Camminavamo per incontraci…

Camminavamo senza cercarci pur sapendo che camminavamo per incontraci.

Julio Cortázar

56 Risposte

  1. Carissimo Prof. Gabriele,
    su queste sole parole si potrebbe scrivere un poema, perché qui si entra nel capo delle AFFINITA’ e dell’incomprensibile destino o delle preannunciate sensazioni interiori che nel mondo dell’inconsapevolezza ci parlano con precognizione di annunciante/percepita/sentita/prevista/intuita consapevole unione interiore di due e esseri, che sanno che, prima o poi le loro strade s’incontreranno.

    E’ quell’incontro AMOR FATI, con la propria amorevole controparte, come è anche quell’indescrivibile incontro con la propria INTERIORITA’, con la PROPRIA ANIMA, con la propria DIVINA ESSERICA NATURA è come dire M’ILLUMINO D’IMMENSO perché nel mio FINITO ho SCOPERTO L’INFINITO TUTTO.

  2. Già, il destino è un grande ingegnere, tutte le strade che costruisce immancabilmente s’incrociano, ognuno pur percorrendo la sua strada, prima o poi s’incrocerà con quelle degli altri…

    Cito una poesia che adoro, di una grande poetessa contemporanea, premio Nobel per la letteratura 1996, di nazionalità polacca, e che ammiro molto, Wislawa Szymborska,

    Amore a prima vista

    Sono entrambi convinti
    che un sentimento improvviso li unì.
    E’ bella una tale certezza
    ma l’incertezza è più bella

    Non conoscendosi, credono
    che non sia mai successo nulla tra loro.
    Ma che ne pensano le strade, le scale, i corridoi
    dove da tempo potevano incrociarsi?

    Vorrei chiedere loro
    se non ricordano –
    una volta un faccia a faccia
    in qualche porta girevole?
    uno “scusi” nella ressa?
    un “ha sbagliato numero” nella cornetta?
    – ma conosco la risposta.
    No, non ricordano.

    Li stupirebbe molto sapere
    che già da parecchio tempo
    il caso stava giocando con loro.

    Non ancora del tutto pronto
    a mutarsi per loro in destino,
    li avvicinava, li allontanava,
    gli tagliava la strada
    e soffocando una risata
    si scansava con un salto

    Vi furono segni, segnali,
    che importa se indecifrabili.
    Forse tre anni fa
    o lo scorso martedì
    una fogliolina volò via
    da una spalla a un’altra?
    Qualcosa fu perduto e qualcosa raccolto.
    Chissà, era forse la palla
    tra i cespugli dell’infanzia?

    Vi furono maniglie e campanelli
    su cui anzitempo
    un tocco si posava sopra un tocco.
    Valigie accostate nel deposito bagagli.
    Una notte, forse, lo stesso sogno,
    subito confuso al risveglio.

    Ogni inizio infatti
    è solo un seguito,
    e il libro degli eventi
    è sempre aperto a metà.

    Wisława Szymborska

  3. Gentili tutti
    vi chiedo una mano urgente per migliorare la leggibilità di questa lettera che ho appena scritto

    “Esiste una condizione oggettiva fisica e psichica di disagio a lavorare in una catena di montaggio. Se poi si aggiungono i turni di notte l’equilibrio biologico di un individuo ne viene sconvolto, con ripercussioni inevitabili su tutti gli aspetti della propria vita da quello mentale a quello affettivo.
    Tutto ciò viene occultato dall’importanza che oggi viene data alla lettura soggettiva delle situazioni.
    Il fatto che ognuno soggettivamente reagisca in modo diverso ad una situazione di disagio in base appunto ai suoi moventi soggettivi viene usato per proporre un referendum alla fiat per votare un peggioramento ulteriore della situazione oggettiva degli operai ( non poter non fare straordinari ecc) pena venir meno il movente soggettivo di voler lavorare e in cambio di un euro al giorno.
    E LA SOCIETA’ CIVILE A TACERE.
    Propongo allora io un movente soggettivo su cui ricattare
    Invece di fare il servo, io operaio smetto di lavorare , finisco in prigione e mi faccio mantenere dalla società.

    Signori Marchionni, come fa un uomo in nome della produttività a ritenersi fuori e sopra della società degli uomini.
    Le chiedo signor Marchionne dall’alto dei suoi studi
    Cosa è la società?
    Quale è lo scopo della società ?

    Un operaio”

    Gentile prof Gabriele
    la ringrazio per l’ospitalità

  4. Chiedo aiuto non solo per la leggibilità ma anche per ampliare e completare il contenuto
    grazie

  5. paolino…..siamo tutti con te!!!!!!!!!!

    nessuno schiavo in questa società, tranne chi porta la bandiera del predatore. egli, sarà il prossimo ad essere un’inutile inutilizzato inutiizzatore…….

