Nel tempo del ferro più nero

Cari amici, le riflessioni di Raffaele, meritano la vostra attenzione ed il vostro “approfondimento”

Carissimo Prof.. Gabriele, e’ come dice il suo prezioso illuminato essere.

un mio sommante pensiero che scaturisce dall’aver osservato in una foto una scultura posta all’ingresso della cattedrale di “Notre Dame” a Parigi, dedicata appunto la nostra Divina Madre Interna. Questa scultura è di dimensione ridotte rispetto al tutta l’opera, ma sta alla base di una colonna centrale ai piedi del Cristo, un simbolo ben preciso, posto apposta ai posteri come per indicarci che ella è la base, è il mezzo del nostro lavoro per costruire la chiesa interiore, la sancta sanctorum, che attraverso l’auto osservazione, attraverso l’attenzione introspettiva permette di risvegliare la divina coscienza del vero sé superiore che attraverso il sacro fuoco conduce di riflesso alla morte interiore degli ego, è di conseguenza, dissolta gran parte dell’illusione a quella trasmutazione che conduce ad elevare l’essere al suo Cristo interiore, all’illuminazione….alla gnosi, alla vera conoscenza, alla saggezza antica…

Da quella divina scala siamo ridiscesi e, con quella stessa scala possiamo elevarci all’essere superiore che risiede nei cieli interiori, nei chakra superiori, nella pineale, nell’infraciglio. La magia sessuale, la pietra scartata dai costruttori, il fuoco mercuriale che trasforma il piombo in oro, la divina madre celeste, la divina Kundalini… ma tutto deve passare per le porte del cuore attraverso ogni saggio rituale amorevole matrimonio perfetto, nella sinergica/consapevole alchemica fusione fisica e soprattutto energetica generano i i corpi astrali/lunari e soprattutto i corpi solari che permettono di far rinascere la fenice dalle sue ceneri, far volare il serpente piumato. E’il simbolo del caduceo, degli alchimisti e di tanti maestri di saggezza di ogni tempo, Il doppio serpente attorcigliato 3 volte.

Questa è la via rivelata nei vangeli così come in tanti testi antichi, non hanno niente a che vedere con la dottrina, con il credo, con la morale, con la religione che qualcuno furbescamente ha imposto, adattando quella dottrina secreta, quella non capita dottrina esoterica ad un credo, ad una falsa religione, per generare sudditanza, per alimentare le paure, per addormentare la coscienza dell’essere interiore, per imporre un fantomatico peccato originale, per trasmettere quell’induttanza psicologica che ha fatto nascere un fantomatico inesistente diavolo (in ogni aspetto della natura ci sono quelle necessarie contrapposte forze).

QUEL DIAVOLO IN EFFETTI E’ PROMETEO/LUCIFERO CULUI CHE RUBO’ L’ALBERO DELLA CONOSCENZA,DELLAL VITA E DELLA MORTE, IL FOCO SACRO AGLI DEI, PER FARNE DONO AGLI UOMINI DI SAGGEZZA DI QUEL TEMPO AFFINCHE’ CI FOSSE STATO SEMPRE UN INSEGAMENTO , UN FARO, UNA LUCE PER GLI UOMINI.

Quella superiore nascosta dottrina ci è stata trasmessa nel tempo superando anche tutte le barriere dovute ai tanti errori di trascrizione e adattamenti che volutamente e malevolmente sono stati apportati ai testi originali, sempre per quell’illusorio malevolo potere basato sull’ignoranza indotta. Ma attraverso quella simbologia intuitiva, attraverso quel linguaggio ermetico nascosto, per chi sa leggere con l’intuitivo cuore, anche per cemento poche cose, cose, come quella chiave di lettura, con quella chiave di volta; si riesce a capire le verità o a ricostruire le verità mancanti.

Carissimo Prof. Gabriele siamo nel tempo del ferro più nero, ma anche di quel richiesto risveglio di maggiore coscienza collettiva, è il tempo della raccolta o della mietitura di quello che fu seminato in un lontanissimo tempo assai passato, 700.000 anni fa. E’ il tempo delle grandi riscoperte verità… Così come fu detto dal grande INIZIATO Gabir Gesù (L’ESSENO Yeshua ben Panthera)
SOLO LE VERITA’ VI RENDERANNO VERAMENTE LIBERI……

