i dubbi

Se un uomo parte con delle certezze finirà con dei dubbi; ma se si accontenta di iniziare con qualche dubbio, arriverà alla fine a qualche certezza.

F.Bacone

53 Risposte

  1. Kant: – Mio illustre amico F. , io dico che “La ragione umana viene afflitta da domande che non può respingere, perché le sono assegnate dalla natura della ragione stessa, e a cui però non può neanche dare risposta, perché esse superano ogni capacità della ragione umana.”

    Einstein: – Allora cari colleghi possiamo convenire che “Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima… ”

    Schopenhauer: – Attento, caro Albert, … “L’intelligenza è invisibile per l’uomo che non ne possiede.”

    F. Bacone: – Suvvia, stiamo andando fuori tema… “Il mondo é stato fatto per l’ uomo, e non l’ uomo per il mondo”

    Hegel: – Sì ma … “Un grande uomo costringe gli altri a spiegarlo”…

    Democrito: – Esimio vicino “Al saggio tutta la Terra é aperta , perchè patria di un’ anima bella é il mondo intero .

    Nietzsche: – Nel frattempo voi vi perdete io mi faccio una domanda ” Quanto manca alla vetta ? ” …e mi rispondo pure ” Tu sali e non pensarci! ”

    Epicuro: – Ricordati Nic che “la morte non va temuta perchè quando ci siamo noi non c’é lei e quando c’é lei non ci siamo noi .

    Terenzio: – Ehi, Epicuro dei miei calzari, guardami… io “Homo sugno (sum): humani nihil a me alienum puto.

    Ruggero Bacone : – Posso aggiungermi a voi?

    Tutti in coro: – No tu no…

    Morale del nuovo Vangelo: “Il linguaggio è un labirinto di strade, vieni da una parte e ti sai orientare, giungi allo stesso punto da un’altra parte e non ti raccapezzi più…” (Wittgenstein)

    😀 😀 😀 😀 😀

  2. Socrate- mettere in dubbio se stessi , se poi tutti questi ragionamenti che provengono dall’umano più sublime percepire si raffrontano con il divino cosmo allora ogni affermazione è vana, perché nel rapporto/raffronto spazio/tempo e tempo/spazio c’è l’indefinibile fiume dell’incommensurabile vita che di gran lunga oltrepassa oltre l’immaginario di miliardi di miliardi di eoni l’ancora primitiva bimba coscienza umana.

    Sono quei giusti ricercati dubbi che bisogna generare per non finire travolti dal mare delle illusioni che da dentro e da fuori ci condizionano la mente.

    Come può un cartone animato, prendere coscienza di se stesso per elevarsi allo stesso suo regista che ne tesse le trame in ogni infinitesimo micro impulso che si alterna in una parte esistenziale che nel divenire di un film virtuale viene proiettata continuamente e che da qui inconsciamente ed inconsapevolmente chiamiamo reale ed anche vita?

  3. “Atteindre le doute du doute, c’est le commencement de la certitude.”

    (Raggiungere il dubbio del dubbio è l’inizio della certezza)

    oppure

    Dubitare del dubbio è l’inizio della certezza.

    Léon Daudet

  4. Complimenti Valeria, molto originale e ingegnoso far interloquire dei personaggi illustri e di epoche differenti, il cui pensiero converge in una discussione divertente quanto interessante. 🙂 grazie.
    Anna

  5. Cara Anna,
    E’ un esempio di come a volte i personaggi – che io empiricamente 😀 ho messo a dialogare tra loro in un contenitore rapportabile all’Inconscio – possano sfuggire al controllo del regista…
    Ho ascoltato molte volte quello che Fellini sosteneva sull’Arte di governare le ombre-contenuto psichico (c’è un post su questo blog!) che giungevano a lui in un non-tempo come fossero “in cerca d’autore”… 🙂 per poter vivere. Ci vuole molta pazienza, non furbizia, molta Arte-Amore, non arroganza, per contenerle nel cerchio affinchè non straripino! Ma il regista sa di essere soltanto il Signore delle Ombre… Anna, sto straripando: mi fermo! 😀
    Un abbraccio