    ……..la ”società” dei suoi pari lo schiaccia perchè un ”satio” di tal guisa fa paura a quelli come lui…….la condanna di queste persone è che si distruggono l’un l’altro……..perchè hanno soltanto fervore di competizione. oggi lui (marchio-nne) è schiavo di qualcuno che sarà presto sostituito e sostituirà lui con uno che per guadagnarsi ”l’onore” di portare la bandiera, avrà a sua volta l’onere di tradire…..

    insomma: gli ipocriti hanno fatto il loro tempo……

    i tempi, si sa, non sono eterni. la storia ci insegna che siamo tutti uguali, ma bisogna togliere il cibo per rendere le persone inermi e ricattabili…… quando licenziano, tolgono il pane anche a se stessi.

    Loro stessi nutrono le proprie stupidità

  6. Cara Anna………… grazie…….
    la poesia che hai postato, dimostra una sincronicità del tuo pensiero con il mio..
    grazie 🙂

  7. Che frase mistica!

  8. Fantastica sognante espressione…
    Grazie…

    Grazie anche a te Paolino per la riflessione che ci fai fare quando tutti i mass media s’inchinano silenti al “diabolico potere del danaro”…

    Oltre al dramma tuo e di chi si trova come te… a cui sono vicino… è però tutto il ns pianeta che soffre per il business a tutti i costi… calpestando la natura ed ora anche l’Uomo…
    Temo che poi ne pagheremo tutti le conseguenze…
    t.k.

  9. CIAO ANNA, sei “na squisitezza ” , una persona verace; sul tuo libro, che presi tempo fa, c’e’ la tua foto, un bel primo piano dove spicca un volto radioso e deciso. Mi piace molto il tuo modo di esprimerti, pane al pane e vino al vino. Ho un amica campana simile a te. Grazie per la poesia. — TUTTE le persone di questo blog hanno un proprio stile inconfondibile e ognuno arricchisce l’ altro con pareri diversi che fanno meditare. Bacioni. Laura.

  10. Buongiorno Paolino, questo buongiorno potrebbe suonarti ironico; mi auguro che possano esserci giorni piu’ sereni per tutti. Purtroppo si stanno scatenando i comportamenti piu’ assurdi. Temo che aumenteranno le guerriglie, il povero contro il povero per un tozzo di pane, mentre i ” i grandi della terra ” e anche i ” piu’ piccoli ” al potere che ci ” gestiscono e amministrano ” infarciti dalla corruzione dilagante: si permettono di gettare e sprecar denaro allegramente con la massima indifferenza. Sicuramente una massaia riuscirebbe a fare molto meglio. Ad esempio vedo molti piccoli negozi chiudere perche’ il proprietario aumenta l’affitto, alcuni son chiusi da tanto con il cartello affittasi che penzola. Possibile che non si riesca a venirsi incontro? Risultato: lavoro che diminuisce e anche il padrone del negozio che rinuncia a un entrata. Bah, di questo passo molti ricconi sfruttatori potrebbero ritrovarsi con un bel pugno di mosche in mano. . . .quando si tira troppo la corda. . .

  11. Buon Giorno Carissimo Paolino,
    capisco il tuo stato d’animo e la riluttanza contro questo SISTEMA DISCRIMINANTE che schiavizza gli esseri umani in mille modi. Essendo per mia innata celata natura assai ribelle ed indagatrice, su questo argomento su MATRIX ho approfondito alcuni inquientanti aspetti che sono ancora più assai devastanti di quanto si possa immaginare. Se vuoi, potrei trasmetterti gli scritti attraverso la mia email raffaele55@ymail.com Grazie per la tua gentile attenzione.

    Su questo prezioso blog, troverai tanti amici e tante amiche, propense sinceramente e amorevolmente a sostenerti ed a incoraggiare il tuo prezioso cuore.

  12. Caro Paolino,

    E’ mia modestissima opinione che la Rivoluzione Francese mentre appunto in Francia ha creato una coscienza nazionale collettiva per la quale ogni qualvolta un operaio viene toccato mille e più si rivoltano QUI è differente TALE E’ l’abitudine ai sotterfugi alle raccomandazioni al dire MENO MALE NON E’ CAPITATO A ME…
    Questo è, caro Paolino.

    Per mia opinione personale andrei via dall’Italia.
    Loro “i vari potenti” già l’hanno fatto.In un certo senso già vivono all’estero.In realtà –non sono Italiani–.
    Dovresti considerare che la tua lettera non la scrivi a degli italiani ma a degli stranieri.
    Stranieri per censo, opportunità familiaristico-dinastiche, insomma di casta diversa, come in India.Almeno lì sono coerenti.
    Borges, argentino, diceva che il problema del popolo argentino è che invece che cittadini argentini essi sono di carattere “abitanti” “residenti” in Argentina , e abbiamo visto lì cosa è successo.Bond Parmalat compresi.

