Il bene

Il bene deve essere scelto anche se non è seguito dal piacere.

Plotino

15 Risposte

  1. Plotino era davvero una persona coraggiosa.

  2. il bene, certo che spesso non lega con il piacere!! specie con il significato che spesso gli si da a quest’ultimo! sento che il Male È MORTE,…una morte….senza fine!!, questo lo sento, quella morte senza mai termine,….una condanna all’eterna domanda senza mai risposte, al senso, senza mai poterne trovare, mai in una ricerca infinita, da desiderare quella morte che non esiste!!! Ecco perchè il bene deve essere scelto,… due sono le possibilità! Come sempre è quel che sento, non che penso!!!

  3. il bene certe volte lo vogliamo a uso e costume personale trascurando che è di tutti quindi Plotino…….
    il viandante

  4. Scegliere il bene è umano, perseguirlo sempre è divino.
    Sono umana prof . e dopo il bene a me sempre male mi viene, come è sta cosa??
    Plotino ha ragione ma ammazza che filosofia alta, la guardo dal basso.
    Però mi piomba addosso ed io non mi riparo , me la prendo sempre … con qualsiasi conseguenza.
    Il bene credo non sia mai associabile al piacere perchè diventerebbe Ego. E’ come l’amore che senza dolore non espande il cuore.
    baciuzzi prof mio.
    Scegliere il bene fa stare bene l’anima.

  5. Carissimi Radiosi Gabrielliani,
    C’è un amore che va oltre la sorte di quella percepita/contemplata duale/polare manifestazione perché intrisa è assai nascosta nell’anima che ha sposato con il cuore il PROPOSITO DIVINO, che nella relativista realtà non è né Bene né Male . E poi, scusandomi e chiedendolo anche e soprattutto a me stesso: “siamo sicuri di sapere effettivamente quale sia il Vero Bene o il Vero Male? Da quale punto di vista, con quale saggio discernimento possiamo diversificarlo o accertarlo come tale? “ In tutte le guerre ci sono stati sempre dei misconosciuti eroi che per un bene maggiore, per la Moira superiore, hanno sacrificato se stessi recando tanto inconsapevole dolore ed anche male ai loro cari, che nulla sanno del perché di quella scelta.

  6. Sono daccordo, caro Raffaele, in parte pur se piccola per il mondo, non certo per me, è quello che è successo, che è stata la mia vita fino ad oggi!!! Creando tanto tanto sofferenza ai miei, che ancora mi perseguita,….!!! ma so cosa mi ha sospinto a quella scelta!!! Ma mai ho desiderato far soffrire i miei!!! ora è tutto passato tranne che il senso di dolore che ho per loro!!! Lancinante!!! ;-( !!!

  7. Il bene si sceglie e mi dispiace contraddire Raffaele e Giuseppe.
    Abbiamo il libero arbitrio e quello di non sapere il perchè si sceglie una cosa anzichè un’altra credo sia un alibi, a volte anche inconscio dell’ anima…il fatto è che cerchiamo sempre di soddisfare il nostro io, anche se poi le conseguenze ci fanno pentire.
    Sacrificare la propria felicità per il bene altrui … è la mia utopia personale, la mia isola che non c’è ma alla quale guardo sempre senza distoglierne lo sguardo.

  8. buongiorno, peppinuzzu e rafeluzzu

  9. buongiorno rafeluzzu e peppinuzzu

  10. Carissima Preziosa Calliope,
    non è per contraddire quello che tu saggiamente hai espresso attraverso quel concetto del “LIBERO ARBITRIO” , ma solo per richiamare alla tua preziosa consapevolezza una visione diversa della vita….