  6. Tu sei la signora delle ombre ombratile val

  7. chissà quante storie nascondi

  8. vorrei ascoltare

  9. signora degli intrecci intrecciami

  10. e scioglimi

  11. ed io ti guarderò come solo i gatti sanno fare
    con finto distacco, interessatissimo

  12. Grazie per la tua disponibilità Valeria, e alla tua spiegazione. Potevi anche continuare a straripare 🙂 grazie.
    Ciao
    Anna

  13. Sì, dolce è il naufragio

  14. 😉 Mi guarderai dall’interno del recinto che io costruirò intorno a noi… Prenderemo il genere maschile di Testimoni! 😉 Sarai il “guascone”, un po’ Giuda, un po’ Lucignolo, come ti piace essere!

    Maaap, ci dedico ‘sta storiella intitolata: “LA RIMINERALIZZAZIONE E’ UNA COSA SERIA!!! ”
    Ehm… fa così…

    “…Che il carbonio stabilisse l’appartrenenza all’era del metallo, poteva suscitare l’aggrovigliamento e la divergenza dei post-metodi di datazione adottati dalle generazioni dei post-sciamani.
    Ma se qualcuno avesse menzionato, sia pur per semplice correttezza, la gomma da cancellare nella realizzazione di un’opera d’Arte allora il parametro “tempo” avrebbe avuto un’incidenza diversa sulle cose, sulle persone…
    Così, come in futuro l’uomo si sarebbe affidato alla calcolatrice per le moltiplicazioni e al compasso per fare i cerchi, Maaap escogitò il chiodo e il filo come espediente per passare dal capo… alla fine della sua storia e lasciare di sé un segno indelebile (!?)… Non come le tabelline!
    E comunque Maaap, grazie a quel filo, avrebbe potuto “andare-oltre” o tornare a piacimento; non si sarebbe mai perso in quel mondo. Non fosse, inoltre, per quell’ “ansia di concludere presto” che Maaap si era inventato quell’àncora : “filo e chiodo” era ormai il suo motto, perché minacciose indagini genetiche all’orizzonte avrebbero potuto inibire l’unico senso attraverso il quale lui era in grado di percepire l’ignoto, la cui rappresentazione era la psicosomatizzazione del “d-io”.
    Avendo sorpreso Maaap per l’ennesima volta a testare la robustezza del chiodo con assestati calci a ciò che di esso rimaneva fuori, Val gli fece presente che il “Sottoscritto”- che sta qui a documentare le loro imprese – girava intorno già da troppo tempo e se il tempo era ciò che a Maaap più premeva, doveva decidersi a concludere…
    La seconda sventolata di dita tesa e raggruppate, nel modo che nelle ombre cinesi è conosciuto come “muso di animaletto senza orecchie”, voleva dire che Val aveva perso la pazienza e che avrebbe fatto senza Maaap.
    Tanto la genetica, quanto la dialettica, quanto “seguire una direzione”, per Val non voleva dire “arrivare necessariamente da qualche parte”. E le coordinate, purtroppo ( 🙂 ), erano gestite da Maaap che, se non proprio un archetipo, evocava – impersonandolo! – l’equivoco.
    – Allora te la lancio lì-per-lì…-
    Val attese… e non a lungo.
    – … Ehm… Perché non vorresti fare il Papa? –
    Val allora prese, fra le sue mani, le mani di Maaap per imporgli di fare attenzione…, di notare…, di ritornare…
    Poi sventolò a dita tese le mani, ancora una volta.
    Maaap sembrava aver capito…”

    Il Sottoscritto ! 😀

  15. d’accordo ma non per il recinto
    d’accordo ma non per il pugno
    la mia mano è sempre aperta

  16. la rimineralizzazione non è mai una cosa seria….