    Ci vuole coraggio nella vita e ci vuole che uno faccia percorsi netti, in rettitudine, appunto.
    Uno così era Mattei.Ma a noi interessava l’interesse di pochi.
    Abbiamo perso molto io trovo il senso di lealtà ed userò una vecchia parola vecchio stile “orgoglio”.
    Sì quello che è stato usato per -fini- elettorali e poi cambia. A seconda delle opportunità politiche.Possibile mai?Che tutti dicano cose uguali?
    C’è un criminale che non hanno potuto istradare in Italia, beh’ c’è n’è un altro che è in prigione e sta passando la sua condanna lì.Era un mio professore.Neanche sapevo del suo passato.Persona sprucida ma corretta, (sprucida significa un pò “acida” in napoletano ma lui viveva a Pisa) Quando stava per strozzarsi per la malattia quasi gli davano la grazia.Poi ritirata.
    Comunque io in Brasile non ci vado.Spero che nessun italiano ci vada.

    proprio ieri ho visto per televisione che esiste un modulo per i datori di lavoro da compilare obbligatoriamente per la valutazione da stress da lavoro , che incide come giustamente dici tu sul sistema biologico e psicologico che poi è la stessa cosa (psiche-soma) .Si prevedono multe e robe simili e bla bla bla.Comunque l’asserzione stress = assenteismo dovrebbe da sola far riflettere.(!!!!)
    Ci sono realtà come per es. l’azienda moda Brunello Cucinelli che grazie ad imprenditori dotati di etica e poi a lungo percorrenza avranno e hanno i loro frutti che pongono il benessere dei loro operai (che secondo me non chiamano neanche così) al primo posto.Di seguito tutte le aziende con asili nido.Per dirne una.Bisognerebbe comprare solo da gente così, ho visto che la FIAT in America ha deciso di abbassare gli stipendi e dare delle quote agli operai, e loro ci stanno, PER ORA, perchè i sindacati sono già in moto per aumentare i salari hanno accettato per ora questa proposta.
    Io non ho risposte.
    Faccio solo delle riflessioni del tutto PERSONALI e mi scuso di questo.
    Da una mia semi-parente proveniente dal Nord Africa (preferisco non dire la nazione) ho saputo che non paga l’INPS e la spazzatura e secondo lei la spazzatura differenziata (abita a Napoli) è una scemità visto CHE C’E’ CHI VIENE PAGATO per questo.Eh sì ora gli spazzini si mettono a fare la raccolta differenziata separando il risotto ammuffito da ..lasciamo perdere..comunque tutto questo perchè secondo lei in Italia le leggi non SONO buone..(testuali parole) ed io che razzista non sono quasi ci divento.
    Allora che vogliamo fare???Vogliamo che tutti seguano delle regole?Che la civiltà sia civiltà e la legge di mercato sia non più una scappatoia per sfruttare la gente?? Boh. Scusatemi e scusami le mie inutili parole.
    E’ solo un mio personale pensiero, sonnambulino.

  13. poichè il mio comm forse non và bene ho sintetizzato così :
    ………………………………………………………………………….
    Io non ho risposte.
    Faccio solo delle riflessioni del tutto PERSONALI e mi scuso di questo.
    Da una mia semi-parente proveniente dal Nord Africa (preferisco non dire la nazione) ho saputo che non paga l’INPS e la spazzatura e secondo lei la spazzatura differenziata (abita a Napoli) è una scemità visto CHE C’E’ CHI VIENE PAGATO per questo.Eh sì ora gli spazzini si mettono a fare la raccolta differenziata separando il risotto ammuffito da ..lasciamo perdere..comunque tutto questo perchè secondo lei in Italia le leggi non SONO buone..(testuali parole) ed io che razzista non sono quasi ci divento.
    Allora che vogliamo fare???Vogliamo che tutti seguano delle regole?Che la civiltà sia civiltà e la legge di mercato sia non più una scappatoia per sfruttare la gente?? Boh. Scusatemi e scusami le mie inutili parole.
    ………………………………………………………………………………..
    (grazie)

  14. Cara Map pina, finalmente ho il piacere di rileggerti. Lo scambio e’ sempre utilissimo. Ricordi il giornalista cinese Lan Chenzhang, ucciso intorno al 2007? Lan lavorava per il giornale di stato Zhongguo Maoyi Bao (Notizie commerciali della Cina). Stava seguendo un’ inchiesta sulle tremende condizioni di lavoro in una miniera di carbone. In media cinquemila minatori muoiono ogni anno per estrarre il carbone. Per i dannati profitti, molti proprietari di miniere non applicano le norme di sicurezza; ebbene, una parte di quel bottino lo versano alle autorita’ per farle complici e ai banditi che mantengono l’ omerta’ con il terrore. La maggior parte di quei giornalisti e’ corrotta, ma quel che stupisce di piu’ e’ il fatto che sostengono tale sistema invece di usare la loro cultura per contribuire a cambiarlo. — C’e’ una massificazione globale per simili comportamenti. Caspita, sembrano clonati! Credo che molti si stiano dirigendo verso il basso, verso la materia, il caos, piuttosto che verso la Luce. Come dice il nostro prof. : l’ Anima divisa in due. . . sempre che ce l’ abbiano.

