Lo Spirito, L’Anima ed il Mondo

49 Risposte

  1. Caro Gabriele,
    volevo chiederti una cosa.
    Il mio viaggio nell’alchimia e nell’ermetismo ha avuto origine “per caso”….sì, fin da ragazzina ho sempre avuto una vera e propria passione per la filosofia, per la psicologia e l’esoterismo…ma da quando, sempre “per caso” tanto tempo fa ho trovato te in tv, e poi sempre per una serie strepitosa “di casi” ad effetto domino ho trovato il tuo/nostro blog, il mio interesse è diventato autentica passione ed ora “ho sete” di abberavermi sempre di più in questo mondo e di apprendere tutto quello che posso.
    Quello che volevo chiederti era se in un certo senso si può pensare che “qualcuno”, un ‘entità superiore, ci scelga e ci inzia in questo cammino…e quindi avvicinarsi a tali misteri e in questo mondo “altro” è in certo senso essere dei “prescelti”?
    Scusa la domanda, ma dalle letture che sto facendo e da quelle che tu stesso mi stai pazientemnete indicando mi vengono sempre tante domande…
    Serena giornata e grazie per la pazienza!

  2. Cara Beatrice, più che prescelti, credo che siamo stati indirizzati magari attraverso diverse vite in diverse dimensioni (è solamente una ipotesi). Sono “grumi psichici” che prograssivamente si espandono.

  3. Non so se vado fuori tema, ma l’iniziazione esoterica o l’inizio del percorso di consapevolezza prende nomi diversi in percorsi diversi.
    Nel cristianesimo non viene definito. Nel buddhismo neanche, ma il motivo per cui i buddhisti non fanno evangelizzazione è che credono che ci si avvicini alla conoscenza quando si è pronti . Ciò avviene secondo loro accumulando esperienze. Che di vita in vita, concentrandosi in “Grumi psichici” come direbbe il Prof. accendono il desiderio di consapevolezza.
    L’accensione di questo desiderio di conoscenza viene definito in Kabbalah accensione del Punto nel Cuore!
    Mentre nel Sufismo al “grumo psichico” si da il nome di Centro Magnetico.
    Ciò potrebbe stupire, ma in realtà non vi è nulla di strano.
    Le religioni autentiche in fondo sono casi particolari, manifestazioni di un’unica equazione le cui variabili prendono forme diverse in relazione al tempo ed alla cultura con cui l’equazione si manifesta.

    Secondo i sufi l’accresciemento del centro magnetico avviene attraverso diversi tipi di influenze e per descriverli tutti ci sarebbe bisogno di diverse pagine. MA è possibile sintetizzare queste influenze all’arte. Ma stiamo bene attenti che per Arte non si intende la libera espressione delle emozioni di persone addormentate, ma l’esercizio consapevole di Iniziati, che sintetizzavano nelle loro opere leggi cosmiche o psicologiche….
    La storia dell’arte autentica è in realtà storia dell’esoterismo

  4. si intersecano come strani meccanismi d’orologio altre epoche altri personaggi, chi mi porta in dono un pianeta intero ed i suoi abitanti guerrieri e rissosi, chi tre tisane , è un medico credi sia uno scherzo ma esiste davvero, sull’enciclopedia c’è il suo nome il quadro anche gli rassomiglia e la tisana di radici di gelsomino è stata appena scoperta lo dice la radio è un’antidolorifico molto potente, passano vanno via , girano dall’altra parte, l’orologio e le sue sfere continuano a girare arrivano sogni di un’altra vita poi scopri che eri tu nel 1889 l’orologio gira assisti ancora una volta alla morte, parti vai a vedere manca solo la lapide, non hai voglia di controllare al comune, sembra troppo ormai, è tutto troppo strano, poi gira di nuovo sei in una baracca hai appena portato una canna da zucchero ma è tardi la bambina è quasi morta, non pensi a niente, la povertà non fà pensare, non pensi , non sei neanche triste,la canna è per la sua anima, in quella parte di ondo è così, il lungo percorso attraverso la giungla e il ponte sospeso, poi l’orologio dice che sei anche tu il meccanismo di un’altra vita il sogno di un’altro che sogna di essere te nella sua vita passata…

