Sul Femminile

Il Femminile però non appartiene solo alle donne, ma attraversa tutti. È l’accettazione del diverso, dello straniero, dell’umile, dell’abbandonato, del malato, del reprobo. È la capacità immaginativa, del lasciarsi andare, dell’accogliere e del perdere la posizione acquisita per lanciarsi in altro, del tuffarsi in un diverso mondo e modo di vivere. È anche l’intrigante, il bugiardo, lo svenevole e il malinconico che ci portiamo dentro. Tutte qualità che appartengono a quella parte essenziale del nostro inconscio che Jung ha definito Anima.

Gabriele La Porta

7 Risposte

  1. Illuminante pensiero, Gabriele. Grazie …

  2. Grande prof, ma come
    “Come può l’Essenza che ancora non ha trovato ciò che dona l’Essere,
    come può diventare una donatrice di Essere?” Jami

    RIVOLTA

    Senza più nome
    questo gelo che percorre
    le ossa della terra
    non certo tenerezze i suoi recinti
    grate astute scompongono
    fra rovi
    mattini assetati di voli
    rugge solo la statera dell’ultima corsa
    ma non ci aspetta
    la resa trafelata che dona
    prima di chiedere il respiro
    Parole estranee in tocchi di veleno
    s’infrangono con tutte le armonie
    solo sprazzi in lividi rancori
    d’anime sopite
    così- scalzo -il bene
    tracima in agonie i nostri cieli
    Ma scrivi anche se l’ultimo raggio
    pende sopra il mare

    BUONA VITA !

  3. Caro Prof.,
    condivido in pieno quello che scrivi!
    Grazie per tutto!
    Con tanto affetto, ti auguro una buona e soleggiata domenica!

  4. Grazie, Beatrice. Con tanto affetto anche da parte mia. Buona domenica!

  5. “Che noi si scriva, si parli o solo si sia visti
    rimaniamo evanescenti.
    E tutto il nostro essere
    non può in parola o in volto giammai trasmutarsi.
    L’anima nostra è da noi immensamente lontana:
    per quanta forza si imprima in questi pensieri, mostrando l’anime nostre con far da vetrinisti,
    indicibili i nostri cuori
    pur sempre rimandono (…)
    Nel profondo di noi stessi restiamo ancora celati
    quando al nostro pensiero dell’essere nostro parliamo”

    Fernando Pessoa

  6. Cara Maria, sul piano circolare tutto torna (la sfera non prevede tempo). Baci baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...