La nascita di Venere: riflessione

(Sandro Botticelli, La nascita di Venere, 1482-1485)

Il mare dell’inconscio. Afrodite che nasce dal mare vuol dire l’emersione dell’Anima individuata. Questo è possibile solo con la potenza d’Amore. Quindi Eros rende la vita interiore come viscerenziata. Senza Amore tutto questo non è possibile. (vedi Giordano Bruno. Un abbraccio.

Gabriele

Annunci

15 Risposte

  1. Carissimo Prof. Gabriele,

    anche gli dei sono figli di quell’eterna genetica che passa per la dualità….. Anche Gli dei hanno un filo che li lega per tutta la loro assai più elevata lunga esistenza… prova ne è che tutti hanno l’OMBELICO.

    La venere fu clonata nell’ADE, nel mondo sotterraneo, e dopo uno spirito di una dea, s’immerse nel suo corpo… pressapoco è come in quel film AVATAR in cui gli attori principali trasferiscono la loro coscienza attraverso una tecnologa cibernetica in clonati corpi biologici simili a quelli dei nativi di quel pianeta…. Pressappoco così è stata la nostra antichissima storia, quando eravamo inconsapevoli LULU schiavi di esseri superiori per la loro maggiore evoluzione tecnologica, ma non nel cuore…Questo era l’EDEN inconsapevole di Adamo ed Eva. Solo l’amorevole immenso cuore di Prometeo/Thoth riusci ad alterare quel piano, per innalzare geneticamente la coscienza instillando nel DNA di quei corpi la struttura cristallina della loro stessa genetica……. la GENETICA DEGLI DEI….

    Da un punto di vista biologico, Siamo figli degli dei , come anche loro sono figli di un dio maggiore e così via fino all’infinito…

    Ma al di sopra di questa biologica manifestazione nei mondo materiali, tutto è regolato di quella santa legge che è sorretta in cerchi concentrici sempre più grandi dalle gerarchie spirituali. Tutto, nel tempo più propizio, viene trasmesso nella coscienza di ogni piano, attraverso raggi di energia, tutto viene animato dai mondi dello spirito……

    Certo non è una bella pittoresca rivelazione di natura artistica/poetica/simbolica/filosofica, ma una cruda verità che tantissimi grandiosi esseri hanno sempre espresso, celatamente, in ogni tempo ed in ogni luogo, in tantissimi modi, ognuno con il suo talento, ognuno con il suo sentire, ognuno con il suo sapere, ognuno con le proprie ispirative divine guide. Questa è la loro silente/celata voce del tempo.

    Una Santa Buona Nottata a Tutti….. Possa il vostro spirito immortale rivelarsi nei vostri sogni….

  2. Prof. G. bellissimo, meraviglioso…. riflessione sublime………. Venere è forse il frutto di Eros …… …..senza Amore non vi è nascita ……….

  3. Lui conobbe lei e se stesso, perché in verità non s’era mai saputo.
    E lei conobbe lui e se stessa, perché pur essendosi saputa sempre, mai s’era potuta riconoscere così.
    (Italo Calvino)

  4. “Vediamo Nemesi all’opera nei nostri piaceri, e nella loro frustrazione.Da dove vengono, in fin dei conti, quelle misteriose forme di compulsione che ci sferzano con il loro richiamo? non sono forse i nostri antenati, con le loro ancora inesauste seti e le loro invincibili repressioni, a plasmare i nostri gusti e disgusti profondi, le nostre inclinazioni, le nostre scelte amorose ? La ripugnanza che proviamo per il “cattivo” gusto, il vero e proprio disgusto fisico, le pulsioniche ci spingono verso alcune specifiche forme sensuali, sembrano così profondamente radicate, così istintive, che è come se fossero delle determinanti che entrano in noi in questo mondo, perchè noi lo si viva per noi.”J. Hillman – La Giustizia di Afrodite”

  5. Il Neoplatonico Plotino dimostra per mezzo dei fiori e delle foglie che dal Dio Supremo, la cui bellezza è invisibile ed ineffabile, la Provvidenza giunge fino alle cose della terra quaggiù. Egli fa osservare che questi oggetti fragili e mortali non potrebbero essere dotati di una bellezza così immacolata e di così squisita fattura se essi non promanassero dalla Divinità che senza fine pervade tutte le cose con la sua invisibile ed immutabile bellezza.
    S. Agostino La Città di Dio

    incipit di Mente e Natura di Bateson

  6. Carissima Maaaapppp,
    al di fuori di tutte le riflessioni, citate da tanti come anche dal grandioso Sant’Agostino, la summa finale che più conta è quando l’essere riscopre e prende consapevolezza del suo SE interiore, come anche riscopre anche di quanto tantissimo celato male è stato e viene fatto per quell’indotta ignoranza.