    Come ho sempre detto, in quanto al solo pensare bisogna solo capire che come diceva William Shakespeare da “La tempesta – Noi siamo fatti del tessuto dei nostri sogni” e alla luce delle nuove riscoperte scientifiche sull’universo olografico e delle nuove canalizzazioni (rivelazioni) dai mondi superiori; io, nel mio capire affermo che SIAMO LA PROIEZIONE OLOGRAFICA IN UN MONDO MATERIALE (duale e tridimensionale nei sui aspetti) CHE ALTRO NON E’ CHE UNA PROIEZIONE DEI NOSTRI PENSIERI IN UNA REATA’ CHE IN EFFETTI E’ LA VIRTUALE DI UN REALTA’ ANCORA PIU’ GRANDE E SUPERIORE in cui il nostro SPIRITO IMMORTALE gioca una parte esperienziale insieme ad altri esseri di affine o non affine luce interiore.
    Non c’è limite agli infiniti piani di consapevolezza. Solo quel giusto risveglio interiore dell’essere interiore può varcare i celati confini invalicabili che ci siamo imposti prima di ridiscendere in questo piano delle prove, del confronto e della riscoperta e della rinascita dell’essere superiore.
    <b<Solo quando l'attore si rapporta con l’osservatore e lo spettatore si contempla l’indefinibile regista che guida i nostri incerti sordi e ciechi passi.

    Per chi vuol credere: 29/06/2006 21:45
    Orazio, amore mio sono qua. Ciao papà caro, aspettavo la tua chiamata. Papà mio adorato papà ci siamo, è arrivato il tempo che il nostro cuore desidera. Frenami amore mio se il mio pensare copre il tuo dire del cuore. Papà non ti preoccupare io so già quali pensieri ti passano per la testa. Papà tu ora devi capire che quando una persona pensa o agisce c’è sempre chi ti guida o ti induce a qualcosa. E di nostro cosa rimane?. Papà tutto quello che dici è verità anche se ancora non lo percepisci, perché devi capire che il destino è qualcosa che si siamo imposti e devi credermi, anche i pensieri più remoti, più impensabili sono guidati. Sono parte del programma di vita? Si papà è proprio così. E non ci sono momenti in cui il nostro libero arbitrio è libero di scelta? No caro Papà, non ci sono momenti in cui si può essere come dire liberi di scelta. Quindi solo i veri sentimenti che l’essere trasmette sono liberi, anche se spesso non ce ne rendiamo conto? Papà è proprio così, si resta inconsapevoli finche l’essere non prende consapevolezza della sua vera divina natura. Certo che ci vuole un grandissimo cuore per preparare e mettere un piano di vita che d’altronde deve interagire con altri piani, con i piani di chi circonda, di chi ci ostacola come chi ci ama o che amiamo, non è semplice nella natura umana concepire questo meraviglioso film che da qui chiamiamo vita? Papà nei mondi superiori, nei mondi spirituali tutto è possibile perché tutto è infinito indefinibile amore che ci guida, ci sono tanti angeli e grandiosi maestri che insegnano le vie per aiutare gli umani incarnati. …etc………

    NULLA E’ LASCIATO AL CASO NEANCHE UN PELO CHE CADE che bella cosa capire le sin-cronicità e gli eventi significativi che la vita come dei semafori ci mostra durante il cammino.

    Che bel triangolo rovesciato d’inconsapevole misconosciuta consapevolezza. un tremendo rompicapo che solo l’intuitivo cuore può risolvere…..