  17. La rimineralizzazione del pianeta richiese molto tempo, i ragni meccanici ideati da Val, l’ufficiale ingegneristico di Gom, perse la pazienza con il ragno migliore del gruppo, un ragno biomeccanico in parte quasi umano che rispondeva l nome di Empy naturalmente Val in via cautelativa aveva sopresso alcuni dei suoi istinti più micidiali.. la ghiottoneria.. che avrebbe impedito al progetto di terraformazione di esssere completato. Infatti Empy era devoto al magnesio e appena poteva ne faceva grandi scorpacciate..e nonostante Val continuasse a impiantare nuove schede quell’imbranato ragno non faceva che ruzzolare di duna in duna, furono chiamati esperti in Alchimia come ultima chance e fu creato un nuovo parametro, a cui Val volle attenersi strettamente la Bio Alchimia Meccanizzata, sperando così di trovare un punto d’incontro

  18. E Val disse: – Sia fatta la cingomma! E che quel ragno ghiottone debba da ora in poi misurarsi con una nuova bio-estensione: la cingomma, che insidierà le suole di tutti gli abitanti di Gom! Soltanto una suola sarà per lei in-appicicabile/attaccabile…
    Ma questo lo scopriremo nelle prossime puntate… 😀

  19. Si sta masticando la gomma ..hai fatto un guaio Val..però l’ormai ex ufficiale Val è diventata generale grazie all’invenzione della gomma anti gravitazionale che impedirà agli abitanti di Gom di galleggiare via nello spazio mentre fanno il pic nic sul satellite Gommino (luna satellite di Gom) E’ stato istituito oggi l’anniversario della scoperta di cingomma da parte di Val ora eroe nazionale.VIVA VAL.VIVA VAL.

  20. Carissime Grintose Gabrielliane,
    continuate, continuate che mi sto divertendo a ridere con le lacrime…..

  21. Il pianeta Gom è quasi salvo se non fosse che un sabotatore dl nome Enciclopediaraffaelianatomimilleduecentosettantatremilacinquecentonovantasettevirgola747X1frattocinque esettanta…ecc. ecc. chiamato da chi lo conosceva (male) Raf e chi poi lo conosceva dimenticava di dargli la mail…….
    INSOMMA detto individuo abituato ad aprire SARRACINESCHE in maniera assai CINICA ed EFFERATA pur di bombardare di carta l’intero mondo di Gom ebbene questo individuo fu lasciato libero perchè in carcere vi era stata una sommossa e per questo si era ritenuto molto più sicuro lasciarlo libero che rinchiuso

  22. Da giorni il Ragno Empy vagava per Gom, indeciso se inghiottire o no la cingomma sottratta a tradimento al Centro di Bio Alchimia Meccanizzata, mentre il generale Val era distratto a discutere con i saggi sul nome in codice da dare alla nuova e pericolosissima arma di masticazione di massa: la Palla… di cingomma! Insidiosissima ma molto dicreta se camuffata tra i capelli del nemico…
    – Quando dirò P. D. C. a denti stretti per non perderla dalla bocca… scatenate l’arma…
    Empy masticava sovrappensiero, quando il destino gli andò incontro, svoltato l’angolo: il pericolosissimo Enciclopediaraffaelianatomimilleduecentosettantatremilacinquecentonovantasettevirgola747X1frattocinque esettanta…ecc. ecc. Anche egli masticava una cingomma. Anche Empy…. Quegli schiacciò questi e rimase incollato al pavimento…
    Questi esclamò: – chew-crock-splush!
    Mentre questi: – !!!!!! – in 6 caratteri.

  23. Di sicuro darò un titolo a queste bellissime grintose fantasiose elucubrazioni di due fantastiche Gabrieliane, IMMAGINARIE MAPVALE O VALEMAP RISATE.

    Carissima Map, in quanto agli anni ne ho molti, ma moltissimi di più……

  24. per le sarracinesche spero che siano quele del sincero cuore.