  5. 🙂 🙂 🙂
    E’ il tuo Corpo che parla, anche le tue “pareti” parlano e sembrano avere orecchie…

    C’è un albero di Cotogne, più in là, fermo e rigoglioso;…”le cose perdute prima o poi troveranno la strada di casa…”
    Te lo concedo, Maap, potrai esaudire il tuo desiderio di penzolare da quel rigogliosissimo albero, come una cotogna succosa da fare a pezzi; che diventi marmellata su di una crostata con il cordoncino…
    Non siamo mai andati d’accordo come adesso: c’è stato un tempo in cui io volevo andare a ballare e tu volevi fare esercizi yoga!!! Lo scollamento era evidente già da allora, ma poi ti ho sempre seguito… Della serie: “alza il culo, ‘che ne hai di tempo per autocommiserarti”… Naturalmente eri tu che lo dicevi a me quel “alza il culo”!
    E va bene, oggi come allora, potrai esaudire il tuo desiderio “espresso” di penzolare come una cotogna succosa da fare a pezzi e lo farò io personalmente, non ti preoccupare, come da tue disposizioni: di solito so essere molto precisa, non sono “biblica” io , nell’esecuzione di un mandato…
    L’unico problema è che questa volta ragionerò come Madre natura mi ha raccomandato di fare, al momento della tua adozione, quando avresti compiuto gli …anta: per esclusione! E così, l’ho giurato, farò…
    Dunque… vado in ordine sparso, a zig-zag, come mi hai esercitata a fare:
    1) Non ci sono alberi di fico nei paraggi, nè alcuno è stato mai menzionato in questo podere;
    2) Gli unici che “hanno vestito Adamo ed Eva” sono ormai spogli…
    Ergo, non è da un albero di fico che vorresti penzolare… Altra storia, grazieaddio!
    …Ma hai detto che proprio una cotogna vorresti essere ed io mi chiedo perchè sogno spesso di essere una mela, invece…
    D’accordo che la mela è un prodotto già inflazionato, a causa della produzione intensiva e fuori stagione; sappiamo entrambe che la mela di Biancaneve era avvelenata, che la mela di Eva non si è capito perchè non si dovesse mordere, che la mela di Newton ha sorpassato tutte, per passare alla gloria della storia della fisica, che la biogenetica è la madre della Melatogna e che proprio di crisi di identità stiamo quì a parlare a quattr’occhi, visto che è bastato togliere una “co” per coniugare una mela e una cotogna… Ma io sono capace di arrabbiarmi, invece, e di urlare: – “questo matrimonio non s’ha da fare…!!! ” Perchè… perchè una può fingere con gli altri di essere una mela per tanto tempo, ma poi le circostanze della vita ti scoprono a te stessa… e… Tutti a negare l’evidenza e a dire che soltanto Dio può tagliare quel legame… che te la sei voluta, che non c’è legge umana promulgata da uomini di Dio che potrà scongiurare l’inferno!!! Dammi retta, saresti da quel momento in poi con la testa altrove (ed a me la testa serve!) e te che girovaghi come un fantasma a fare sorrisi a tutti, poichè hai capito che il sorriso scioglie le ombre come il sale le lumache…
    Carissima, ti hanno affidata a me nell’era del calcolo quantistico…Allora mi spieghi che Q ti passa per la testa?

    La tua Mapperia! ( t.v.B.)

  6. Valeria tu sei incredibile.
    ……………………………………..
    Non so, ti paragonerei a cosa, non so, sei stupefacente.

    avevo messo tutta una pallossissima e lacrimevole storia di vita ma sai che ti dico ? Ma che me ne frega..