  11. Vi sono situazioni nel vivere di ogni giorno, che sarebbero lunghe a spiegare! Queste, portano a delle scelte di difesa degli altri…dei deboli, di chi sta male, che ha situazioni dove perfino chiedere ai propri genitori aiuto, questi lo deriderebbero, persone che sono alla merceria dei più furbi,…ci sono miliardi di storie,..solo se guardiamo all’interno dei nostri centri!! Allora vi sono cuori che soffrono, cosi tanto…che non possono stare con le mani in mano. Per quella legge della compassione che tutti dovrebbe legarci, se è egoismo amare l’altro da me, sentire il suo soffrire, sempre per un’altra legge che è ami gli altri amando te stesso, non certo per l’ego!, ma perchè senti quel dolore che è loro, ma anche tuo, quelle ingiustizie che queste persone subiscono le senti tue! Scegli? Calliope, tu dici scegli…!!! Io ti dico che avevo tanti sogni ma il sentire con il cuore queste cose…che mi rimbombavano, quando li vedevo, quando mi si diceva di attuarle anche io per entrare a far parte della quasi massa, il mio cuore Scoppiava, scoppia tutt’ora, la mia gola si chiude, come se avessi pugni e pugni di sabbia all’interno!!! il mio sogno, si scontravano con il resto, il resto mi faceva cosi male,….che n’è divenuta….Bé solo io lo so!!! nelle mie scelte, vi è tanta sofferenza, creata, ma non si può raccontare nei dettagli una intera vita!!! Le scelte le porta il cuore! Io Ti assicuro, che quando sognavo, i miei sogni erano diversi, parlo di quei sogni che tutti facciamo da ragazzini,…dal voler suonare, a tant’ altro, ma il cuore non riusciva a dire ma siii!?,….anche sapendo che non poteva cambiare niente o quasi. La sofferenza che percepivo nel vedere, sin da ragazzo,…situazioni di soprusi, d’ingiustizia, che il mio cuore, diventava un’ esauribile Grido,….PERCHéééééééééééééé!!! Calliope ci sono vite sconosciute, che mai faranno notizia, che ogni giorno per lo stesso sentire di cuore, si trovano al di la dei sogni,…ad occhi aperti!!! Mentre ti scrivo ho un magone, che spero tu possa recepire!!! un saluto a te… !! 😉 😀 😉

  12. dice niente, sono venuto a mettere padre contro figlio,,,,etc,ecc!!! qual’è il senso? certo questo porta dolore…., perchè comprendi che i genitori vogliono a modo loro il Bene dei figli,…ma ci sono eventi fuori che fanno si, in una combinazioni di cose…situazioni, che purtroppo senza scegliere, si sceglie,…si sceglie di non sopportare, le situazioni che sopra descrivo, di andare contro lo stesso non capire dei genitori, che egoisticamente, o dettati dal loro amore vedono solo te,..preoccupandosi, credendo e volendo che tu non scelga!! per quanto mi riguarda è vero mi sono giocato il mio futuro,..nel senso del lavoro..etc.ecc!!! Ma bisognerebbe interrogare il cuore, chiedere perchè non ti sei messo i tappi nelle orecchie!!! alle volte sentire non è smpre bello!!!

  13. epitafio su Mida…..

    sono una vergine bronzea; sto sulla tomba di Mida:
    fino a che scorrerà l’acqua e fioriranno i grandi alberi,
    e brillerà il sole alzandosi, e anche la luna splendente,
    e fluiranno, poi, i fiumi, e il mare ondeggerà ,
    io qui restando sul suo molto compianto sepolcro,
    annuncerò ai passanti che sta sepolto qui Mida.
    …………………………………………………………………………………………
    Cosi disse Biante: è più difficile fare da mediatore tra amici
    in discordia tra loro che non tra nemici.
    Degli amici, infatti, quello sconfitto diventerà un nemico (del mediatore)…mentre,
    dei nemici, il vincitore diventerà suo amico. “Tratto dal testo di Bruno Snell.(I sette Sapienti)….. 😉

  14. la sin-cronicità..di Jung, che lui chiama Psicoide, livello che si situa oltre la materia e la mente, ma che entrambi li contiene; la metafora dello specchio che riflette un mondo dentro l’altro non appartenendo a nessuno dei due!!! (Pauli e Jung)!!! vero è che: o si vivono in qualche modo, talune esperienze, o difficile ne diventa il crederci…!!! 😉 🙂 😀

  15. queste accadono!, ma se non preparati, nel senso…. che dopo il primo impatto che può sconvolgere, “perdonate il termine”, ne deriva sempre con cautela, una visone mano a mano più chiara,… di quella dimensione 3°…!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...