Anima Animae 32

Gentilissimi amici,

nuova puntata di Anima Animae, la mia trasmissione in onda su Cinquestelle tv tutti i giorni alle ore 20:45 circa tranne il martedì. Vi ringraziamo per la partecipazione che ci mostrate con la quantità e la qualità delle opere che ci state spedendo alla redazione di Cinquestelle TV. Spediteci, è importante, insieme alle vostre opere una liberatoria che ci autorizzi a presentarle a titolo gratuito. In questa puntata leggeremo e presenteremo il testo che abbiamo ricevuto da Nicolò Sorriga. Passeremo, poi, a “Cortigiane” di Giuseppe Scaraffia, ed. Mondadori,  Centauri. Mito e violenza maschile, di Luigi Zoja, ed. Laterza e “La bicicletta di mio padre” di Pierfranco Bruni, Pellegrini Editori.

Buona giornata!

CONTATTI

Indirizzo: Anima Animae – Cinquestelle Tv, via Alberto Cadlolo, 90 – 00136 – Roma

10 Risposte

  1. Sai, Gabriele, guardarti mi infonde Energia.

    Sei una persona speciale.

    Un’anima Raggiante.

    Un grande bacio… 😉

  2. Caro Prof.,
    avallando in toto il pensiero del carl Luigi R., ti dico che ascoltarti e guardarti in tv per me rappresenta un momento di pace assoluta e anche a me “infonde energia”, voglia di andava avanti, di affrontare le difficoltà del quotidiano e le tante sofferenze che possono in qaulche modo affliggerci.
    Un abbraccio, Bea

  3. da “Lo specchio di psiche” di Francesco Donfrancesco”:

    “Le nostre afflizioni, e in particolare quelle incurabili, il cronicismo, riflettono le eterne afflizioni degli Dei di cui siamo immagine; e la cura delle nostre afflizioni può essere l’incamminarsi in direzione di un approfondimento culturale, piuttosto che di comportamneto forzato di sottomissione civilizzatrice. [Come scrive James Hilmann] Prendersene cura, rimanere con esse, soffermarcisi, cercare di scoprire l’invisibile mistero che contengono, lasciare che sgorghi la compasione per il nostro stesso disturbo cronico, tutto questo rallenta il nostro progredire, ci sposta da un pensare orientato verso il futuro a un pensare volto a quanto è essenziale nella nostra natura e nel nostro carattere, al significato della vita e della morte, all’amore e ai suoi fallimenti, a ciò che è veramente importante e ai dettagli, nelle parole, nei modi e nell’azione, imposti dalle limitazioni alle quali ci obbliga quel nostro disturbo, cui non è possibile sfuggire. Cominciamno così ad ascoltare in modo diverso, a osservare in modo diverso, ad asorbire con più sensibilità. (…) E nei confronti degli altri i miei modi cambiano: il mio linguaggio si fa più intonato e preciso, divento più raffinato e abile (…) Mi rivolgo alle arti, per comprendere, al rituale per la messa in scena, e a come si svolge la vita di uomini e donne del passato. Ho bisogno di qualcos’altro, oltre alla comunità e alla civiltà, perchè queste possono essere troppo umane, troppo visibili. Mi occorre quell’aiuto immaginale che proviene dai racconti e immagini, ho bisogno di idoli e altari, e delle creature della natura, che mi aiutino a sostenere quanto è così duro sostenere personalmente e da soli. L’educazione della sensibilità comincia nel reparto incurabili, la cultura del disturbo cronico”.

  4. refuso:
    il titolo dle libro esatto è:

    Nello specchio di psiche.

  5. …”La fantasia è la forza primordiale dell’anima che tende a riportare ogni cosa nella sua concezione primaria, ritualizzando tutto ciò che accade, trasformando gli elementi in mitemi, sistemando le inezie di ogni caso clinico nei precisi dettagli, apparentemente così irrelevanti, di una leggenda, continuamente confabulando sulla nostra vita secondo modelli che non possiamo nè comprendere con la nostra mente nè governare con la nostra volontà, ma che possiamo soltanto amare di un “amor fati””.
    James Hillman

  6. Grazie, Bea! Un bacio ed un abbraccio.

  7. “Incanto”,….
    Professore, è Bello!
    Un abbraccio

  8. cara Beatrice, sono felice per quello che tu e Luigi mi dite. Vi abbraccio e bacio entrambi.

  9. Carissima, ti abbraccio anch’io. Baci baci

  10. Buongiorno !!!Delizia e delizie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...