Inafferabile

Classicamente Eros è stato differenziato in tre componenti o persone: himeros, desiderio fisico per l’immediatamente presente che va afferrato nell’eccitazione del momento; anteros, amore corrisposto; e pothos, desiderio per l’irraggiungibile, l’inafferabile, l’incomprensibile, quella idealizzazione che si accompagna a ogni amore, sempre al di là di ogni conquista.

James Hillman

67 Risposte

  1. non conosco quelle varibiabili riguardanti l’amore,ma riesco a condensare l’amore in una sensazione fisica/psichica/cerebrale,”inafferrabile”Quando l’amore,o usando un termine dalle diverse sfaccettature,l’Eros avverte che vi è una sede umana in cui potersi insediare da soggetto attivo,inizialmente estraneo agli”invasori di campo”si identifica con grandiosità senza appelli negli esseri umani generando magie imperibili

  2. Il terzo non potrebbe essser anche quello non corrisposto?
    Lì forse c’è il massimo dell’idealizzazione dato che non può cadere mai nella routine di quello corrisposto…
    Cosa ne pensi?
    Ciaooooooooooo

  3. tutto separato, nell’unione…inseparabile!!! questo è EROS,…! L’amore terreno non ha fondamento senza, L’amore…dell’inafferrabile, cosi come quello dell’immediato ne è il veicolo è congiunzione,…! nell’unione s’aprono le altre due sfere?!? cosi l’ho sempre sentito??? sbaglierò Prof.??

  4. III
    Sfarfallio di corpi fluorescenti
    al buio s’intrecciano!
    Spasimi, dolci vocine
    dell’Amore, del Nudo!
    il corpo solo al servizio?!
    Altro s’è liberato nella camera
    Buia, fluorescenti scintille
    cantano soavi Librandosi!
    Giunge l’attesa pioggia
    Spezzando l’umido caldo
    serate fresca,… Prima,
    d’un cielo appena lavato
    Brilla la sua mobilia, e suoi
    Cristalli! L’uva, al mattino
    rinvigorita balza nella ceste,
    invitando la danza del contadino
    Euforia del buon vino! È la magia,
    s’avvera nel silenzio della mente.
    ****

  5. quello non corrisposto, potrebbe, anzi lo è,…secondo me apre porte , sia nell’ambito della nostra psiche strutturata, ossia quella formatasi dai vari fattori sin dalla nascita, continuando con le esperienze tutte, che segnano la vita d’ognuno, per voler poi sfondare…oltre! quindi, come se facesse un giro completo, su se stessa!

  6. Anche a me “incuriosisce” l’amore come pothos. Inizialmente avevo anche io, come Antonio, accostato la sua figura all’amore non corrisposto, poi però i miei pensieri hanno poi preso una direzione diversa.
    Non potrebbe essere invece che questo terzo tipo di Amore non sia altro che l’amore quello con la A maiuscola, l’amore in quanto tale e basta: quello unico che quando lo si incontra – poco importa se rimarrà con noi per sempre –ci fornisce l’”identikit” del solo vero amore. Forse fotogrammi di un amore già vissuto, o magari solo sognato, che però hanno scolpito il nostro ideale di amore, hanno fatto palpitare il nostro cuore in maniera unica e hanno creato emozioni indelebili…per cui il non averlo più ci porta ad aderizzarlo, a ri-cercarlo in altre persone, nell’illusione che qualcun altro ci possa fornire quelle stesse emozioni uniche ed irripetibili. In realtà solo quell’amore poteva fare ciò… da qui l’essere inafferrabile e la sua idealizzazione perché lo cercheremo sempre in ogni nuova conquista….ma invano. Pothos come ponte tra passato e futuro.
    Photos è il desiderio verso cui tendiamo, ciò che sogniamo. Photos, come volto di una dimensione amorosa, nostalgica, irraggiungibile è quell’amore idealizzato che si esplica nel soffrire e nel cercare l’anima gemella. pothos come la componente spirituale dell’amore.

    Bacioni affettuosi per tutti, Bea.

  7. L’amore non corrisposto,se non è comunicato allora può essere idealizzato,ma quando questo amore è stato rifutato,Bea secondo me è difficile riuscire a sublimarlo..Pothos è la spinta verso l’ideale,non lo raggiungi mai,ma quello che conta è il volo..
    Giuseppe: ma quanto mi piace l’immagine dell’uva che balza nelle ceste..anche questa è una immagine di Eros..dionisiaca-mente..