  15. Cara Laura, molte persone sono così lontane dalla propria anima, e le prestano così poca attenzione, da poter affermare che praticamente non ce l’abbiano!

  16. Scièn Scièn cara Laura…grazie ! (in cinese)
    Ti vorrei proporre Checco Zalone in “Sò arrivati i cinesi” che è alquanto realistico.
    Edgar Cayce tanto caro a Raf. ha scritto che dalla Cina arriverà il nuovo cristianesimo più o meno …per ora arrivano tanti poveri cristi…
    ;-D il primo capitolo di Gomorra propone la vista di cadaveri di cinesi cadenti da un contenitore (quelli portuali come si chiamano) ..già ..meglio meglio cominciare seriamente a parlare cinese, forse Cayce intendeva questo..Io comincio tu lo sai già?
    Intanto mi devo ricordare di pagare la cartella esattoriale perchè io non posso permettermi di non pagarla…(è poco è poco anzi Poco Mah Joco famoso cestista cinese che giocava poco -te credo)

  17. Un napoletano imprenditore lì da anni, sgamatissimo ed astuto mi disse una volta..”per fare fesso un cinese non bastano cinque napoletani” …è tutto dire..siamo alla frutta..(cinese).

  18. vabbè ecco Checco

  19. Ciao Paolino, tu domandi un aiuto per redigere una lettera e se vuoi posso aiutarti, so comunque per esperienza vissuta che non sto qui a spiegarti, che con loro sarà inutile conosco molto bene la loro politica aziendale, ma come tutti i principi che si rispettano quando si ha voglia di dire quello che si ritene opportuno dire, bisogna farlo. Dovrei sapere cosa vuoi dire che tu ritieni importante, ho già stilato una lettera sulle poche parole da te scritte, ma vorrei capire meglio… ti consiglio d’inviarmi una mail al seguente indirizzo:
    oltrelasiepelaverita@hotmail.it Ciao a presto!
    Anna

  20. Cara Laura, ti ringrazio, come sempre i complimenti m’imbarazzano, comunque grazie sei tu squisita.
    Sono contenta che ti sia piaciuta la poesia della bravissima Wislava Szymborska a cui va tutta la mia ammirazione. Se ti fa piacere, Laura, da poco ho aperto un secondo blog, che sto terminando di allestire, dove puoi leggere alcuni miei racconti, poesie, pensieri, le tante bizzarrie della scrittura e vedere il risultato di un’altra mia passione, la fotografia. l’indirizzo è il seguente:

    http://anna-giordano.blogspot.com/

    l’altro mio blog è dedicato al libro e puoi leggervi un po’ alcune informazioni su come è nata la mia passione per la narrazione e altro…questo è il link:

    http://oltrelasiepelaverita.blogspot.com/

    Ti abbraccio Laura e ti auguro una buona serata ed un ottimo anno 2011.
    Ciao, Anna.

    P.S. Ma tu di dove sei? Rispondi solo se ti va di dirlo, non sentirti in obbligo. Grazie!

  21. “Mia moglie ed io siamo stati felici per 20 anni, poi ci siamo incontrati.” (Dangerfield Rodney, alias Jack Roy)

  22. Ciao Tea, mi fa piacere sapere che ti sia piaciuta la poesia e che concordi con il tuo pensiero. Un caro saluto a te, buon 2011 Tea!

    Anna

  23. Ringrazio tutti per il sostegno, il testo della lettera che momentaneamente ho inviato ad alcuni giornali per la pubblicazione è questo:

    “Esiste una condizione oggettiva fisica e psichica di disagio a lavorare in una catena di montaggio. Se poi si aggiungono i turni di notte l’equilibrio biologico di un individuo ne viene sconvolto, con ripercussioni inevitabili su tutti gli aspetti della propria vita da quello mentale a quello affettivo.
    (Quando poi questo si ripete per anni i danni fisici irreversibili sono documentati.)
    Tutto ciò viene occultato dall’importanza che oggi viene data alla lettura soggettiva delle situazioni.
    Il fatto che ognuno soggettivamente reagisca in modo diverso ad una situazione di disagio in base appunto ai suoi moventi soggettivi viene usato per proporre un referendum alla Fiat per votare un peggioramento ulteriore della situazione oggettiva degli operai( non poter non fare straordinari, riduzione dei diritti ecc) pena venir meno il movente soggettivo di voler lavorare,e in cambio di un euro al giorno. (se non ci stai è perché non vuoi lavorare, se stai male è perché non sei motivato)
    E LA SOCIETA’ CIVILE A TACERE.
    Propongo allora io un movente “soggettivo” su cui ricattare
    Invece di fare il servo, io operaio smetto di lavorare , finisco in prigione e mi faccio mantenere dalla società.
    Signori Marchionne, come fa un uomo in nome della produttività a ritenersi fuori e sopra della società degli uomini(di carne e d’ossa)?
    E che cosa è la società? E a che cosa serve?
    Un operaio”
    paolino88@ymail.com

  24. caro paolino all’estero quello che fanno per la gente che lavora è completamente diverso che in Italia mi fermo qui, non dico altro, perchè non conosco le tue esigenze.Un abbraccio.

