Stavo per dirti “Addio!”

Stavo per dirti “Addio!”; ma subito
ho frenato la mia voce: e sono ancora qui.
Separarmi da te mi fa paura: è spaventoso,
come l’amara notte di Acheronte.
Splendore del mattino è il tuo; ma è muto
il giorno: tu invece mi porti in dono la tua voce,
anche più dolce di un canto di sirena. In lei è sospesa
ogni speranza del mio cuore.

Paolo Silenziario

7 Risposte

  1. Map, hai fatto bene a chiudere. Io ti resterò amico e continuerò a volerti bene, perchè sei un pulcino .

    Una grande donna con tantissimi problemi, questo mi angoscia e mi aizza un affetto sconosciuto agli uomini e alla Terra.

    Quando un uomo sogna l’ amore di una donna, l’ essere si completa nella sua totalità animica e umana.

    La sua forza si dissocia dal sentito dire e anche dal fatto di non essere stato ricambiato. Nulla paventa, non conosce sconfitta e il suo volo arriva a Dio.

    L’ amore vince il tradimento, la tortura, la malattia e la morte. Non ci puoi fare nulla, perchè si diventa invulnerabile e intoccabile a ogni pericolo umano.

    Esso ha il potere di sventare quel male, che vorrebbe annullarci davanti alla difficile esperienza terrena.

    Forse sei stata la donna più colta e intelligente che abbia conosciuto in una esperienza affettiva.

    E, forse anche la persona, che sapeva di più come prendermi, conoscendone l’ animus e la sua musica. Nessuna è stata così brava.

    Se noi avessimo avuto una relazione, di pochi giorni, avresti alterato il tuo equilibrio interiore.

    Le sofferenze, di cui parli, ne hanno segnato la tua storia e il tuo pensiero d’ amore.

    Ti avvolge un mistero che forse nemmeno tu sai aprire, interpretare e conosere.

    Mi hai scritto, in verità, una bella lettera, a parte il discorso -tu vegetariana e io invece,-

    Poi, ho 4 figli, i primi due abitano per conto loro, facendo una sottrazione, rimangono in due, nessuna stranezza, da parte mia, forse la tua interpretazione non è stata esatta.

    Tutta la tua lettera ha viaggiato sulla sensibilità della classe e della dignità umana.

    Hai concluso la tua missiva, da donna perbene e forte, facendo appello al sentimento dell’ amicizia, la cui istanza ormai è stata tradita dall’ uomo moderno.

    Tuttavia, il suo fascino rimane antico e immortale fra esseri veri, onesti e leali. ( Raffaele sei incorrotto)

    Però anch’ io nei tuoi confronti sono stato educato. Ti ho pensato, ma non ti ho chiesto nulla.

    Sei stata una signora, fatti chiamare per l’ ultima volta, amore.

    Mi sono commosso ! Che bello ! Baci, baci, baci

  2. Ciao Carissimo Luiggione,
    mi bagno nelle cristalline acque delle tue poetiche romantiche parole, ma sappi anche che anch’io sono assai umano, anche se spesso lo spirito mi trasporta oltre l’immaginario…

  3. E…

    E quando tutto finirà.
    Le stagioni,
    le passioni…
    la vita in tutto perderà ogni piacere.

    Dei desideri
    resterà solo tristezza
    e
    la malinconia a consolarmi
    per il tempo
    trascorso a rincorrere gli eterni sogni
    armonie ingannevoli
    cadute col primo vento
    di un’estate che volge alla fine.

    E quando tutto finirà,
    lo so…
    sarà l’addio alle carezze della sera
    alle calde lacrime di gelosia
    ai baci rubati al tempo
    e alla voce
    che tanto amore ha sussurrato.

    E quando tutto finirà,
    resterà a farmi compagnia
    il dolore dei ricordi
    laceri brandelli di promesse
    riposte
    nell’inverno del tuo cuore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...