E, sempre parlando come psicologo, io affermo che la presenza di Dio si manifesta, nell’esperienza profonda della psiche, come una “coincidentia oppositorum”; tutta la storia delle religioni, tutte le teologie attestano che la “coincidentia oppositorum” è una delle formule più comuni e più arcaiche per esprimere la realtà di Dio.

Carl Gustav Jung

4 Risposte

  1. Dio , una scoperta della nostra psiche o un’entità che esiste? E’ un dilemma affascinante……. Ritengo che la presenza di Dio può essere ovunque….. basta essere se stessi e non avere secondi fini. Rosa. Un saluto caloroso,Gabriele.

  2. ……. Noi – siamo – in – Dio ……

  3. […]”L’errore oggi più diffuso è affermare l’umanità di Gesù e negere invece la divinità. ma anche l’errore contrario non è meno grave. La divinità di Gesù si è manifestata a noi proprio attraverso la sua umanità. “Chi ha visto me ha visto il Padre”, dice Gesù a Filippo (Gv 14, 9). Filippo vede un uomo in carne ed ossa che parla in aramaico, con l’accento della galilea: ma è proprio in quell’uomo che egli deve scorgere la presenza del padre.
    Non si può rispondere alla domanda su chi è Gesù, se non si incontra anzitutto il suo modo concreto di essere uomo. A rivelarlo come inviato da Dio, potevano bastare i miracoli; ma per rivelare la novità inaspettata del suo essere Figlio di Dio occorreva la precisa vicenda umana che egli ha vissuto. Senza dire che conoscere Gesù nella sua umanità significa conoscere un progetto di umanità: cioè come l’uomo deve essere per corrispondere al piano di Dio, come deve vivere per essere in mezzo ai propri fratelli la trasparenza di Dio.gesù è la verità di Dio e dell’uomo. […] (Catechismo dei Giovani II, p. 109)

  4. sono d’accordo con Rosa ,Dio è una entità o noi lo dobbiamo pensare per dare alla nostra struttura complessa ed alla nostra naturale estinzione corporea una forza mentale talmente interiorizzata da onsisderarci nella sua cerchia fiammeggiante.Spesso penso al Buddhismo,che se i miei ricordi non cedono,ha elaborato una forte filosofia della natura del cosmo per offrire alle nostre eistenze un significato più pregevole.Certo per accettare il buddhismo occorre una tale interiorizzazione con un percorso bio/psichico/filosofico/religioso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...