  25. per la carta spero che siano fiori

  26. il mondo di Gomm è l’illusione

  27. per il carcere, ognuno è libero di stare dentro la sua prigione mentale

  28. per il resto sei libera, hai voglia di dire e di fare quello che voi, ma sappi solo che risponderai solo a te stessa di quello che farai o dirai

  29. Ed io rispondo a te, Raffaele…
    Chiare le regole. Sottoscrivo dopo di te che sei il promotore di questa Magna Carta valida per tutti gli abitanti di Gom.

  30. Ciao Carissima Valeria,
    potresti essere così cortese di spiegarmi meglio cosa voglia dire essere il promotore di questa Magna Carta? Grazie

  31. La fantastica storia ancora continua perché nel fantastico mondo di MapVale ogni immaginazione diventa realtà. E siccome non c’è immaginazione senza informante conoscitiva realtà, prima o poi questo illusorio mondo di Gom, attraverso l’immaginazione diventerà realtà, ma quale sia la vera realtà questo è un mistero per gli esseri dio Gom finché non si risveglieranno dal loro stesso sonno che proiettano continuamente da un’altra realtà inimmaginabile.
    Ma forse è meglio lasciarsi trasportare dalla melodiosa voce delle nostre fantastiche grintose amorevoli erudite Gabrielliane, che meglio con tante giuste ricercate parole possono trasportarci nell’immaginario di quel fantastico mondo dei balocchi dove come per magia, ogni pensiero, cristallizzando e condensando la sua energia diventa realtà.

  32. Non poteva chiamarsi “Magna” la carta sulla quale proponi speranze nel mondo di Gom. Se non sono speranze, racconta allora a questa assemblea le tu vere intenzioni. Fallo prima che io faccia un copia e appiccica della realtà che tu invece cerchi di proiettare su questo mondo.

  33. “Il mondo di Gom è un’illusione” scandiva con cura l’uomo nel monitor, erano le ultime notizie del pomeriggio, il ragno, stava mangiandosi il primo pezzettino della Magna Carta di Gom..si trovava tra filo e filo nell’ampia biblioteca di Gom, lesse quella striscia di carta, prima di assaggiarne per precauzione l’inchiostro, così, per abitudine ed educazione ragnesca (si era chiesto spesso a coisa servisse tanto l’avrebbe mangiata lo stesso) era scritto piuttosto in grande, era il primo art. sembrava, di qualche remota Costituzione e la strisciolina appena strappata diceva “Ogni spiegazione su Gom distrugge Gom …..”

  34. Empy squadrò il riquadro del monitor..era sottosopra…si era trovato a testa in giù appeso tante di quelle volte che non se le ricordava più..dondolando sul filo si chiese..prenderò anche un altro libro..aprì una pagina a caso di un volume a portata di zampa, la copertina in pelle verde sembrava piuttosto malridotta però profumava di terra bruciata..

    Se vuoi, sagace, indagare con la mente pura le leggi dell’eccelso Iddio,
    guarda le altezze del sommo cielo;
    là, per la perfetta armonia dell’universo,
    le stelle conservano l’antica pace.
    Il sole, messo in moto dal fiammeggiante ardore,
    non impedisce il corso gelido di Diana, e l’Orsa, che al sommo polo del mondo
    piega i suoi rapidi giri,
    mai bagnata nella profondità del mare occidentale,
    non desidera tuffare le sue fiamme nell’oceano,
    pur vedendo tutte le altre stelle immergersi.
    Sempre con uguali alternative di tempo,
    Vespero * annunzia l’ombre della sera e Lucifero** riconduce il giorno al dator di vita.
    Così il vicendevole amore rinnova
    gli eterni corsi, e dalle regioni stellate
    esula la guerra della discordia.
    Quest’armonia concilia con giuste leggi
    gli elementi, cosicchè , in reciproca gara,
    quegli umidi facciano luogo agli aridi
    e il freddo si combini col caldo,
    il fuoco sospeso nell’aria voli verso l’alto
    e la terra giaccia, gravata dal suo peso.***

    Boh’, penso Empy perplesso ..lesse l’autore era un certo B abitante in suo mondo in cui dialogava con una certa filosofia ma quel suo mondo non corrispondeva alla realtà degli altri fu perciò eliminato eliminando l’uomo, ma non il suo mondo, che gli sopravvisse in molti molti mondi

    Allora la seconda legge di Gom è che distruggere Gom equivale alla creazione di infiniti altri mondi??
    Rivelare le leggi di Gom…. pensò il ragno e si pappò la verità senza ulteriori indugi..