  25. ORA SEI IL SILENZIO
    CHE OGNI SPERANZA SMORZA,
    ORA SEI LA LONTANANZA
    CHE TUTTO ANNEBBIA
    ORA SEI IL DESTINO AVVERSO
    CHE DI TRISTEZZA IL MIO CUORE
    ADORNI,CHIUSA NEI GIORNI AVARI
    DI TE,HAI PER ME,PAROLE SPIGOLOSE.
    ORA SEI SOLO L’OMBRA LONTANA
    CHE SI DISFA SENZA RITMI DEL CUORE
    ED IO,NON HO PIU’ PAROLE IN VOLO PER TE.
    L’ARMONIA DELLA TUA BELLEZA,
    NON PIU’ M’AVVOLGE.
    E CON IL CAOS MI CIRCONDA,STRACCI
    DI CIELO,RATTOPPANO LA MIA ANIMA FERITA.
    ORA SEI IL SILENZIO
    CHE OGNI SPERANZA SMORZA,
    ORA SEI LA LONTANANZA
    CHE TUTTO ANNEBBIA.
    —————-GINA TOTA.SCRITTA IL SEI GENNAIO 2011. TITOLO ORA.
    CHE TUTT

  26. OGNI PRETESA,AVRA’ L’ESPRESSIONE MORALE,DI CHI PRETENDE.
    ——————
    TUTTO BELLO APPARE OGGI.PERSINO MIA SUOCERA SULLA LAPIDA.
    ——————————–
    IL TEMPO,E IL NEMICO DI BELLEZZA,MA L’UOMO
    NON DEMORDE,INFATTI SI VEDONO I RISULTATI,CHE MI LASCIANO PERPLESSA.SE UNO E’ DEL 1914,COME PUO’ ESSERE ANCORA QUI TIRATO,E STIRATO?POTENZA DELLA CHIRURGIA,CHE TUTTO ILLUDE.MA NON IL TEMPO.
    ———
    GLI UOMINI CHE HO INCONTRATO HANNO APPENA VARCATO LA SOGLIA DI CASA MIA,NON FACEVANO IN TEMPO A GESTIRE IL BAGAGLIO MENTALE DELLE LORO SCEMENZE.
    ———————–
    GLI UOMINI..HO CAPITO IL SITO DEL LORO ORGOGLIO,DAL LORO MODO DI TOCCARE LA MERCANZIA,CHIAMATA ATTRIBUTI.
    ————————————-
    CI SONO ATTRIBUTI,E CONTRIBUTI,MA NON SEMPRE GLI ATTRIBUTI CORRISPONDONO,E SE NON CORRISPONDONO,SEMBRA CHE ALLA
    CONTRIBUENTE NULLA RESTA SE NON PIANGERE PER IL MANCATO FALLO.
    ——————————-
    AFORISMI,PENSIERI DI GINA TOTA AI MIEI AMICI DEL MURETTO.UN SALUTO CIAO.G.T.

  27. LAPIDE,NON LAPIDA,SE PUR MERITAVA UNA CONDANNA AD UNA LAPIDAZIONE CON DELLE ORTICHE.PER FAVORE NON FATE COMMENTI SULLA MIA IRA.DI QUELLA IRA L’ORRENDO CUOCO.IHIH AHAH OHOH UH CIAO

  28. Ciao Paolino, la tua lettera mi sembra chiara e ben scritta. Mi spiace di non averti dato spunti adeguati. Comunque non mollare e invia altre lettere, inondali di lettere, sicuramente con un po’ di calma si potra’ aggiungere dell’ altro; forse avrei concluso con un p.s: ” vi auguro la fine di Dorian Gray “, ma mi avrebbero preso per una esaltata, queste situazioni mi amareggiano molto. Tienici informati Paolino! Ti abbraccio. Laura.

  29. Ciao Map pina, scusami ma arrivo sempre con l’ultimo treno. Graditissimo post. Per conoscenza cinese intendevi il mandarino, un buon mandarino o un bel mandarino ? Magari conoscessi bene tale lingua ma e’ cosi’ complessa e non ho piu’ la memoria di un tempo. Si’ sarebbe utile anche se hanno talmente tanti dialetti da non capirsi tra loro. Considerando che oggi e’ 7 : mi viene in mente il punto 7 dell’ agopuntura situtato nel polso che non a caso appartiene al meridiano del Cuore, chiamato ” Porta della coscienza ” ” Porta dello Shen ” . – I Cinesi avanzano . . ora puntano sull’ euro. . . sono pronti ad aiutare i paesi dell’ eurozona a superare la crisi finanziaria e a rilanciare la ripresa. . . Cosi’ dicono… mi chiedo a che prezzo… E’ una lunga partita a scacchi e sono abilissimi. Guerra per l’energia, guerra per la valuta. Il discorso sarebbe lunghissimo. Mi limito a dirti quel che vedo a Roma. Oltre la famosa Piazza Vittorio Emanuele II ( China town romana ) e vie limitrofe, altri negozi, in centro e dintorni appartengono a loro, dove vendono la loro paccottiglia. Chi gestisce il tutto offre molto denaro pur di ottenerne la gestione o la proprieta’. Tutti sti’ cinesini filano dritti . . guai a ribellarsi altrimenti la fine fatta fare al giornalista che voleva appurare la verita’ e’ assicurata. . . Nel container, insieme alla ” monnezza” che rimandano indietro sotto altre forme sulle bancarelle e company. . . Antica saggezza cinese. . . ha preso il virus occidentale.