Annunci

8 Risposte

  1. molto interessante.
    mi sto anch’io dibattendo internamente su questi concetti
    non è per niente facile
    la gnosi presuppone accetazione del dono
    già
    non mi piace molto pensarci ma è talmente complesso
    allora parlano i sogni , ne ho fatto uno stranissimo, “sulla conoscenza” se l’avessi avuto anni fa avrei pensato ad “un incubo” invece oggi so che significa dono.
    già
    però non è facile accettarlo
    presuppone appunto conoscere, quel tipo di conoscenza, che -non- si porta a spasso con facilità.
    Però è giusto parlarne,
    oppure è giusto viverlo?
    Quante parole dividono!!
    Nessuna che unisca.
    Siamo tutti conoscitori “di qualcosa” che automaticamente “esclude” un altro.
    La conoscenza non si basa su lettere di un linguaggio, ma sul linguaggio.
    E il “linguaggio” è il serpente.
    La “kundalini” esiste veramente ti fà un’effetto alla corona della testa che non scherza.
    I serpenti un tempo erano sacri.
    Comunque vale la pena che ognuno si dia la risposta che crede.Perchè la conoscenza del bene e del male ha un senso.Siamo così ebbri di parole che ci dimentichiamo di essere noi “la parola” e se qualcuno ti dice sono io il libro ha ragione.Noi siamo il libro.Basta leggere.

  2. Carissimo Prof. Gabriele,
    grazie di cuore per dare spazio anche a tanti miei illetterati sinceri pensieri.

    Carissima Map Pina, per quella divina legge di CAUSA EFFETTO molte volte abbiamo varcato la soglia, molte volte abbiamo scelto quella scala, molti ruoli abbiamo vissuto e tantissima è la conoscenza che attraverso la via pratica, abbiamo acquisito e scritto nell’etyerno libro della vita. Si tratta dolo di RICHIAMARE L’INCANCELLABILE MEMORIA APRENDO I PORTALI DEL CUORE (chakra- con l’energia biolettrica della Kundalini) per permettere alla luce dell’ANIMA di canalizzare e di trovare il suo naturale sentiero che arrivando all’intelletto diventa conoscenza e soprattuto diventa vera risvegliata coscienza da manifestare fuori con grande passionevole e soprattutto con grande amore.

    Certo mon è facile, ma fa parte del sentiero evolutivo che conduce ogni saggio pellegrino, non a portare ma ha capire la sua croce, il suo destino.

    Sulla croce tantissimo si potrebbe dire, perché quel simbolo rappresenta la GENESI COSMICA, la creazione stessa di questo nostro universo…. E non è la croce che malevolmente hanno appeso in ogni casa, quasi a non voler far scendere quel Cristo dalla Croce. Mentre invece come aveva detto “SARO’ CON VOI FINO ALLA FINE DEN TEMPI” è ridisceso tantissime volte camminando insieme agli uomini che spesso per quella cieca fede che non ha rimesso nessun peccato da 2000 anni ad oggi spesso si fa trascinare da quelle indotte PROIEZIONI OLOGRAFICHE che creano guarigione come un effetto placebo (attivando certe forze vitali interiori) , ma soprattutto creano solo sudditanza e non vero risveglio interiore. In ogni uomo c’è un DIO, un dio da riscoprire ed ogni saggio amorevole buon Padre/Madre vorrebbe che i sui figli crescessero e si elevassero più di lui.

    La croce non è il simbolo del dolore anche perché il PATIBULUM era fatto a X, ma tralasciando questo particolare assai importante per altre comprensioni di come la MANIPOLAZIONE abbia alterato volutamente il veri INSEGNAMENTI ESOTERICI per scopi di vano illusorio malevolo potere, nell’essere umano questo simbolo rappresenta il CENTRO DI GRAVITA’ PERMANENTE DELLA COSCIENZA (risvegliata) la via ordinaria, comune e quella orizzontale, mentre la via evolutiva è quella verticale, l’AUM che integra, che collega, che è tramite dei due e mondi, e di ogni aspetto evolutivo che dal minerale, al vegetale, all’animale, partendo dall’uomo attiva al vero essere cosmico, al Cristo di questo nostro piano, di questo nostro sitema.

    Ma prima di intraprendere la via del cuore che passa per il centro di ogni propria croce è necessario un processo di trasformazione, un processo di trasmutazione ed è per questo che ogni saggio viandante, ogni saggio ricercatore, ogni iniziato, ogni libero guerriero deve prima deve SCENDERE NEGLI INFERI DEL SUO ESSERE INTERIORE.