    Soliloquio e morte di Sant’Agostino

    Narra un famoso racconto fantastico che un giorno, sul letto di morte,il grande filosofo di Tagaste, Sant’Agostino, non riuscendo a risolvere il rompicapo del problema filosofico del Male, sul quale si era arrovellato per tutta una vita, si lasciò andare ad un soliloquio disperato, tanto che la vicina perpetua, che armeggiava in una stanza vicina, lo sentì quasi gridare per la foga immessa in questa quasi ultima manifestazione del suo spirito a quanto sembra piegato dallo sconforto per non essere riuscito nell’intento di dare una qualche spiegazione al suo unico tormento. A questo punto, aprì pian piano la porta e vide il filosofo contorcersi sul letto come in preda ad un attacco apoplettico, mentre nel contempo alcune lacrime rigavano chiaramente il suo volto ormai segnato dalle sofferenze della vetusta età. Chiuse pertanto la porta e si mise ad origliare.

    Sant’Agostino. “Si Deus est, quia malum? Se Dio esiste, perché esiste parimenti anche il Male? Se Dio esiste, perché la morte? Se Dio esiste, perché le sofferenze, le malattie e la dura e terribile vecchiaia? Se Dio esiste, perché le guerre? Se Dio esiste, perché i terremoti, i maremoti, le violenze cieche della natura che nulla guarda quando deve sfogare sull’uomo la sua terribile forza distruttrice? Se Dio esiste, perché l’ignoranza, l’invidia, l’odio, i soprusi, le vergognose ingiustizie, la fame, la povertà, le privazioni, l’omicidio, il sangue degli innocenti, le persecuzioni, le flagellazioni, le crocifissioni, le carcerazioni, in sostanza tutto il Male che si possa immaginare? Se Dio esiste, perché la sessualità bestiale? Se Dio esiste, perché i dolori del parto e spesso anche la morte della genitrice e del nascituro? Se Dio esiste, perché ha creato il mondo? Se Dio esiste ed era autosufficiente e non gli mancava nulla, perché gli è venuta voglia d farlo? Se Dio esiste, perché ha permesso che l’uomo peccasse nelle sembianze di Adamo ed Eva, coinvolgendo in questo modo l’intero genere umano incolpevole? Se Dio esiste, perché ha piantato nell’Eden l’albero del Bene e del Male? Se Dio esiste, perché ha permesso che il Serpente entrasse nel Paradiso senza chiedergli il permesso? Se Dio esiste, perché non lo ha impedito? Se Dio esiste, perché permette che tutte queste sventure accadano? Se Dio esiste perché ha dato all’uomo il Libero Arbitrio? Se Dio esiste, non doveva sapere che simile Libertà si sarebbe tramutata in tragedia, essendo l’uomo incapace di optare per il Bene? Se Dio esiste, perché ha creato Lucifero? Se Dio esiste, perché Lucifero si è trasformato in Satana? Se Dio esiste, perché ha mandato il suo unico Figlio a redimere i peccati del mondo, quando in definitiva era Lui in persona l’artefice di questi stessi peccati? Se Dio esiste, perché non scendeva lui personalmente sulla Terra? Se Dio esiste, perché ha voluto sacrificare così sanguinosamente il Figlio? Se Dio esiste, perché ci tormenta con tutti questi dubbi? Se Dio esiste, perché non si fa comprendere? Se Dio esiste, perché ha bisogno della nostra fede cieca, che in definitiva non ci dà alcuna speranza che lui esista realmente?

    Se Dio esiste………” qui Sant’Agostino ebbe un momento di angoscia sconfinata e restò come pietrificato dall’orrore e in un mormorio appena percettibile dalla perpetua, che continuava a origliare con discrezione, continuò: “No, non può essere il mio Dio questo Dio che si diverte a distruggere le sue creature nelle sofferenze e nella morte. Non può essere il mio Dio, questo Dio che non fa nulla per alleviare le tante ingiustizie di questo mondo. Non può essere il mio Dio, questo Dio che mi chiede solo la fede per credergli senza ragionare. Non può essere il mio Dio, questo Dio che desidera solo l’accettazione aprioristica della sua creazione. Non può essere i mio Dio, questo Dio che ha creato il peggiore dei mondi possibili. Non può essere il mio Dio, questo Dio che ha posto in essere una massa di dannati senza via di scampo. Non può essere il mio Dio, questo Dio che ci fa peccare quotidianamente quasi col suo stesso assenso, affinchè poi ci possa costringere a chiedergli perdono e misericordia.

