Anima Animae 12

Amiche e amici,

in questa puntata di Anima Animae, la mia trasmissione in onda su Cinquestelle tv tutti i giorni alle ore 20:45 circa tranne il martedì, sfoglieremo i baluginii di un’agenda settimanale straordinaria, che può a tutti gli effetti essere considerata un libro. Si tratta di “Riflessi dell’Anima – Agenda 2011”, ed. Self-Realization Fellowship, uno scrigno di sorprendenti e universali riflessioni di Paramahansa Yogananda, uno dei più grandi maestri spirituali dei nostri tempi, abbinate a delle meravigliose  immagini di grandi fotografi. Un’opera che permette di potersi “fermare”, magari solo per un attimo, nella nostra quotidianità e poter colloquiare con Psiche.

18 Risposte

  1. Quanto ti sei spinto oltre, caro Gabriele…
    Ti abbraccio forte forte forte…

  2. Notte d’inverno

    Notte, notte d’inverno
    ancora più fredda
    per chi non conosce amore.
    Un uomo piange nel buio
    dell’ombra di sè stesso.
    A nulla gli serve
    quello scialle di lana
    che gli copre le spalle
    come abbraccio della solitudine;
    nulla può sciogliere il gelo
    che gli ha ghiacciato il cuore.
    A me, che corro nella tormenta,
    basta il tuo candido sorriso
    e mi pare di trovarmi a passeggiare
    sotto il caldo sole di luglio.

    (Luigi Roscigno)

  3. Oggi, come ieri, come domani, come sempre

    Oggi,
    come ieri,
    come domani,
    come sempre
    penso a te.
    Al tuo viso,
    scolpito nella mia memoria.
    Al tuo sguardo,
    una folgore purpurea
    che ha accceso il mio animo.
    Alle tue labbra,
    modellate nella polpa di un frutto.
    Ai tuoi silenzi
    che valgon più di mille parole
    perchè nessuna di queste
    sarebbe capace
    di colmare il vuoto che
    senza te
    c’è nel mio cuore.

    (Luigi Roscigno)

  4. Ti stringo forte anche io, Luigi carissimo. Baci

  5. “Mia musa degli Abissi”

    Oh mia Musa degli Abissi
    catene di spuma marina
    erodono i miei piedi e le mie braccia

    ma non i miei fluttuosi sogni,
    quelli, me lo insegna Andromeda,
    non si possono distruggere.

    Così, nel mio cuore
    un’ultima suadente nota
    scandisce la sua dolce essenza

    mentre i luccichii del sole
    sulle verdi onde
    appaion come intervalli
    sull’immenso pentagramma dell’Amore.

    E’ il seducente tuo canto,
    che bagna le mie labbra
    e trabocca nel mio cuore
    colmo di te.

    (Luigi Roscigno)

  6. Caro Gabriele,
    quanta SAGGEZZA e RICCHEZZA scolpita nel Tempio dell’ETERNO PRESENTE !
    UN ABBRACCIO
    Ignazio

  7. Un abbraccio a te, caro Ignazio

  8. Caro Gabriele, MI INCHINO, davanti al tuo stile di vita, al tuo fascino di vero uomo e di vero studioso.

    Ogni qualvolta, ricevi una poesia, un sorriso, un complimento da un uomo o una donna, RINGRAZI con affetto e alto sentire dell’ anima.

    SEI FONDATO SULLA GENEROSITA’, SULL’ EDUCAZIONE, MA SOPRATTUTTO SULL’ AMORE UNIVERSALE ED ETERNO.

    QUESTO PERCHE’ IL TUO PENSIERO E’ LIBERO DA FANTASMI INTERIORI, NON E’ AFFERRATO DALL’ INGANNO E DALL’ IMMAGINE PRIMITIVA DELLA STORIA. DEGLI UOMINI.

    Prof., dillo almeno per una volta, a questo insignificante e sconosciuto uomo, che la vera cultura e saggezza risiedono nel principio adamantino dell’ amore e dell’ evoluzione umana.