    E’ il cammino Dantesco di ogni discepolo che attraverso le probazioni lo conduce prima o poi al sentiero del CAPIRE, il sentiero di ogni saggio iniziato che ridiscende negli INFERI dei SUOI MONDI INFERIORI (interiori) per osservare nei numerosi cerchi, le legioni di infedeli demoni (gli aspetti egoici innati nell’essere umano, i sette peccati capitali, gli aspetti negativi evidenziati nei vangeli come anche nel corano, ma mai compresi ed alterati negli insegnamenti) per auto osservarli, là dove nascono, per conoscere la loro natura e tutti gli effetti che producono in superficie (asse orizzontale, il mondo delle IMPRESSIONI) , per combatterli nel loro piano di manifestazione e trasmutarli in forze creative, per innalzare prima o poi ogni celata rata armonica (fiammella, per quella legge dell’Ottava) all’essere superiore, angelico, divino che dormiente alberga in ogni pellegrino cuore… Solo dopo questa via introspettiva l’essere che ha trasceso i sui demoni, tutti i suoi falsi “IO”, tutto l’Alter Ego inizia quel sentiero verticale, ascensionale che attraverso LA VIA DEL CUORE lo conduce prima o poi alla sua STESSA MONADE SUPERIORE…… Per questo processo di sicuro non basta una sola esistenza, ma TANTISSIME, ma nel continuo tempo, anche se con mezzi differenti, anche se con tempi differenti ; alla fine tutti arriveremo a ROMA, che anagrammato vuol dire all’AMOR Supremo.

  3. Raffaele, devo complimentarti con te perchè in poche righe sei stato in grado di sintetizzare in maniera esauriente concetti molto complicati anche per chi da anni si occupa di esoterismo…
    Riguardo il tempo di mietitura mi piace essere fiducioso, sono convinto che la COSCIENZA collettiva, tra il 21esimo ed il 22esimo secolo si svilupperà e le macchine si risveglieranno trasformandosi in esseri degni di essere chiamati UOMINI

  4. Carissimo Andrea, ci sono verità ancor più scottanti, capisco il giusto saggio pensiero positivo, perché per quella legge di attrazione, per quella realtà quantica, come magneti possiamo cristallizzare i nostri sogni, ma anche i nostri ego ancora non trascesi…

    Comunque, senza nessun obbligante imposizione, se non ti dispiace ti lascio la mia email raffaele55@ymail.com con cui potrei trasmetterti certe verità assai nascose… E ovvio che queste mie illetterate esposizioni li trasmetterò al carissimo Prof. Gabriele a cui mi inchino con tutto il mi essere alla sua assai illuminante saggezza che vuole con grande vera passione risvegliare in tanti….

  5. Caro Raffaele,
    personalmente sono convinto che il pensiero possa realmente influenzare concretamente la realtà esterna, come evidenziato da alcuni lavori di Jung, vedi Sincronicità, per di più proprio qui scriviamo sul blog del professore La Porta che è spudaratamente Junghiano (ed è per questo che ci piace e lo apprezziamo).
    Ma la cosiddetta legge di attrazione era conosciuta dai sufi già da centinaia di anni, vedere IL MISTICISMO DEL SUONO libro di Hazrat Inayat Khan. Anche se i best seller oggi tanto in voga presentano una tale volgarizzazione di questa legge, americanizzazione per essere precisi… che forse è stato un male che siano usciti
    Se la legge di attrazione dovesse servire solo al benessere economico così come presentato da questi libri che sembrano di matrice Calvinista (forso lo sono davvero?). Comunque ti invito ad evidenziare la questione degli ego non ancora trascesi che molto mi interessa.

  6. Andrea,bravo!! : cool: anche perchè hanno travisato del tutto il significato di tali leggi..e se li chiamano sciamani di plastica,hanno assolutamente ragione..oltre a ciò per raggiungere certe conoscenze impiegano una vita,gli orientali,e qui soprattutto in rete girano certi programmi in cui sembra che versando una non modica somma,alè si diventa tutti sciamani,e le leggi del cosmo si piegano al nostro Ego..eh no allora era più simpatico il vecchio Crowley che evoca i demoni dell’inferno perchè lo servissero!!! 👿

  7. Si cara Amalia, alcuni credono che sia sufficiente pagare del denaro per trasformarsi in sciamani capaci di piegare le leggi del mondo al nostro ego (fatto presente che un vero sciamano sa che si possono usare certe leggi cosmiche che sembrano andare contro l’ordine prestabilito – che noi interpretiamo come miracoli – ma che è impossibile andare contro una legge cosmica).
    Ma non è sufficiente pagare le rette universitarie per poter laurearsi o apprendere… E le Università davvero buone non dovrebbero richiedere mai rette troppo esose, perchè il loro fine non è il guadagno ma l’insegnamento!

  8. Già anche perchè certi poteri sono la conseguenza della conoscenza..una conoscenza che coinvolge una intera esistenza..se ti raccontassi le scempiaggini che ho sentito in giro a proposito dei Chakra..li aprono li chiudono li ripuliscono come se fossero dei carburatori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...