Grandi speranze

“… So che alberga nel cuore grandi speranze, ma che nessuna di esse si è realizzata, e so che questo, senza che lei se ne renda conto, la sta uccidendo un po’ ogni giorno che passa.”

Carlos Ruiz Zafón

18 Risposte

  1. …tutte le speranza disattese, tutti i sogni non realizzati
    dentro feriscono mortalmente ed, probabilmente (è vero!) inconsciamente uccidono una parte interiore di noi, del nostro essere e aprono cmq una ferita nel nostro cuore!

  2. le speranze disperate ……un pò obsolete

  3. .provocazione:
    ….a volte però non potrebbero essere proprio le speranze disperate ad infondere la carica vitale necessaria per andare avanti?

  4. Immaginatemi seduto a casa mia la sera del primo giorno di Pasqua, avvolto in una veste da camera; fuori cade una pioggerella sottile; nella camera non c’è nessun altro. Io fisso a lungo il foglio di carta bianca che mi sta davanti, con la penna in mano, stizzito per la confusa quantità di argomenti, fatti e pensieri che reclaman tutti d’essere messi per iscritto; e molti lo fanno con parecchia veemenza, perché sono ancora giovani e spumeggianti come il mosto; ma a ciò si ribella qualche vecchio pensiero maturo e decantato, come un vecchio signore che misura con occhio ambiguo il gran daffare della gente giovane. Diciamolo apertamente, la nostra disposizione di spirito è condizionata dal contrasto tra quei due mondi, il giovane e il maturo, e noi diamo allo stato momentaneo del conflitto il nome di stato d’animo o quello lievemente spregiativo di umore – Nietzsche

  5. …Da quando in quà la realizzazione delle speranze di qualcuno dipende da qualcun altro?
    E’ usanza mediterranea non esternare le speranze per non “inficiare” la fortunata realizzazione delle stesse;
    è rimedio empirico provvisorio non rendere pubbliche le proprie speranze per non condizionare la “libertà” della persona nella quale queste speranze sono state riposte…
    Dico che, se la speranza fosse una pietra preziosa, io lper prima la nasconderei nel posto più impensabile… In fondo al nemico più temibile, in modo che tutti imparino a pensare: a pensare che la speranza è un dono e che ha bisogno di cure al pari di un essere vivente; a pensare che è raro trovare la speranza in chi non sa dare ad essa il giusto valore….
    A parte le banalità, penso a chi ha preferito rimettere le speranze nelle zampe del proprio animale di compagnia… La vita deve essere stata una maestra troppo austera con chi ha preferito un successore così “casuale”, oppure una brava maestra se è riuscita ad insegnare il modo in cui riconoscere “a pelle” chi non baratterà mai la fiducia per un pasto caldo…

    Chi fa per Sè… forse riuscirà a “fare” anche per gli altri (e non soltanto a confezionare belle speranze pubblicitarie!): “Se in un tuo sogno scrivi un poema, fallo realmente, e per quanto in modo imperfetto, comincia ad essere il poeta che c’è in te. Se i tuoi sogni te lo suggeriscono, parla con estranei, dipingi o tieni discorsi. Renderai così manifesto il tuo destino e con la tua collaborazione cosciente il sé comincerà ad assumere una forma concreta e creativa.” (Albert Kreinheder)

    P.S. : Io non voglio rimpianti!

  6. Meravigliosa e, soprattutto, vera la frase di Albert Kreinheder.
    Grazie Valeria.

  7. che dire più bello?

    a me faceva ridere: le speranze disperate ……un pò obsolete…..ops 🙂

    Grazie molte aValeria cara e Beatrice dolce per aver donato una sintonia così lieve e delicata …. 🙂 come la speranza che ha bisogno di stare nascosta ed accudita ….:-)

    come una balena 🙂 🙂 :-):-):-)

  8. Un Saluto per Raffaele, spero ritorni al più presto, cosi Luigggi!!!

  9. Raffaele…illuminaci con la tua florescente radiosa ”presenza@@@@

    Gabriele, Giuseppe e …. 🙂

  10. MAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAPPPIIIIIIIII

  11. Ciao Carissimo Giuseppe,
    Grazie per il tuo sentito/percepito saluto e per la la tua gentile richiesta. Sai, spesso entro nella voce del silenzio, spesso stacco quel mio strano modo di relazionarmi con tantissimi altri amici e amiche. Spesso ho bisogno di abbandonarmi a me stesso per capire meglio il sentiero che mi sono imposto in questa mia vita. Spesso è meglio non dire niente, forse è meglio parlare come parlano gli altri o non parlare affatto per ascoltare nella voce del silenzio…..

  12. Ciao Carissima Grazia,
    non mentire a te stessa, sai già che in questa preziosa casa, siete in tanti/te a renderla assai radiosa.
    Non sono le mie strane parole, ma le vostre ad animare e dare significato a tante cose che il nostro Caro Prof. Gabriele ci mostra per stimolare il sentire ed il capire….. Su certi aspetti dell’essere, non sono d’accordo, ma capisco e percepisco perfettamente il profumo assai elevato dell’energia che circola in questa radiosa casa. Energia che giustamente è anche dimentica di tanta passata memoria.

  13. Sì bisogna sempre avere….grandi speranze!!!!!

  14. caro Raffaele, che piacere, leggerti! il silenzio quale santa cosa…
    la pazienza, di cui nutriamo bisogno, per non cadere nell’incomprensione dell’altro, per non cadere nell’incomprensione di Noi stessi!!! Ciao Raffaele…

  15. Nessuno forse s’accorgerebbe d’un raggio mancante Sole? se non avvertendo meno luce, meno calore, cosi meno Ombra!!!

  16. Non vi è unraggio che sia più luce e meno Ombra,….

  17. Voglio mandare Un Saluti di cuore a Luigggi, scontri o non scontri, Torna dai, LUIGGGi, Io non SONO BUONO, ma ti chiedo fai RITORNO!!! LUIGGGIONE!!!

  18. …….con la tua poetica libera, Luis, mi sento di aggiungere, che è piacere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...