Forze indipendenti della psiche

L’uomo moderno fa fatica ad ammettere che all’interno della psiche esistono delle forze  assolutamente indipendenti.

Adolf Guggenbühl-Craig

4 Risposte

  1. Gli Archetipi: messaggeri dell’inconscio, figli del cosmos della psiche, se ascoltati dalla coscienza rendono possibile una “trasformazione d’atteggiamento”, ordinatori e custodi della Totalità, portatori di salute.
    Si trasformano nei figli del caos, quando non sono ascoltati e riconosciuti dalla coscienza, diventano “suscitatori infallibili di disturbi nevrotici e persino psicotici, dato che si comportano esattamente come gli organi del corpo o i sistemi funzionali organici maltrattati” (Jung)

    (Mi chiedo se sia possibile individuare le “amputazioni” di Anima facendo un check-up della totalità degli Archetipi, poichè come afferma Jung: “non ci si libera mai della base archetipica in modo legittimo, a meno che non si sia disposti a pagare il prezzo di una nevrosi, come non ci si può sbarazzare, senza commettere suicidio, del corpo e dei suoi organi vitali”. Per Schopenhauer è la negazione del fenomeno particolare, la vita, che frena la volontà di vivere…)

  2. In ogni microcosmo (essere) per analogia, per riflessione, ci sono le stesse informanti contrapposte equilibranti forze armoniche che vengono esercitate nel macrocosmo, e solo una conoscenza profonda di se stessi può equilibrare tutti i tiranni aspetti egoici interiori, ma è necessario osservare, attenzionare ogni cosa che passa da dentro così come anche da fuori. E se fosse necessario anche di scendere negli inferi (mondi interiori) per cercare di equilibrare gli aspetti illusori e meccanicistici di infiniti tiranni/legioni. Come noi umani siamo gli enzimi di questa nostra amata martoriata terra, così per quella natura predatoria di tutto la creazione, nel nostro intimo ci sono forze indipendenti, aliene ed anche parassite che sinergicamente coesistono per ogni inconsapevole trasformazione dal caos primordiale, finché non si prende vera coscienza della nostra vera divina natura.

  3. Risvegliare la Fenice dalle proprie ceneri, non è una cosa da quattro soldi, che si può ridurre a semplici o complesse speculative astratte incapite parole…. Occorrono MILIONI DI ANNI LINEARI, ma nel continuo infinito tempo tutto prima o poi diventa una raggiunta meta. Se pensiamo con raziocinio, con la sola mente speculativa di essere arrivati a livelli di comprensione elevati, si sappia solo che è come confrontare un granello in un mare di sabbia…

  4. E quelle forze finiscono col manifestarsi all’esterno, mantenendo il loro aspetto assolutamente indipendente..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...