Amor cortese

È l’amore che pure lega insieme i cuori dei due amanti con ogni sentimento di gioia. Questo tipo consiste nella contemplazione della mente e l’affetto del cuore, limitandosi al bacio e all’abbraccio e al modesto contatto con il corpo nudo dell’amante, omettendo la soddisfazione completa, poiché ciò non è permesso a coloro che desiderano amare in modo puro… Questo viene chiamato amore misto che trae il suo effetto da ogni delizia del corpo, culminando nell’atto finale di Venere.

Andrea Cappellano

15 Risposte

  1. …è possibile amare qualcuno in questo modo. E’ possibile amare qualcuno con una purezza tale da sembrare inverosimile, ma questo è l’amore sublinare e assolutoi. E, credo, poter provare questo “amor cortese” avvicini in qualche modo agli Dei …..e reputo un benedetto del Destino colui/ei che ha la possibilità nel proprio cammino di incontrare questa forma di Eros!

  2. Cogli questo piccolo fiore…

    Cogli questo piccolo fiore
    e prendilo. Non indugiare!
    Temo che esso appassisca
    e cada nella polvere.

    Non so se potrà trovare
    posto nella tua ghirlanda,
    ma onoralo con la carezza pietosa
    della tua mano – e coglilo.

    Temo che il giorno finisca
    prima del mio risveglio
    e passi l’ora dell’offerta.

    Anche se il colore è pallido
    e tenue è il suo profumo
    serviti di questo fiore
    finché c’è tempo – e coglilo.

    TAGORE

    immagine:

  3. E …”dopo l’amore amorosamente la contemplava”.
    (Prof, come recitano gli altri versi di questa lirica indiana?)
    Credo sia un atto d’Amore perfetto, come un cerchio.

  4. Carissimo Gabriele, che il Sole del Mattino ti sia custode… in Eterno.
    Un grande abbraccio… 😉

  5. “L’amore è tra me e quel fondo abissale che c’è dentro di me, a cui io posso accedere grazie a te. L’amore è molto solipsistico; e tu, con cui faccio l’amore, sei quel Virgilio che mi consente di andare nel mio Inferno, da cui poi emergo grazie alla tua presenza (perché non è mica detto che chi va all’Inferno poi riesca a uscire di nuovo). Grazie alla tua presenza io emergo: per questo non si fa l’amore con chiunque, ma con colui/lei di cui ci si fida; e di che cos’è che ci si fida? Della possibilità che dopo l’affondo nel mio abisso mi riporti fuori.
    (…)
    L’amore non è possesso, perché il possesso non tende al bene dell’altro, né alla lealtà verso l’altro, ma solo al mantenimento della relazione, che, lungi dal garantire la felicità, che è sempre nella ricerca e nella conoscenza di sé, la sacrifica in cambio di sicurezza”.

    Umberto Galimberti

  6. Ho fame della tua bocca, della tua voce, del tuoi capelli
    e vado per le strade senza nutrirmi, silenzioso,
    non mi sostiene il pane, l’alba mi sconvolge,
    cerco il suono liquido dei tuoi piedi nel giorno.

    Sono affamato del tuo riso che scorre,
    delle tue mani color di furioso granaio,
    ho fame della pallida pietra delle tue unghie,
    voglio mangiare la tua pelle come mandorla intatta.

    Voglio mangiare il fulmine bruciato nella tua bellezza,
    il naso sovrano dell’aitante volto,
    voglio mangiare l’ombra fugace delle tue ciglia

    e affamato vado e vengo annusando il crepuscolo,
    cercandoti, cercando il tuo cuore caldo
    come un puma nella solitudine di Quitratúe.

    Pablo Neruda

  7. Lasciami libere le mani
    e il cuore, lasciami libero!
    Lascia che le mie dita scorrano
    per le strade del tuo corpo.
    La passione – sangue, fuoco, baci-
    m’accende con tremule fiammate.
    Ahi, tu non sai cos’è questo!

    E’ la tempesta dei miei sensi
    che piega la selva sensibile dei miei nervi.
    E’ la carne che grida con le sue lingue ardenti!
    E’ l’incendio!
    E tu sei qui, donna, come un legno intatto
    ora che tutta la mia vita fatta cenere vola
    verso il tuo corpo pieno, come la notte, d’astri!

    Lasciami libere le mani
    e il cuore, lasciami libero!
    Io solo ti desidero, ti desidero solamente!
    Non è amore, è desiderio che inaridisce e s’estingue,
    è precipitare di furie,
    avvicinarsi dell’impossibile,
    ma ci sei tu,
    ci sei tu per darmi tutto,
    e per darmi ciò che possiedi sei venuta sulla terra –
    com’io son venuto per contenerti,
    desiderarti,
    riceverti!