    All’improvviso ho capito che intendi…

    Mi è bastato chiudere gli occhi ah già ecco cosa avevi capito, quanto sei cara, carissima, ho collegato ciò che ho scritto già già giù .. da sempre neio miei pensieri no ma che dici …devi sapere che tutti in questo periodo vogliono qualcosa da me, mi devo beccare ogni santa paturnia, ma probabilmente riuscirò a scapparmene per un pò, la misura è colma anche per me, sono tollerante , ma la tolleranza poi diventa l’abitudine degli altri, stranamente ho una forza in questo periodo congiunta ad una estrema stanchezza che mi fa ben sperare per un cambiamento di solito in questi casi metto il “pilota automatico” non penso, faccio tutto quello che mi passa per il cervello e così tutto mi riesce facile, invece quel fare così e così e poi fai così mi ammazza, le persone che ti dicono come fare le cose mi fanno inc…avolare….. quel tipo di cervello che mi va bene è quello del “io sono” quell’altro è del “tipo emergenza procedere in direzione delle frecce, allacciare giubbotti di salvataggio, togliere le scarpe, seguire le indicazioni del personale…tipo” penso sia l’emisfero sinistro che quando uno è scioccato perde l’uso del cervello emotivo di cui dicevo sopra, io sono un pò scioccata dal dover dare spiegazioni su di me, io mi sento io, non mi sento personaggio, qui di personaggi dove vivo ce ne sono a bizzeffe potrei fare il personaggio anch’io ma a me (come a Giuseppe per es.) queste cose stufano in quanto a ipocrisia lontananza dai problemi veri, vanità fine a sè stessa, il gioco della seduzione è appunto un gioco, non è il manuale d’istruzione di un jumbo jet , non so, vorrei seguire un gatto ed imparare ad essere delicatamente forte come lo sei tu. Forse è un problema mio perchè ho dovuto sempre spiegarmi tutta la vita a tutti, come se io fossi un libro che senza interpretazione non si potesse mai capire, va bene, (ho avuto una vita doppia tripla una continua slegata accondiscendenza anche un pò saccente se vogliamo poi ad un certo punto perchè spiegare ai sordi che ti sorridono ebeti?)se mi capite bene invece dovrei dire ,se no arrangè vous , arrangiatevi. Je suis comme ça et je m’en fous (..più o meno…meglio molto meglio.)

  7. per tutti

  8. forte la parte della foca , la creazione sperimentale dell’elefante…

  9. Cara Valeria…
    per caso ti hanno “affidato” anche me???….
    Oggi sono delusa, stranita e incavolata…gli uomini, che tipi!!!
    Vabbbè ……..
    un abbraccio pieno d’affetto

  10. Se tutto è vanità non è stata cosa inutile che ci conoscessero e ci parlassimo attraverso dei riflessi… Non è improbabile che conoscere se stessi comporti imparare ad affidarsi gli uni agli altri per come siamo e non per come vorremmo essere, o per come gli altri vorrebbero che fossimo… Questa me la rileggo e poi me la scrivo! Se nell’altro post ho improvvisato un archetipo “Bravo-don Abbondio”, questa volta quasi ci provavo ad impastarmi in una monaca… Beautifull ci fa un baffo!
    Pensate, Map-trina e Bea, che questo filmato con Troisi mi procurò dipendenza dalla cornetta… All’epoca non c’era ancora il cellulare, nè collegamento ad internet, ed io e la mia amica avevamo bisogno di attenzione… Quelle due non esistono più e a volte mi è sembrato che non fossero mai esistite nella realtà… così come le raccontavano.
    Dunque, abbiamo ricominciato a parlare con Dio in questo modo: la prima telefonata è servita a rompere il ghiaccio e dirgli: – Pronto, papà? …Mi scusi, ho sbagliato numero! –
    Con la seconda telefonata la rabbia era a mille: – Pronto? Vorrei prenotare due mazzi di fiori per me e per la mia amica… Può dire a quel pettegolo di un portiere che sono da parte di un ammiratore un po’ indeciso? Sà, siamo siamesi… Una svaligia il frigorifero la notte e l’altra digiuna di giorno…-
    La terza telefonata era di fuoco: – Din -don, possiamo leggerle l’oroscopo alla modica cifra di un attimo di attenzione? E’ lei che muove il cielo e le stelle?… Vede? Vede? Allora lo ammette che è colpa suaaaa se non succede niente sotto questo cielo… –

    Amiche, ora che è tornata anche Melusina si va tutti a fare shopping su e-bay (scherzo!) e dopo tutti sul balcone di Majò? Dopo essere passati a prendere il prof…
    Strabaci