  35. Carissima Valeria,
    non è necessario accendere nessun fuoco se non c’è legna o meglio se non c’è nessun motivo. Come tu ben sai, spesso il problema più grande è parlare al cuore degli uomini, parlare con sincerità in mondo sommesso da tanta insincerità e da tanta diffidenza che allontano gli esseri gli uni dagli altri anche i più vicini. E’ difficile parlare di vera libertà dell’essere che non è quella che va in manifestazione, in un mondo fatto ipocrisia e di tantissime apparenze e non dell’essere che alberga in ogni cuore..

    Ma se vuoi, per un solo immaginativo momento, fai finta che io, oltre ad essere un genitore come tanti, sia anche un piccolo messaggero nascosto. Sempre immaginando, con raziocinio, si dovrebbe verificare cosa effettivamente e quale sia il senso di quello che io dico o affermo spesso con tanta quasi apparente superficialità. Poi sempre immaginando si dovrebbe capire se questo tende ad uno scopo egoistico che vuole innalzarsi sugli altri o vuole essere solo un semplice modo per parlare di certe verità. Verità che non sono cadute spontaneamente da un ciel sereno, ma dopo tanto indefinibile dolore. (ma anche questo non mi giustifica).. Verità (o parte di verità) che per quell’aspetto unitario d’innata ribelle natura, ma anche d’innata spontanea amorevolezza, con forte desiderio, mi spingono metaforicamente a dire a tanti PRENDI L’OMBRELLO PERCHE’ DOMANI PIOVERA’ Certo su questo ognuno potrebbe obbiettare, che non è una celata verità perchè oggi basta consultare il meteo per sapere se domani pioverà effettivamente, allora nella stessa misura io dico che prima di giudicare o rilegare certe cose ad vane illogicità e bene PRIMA VERIFICARE con il proprio razionalizzante intelletto o meglio con il proprio discriminante cuore affinché ogni dubbio possa trovare le giuste risposte.

    Sempre nell’immaginario, supponiamo che io in qualche modo stia nascondano la mia vera personalità, mentre in effetti, celatamente potrei essere il nostro Amattissimo Carissimo Prof. Gabriele che in qualche modo, di nascosto, interagisce con tutti voi anche con un fantomatico illusorio Raffaele, pensi che questa verità muterebbe il tuo giudizio se tu ora scoprissi che in effetti Raffaele=Gabriele o qualcun altro che tu veneri?

  36. Buon Pomeriggio Carissimo Prof. Gabriele
    Mi scusi se per l’immaginario collettivo mi sono permesso, per un solo momento di vestirmi della sua preziosa regale persona.

  37. (*** Boezio, “La consolazione della filosofia” , **/* due denominazioni del pianeta Venere in quanto astro della sera e del mattino)
    (PSXRaf.ma che è??TvB e questo comunque ed in ogni caso qualsiasi cosa tu dica o faccia, per me l’amicizia è questa ed è molto molto meridionale chebòfà in caso aspetto una mail)

  38. che strana coincidenza “Venere”..
    Venerazione..quanto mi sarebbe piaciuto..ma poi scappo non invidio “i venerati” che tedio ciò che invece mi piace è cucinare per gli amici..stasera linguine con le vongole ok..chi porta il vino?
    Proffi, a lei la scelta del vino.

  39. Immagina quanto sia immaginario un mondo supposto… Immagina pure che io giri la domanda al professore Gabriele e lui mi risponda in tutta franchezza che Sì, tu sei lui…
    Tornerei nel mondo di Gom dopo aver ringraziato il professore di essere stato così sincero da ammettere la sua seconda personalità che è sconosciuta a se stessa, sperduta nella sua galassia di miriadi di stelle…
    E arrivata su Gom riferirei ai miei Gommosi quanto è emerso…: che il mondo ha avuto origine nel momento in cui l’uomo lo ha scoperto!