    Non può essere il mio Dio, questo Dio che fa vivere l’uomo nel timore della morte e del suo inappellabile e spietato giudizio. Come ci ha detto il Salvatore Gesù Cristo, Dio è Amore, Bene Sovrano, Bontà Assoluta, Spirito Santo e Spirito di Verità, Padre Giusto ma di una Giustizia incomparabilmente Superiore a qualsiasi definizione che se ne costruisce l’uomo. E allora? E’ la Grazia il dono più alto e non la fede? E’ la Grazia che ci fa comprendere tutto ciò cui la nostra ragione non può accedere? Ma che cos’è la Grazia? E’ l’intervento divino per eccellenza quando la fede non basta più perché sommersa dall’oceano dei dubbi e dei tormenti? E che tipo di Grazia è? Ha a che fare con questo Dio creatore di tutti questi mali e di tutte queste ingiustizie? O non si tratta di un intervento soprannaturale proveniente da un’altra dimensione di un’altra divinità sconosciuta? La materia e lo spirito sono stati creati da un unico creatore? O vanno ricondotti a due diverse divinità antagoniste?

    Del resto, se Dio per definizione è Spirito, perché avrebbe dovuto squalificarsi ponendo in essere una materia mortale soggetta all’annientamento e alla putrefazione? Esiste dunque un altro Dio che la Chiesa ufficiale ci ha tenuto segreto e nascosto? Perché a qualunque costo si è voluto mescolare con un artificio filosofico assurdo e illogico il Dio dell’Antico con quello del nuovo Testamento, quando persino un bambino si rende conto che si tratta di due libri totalmente agli antipodi? I manichei avevano dunque ragione? E perché io stesso li ho combattuti per tutta la vita? Non ho peccato contro quella stessa Grazia proveniente dal Puro Spirito dell’ALTRODIO SCONOSCIUTO ALLE MASSE? Dio Lontano e Forestiero perdonami; almeno in questo estremo momento in cui la morte la sento più vicina che mai, ho capito che tu esisti e che fai di tutto per ricondurci nelle tue sacrosante dimore, quelle dimore che non sono nel mondo e nell’universo creati da chissà quale Artefice, sebbene nei più alti cieli dell’intelletto completamente refrattari alla nostra precaria e compassionevole esistenza.”

    Qui la perpetua, anch’ella sconvolta da quanto aveva udito, riaprì pian piano la porta e, avvedendosi che il Santo si era quasi addormentato dalla fatica, gli si avvicinò con cautela per non farsi udire, gli allungò sul corpo esile quasi cadaverico le coperte sgualcite, sciupate e umidicce e proprio allora si accorse stralunando gli occhi che il vecchio filosofo era…….morto e con lui moriva definitivamente tutta la sua sofferenza intellettuale.

    Sai qualcosa dei SALTI MORTALI E DEI PATTI CHE HA DOVUTO AFFRONTARE THOTH PER SALVARE QUELL’ALLORA GIOVANE UMANITA?

    Tieni conto che quello che oggi noi apprezziamo da quella logica/speculativa filosofia sia Egizia/Greca e soprattutto Induista, risale solo a dopo il Diluvio, mentre la vera tramandata storia risale ben 1.700.000 di anni terrestri…..

    Molte importanti cose sono state distrutte da quell’assetato malevole potere temporale, prova eclatante è stata la distruzione della grandiosa biblioteca alessandrina…… Quanta saggezza antica è stata distrutta per occultare certe verità…..

    Ti ricordo solo che la vera storia è stata molte volte alterata, perché spesso è stata scritta dai vincitori… la vera storia, è inscritta in ogni cosa, perché quel nascosto linguaggio ermetico/simbolico è stato celato in ogni testo in ogni poesia, in ogni scultura/pittura, in ogni musica, in ogni tradizione, in ogni costume, in ogni arte, in ogni frammento, in ogni pensiero rivelato e soprattutto in ogni PIETRA perché fra tutte sono le uniche che avrebbero resistito nel tempo più di ogni cosa….

    perché pensi che io abbia scritto:

    Leggete i Purana i Vedanta, l’antico testamento, la Divina commedia, le Tavole Smeraldine, le tavole Sumeriche, i Vaimanika Shâstra, il libro di Enoch, il libro di Ezechiele e tantissimi testi antichi. Osservate le nuove scoperte archeologiche d’antichissimi geroglifici e grifi che in bassorilievo riportano aerei/razzi/astronavi e tantissime altre tracce del nostro passato e forse vi renderete conto di quanto effettivamente sia molta più atavica e antica, la vera storia assai celata di questa nostra sofferta umanità.

