Mi hai fatto senza fine

Mi hai fatto senza fine
questa è la tua volontà.
Questo fragile vaso
continuamente tu vuoti
continuamente lo riempi
di vita sempre nuova.

Questo piccolo flauto di canna
hai portato per valli e colline
attraverso esso hai soffiato
melodie eternamente nuove.

Quando mi sfiorano le tue mani immortali
questo piccolo cuore si perde
in una gioia senza confini
e canta melodie ineffabili.
Su queste piccole mani
scendono i tuoi doni infiniti.
Passano le età, e tu continui a versare,
e ancora c’è spazio da riempire.

Rabindranath Tagore

3 Risposte

  1. L’Arcano della Temperanza
    Asso di Spade
    Asso di Coppe…

  2. “Mi hai fatto senza fine… questa è la Tua Volontà. Questo fragile vaso continuamente Tu vuoti, continuamente Tu riempi di vita sempre nuova.
    Questo piccolo flauto di canna hai portato per valli e colline, attraverso esso hai soffiato melodie eternamente nuove.”
    Ottima scelta, ho infatti utilizzato lo stralcio ‘tagoriano’, in questa versione sottilmente ‘diversa’, come ‘introductio’ al capitolo ‘funky’ del mio primo saggio (c’è pure il capitolo ‘chill-out, quello ‘house’ quello ‘dance’ – e qui c’è un Peyrefitte da sballo…).
    Nicola

  3. NEL SILENZIO

    Bella è la profondità dove arrivi per toccare lo squarcio che sembra aprirsi spingendoti oltre quel limite, così navighi verso un punto illuminato della tua ricchezza che abbandona lo spazio dove sei, perdendo la mèta dei pensieri!

    Fiorella

    Baci 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...