  11. Val siamo in sincro totale!!
    Ho visto una sciarpa iridescente per Majò, mica possiano presentarci a mani vuote?!

  12. Val e Map…allora passo io a prendervi?…qualcuno avverta Melusina però….amiche ho solo un avvertimento però:…insomma si, alla guida sono un bel pò spericolata!!….tra un zig-zig, una semaforata gialla e un sorprasso sulla doppia striscia…penso che arriveremo da in pochi nano secondi.
    Majo…io sono affamata…spero ci sia da mangiare in abbondanza!
    Qunato alla dipendenza telefonica parlate con una che…mò vi faccio ridere, ma giuro che è la verità…che negli anni dell’università riusciva a stare al telefono anche tre/quattro ore consecutive…magari alternando 2/3 interlocutori. Il mio telefono perennemente occupato…e a parlare come al solito di…vediamo se lo indovinate??
    …immaginavo di sì, di uomini, di amori e di come riuscire a far colpo oppure dell’ultima batosta che aveva letteralmemte spaccato il cuore ….
    e l’amica del cuore, quella che ci riempiva di affetto e protezione, e con cui noi facevamo lo stesso, non mancava mai. Quella con cui si parlava di tuto, anche dell’inconfessabile…e quante cose incofessabili in quei tempi
    …..sapete mi è venuta una nostalgia pazzesca! Mesà che sono un pò nostalgica in questi giorni!
    Vabbè allora mi preparo per la serata a casa di Majo..
    Baci

  13. Se dico che il più bel regalo sareste tutti/e voi, sarebbe troppo di facciata?, Quindi posso,… una sciarpa di lana va benissimo 😉 🙂 😀 soffrendo di cervicali !!! Grazie Map…!!!

  14. Sono sincero, anche se non mi crederai, sei coltissima, intelligentissima, VERA STUDIOSA e con un forte AMORE filosofico aperto alla sapienza umana . Dico la verita, questo sento su di te.

    TUTTAVIA SEI UNA DONNA INSIGNIFICANTE, PETTEGOLA, CERCHI IL PROSSIMO PER ” COMBATTERE I TUOI NEMICI “, ANZI VI SERVITE DI QUESTA BASSA ESPOTIVA CALUNNIA PER LUSINGARVI DI VINCERE. ED ESSERE FORTI.
    INVECE AVETE LA DIARREA .

    TI MANCA IL FASCINO DI UNA PRIMA DONNA.

    Non c’ è niente da fare, è la tua debole esistenza !

    IL TU ARCHETIPO E’ QUELLO DI ESSERE UNA DONNA ORDINARIA PARALIZZATA NEL CONFLITTO DELLA TUA ANIMA.

    A poker, non ho mai perso. Non bleffavo. Facevo bleffare agli altri e io giocavo con poker d’ assi.
    .
    Questo scritto, non è per una personA che nutro affetto.

    Sono solo delle mie meditazioni, rivolte ad un fatturato di perpetue manzoniane.

    L’ innominato ha vinto, perchè era un eroe. L’ onestà, la purezza, il fascino e la rifioritura di Lucia gli hanno TOLTO LA CATTIVERIA , ma fatto scoprire il coraggio e la dignità di vero uomo.

    Don Rodrigo e sua nipote hanno perso : erano insignificanti, cattivi e disonesti.

    Ma dove vuoi andare, sei na paperina, non l’ hai capito ? Te lo dico io ! Bond.

  15. purtroppo non so giocare a poker
    (hai visto che avevo ragione che giochi a poker… 😉 )
    gioco sempre e solo a carte scoperte
    se avessi voluto “pettegolare” avrei fatto una mail a Valeria, non credi invece che sei un gelosone punto e basta?
    Grazie per la paperina, per me un vero complimento.
    Zuccone. 😀

  16. Amiche, datemi il tempo: ricamerò personalmente questo haiku sulla sciarpa di lana… iridiscente di Majò 🙂 😀 😉
    “Un fiore caduto
    sembra tornare al suo ramo:
    una farfalla!” (A. Moritake) 🙂

    Ciuchino, d’ora in poi nessun moscone ci neghi la serenità! Avverti Gina di affilare la penna! Ho voglia di… solletico!

  17. (a parte che non ho la mail di nessuno qui…sia chiaro)
    Ma sei proprio un tremendo.
    Donna ordinaria a me….
    E tu sei un uomo straordinario quindi??