  30. Ciao Anna, sono nata e vivo a Roma, la mia adorata citta’ . Grazie per l’indirizzo blog, vedo che abbiamo una passione in comune la fotografia! ! ! Benissimo, appena posso andro’ sul tuo sito. A proposito di Cina, spero di fare in tempo a vedere la mostra: ” L’ AQUILA E IL DRAGONE ” , l’ impero romano e quello cinese a confronto. Chissa’ se alle soglie della Terza rivoluzione industriale, alla fine non ne esca qualcosa di buono. Un abbraccione. Laura.

  31. Complimenti carissima GINA, e’ bellissima. Un abbraccio. Laura.

  32. Ciao Gina che bello rileggerti! Auguri per questo anno nuovo, possa apportarti tanta serenità.
    Grazie per la poesia è molto bella anche se lacrima dolore.
    ciao
    Anna

  33. Ciao Laura, Grazie d’avermi risposto, Roma è bellissima!!!

    Speriamo bene come tu dici; a te buona visita alla mostra in cui sicuramente avrai modo di fondere nei tuoi occhi lo splendore delle due civiltà, sarà sicuramente un bell’incontro che t’inividio, la storia è un’altra mia passione insieme all’archeologia fra l’altro… Un abbraccio anche a te, Laura, ciao a presto e grazie!
    Anna

  34. CIAO, GINAAAAAA!!! TI SEI ESERCITATA CON LA FIONDA, VEDO! 😀

  35. cara Laura ecco il corso che fa per noi..per affittare le nostre case ai cinesi ..qui si impara a dire scale , poi balcone ecc. A questo punto?? Resta solo l’avvocato, però mi raccomando che siano 5 avvocati napoletani .
    http://www.ehow.com/video_4403603_write-_stairs_-chinese.html

    come ho scritto qui

    http://gabrielelaporta.com/2011/01/05/camminavamo-per-incontraci/#comment-23987

    capisc ammè

    (no non è cinese è napoletano =capiscimi)

  36. e per chi si chiede di cosa i ragazzini napoletani abbiano da ridere quando per strada dicono
    Sett o Ott è Nuje ridendo…o bambbeiin…o maggia appicciat…

    Ecco, e per pietà di voi scelgo la versione con la traduzione in italiano “aulico”.

    da Torre Annunziata with Love “La signora più famosa tra i rappers disc jockey e quant’altro”Infatti chi fosse interessato al rap c’è in altre versioni.

    Siete avvertiti se siete Padani non guardate questo video è troppo per voi, rischiate un ricovero.

    Un bacio ad Anna mi risulta essere l’unica “campanella” oltre me.

  37. Che ne dite?

    Esiste una condizione oggettiva fisica e psichica di disagio a lavorare in una catena di montaggio. Se poi si aggiungono i turni di notte l’equilibrio biologico di un individuo ne viene sconvolto, con ripercussioni inevitabili su tutti gli aspetti della propria vita da quello mentale a quello affettivo.
    (Quando poi questo si ripete per anni i danni fisici irreversibili sono documentati.)
    Tutto ciò viene occultato dall’importanza che oggi viene data alla lettura soggettiva di ciò che ci succede e non ai dati oggettivi.
    Il fatto che ognuno soggettivamente reagisca in modo diverso ad una situazione dannosa non toglie comunque il danno, e non è un alibi per giustificare un ricatto come questo referendum: “se non ci stai è perché non vuoi lavorare, se stai male è perché non sei motivato”
    E LA SOCIETA’ CIVILE A TACERE.
    Propongo allora io un movente su cui ricattare
    Invece di fare il servo, io operaio smetto di lavorare , finisco in prigione e mi faccio mantenere dalla società.
    Signori Marchionne, come fa un uomo in nome della produttività a ritenersi fuori e sopra della società degli uomini(di carne e d’ossa)?
    E che cosa è la società? Per quale scopo c’è? E a chi serve?
    Un operaio

  38. un saluto a Tea… sia un Anno… di forza… sempre più!!! U n’Abbraccio 😀

  39. Caro Paolino non posso suggerirti cosa fare, non è legale.Ma la Cgil di Susanna Camusso non sta facendo niente??Cioè la storia dei sindacati in Italia qual’è?L’unione non fa la forza?Non ci sono altri nelle tue stesse condizioni??Molte firme is meglio che uan no?

