Flussi delle maree

L’amore e il vuoto, in noi, sono come i flussi delle maree.

Kahlil Gibran

Annunci

5 Risposte

  1. Buon pomeriggio, Gabriele carissimo… 🙂

  2. Buon Pomeriggio Carissimo Prof. Gabriele 😀

    l’amore è come una coppa che deve essere svuotata per essere riempita e dopo aver assaporato la fragranza del nettare della vita, capisce le differenze tra il vuoto e il pieno della vita e solo nel MOVIMENTO e nella QUIETE può ritrovare la sua antica cristallina divina dimora. Ma c’è di più di in questa semplice analogia perché tutto questo si riferisce al piano di coscienza/consapevolezza raggiunto. La vita è qualcosa di più grande di quello che le apparenze c’inducano a percepire…

    La causa è da ricercarsi nel CONDIZIONAMENTO SOCIALE… Se io fossi nato in India avrei subito influssi differenti rispetto al mondo occidentale…..

    Ma se io sono nato sia in India come ogni parte di questa terra, ed ora comincio a prendere consapevolezza di questa mia immortale natura, allora cambia tutta la visione e soprattutto la musica che echeggia nel nostro cuore che prima veniva ascoltata solo da un solo punto di osservazione…..

    Come in una retta ci sono infiniti punti di osservazione, ma tutti LINEARI, (ordinari) nel cerchio e nel tempo circolare ci sono infiniti punti di compenetrata realtà. Spostare e fissare il proprio punto di osservazione del proprio centro permanente vuol dire vedere con altri occhi ed udirete con altre orecchie……

    dal vangelo di Tommaso

    27.)Gesù vide dei bambini che stavano poppando. Egli disse ai suoi discepoli: – Questi bambini che stanno poppando sono simili a coloro che entrano nel Regno. Essi allora gli domandarono: – Se saremo piccoli, entreremo nel Regno?¹ Gesù rispose loro: – Quando farete in modo che due siano uno, e farete si che l’interno sia come l’esterno e l’esterno come l’interno, e l’alto come il basso, e quando farete del maschio e della femmina una cosa sola, cosicché il maschio non sia più maschio e la femmina non sia più femmina², e quando metterete un occhio al posto di un occhio e una mano al posto di una mano e un piede al posto di un piede, un immagine al posto di un immagine, allora entrerete

    tralasciando il simbolismo di quel celato aspetto unitario, queste ultime evidenziate parole parlano da sole di quell’antico ermetico messaggio…..

    (peccato che il tempo non mi è favorevole per commentare ogni sua giusta saggia illuminante riflessione che con grande amorevole passione ci sottopone al nostro capire)

  3. Grazie, caro Raffaele, per le tue riflessioni. E hai ragione: il tempo, purtroppo, è quello che è. Baci

  4. E già i tempi sono quelli che sono!

  5. “…direte pane al pane, vino al vino, sì, sì no,no…”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...