  40. …Che Val è figlia di se stessa, è inoltre niente popodimenocchè la sorella della zia del cognato del bisnonno del fratello del marito di una conoscente… Come non potrebbe non avere, perciò, dei problemini con le coordinate stellari?

  41. Non aspettarmi a cena, Map!

  42. cavoli defezioni su tutti i livelli rimarrò con ..le vongole in mano…e senza vino

  43. Raffeale, la tua educazione e gentilezza sono assolutamente lodevoli e rigenerarti….

  44. Carissima Map,
    non ti preoccupare se resta qualcosa, perchè per il mio assai vorace guerriero saracino cuore nulla rimane incompiuto, neanche le squisite prelibatezze di una bellissima erudita dama di corte. Mi dispiace solo che in quel volo astrale nulla posso portare, neanche una bottiglia del mio nostrano novello rosato vinello, ma chissà se per destino, un bel giorno, magari insieme a tanti cari amici e care amiche, con nostro Carissimo prof. Gabriele ci sarà concesso anche uno sincero scambievole sorriso che tanto fa bene al cuore come fa bene all’anima che lo contiene.

  45. Carissima Valeria,
    bellissima affermazione che nasce da tuo prezioso eruditissimo bel cuore ….che il mondo ha avuto origine nel momento in cui l’uomo lo ha scoperto Nella stessa misura con cui riusciamo con l’immaginazione a costruire il mondo di Gom, prima o poi scopriremo che da quella maggiore altura, con quella maggiore conoscenza, attraverso quella divina immaginazione tutto ci è concesso di creare se quei pensieri informanti che cristallizzano in realtà, passano per le vibrazioni dell’amorevole cuore. E’ quella verità che è stata sempre detta ed anche nascosta… ANCHE VOI SIETE DEI E FARETE COSE PIU’ GRANDI DI ME.

    Oggi la gibernetica e la psicotronica sta facendo notevoli passi, tanto che già si riesce a pilotare anche aerei e a spostare oggetti con gli impulsi emessi e trasformati della mente. Come è anche vero che questa tecnologia militare, spesso viene sfruttata per usi di potere.

  46. Caro Raffaele, non posso fare molto; sicuramente potrai fare molto di più tu, dio del fuoco, che non comparisti mai nel gioco della morra cinese…
    Non mi resta che consegnarmi alla Gibernetica e la Psicosonica, così come in un remoto passato mi sono consegnata a Dio. Lascio il blog nelle tue mani. Voglia vossia preservare dal fulmine i tanti cari amici che credettero inutilmente nella mia umanità. Mi saluti cordialmente il prof.

  47. Carissima Preziosa Valeria,

    una sola cortesia chiedo al tuo bel cuore. NON TI SENTIRE MAI INFERIORE A NESSUNO.

    Ma come? se ho sempre detto che in ogni cuore umano c’è un DIO, un dio da riscoprire, ma per quando ancora inconsapevole sempre DIO RESTA ED E ’ l’IO SONO che Gesù predicava .

    Poi ti faccio notare che io sono uno come voi, anzi uno meno di voi, perché sono un tecnico è non ho una cultura come la vostra, ed anche se posseggo un discreto discernimento di sintesi spesso contemplo ed assaporo tutto quello che dite, cercando di cogliere il bello ed il buono ed anche il vero che traspare in ogni parola, in ogni poetica vibrante vostra espressione, certo ogni tanto dico le mie impressioni, dal mio punto di vista, ma infiniti sono i punti in ogni consapevole cerchio.