    I mitologici carri di fuoco, gli angeli di fuoco, il serpente piumato, il drago volante, l’aquila tonante, le nubi parlanti, il miracolo del sole e tante altre cose all’apparenza soprannaturali, non sono leggende non sono miracolose ma verità celate nel cuore di tanti.

    Come è anche vero che, sempre l’indagine soprasensibile di certi particolare grandiosi esseri, ha ricostruito ogni cosa. Verità che oggi, grazie ad una maggiore conoscenza scientifica, passando per quella più ampia visione sulle cose, con quell’ANALISI COMPARATIVA sta riesumandole, portandole fuori dal cuore degli uomini….. perché quell’antica tecnologia interiore, oggi, anche se in parte è stata messa fuori.

  7. senti caro Raf. ti fo un’esempio più chiaro, se ho fame mangio, se non ho fame non mangio..perciò non mi ingozzare!!!!!
    Ce l’ho già la risposta IO AMO va bene ? e BASTA mi BASTA questo E’ CONOSCENZA niente altro ..amare amare amare e amare e ancora amare amare e ancora ancora amare …basta mi basta non desidero altro …con l’amore si mangia un’insalata e ti basta non ho bisogno di un pranzo come quello che mi offri sono troppe parole PAROLE che non sono AMORE.

  8. scusamimap…….. io credo che che amare e leggere sia diversissimo… 🙂 perciò puoi non leggere…… ma se scrivi sì, quello è amare… quando scrivi, ami….sai che esiste qualcosa di te che va oltre la comunicazione, fino alla condivisione del proprio io all’Altro…

  9. Carissima Maaaaappp,
    Certo che sono e restano solo PAROLE al vento, sono come la neve al sole e basta che togli le parole è vedrai che questo illusorio mondo, come per magia scopare…..

  10. Cara TEA si si si si sssi si sì!
    si io quando leggo Raf VADO OLTRE LE PAROLE
    però dai un pò di SINTESI..poi se si rivolge a me posso pur dirgli ciò che penso e rsp???
    Ehi? RAF …..
    NON essere così enciclopedico ..TI PREGO!!! je vous en supplie!!!!!
    ………………………………………………………………………………………………
    I supplì so pesanti se pesano un chilo…
    quelli esoterici poi hanno la digestione dei ruminanti li devo leggere due volte NON HO DUE STOMACI anzi tre visto tris menegisto Me ne infischio….EDDAI AVERROE’ ..spostati Dagherrotipo che stiamo a fondare L’Enciclopedia Esoterica + dispense Aliene in aggiornamento.
    ……………………………………………………………………………………………..
    però pure tu RAFFAELE che refuso che hai fatto…a volte mi strabilii , non dormirò neanche stanotte a pensarti al centro di un sartù di riso e insalata di rinforzo col tuo bel panzerotto…vedi bene che hai scritto..

  11. 😉 😀 🙂 🙂 🙂 🙂 😀 🙂 🙂

  12. …quando senti le giuste parole e ti bastano quelle…

  13. comunque mi allontano dal blog perchè ho parecchie cose da fare BACI BACI BACI BACI BACI BACI BACI BACI BACI BACI BACI (e) a frappè.

  14. Carissima Maaaaap,,
    così come a tavola, divoro ogni cosa, e guarda caso che caso non è , ancora non mi sono incintato come tanti della mia stessa età o come si sono ridotti alcuni che come me hanno avuto un infarto . Come non ti nascondo che anche con i mie problemi del cuore , ancora mangio come un lupo, bevo, fumo, ballo e quando posso faccio l’amore due volte al giorno…. Come non ti nascondo che malgrado i mie massicci 80 kg, ho ancora abbastanza forza da alzare facilmente 130 kg…. Ma come tu ben sai la forza maggiore è quella che è celata nel cuore…. Comunque accetto di vero cuore le tue giuste osservazioni… sono troppo ampolloso perché troppe cose ho contemplato…. Com’è anche vero che spesso intaso questa preziosa casa con tantissime parole…. 😀 😀 😀

  15. Baci anche per te, cara Map… 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...