  18. non dovrei secondo te scrivere più a nessuno qui e dedicarmi solo a te…una curiosità…ma le camicie con i gemelli le porti?

  19. Allora, non capisci quando leggi ? Però. mi conforta, perchè non sono il solo a non capire la lettura del post.

    Ma vedi se io ti chiamerei paperina ? Ma scherzi ? Il post non era per te, amore.

    Stavo guardando i tuoi post d’ arte , sei travolgente e passionale. Non pensavo, per tutto il bene che ti voglio, che fossi così brava.

    L’ avevo capito che sei una grande artista, però a questi livelli, non pensavo.

    Giocavo a Poker, adesso non più. Ero freddo, cinico, impassibile e concentrato. Chi gioca a poker deve osservare se la serata è favorevole. Ci vogliono nervi d’ acciaio.

    Non ci posso pensare, una come te, che quando scrive è piena di trame, per spiegare un pensiero, adesso vai credere, che il mio post era per te.

    Ma la testa, amore è sola per me ? Allora abbiamo una sola testa ? Adesso capisco !

    E’ vero sono gelosissimo di te, è verissimo. Mandami la tua email. Stai tranquilla ! Un bacio

  20. Beatrice, attenta se guidi a zig-zag rischi di perdere punti e il ritiro della patente..

    Potresti investire qualche cane feroce e poi se ti morde non ti lamentare, non chiedere aiuto.

    Bea, siamo amici. Agli amici consiglio di guidare con prudenza. Ai cani di razza, è meglio, non pestare la coda.

    I cani mordono, di solito, quando sono attaccati. Un affettuoso abbraccio, Zanna-gialla

  21. aaaahaaaahaaaa….. ciao Valeria devo dire che sento il tono, quando chiami Ciuchino.., sento la docilità affettuosa!!! Grazie per la sciarpa…. ma ripeto non importa, basta che sia di lana!!! 😉 🙂 😀 Un gioioso occhiolino !!!

  22. acc. m’hai fregato….sei un tipo troppo sveglio per me…fammi vedere che avevi….

  23. precisazione : 🙂 🙂 🙂 tris di sorrisetti.

  24. OPS..ho indagato ..
    –“Il sottoscritto è nato in un paese della Calabria il 17 marzo del 1948. Sono alto 1. 85, ex atleta. Ho praticato nuoto, calcio, ciclismo e footing senza vittorie e trofei. Sono sposato, ho quattro figli.”–
    Mi pare che qui ci sia di mezzo una famiglia piuttosto agguerrita … caro Zanna perdonami ma ho anch’io i miei guai (di cui sono contentissima) e non li vorrei sommare ai tuoi sennò facciamo una carneficina..a proposito di carne..ho un forte sospetto che io vegetariana e tu invece Giusto ? Ho indovinato vero? ….. vedi non è possibile però possiamo essere amici?
    Per me l’amicizia conta moltissimo, l’amore è qualcosa di trascendentale e per molti versi inspiegabile,
    magari tu ami alla follia tua moglie e fai un pò il bischero su internet (come me daltronde) però rimaniamo amici.OK?
    Una cosa non l’ho capita hai cambiato la tua età e se non mi sbaglio non avevi detto di essere pugliese ??boh’
    E che io quando me sceto mi sveglio tutt’un botto.
    E mò a mezzanotte e sette me sò svegliata e dico..
    maddai carissimo teniamoci i nostri rispettivi guai l’amicizia è per sempre l’amore sarebbe finito dopo pochissimo ecchicelofare???AMICI??? 😉 DAI che è molto ma molto meglio….poi prima 4 figli mò 2 figlie ma cchefai li restringi i figli?? Un grande tenero bacio.Non facciamo sto guaio.OK????????? Dai che sei irresistibile e pericoloso dai che vai alla grande anche senza quest’insignificante donna incarcerata nella sua anima …
    BACI BACI BACI.

  25. maphaiKu… !!! 😀

    Il tempo si riavvolge;
    Sento:
    un cane che si morde la coda!

  26. ehm…vogliamo parlare delle stringhe e di come si misura lo spazio ? Mi mordo la stringa? QUANTO meccanicamente farà male?Hawking resisti !!