    Se differenze percettive ci sono, sono anche necessarie perché ognuno ha un proprio destino, un proprio sentiero in questa vita, ma alla fine in quell’aspetto unitario tutti ci rapportiamo , tutti rapportiamo il proprio capire, il proprio sentire e da quel divino piano , tutti alla fine capiamo che non esiste nessuna divisione, nessuna separazione perché siamo UNITI, divini consapevoli immortali esseri interstellari concreanti di quell’indefinibile infinito albero della vita.

    HO SEMPRE DETTO E SOSTENUTO CHE C’E’ SEMPRE DA IMPARARE DA TUTTI PERCHE’ TUTTI SIAMO INVISIBILMENTE LEGATI, LEGATI NELL’ANIMA E SOPRATTUTO NELLO SPIRITO IMMORTALE.

    Non pensare minimamente di lasciare il tuo grintoso erudito bel dire ad altri, perché se farai questo di sicuro sarò io che da dove sono venuto me ne andrò. E siccome questi sono gli effetti che produce il mio dire, forse è meglio se comincio a riflettere anche su questo aspetto.

  48. dopo aver letto tutto ciò..mi sa che ho più dubbi di prima :O

  49. :0

  50. Carissima Tea,
    quante volte, nel nostro personale vissuto, attraverso la crescita e la maggiore sopraggiunta maturità abbiamo cambiato molte volte quello che appena ieri (o prima) pensavamo fosse immutabile verità? Tutto segue un ordine BEN PRECISO E PRESTABILITO che si giustifica nel tempo più propizio, più idoneo e più maturo per accogliere e comprendere la dinamica della vita, delle sue regole e delle sue verità che la governano. Processo evolutivo che non potrebbe manifestarsi prima, perché si rischierebbe come è nel dire, NON DARE PERLE A PORCI.

    Anche la Psicanalisi Junghiana, in qualche modo si avvicina maggiormente anche se in un frammento, ad un discorso “soprasensibile/spirituale”, nel senso che va oltre la pura indagine dei contenuti del subcosciente personale e cerca di indagare negli strati più profondi e transpersonali della psiche inconscia, che prende il nome di Inconscio Collettivo.

    E’ qui che ci si confronta con l’Ignoto, che la lotta eroica di Eracle consuma le sue fatiche; è qui che scende il mitico Ulisse sfidando gli Inferi stessi!

    Insomma, andando oltre gli strati subcoscienti contenenti gli avvenimenti più o meno fortunati di ogni individuo, con tutte le insoddisfazioni e repressioni del caso, SI RISCHIA VERAMENTE D’ INCONTRARE QUALCOS’ALTRO, QUALCOSA D’INFINITO.

    E’ siccome siamo esseri divini, nel continuo divenire, nello spazio/tempo, prima o poi ogni dubbio sarà risolto.

    Dalla CANALIZZATA voce di un Angelo

    Il cielo in penombre e in ombre ridà la coscienza di quel che è il vostro dubbio.
    L’esistenza esistenziale dà l’ombra data, e l’ombra data è data dal cielo di quello che
    l’uomo è. In genere l’ombra è la rappresentazione di un doppio e in genere il doppio è
    più grande dell’uomo. In qualche modo è la coscienza empirica vitale, che vi viene
    data, di avere un aspetto che va al di fuori di voi stessi e che è uguale a voi stessi e il
    cielo vi dà illuminando voi e concedendo a voi di risplendere su terra come angeli,
    PER VEDERE QUANTO E FINO A DOVE IL VOSTRO DUBBIO PUO’ LAVORARE, IN QUALE GRANDEZZA E QUANTA LUCE PUO’ RISCHIARARE.

  51. Carissima Tea, scusami, ma volevo rispondere alla cara Melusina..

  52. Carissima Melusina,
    Scusami, è come dire, non ti frenare, se vuoi, senza nessuna imposizione, parlarci di questi dubbi, perché nel giusto raffronto potrebbero nascere paradossi ed altri dubbi che nel ricercali potrebbero mutare tutti i nostri precedenti ragionamenti.

  53. Carissima Valeria,
    scusami se parlo con questo tono, dove sei? sarebbe assai bello risentire la tua preziosa erudita bella voce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...