    Pablo Neruda

  8. Un sorriso
    Non costa nulla e produce molto, arricchisce chi lo riceve
    senza impoverire chi lo dona.
    Non dura che un istante, ma nel ricordo può essere eterno.
    E’ il segno sensibile di un’amicizia profonda.
    Nessuno è così ricco da poterne fare a meno
    e nessuno è così povero da non meritarlo.
    Un sorriso dà riposo alla stanchezza e allo scoraggiamento;
    rinnova il coraggio, nella tristezza è consolazione.
    Un sorriso è un bene che ha valore nell’istante in cui si dona.
    Se incontrerai chi il sorriso a te non dona, sii generoso e dà il tuo,
    perché nessuno ha tanto bisogno di sorriso
    come chi non sa darlo

    K. Gibran

  9. Il tuo prossimo
    è lo sconosciuto che è in te, reso visibile.
    Il suo volto si riflette nelle acque tranquille,
    e in quelle acque, se osservi bene,
    scorgerai il tuo stesso volto.
    Se tenderai l’orecchio nella notte, è lui che sentirai parlare,
    e le sue parole saranno i battiti del tuo stesso cuore.
    Non sei tu solo ad essere te stesso.
    Sei presente nelle azioni degli altri uomini,
    e questi, senza saperlo, sono con te in ognuno dei tuoi giorni.
    Non precipiteranno se tu non precipiterai con loro,
    e non si rialzeranno se tu non ti rialzerai

    K. Gibran

  10. Mi sento come un campo seminato
    nel cuore dell’inverno, e so
    che primavera sta arrivando.
    I miei ruscelli prenderanno a scorrere
    e la piccola vita che dorme in me
    salirà in superficie
    al primo richiamo.
    *****
    Tutte le cose sono belle in sé,
    e più belle ancora diventano
    quando l’uomo le apprende.
    La conoscenza è vita con le ali.
    ******
    Un amico lontano
    è a volte più vicino
    di qualcuno a portata di mano.
    E’ vero o no
    che la montagna ispira più reverenza
    e appare più chiara al viandante della valle
    che non all’abitante delle sue pendici ?
    *****
    Siamo amici,
    io non desidero niente da te,
    tu non vuoi nulla da me.
    io e te dividiamo la vita.

    K. Gibran

  11. L’amore non è soltanto un’esperienza di vita, è anche un’esperienza mistica. Nell’amore cortese, la pena d’amore, l’impossibilità dell’appagamento, era considerata l’essenza della vita.

    Joseph Campbell

  12. Se lo ami ti ama
    se lo cerchi ti sta cercando
    se lo trovi ti ha trovato
    e ciò in tutte le bellezze
    poiché questa legge è nell’Uno
    che tutte le comprende
    e in tutte si riscopre
    in ogni nuovo istante
    in nuove infinite manifestazioni.

    N. Nurettin

  13. Grazie, dolce Bea per la lirica di K Gibran che mi regalato.. . Ti vorrei rispondere con una ” poesia ” a modo mio, però oggi, non ho la forza d’ animo, per farlo… .

    Valeria, nel suo post, che mi ha scrito, è stata divina… ha tolto la benda dai miei occhi.

    Figlia, ti ringrazio di cuore. Stasera ti darò mie notizie e mi inchinerò davanti alla tua vera e raffinata sapienza. Che brava, sei stata !

    Bea, del mio cuore, amica vincente e dea di grande fascino… medita questa poesia, che certo conoscerai…

    Oggi sono cascante .Baci, baci, baci.

    ” Se io potrò impedire

    Se io potrò impedire
    a un cuore di spezzarsi
    non avrò vissuto invano-

    Se allevierò il dolore di una vita
    o guarirò una pena-

    o aiuterò un pettirosso caduto
    a rientrare nel nido
    non avrò vissuto invano. ”

    Emily Dickinson

  14. Cara Valeria, sono solo questi e ogni volta che li leggo mi sbalordiscono. Baci

  15. …Uffaaa, Luigi anche io non sto al massimo in questi giorni!!!!
    Bellissimi i versi di Emily!
    Dea…io una Dea!! mi fai sorridere!
    In effetti in questo periodo ho individuatao il mio mito di riferimento…..è bello aderire a questa Dea….almeno uan volta nella vita!!!
    Bacioniii

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...