  40. un grazie universale, caro Majo……..una forza colossale!!!!!!! 🙂

  41. Ti ringrazio Map un bacio anche a te, devo dire che non conoscevo il video e che mi dispiace per la signora… è in una situazione catastrofica poverina…

    Anna

  42. A TUTTI VOI, ANNA VALERIA LAURA, A TUTTE QUANTE SENZA NESSUNA ESCLUSA, I MIEI SINCERI AUGURI. AUGURI A GIUSEPPE MAJORANA, A LUIGI, E AL NOSTRO SEMPRE EFFICACE, PROF GABRIELE LA PORTA, GRAZIE ATUTTI.
    GINA
    ————————————-

  43. Buongiorno, cara Gina

  44. Cara Map pina, che situazioni. . La Campania e’ talmente bella. . mi viene in mente la canzone: ” Monastero a Santa Chiara, tengo il core scuro scuro. . . Napoli comm’era e Napoli comm’ e’ ” . Scusa non conosco il dialetto napoletano che mi piace molto. Adoro Toto’ che passando per Napoli e dintorni infilava soldi sotto la porta di chi aveva bisogno. Ti ricordo un brano di ” De Pretore Vincenzo ” del grande Eduardo De Filippo: ” De Pretore: Dunque, Melizzano sta a cinque chilometri da Napoli, prima di Aversa. Non e’ un paese ricco, anzi e’ poverissimo. Le sue risorse cominciano all’inizio dell’autunno, quando escono le mele. Tu vedi una processione di carretti carichi di mele rosse che mandano un profumo per tutta la campagna: quelle di prima scelta vengono a Napoli, e da Napoli se ne vanno per il mondo, e quelle piccole, col verme, restano in paese, per la gioia dei porci, e per sfamare la popolazione. Ma tante mele! Tu le vedi a ceste, a cumuli, a cataste, casa per casa, bottega per bottega, tutte mele, mele, mele,mele. . e sai chi e’ il padrone di queste mele?”- Ninuccia: Chi e’?- De Pretore: Il ” signore”.-Ninuccia: il “signore”?- De Pretore: Non so dire come si chiama perche’ tutta al gente che conoscevo la’ non l’hanno mai chiamato per nome.. . . “

  45. GINA CARISSIMA, GRAZIE A TE PER LE TUE POESIE COSI’ PROFONDAMENTE TOCCANTI, LE STO TRASCRIVENDO. UN GRANDE AUGURIO DI CUORE. LAURA.

  46. Caro Paolino, sto seguendo questo dilemma Fiat del referendum della prossima settimana per capirci meglio. La globalizzazione ha portato anche questo: la delocalizzazione delle imprese per avere piu’ profitti. Gli azionisti se non hanno il loro ritorno, se il prodotto non si vende, avviene la bancarotta. Concorrenza spietata. Come al solito e’ una questione politica, del resto la gestione della Fiat e’ sempre stata una spina nel fianco. Per cortesia potresti descrivere i pro’ e i contro del nuovo eventuale contratto? Grazie. Laura.

  47. Non sono al corrente se non a grandi linee del contratto della Fiat, sono operaio in una piccola azienda di marmi
    Certo, preferisco accorgermi delle mie menzogne svelarle e toglierle, strada che penso maestra per cercare la Verità, il Bene, il Bello
    Ma quando ci vuole, ci vuole
    Ho difficoltà di esposizione, sono molto lento perché penso troppo, e il vostro aiuto, tuo , di Anna, di Valeria, di Map Pina non potete immaginare quanto mi sia stato utile.
    Certo senza l’illuminazione portatami dal Prof .Gabriele, che qui ringrazio, non avrei colto.
    Grazie a tutti.

  48. Non voglio dimenticare di ringraziare Tea
    Grazie Tea

  49. Grazie Gina su tutto di esserci. Un abbraccio.
    Anna.

    X Paolino

    Sono contenta che il piccolo aiuto che ho potuto darti, ti sia servito, Paolo, grazie, e ti auguro che la verità sia sempre la strada sulla quale camminerai, poiché è la sola che anche nella notte fonda ti permetterà di vederci chiaro. Grazie e non disperare
    per la tua ammessa lentezza ecc… a Napoli si dice: nisciuno è nato mparato= nessuno è nato che già sa, tutto si apprende tranquillo. Ciao buona domenica Paolino.
    Anna

  50. Cara Laura
    ti ringrazio per le belle parole spese per Napoli, anche se non è la mia città nativa poiché sono nata in provincia di Salerno, ma Napoli è una città che amo e che porto nel cuore, per la sua unicità dove il sacro e il profano vanno a braccetto, dove la genialità è alla portata di tutti, anche di quelli che sono ignoranti o analfabeti, hanno nella loro incapacità ad esprimersi, lo spirito d’adattamento e d’improvvisazione, che io chiamo sistema D, e che gli permette da sempre di sopravvivere. Napoli non è soltanto povertà… Napoli, come hai già detto, è la culla della melodia che l’ha fatta conoscere nel mondo intero, è la terra degli artisti, è la città che quando la guardi scopri che ogni volta ha un’altra anima, Napoli è magica…

    Napule è pure cheste…

    Stu mare,
    pennellate e cielo azzurro
    abbraccia Napule
    c’o Vesuvio sunnulente.
    o pino
    cu e ricciuli o viento
    accarezza ll’aria e na canzone.

