Risveglio

Vorrei essere sempre per te, vita,
come il fiore, che durante la notte
dal sogno infinito di tesori
delle sue foglie chiuse,
dona, in un momento, aprendosi col giorno,
tutta l’essenza del suo sogno!

Juan Ramòn Jiménez

Annunci

7 Risposte

  1. Incantevoli versi carichi di metafore che simboleggiano nell delicatezza di un fiore delle sue gemme verdi, l’essenza di un amore racchiuso in un sogno.

    Grazie per queste gemme di poesia.

    Anna.

  2. Caro Raffaele, non ci credi quanta gioia mi scoppia nel cuore, vedere il tuo nome sul blog.

    Sei vero, buono e intervieni, solo, per portare a tutti, nessuno escluso, pace, fratellanza e amore.

    Sei divino !

    Fino adesso, ho seguito le partite, il tuo Catania ha vinto 2-1. La “mia” fiorentina ha perso 1-0, pero ha un cuore nobile come il mio.

    Stasera ti dovrò dire un segreto, che non ho detto a nessuno.

    nello scrivsere, sei lungo, però mi esalti perchè ti fai capire. Possiedi ciò che dici.

    Il tuo pensare non rimane sepolto nell’ incoscio, ma esce fuori e luminoso. Ci sono persone che il vero concetto non è in ciò che dicono, ma è nell’ interpretazione che tu devi saper trovare.

    Raffaele, continuerò stasera quando rientrerò, adesso devo uscire. Condivido tutto, quello che hai scritto.

    Map. a Firenze a salutare e battere le mani a Gabriele, ci sarò. Penso che tu non verrai. Se è così, dimmelo, Io con te sono leale e solare.

    Un bacio a te e Raf, Luigi.

  3. Grazie con Vero Sincero Fraterno Cuore, Carissimo Prezioso Luigi, anch’io in qualche modo ho risposto alla tua ESALTANTE/INVEROSIMILE/INACCETTABILE/INCAPIBILE LODEVOLE AFFERMAZIONE… Se leggi il post “presto un forum”, capirai tante altre celate cose, ci sono parole che sono chiave di volta che con la giusta attenzione si possono percepire…
    Ciao Carissimo, alla prossima

  4. Devo ringraziarla professore. Anni fa, durante una delle (ora, purtroppo) solite notti insonni, udii lei che dalla TV sembrava leggere solo per me una poesia straordinariamente bella e che mi sembrò un riverbero chiarificatore di ciò che provavo. La poesia era di Jiménez (Io non sono io…). E rileggere quel nome – ancora una volta in un suo spazio – mi ha riportato alla mente il motivo per cui da anni ho quella poesia scritta sulla parete. Emozionare è degno di gratitudine, perciò la ringrazio ancora. -DL

  5. Emozionarsi è bello! Grazie a te, Davide, per essere qui, nel nostro blog-casa. Un abbraccio, Gabriele.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...