    Ci sono persone che, se ricevono un complimento, oppure una poesia, NON SOLO, NON RINGRAZIANO, ma ti tolgono il saluto.

    Grazie, DOCENTE LA PORTA, quante cose mi hai insegnato, se uno sa osservare, in questa tua “casa-blog “. Un abbraccio.

    P.S. IL CONTENUTO DELLO SCRITTO E’ FUORI DAL TESSUTO PENSANTE E SOCIALE DI QUESTO BLOG.

  9. Carissimo Innominato, sono io che mi inchino e ringrazio… Quanto all’educazione ed al rispetto, sono valori irrinunciabili. Istintivi. Eppure, come dici anche tu, ci sono fin troppe persone “oscure” e maleducate. Un sorriso e buona giornata. Gabriele

  10. Caro Gabriele, il mio scritto poteva andare in rete, non ho offeso nessuno, anzi è stato un discorso di vita, che promuoveva il rispetto per il prossimo.

    Se uno ti scrive una poesia, la mandi in rete, anche se è personale. Tuttavia, accetto il tuo verdetto. Baci.

  11. “Oltre il muro, le cose. Oltre le cose, il velo. Oltre il velo ,lo sguardo.
    Oltre lo sguardo, il dentro. Oltre il dentro, l’oltre.”

    Non si perde mai la persona amata. Anche quando si viene rifiutati. Anzi è proprio allora che tutto il proprio essere diventa come un’unica cellula sensibile, raccolta in se stessa, estasiata dal proprio dolore, ibernata forse, assopita. Sì, proprio quando basterebbe un soffio per mandarci in frantumi, proprio allora, quando cediamo tutta la nostra felicità perché l’altro sia felice. Proprio allora il disgelo troverà il letto dove scorrere furiosa gioia
    e quella cellula si risveglierà essere universo.

    A tutti i rifiutati.

  12. Caro Innominato, avevo capito che volevi non venisse inserito….

  13. “La poesia è l’intimità dell’anima e quando è il cuore a parlare, lascia sempre una scia sulla quale è difficile smarrirsi poiché conduce, immancabilmente, ad un altro cuore.”

    La semplicità e la profondità dei versi che ha letto è presente sia nelle parole scritte che nelle immagini, che ho molto apprezzate, da amante della fotografia che sono.
    Grazie professore, grazie del suo coinvolgimento emozionale, che mi ha toccata nel profondo… testimonia quanto lei sia umano e vero. Grazie!
    Anna

  14. Caro Innominato, dovrai farmi sapere la data perché, le puntate, vengono registrate circa ogni 10 giorni…
    Però dovrai venire a mani vuote. Hai già inviato dei panettoni sublimi. Grazie ancora. Gabriele

  15. Innominato…. hai fatto venire fame a me ed ai miei collaboratori!!!! 😀

  16. L’innominato.
    Qualsiasi pensiero-ragionamento-sillogismo può essere insignificante e CONFUTABILE.

    Gli esseri umani, così come le loro emozioni, non sono mai né insignificanti, né confutabili.
    Sconosciuti? Sì. Ma se questo è un problema, sta alla sana curiosità di ognuno risolverlo.

    Spero non me ne vorrai se mi intrometto nel tuo sfogo.

    Insignificanti Saluti

  17. Mister IanDeam, non ti capisco, quello che scrivi. E non so a quale mio sfogo ti riferisci.

    Sei un uomo molto sensibile e ti piace filosofare.Bravo ! Innominato.

  18. La mia sensibilità 😛 mi dice che non sei interessato ad una spiegazione su quello che dicevo sopra.
    Se così fosse, mi limito a ringraziarti per le gentili parole con cui mi hai definito.

    Se, invece, sei interessato ad una spiegazione, evito di ringraziarti per avermi dato del “sensibile” perché mi sono rivelato solo un asinello 😛

    Filosofare..grazie per aver utilizzato una parola tanto gentile. Per quanto mi riguarda, le mie parole sono solo una sputacchiata baggianata in confronto a quella che è davvero Filosofia.

    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...