    Napule
    curcat‘annanz’o golfe
    arap’e braccia soje all’amante
    ca’ ‘a vasa
    cu ll’onne lucenti
    e lle sussurra parulelle doce
    quann’ogni notte
    sott’a lune
    lle f ‘ammore.

    *******************

    Napoli è anche questo

    Questo mare,
    pennellate di cielo azzurro,
    abbraccia Napoli
    col Vesuvio sonnolente.
    Il pino
    con i riccioli al vento
    accarezza
    l’aria di una canzone.
    Napoli
    stesa davanti al golfo
    apre le braccia al suo amante
    che la bacia
    con le onde lucenti
    e
    le sussurra paroline dolci
    quando ogni notte
    sotto la luna
    le fa l’amore.

    Un abbraccio Laura. Passa una buona domenica.
    Anna

  51. Grazie a te Paolino, sei molto gentile, figurati, per cosi’ poco. Ti diro’ un immagine che ho da sempre nel cuore. Quando ero una regazzina e prendevo l ‘autobus o il tram a Roma ( ultimi anni Sessanta primissimi anni Settanta ) notavo gli operai che in quel periodo lavoravano molto nell edilizia salire su questi mezzi di trasporto stanchi, con i vesititi macchiati di calce, il volto invecchiato precocemente. Credimi, provavo una gran pena e ingenuamente, parlandone con mia madre, asserivo che avrebbero dovuto essere ben pagati e ben trattati, dato che capivo che un simile impegno doveva essere molto gravoso. Certo, poi le cose son cambiate. Oggi spero che i risultati sul referendum siano soddisfacenti. – Ti auguro ogni bene, sei un artigiano del marmo, dal quale escono cose stupende. Potrei aggiungere che mi ricorda il modellare la pietra grezza interiore, la nostra Anima, ma questa e’ un altra storia. Ciao.

  52. Cara Anna, ho fatto una visitina al tuo bel sito, lasciandoti un piccolo saluto. Come non amare Napoli? Quando parlo con loro mi sembra di essere a teatro, voi campani siete simpaticissimi e condivido tutto quel che hai detto. Ho delle foto stupende della costa Amalfitana, adoro Positano. Il pensiero che quella terra sia stata profanata con i rifiuti. . . Non dimentichiamoci che la Campania ha dato i natali a i grandi: Giordano Bruno ( Nola ) e a Giuliano Kremmerz ( Portici ). Un abbraccione e buona domenica anche a te. Laura.

  53. Bella Napoli, città che Adoro, città che mi ha ospitato per parecchi mesi, quando lavoravo per la Snam, Napoli armonica fiaba nelle tua lirica cara Anna Giordano… una primavera che supera ogni storpiamento umano di un luogo cosi bello!!! Ciao Buona Domenica…. 😀

  54. Carissima Laura grazie per la tua visita ai miei blog, ho letto ed a mia volta ti ho lasciato un saluto con un consiglio riguardo il tuo collegamento. In quanto a Napoli e la Campania grazie ancora. Un abbraccio Laura, passa una piacevole serata.
    Anna

  55. Grazie Giuseppe per l’ ammirazione che serbi nei confronti di Napoli e per la mia poesia. Ti auguro la buona sera. Ciao a presto!
    Anna

  56. LEGGE DEL ”QUALCOSA” o del : quando il potere sminuisce ed azzera i processi di valutazione della realtà attraverso i mass media….. quali le variabili

    1- il risultato di una famiglia ricca è: genitori assenti.

    2- in compenso i loro figli, sono colmati di doni materiali. (e non)…..

    3- per armonia ed equilibrio…. (.. e non per .. legge di murphy..), il figlio che ne fa buon uso, condivide i doni -materiali e non-, con i figli dei proletari -da i cui genitori sono estorti e rubati i sudati e guadagnati soldi…….

    4- questi figli, a loro volta, ricambiano con amore, stile ed intelligenza……ed Educazione i doni …dei figli dei …ricchi

    5- il figlio del ricco che invece non ne fa buon uso, finisce per credere che i doni ricevuti non siano altro che una piccola parte di ciò che nel mondo c’è a disposizione di ogni suo desiderio…. eè questo che produce capitalismo e perpetua lo sfruttamento!….

    6- e c’è invece il Figlio (nè ricco nè povero) che con un grazie riesce a dàre valore a ciò che riceve ed a ciò che dà.

    7- è questo che produce intelligenza, libertà e evoluzione della specie

    e che dire del figlio del povero….. che fa gavetta per diventare genitore ricco……..e dare beni -materiali e non-…. e così….. un amore con condizionamento mentale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...