  27. ancora baci a zanna non stiamo scrivendo di te ma della pazzia femminile che quando coglie coglie. Anche senza.

  28. comunque Valeria sei una fetente ad aspettare a quest’ora di notte il mio passo falso …ma che fai attendi nell’ombra??

  29. Carissima Map Pina,
    la follia non ha polarità, perché è quell’impulso armonico che innalza l’essere oltre la normale linearità.

  30. Carissima Valeria,
    hai detto una grande cosa, perché COME LO SPAZIO DINAMICO (l’universo) ANCHE IL TEMPO E’ CURVO è come un cane che si morde la coda. Il bello sorridente spontaneo impulso è appunto osservare un cane che gironzola su se stesso, non capendo che basta fermarsi per capire meglio.

  31. IL TEMPO E’ UNA TELA IMMENSA,
    DIPINTA DA OGNUNO DI NOI,
    CHI LASCIA DEI GUAZZI,E CHI
    L’IMPRONTA DELLA SUA ANIMA

    IL TEMPO,E’ UNA TELA IMMENSA
    SOSPESA NELLO SPAZIO,
    C’E’ CHI RISPETTA LA PROSPETTIVA
    E CHI,NON SAPENDO NULLA DEL GRANDE
    ALBERTI, SI FIRMA SFACCIATAMENTE,
    MICHELANGELO,BUONARROTI
    —————————————GIINA TOTA.
    ECCO,LA SFACCIATAGGINE DI CERTI PITTORI,
    CHE HANNO LA FACCIA DI BRONZO,DI SENTIRSI.
    COME MICHELANGELO,IO DEFINISCO QUESTI PITTORI,O MEGLIO IMBRATTATELE,DEI MICHELANGELO BUONASCOPA.
    —————————————————-
    MA ANCHE NOI SIAMO DEGLI IMBRATTATELE, CI ESALTIAMO DICENDO CHE DURANTE LA NOSTRA ESISTENZA,ABBIAMO FATTO DELLA NOSTRA VITA,UN CAPOLAVORO.DI AFFRECSHI,LASCIATI SULLA TELA DEL TEMPO.MA SIAMO SICURI,DI AVER RISPETTATO LE REGOLE?
    ———————————–RIFLESSIONI,TRA PENTOLE,E CUCCHIAI,LA FILOSOFIA DELLA CASALINGA. GINA TOTA.

    DELLE OPERE D’ARTI,QUANDO POI,IN REALTA ‘

  32. Ciao Cara Gina,
    Anche in una bella casalinga vibra un radioso amorevole cuore sapienziale.

    Bellissima la tua assai riflessiva citazione IL TEMPO E’ UNA TELA IMMENSA, DIPINTA DA OGNUNO DI NOI, CHI LASCIA DEI GUAZZI,E CHI
    L’IMPRONTA DELLA SUA ANIMA.

    È lo stesso affine concetto che spesso ho detto e che riporto per il tuo bel sentire.

    Un’infinita rete di fili pervade tutto l’universo. I Fili orizzontali sono nello spazio, i fili verticali sono nel tempo. Ad ogni loro incrocio, c’è un essere. E ogni essere è una perla di cristallo. Il grande fulgore di un Essere Assoluto illumina e penetra ciascuna perla. E ciascuna perla riflette non solo la luce di tutti gli altri cristalli della rete, ma anche ogni altro riflesso dell’universo intero. (la rete di Indra – Rig Veda). L’idea della creazione come un vasto intrico di esistenze correlate sottolinea i legami esistenziali e spirituali altrimenti invisibili, che uniscono ogni particolare dell’universo per apparire là dove si intersecano. Non per nulla Indra è il dio vedico universale, che cattura ogni cosa nella sua rete cosmica.

    Solo si seguirà l’innata benevola ispirazione del proprio cuore, quel grandioso destino dell’eroe, della Moira Superiore, allora e solo allora ogni indesiderabile, inaccettabile oscuro fato troverà nel lato oscuro, il celato assai nascosto bene e buono della vita, ma soprattutto ritroverà anche il vero senso della vita. Perché solo quando il Sitar è ben accordato possiamo danzare all’unisono con il cuore degli uomini.

