Anima Animae 34

Gentilissimi amici,

nuova puntata di Anima Animae, la mia trasmissione in onda su Cinquestelle tv tutti i giorni alle ore 20:45 circa tranne il martedì. Vi ringraziamo per la partecipazione che ci mostrate con la quantità e la qualità delle opere che ci state spedendo alla redazione di Cinquestelle TV. Spediteci, è importante, insieme alle vostre opere una liberatoria che ci autorizzi a presentarle a titolo gratuito. In questa puntata leggeremo ancora un libro meraviglioso, arrivato alla seconda edizione, di Ginette Paris, “La rinascita di Afrodite”, ed. Moretti & Vitali, e passeremo, poi, a “Cortigiane” di Giuseppe Scaraffia, ed. Mondadori. Presentemo, quindi, un testo su cui torneremo, “Gesù di Nazaret” di Benedetto XVI (Joseph Ratzinger), ed. Libreria Editrice Vaticana. Chiudendo la puntata vi proporremo la raccolta di saggi “Scuola e televisione: il declino dell’Italia” di  Angelo Conforti. A presto!

CONTATTI

Indirizzo: Anima Animae – Cinquestelle Tv, via Alberto Cadlolo, 90 – 00136 – Roma

Annunci

17 Risposte

  1. Auguri di buona Pasqua, Gabriele caro. Che tu possa essere tanto felice…

  2. E buona Pasqua a voi, magiche Creature di questo Giardino. Vi abbraccio e bacio Tutte … 🙂

  3. Grazie, carissimo. Auguri anche a te. Baci

  4. Caro Gabriele, ti abbraccio e ti faccio tanti auguri, insieme ai tuoi ospiti di casa-blog.

    Un forte abbraccio a Beatrice, Valeria, Rafeluzzu e Peppinuzzu.

  5. Caro Innominato, ti ringrazio molto, ricambiando l’abbraccio e gli auguri. Baci baci

  6. mi unisco agli Auguri già fatti da Luigggi, per lei Prof, cosi per tutti i collaboratori come Egidio, Simona, ormai da anni con lei! AUGURI POSSA REGNARE L’AMORE… :D)

  7. Tante grazie da tutti noi, caro Giuseppe, e tanti auguri anche a te! Baci baci

  8. E’ vero, Prof…: meglio nasconderla la verità, velarla. Chiunque faccia uso improprio della verità, come i bambini, per esempio, e con loro si mette in rapporto di parità, deve sicuramente possedere qualcosa che sia disposto a perdere per un bene più grande, altrimenti meglio sarebbe barare su tutto ma, sui sentimenti, prima di tutto. C’è sempre qualcosa da imparare da una mezza verità; una verità invece costringe a svendere in nero il proprio orgoglio e a pagare comunque la tassa sullo sfavillio inutile: in fondo il Mago di Oz rimane uno sfigato cronico che nessuno saprà riabilitare davvero ad una società che ci mangia sulle storie non ufficiali. E poi il buco della serratura è ormai nel pil e si sa che tira più un pil di… Bisognerebbe fare più attenzione, però, a non aggrapparsi a quel pil in particolare, perchè la sua lunghezza è una verità astratta e dicono addirittura variabile; mentre più affidabile è il contro-pil, anche quello cinese ma affidabile. La prossima volta mi faccio un mazzo di pil miei…

    Da “Dialoghi con Hermesparì La Piuma” di Valeria D.A.

  9. Caro Gabriele, grazie infinite per la segnalazione del mio libro. A presto, Angelo

  10. Caro Angelo, l’ho fatto con piacere. Baci

  11. ….ho capito cosa intendete, cara Valeria, quando sosteneti che la verità va “velata” o “rivelata”…ma, ho una domanda.
    Quando è giusto dire la verità nuda e cruda? cioè ci sono circostanze nella cammino di ognuno di noi in cui sia invece necessario conoscere la verità, magari per evitare fraintendimenti o illusioni? Cioè nascondendo sempre la verità o velandola cmq, non si rischia di rimanere in una zona oscura, di ombra, di detto o non detto e magari non essere chiari nei confronti dei propri interlocutori del momento?
    Un bacione forteeeee

  12. Nel mio commento, Bea, ero dietro il velo… di un interlocutore stanco di essere il depositario delle verità altrui, scomode ma pesanti come qualsiasi verità che non si voglia accettare: immagino che quell’interlocutore sia un bambino stanco di essere il bersaglio di coloro che in lui hanno “riposto” quelle verità soltanto per potersene liberare e in lui condannarle.
    Credo che la verità esista, che comunque abbia un peso pari ad una grande responsabilità e credo che questo peso possa essere condiviso: la speranza in fondo, secondo me, è “poter patire insieme” all’Altro, cioè “umiliarsi” (a molti non piace questo termine!), diventare “più piccolo del piccolo” … per poter ridurre quel peso che grava sulle sue spalle. Quella nuova vita che compare nel momento del bisogno recando con sè tutto ciò che serve, secondo Cambell, dovrebbe recare con sè la speranza, secondo me, …che la verità non sia stata contaminata alla fonte! Bisognerebbe sempre accertarsene, prima di “consegnare” una verità 🙂 Quindi preferisco la verità nuda, perchè l’armonia da cui nasce la poesia è nuda, come nudi si rinasce.

  13. Grazie, cara Valeria, ora ho capito quello che volevi dire…e sono in perfetta sintonia con te! Hai detto una cosa di una grande profondità: la verità esiste, ha un grande potenziale e soprattutto essa va con-divisa…è, come hai scritto tu, “poter patire insieme all’Altro…umiliarsi”….
    …e poi è vero: nella nudità sta l’essenza stessa dell’essere e dell’esistenza….nudi si nasce, e nudi si rinasce sempre! L’anima, quando si toglie la corazza, è nuda, l’incosco quando esce dal buio degli abissi e trova la luce è nudo….
    Grazie ancora….
    Un abbraccio

  14. (ATTENZIONElectura solo per femminuccie astenersi maschi a meno che stiano pensando ad un effetto spelapetto così tanto per partecipare ai 100 stile libero in aereodinamica meno impedita da neandartali appendici cheratiniche …cioè i cugini IT della famiglia ADDAMS per dire..gli altri non capiranno..
    ——————————————————————–
    non so ma a me sta a venì in mente il bikini wax he he heee … ahjo!!! Niente resiste alla crisi come il mestiere di estetista..pil ma delux…co cera virgin d’Alabama effetto eucaliptus Australiano ad iridescenza madreperlata prodotte da api abissine, monache essene, senza fuchi quindi e velenossissime ..anche se l’effetto sarà invece rouge permanent per 24 ore a meno che non si voglia tentare l’approccio impanate e fritte da spiaggia scartavetrate e disinfettate collacqua de Fukushima (novità di quest’anno!!!radioactive power moist) una colata de cera farà da rinascita estiva..ecco la buscia rimasta attachè au papier cirè..er velo incerato ce scarta na/la bellezza..annur..ma proprio annur..

  15. Ma non c’è il rischio di caricare la ceretta di troppi significati e di non riuscire a smettere?… 🙂

  16. 😀 he he heeeeeee… ahjo!

  17. sarebbe la tricotillomania ?
    Esiste una clinica ? Adepte allo strappo anonime?

    (Invece che Adepti allo “Stappo” Anonimi?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...