    Se solo ricordassimo gli eventi che ci parlano del nostro passato, fin da un assai tempo dimenticato. Se solo riascoltassimo quanto saggiamente ci è riportato dai grandi saggi e pensatori di ogni tempo. Se solo capissimo che la sincronicità è l’esperienza diretta che ci rapporta al nostro vero Dio interiore, e capire per analogia, come ogni cellula del nostro corpo noi stessi siamo, con la stessa modale espressione connessa allo scopo universale della vita e parte integrale di lui. Se solo capissimo come trascendere quell’indefinibile concetto non rapportabile da nessun credo, ma capissimo con il solo semplice umile cuore quella meravigliosa nascosta verità del CORPO di DIO.

    Ecc..

  33. Caro Raffaele, ricambio con un sorriso il tuo commento delle ore 10 di oggi.
    (“Come una canna, mi inchino: accetto coscientemente il mio destino!” Custodisci questo mantra!)
    Con stima! 🙂

  34. GINA, IO TI RAPIRO’ E TI TERRO’ IN UNA LAMPADA A MIO USO E CONSUMO…
    E POI, QUANDO SARAI STANCA DI AVERMI RIPETUTO MILLE E MILLE VOLTE QUELLO CHE AVRESTI VOLUTO DALLA VITA E NON SONO MAI RIUSCITA A DONARTI, SORELLA, LIBERAMI IN UN TRAMONTO E LANCIAMI LONTANO, IN UN TRIPUDIO DI FUOCHI D’ARTIFICIO, VERSO QUELL’ORIZZONTE CHE DISEGNASTI, UN GIORNO, SU UN FOGLIO… TE
    L’HO RUBATO IO!

    UN ABBRACCIO
    VALERIA DELL’ANNA

  35. Maaaap, …. ROOOOOONF!!!!!

    Risponde la segreteria telefonica di Valeria D.A.. Sono momentaneamente addormentata… Lasciare un messaggio dopo il bacio, risponderò allo scoccare della mezzanotte:
    Smaaaaack……

    😀

  36. CHE ENORME CIRCO LA LUNA!
    ELEFANTI DI NUVOLE GIRANO SULLA
    PISTA D’ARGENTO,CON TUONANTI
    BARRITI.
    E LE STELLE BAMBINE, CONTENTE
    LANCIANDO SUL MONDO LA LORO
    BRILLANTE FELICITA’
    ———————-GINA TOTA
    8-11-1987.

  37. IO, SARO’ IL BACIO,CHE SFIORIRA”LE TUE
    LABBRA,SCIOGLIERA’ LA NEVE DAL TUO CUORE SARO’ IL VENTO,CHE SPAZZERA’ LA NEBBIA CHE COPRE IL TUO ORIZZONTE
    SARO’ LA PENNA,PER SCRIVERE PAROLE DI FUOCO. SARO’ PER TE, QUELLO CHE TU VORRAI
    IO SARO’ QUELLA CHE GIA’ SONO.
    IO SONO LA POEISA. RAGAZZA MIA.!
    ————————-GINA TOTA
    A VELERIA,E A TUTTI QUELLI,CHE, COME ME,AMANO LA POESIA

  38. CIAO VALERIA,VORREI DIRE,CHE NON SONO IO LA POESIA, NON SONO COSI PRESUNTUOSA,NEL SENTIRMI TALE..TI RIGRAZIO PER IL TUO POETICO COMMENTO.GRAZIE.E CHIUDO CON UNA BATTUTA LETTA SU D’UN GIORNALE.TU SCUSAMI PER LO SPAGNOLO, NON LO CONOSCO.HASTA LA VISTA SENIORA…VISTA L’ASTA.?? SENIORA?
    PERDONAMI PER LA BATTUTA,E PER LO SPAGNOLO.SAI,AMO MOLTO LA SATIRA,GLI EPIGRAMMI,E PERCHE’ NO? ANCHE LE BARZELLETTE. CARA VALERIA,SE MI VUOI SCRIVERE UNA E- MAIL SARO’ CONTENTA,INTANTO TI SALUTO TI ABBRACCIO.
    GINA gina.tota@alice.it

  39. ……………………………………..(1986)
    Se pur immobile
    decidessi di
    rimanere…
    la vita,
    attraverserebbe
    comunque,…
    come un filo d’erba
    il vento mi farebbe
    muovere, la pioggia
    mi disseterebbe…
    sentirei comunque
    lo scorrere…
    la linfa non si fermerebbe
    a nulla servirebbe…
    la mia immobilità…
    la vita non si muove con i
    piedi del nostro corpo
    ne sente con le orecchie
    dello stesso!!! allor
    ti dico a te che hai
    paura, esci da quella casa
    non temere la paura…
    si come il sogno
    della notte, saltella
    da un luogo ad un’altro..
    girovaga per tutta la casa
    Non temere… la vita
    ed il male sparirà!!!

  40. INSERISCO UN SALUTO E MI PREPARO PER ANDARE AD ACCOMPAGNARE LA BAMBINE A SCUOLA…

    MI HAI CONSIGLIATO, GINA, UNA CHIAVE DI LETTURA … 😀 ED IO MI ALLINEO CON LA MIA BATTUTA IN RISPOSTA…

    “L’ASTA? … L’HO LANCIATA IN QUELLA DIREZIONE E ME L’HA RIPORTATA INDIETRO. HO DETTO: – E’ TUA, VAI! –
    L’HO RILANCIATA, L’ASTA, E ANCHE QUESTA VOLTA ME L’HA RIPORTATA INDIETRO… – MA E’ TUA, NON LO HAI CAPITO? –
    ANCORA UNA VOLTA L’HO LANCIATA IN QUELLA DIREZIONE… STO ANCORA ASPETTANDO…. SPERIAMO BENE!”

    MI AGGANCIO ALLA POESIA SULLA LIBERTA’ DI MAJO’, DI CUI SOPRA! 🙂 😀 😉

    UN BACIO A PIU’ TARDI

  41. E’ CURVA LA VOCE DEI VECCHI,
    E’ ORIZZONTALE,IL LORO DOLORE.
    E’ BIZZARRO,IL PENSIERO DEI VECCHI,
    E’ CRUDA, LA LORO VERITA’.
    E’ GIALLO IL LORO RICORDO,QUEL GIALLO
    DI UN DAGHERROTIPO,POSTO SU D’UN TARLATO
    COMODINO.
    NELL’OROLOGIO DEL CIELO,DORME IL CUORE
    DEI VECCHI.
    ————————–GINA TOTA.7-6-93

  42. CIAO RAFFAELE,GRAZIE DI CUORE,PER IL TUO COMMENTO,GAZIE INFINITE.A RISENTIRCI.CIAO
    GINA .

  43. CIAO VALERIA,MI RIFERIVO ALL’ORGOGLIO DEI MASCHI,QUANDO LUI INCONTRA LA SIGNORA,L’UOMO LA SALUTA.HASTA LA VISTA SENIORA,VISTA L’ASTA SENIORA?,SEMPRE RIFERENDOSI,AL SUO GIOIELLO. QUESTA BATTUTA,L’HO LETTA SUL GIORNALE DELLE BARZELLETTE. SPERO DI NON ESSERE STATA UN PO’OSE’ SCUSAMI.CIAO AMICA

  44. NOTIZIE DELL’ULTIM’ORA

    E’ STATA DOPO DUE ORE DI RICERCHE,RITTROVATA L’ARZILLA VECCHIETTA
    CHE HA UCCISO IL TEMPO DOPO AVERLO SCIUPATO,L’ARMA USATA DALL’ASSASSINA. UN VECCHIO OROLOGIO DA MURO FATTO A PEZZI.
    A DIRE,CHE,IL MARITO DELLA SIGNORA,ERA UN OROLOGIAIO.
    —————————–GINA TOTA.

  45. PARDON,QUI EMILIO FEFE’ MI DICONO DALLA REGGIA,PARDON DALLA REGIA,CHE LA VITTIMA CIOE’ IL TEMPO,SE L’E’ CAVATA,LA VITTIMA E’ L’OROLOGIO,
    CHE FIGURA DI MMEDDA.
    ————————————–GINA TOTA TRA IL SERIO,E IL FACETO.

    DA CANILE 5

  46. Avevo capito bene, Gina! 🙂 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...