  8. Amche e amici,
    “Credo che l’amore quello non corrisposto….anche questo sia amore: amare chi non ci ama, malgrado la consapevolezza di non essere ricambiati, credo richieda uno sforzo anche superiore. L’amore non corrisposto è sempre amore perché le sofferenze che crea, le aspettative che produce e le illusioni di cui è foriero, fanno comunque parte del nostro vissuto. Comunque il nostro cuore batte e palpita per qualcuno e per questo qualcuno è anche disposto ad amare senza essere riamato. Noi siamo anche questi amori non contraccambiati per i quali abbiamo speso energie, speranze e profuso ugualmente e gratuitamente tanto amore. Certo, le sofferenze per chi vive questo tipo di esperienza sono davvero enormi..”
    (dal mio libro..)
    non credo che amare qualcuno che non corrisponda significhi idealizzarlo o idelizzare quell’amore specifico. Si può idelaizzare anche un amore perfettamente corrisposto a mio giudizio. Penso che sia corrisposo o meno, non è la meta che conta, ma l’aver comunque esternato i propri snetimenti e averli vissuto…quindi volare ovunque questo volo porti ad atterrare.
    Bcaiii

  9. Nella realtà, o meglio dovrebbe essere cosi, qualche volta capita di riuscire a non soffrire di un’amore non corrisposto,riuscire ad amare ugualmente. Io comunque, ci credo poco! Tranne nel caso in cui, la persona “rifiutata”, non corrisposta,… abbia raggiunto dentro un diverso tipo di amore, o meglio, sia arrivata… ad una soglia alta, quasi… alla chiusura del cerchio, quasi mistica!!! Allora, non sarà più toccata da quel tipo di passione, di fuoco! inversamente, sono d’accordo con il professore, la passione D’amore, arde….!! viver i sentimenti non corrisposti? l’immaginazione è un’altra delle forme alte! Nella profondità di psiche, secondo me anche se si ama non essendo corrisposti si soffre!In quel luogo profondo, Psiche spera sempre d’essere ricambiata, la sofferenza che prova, non si manifesta, forzatamente, odiando, chi non la corrisponde!? Ma soffrendo per una mancata unione,… L’anima “personale” continuamente in ricerca…. della sua “Anima Cosmica”! quindi pur non andando in escandescenza, L’anima, o, Psiche ne soffre!!!

  10. l’amore rimane sempre inafferrabile,magico se intreccia due esseri umani.,diventa esperienza quando la pulsione è unidirezionale.Eros è un osservatore comportamentale ed ha una funzione pulsionale.Diventa magia quando le pulsioni diventano circolari.Quando la pulsione invece è unidirezionale,la magia non si accende ,da una parte rimane la rimozione della pulsione non corrisposta,mentre la controparte imparerà ad usare le sue strategie psicologiche Eros è servito anche se non ha accesso la magia ed è rimasto sempre inafferrabile

  11. Dante e Beatrice..!?!
    cosa sono alla fine, le parole,
    l’amor non s’interroga,la ragione si!!!
    cos’è Eros, cosa non lo è???
    interpretazione di un ballo, senza Ballerini!
    cos’è amore cosa non lo è!
    il corpo trema, ne solo vederti passare,
    amata che non sai di esserlo!
    il corpo trema alla dolce sofferenza di te
    che non mi corrispondi! cos’è Amore?
    dolce, Alta immaginazione, e non fantasia!
    tu sei pur amore! non rinuncerei a te,
    ne in sogno della notte, ne in quello della veglia!
    eppur sudo, il nodo in gola, di te che non mi vedi
    mi stringe sempre più!
    Ma per nulla al mondo a te Amore,
    Rinuncerei!!!

  12. in termini pratici cosa sono queste pulsioni?La mia domanda non è in senso psicologico? cioè, la pulsione da cosa è determinata? da funzioni,reazioni chimiche?, cosa muove queste pulsioni?questa è la mia semplicissima domanda???

  13. Non credo che l’amore non si realizzi, quando non corrisposto! Credo almeno, che non sia una verità che valga per tutti! Allora potremmo dire che l’Amore mai realizza se stesso completamente, ma sempre, parzialmente! Cosi credo che L’amore non sia solo lo scopo d’essere corrisposto, anche se la ricerca dell’altro, è ricerca di qualche frammento di quel sogno…senza tempo! Proprio perché Amore, è Più grande, soffre ma ama, comunque!!! l’immaginazione, non è, l’idealizzazione dell’altro, ma è visione D’Amore! mia personalissima visione, ricerca!!

  14. soffre chi non ama, è ha donato il suo amore al potere,credendosi cosi….detentore, d’ogni cosa! soffre pure il più efferato prepotente, guerrafondaio,omicida! ha la sua forma di esigenza, D’amore, solo che l’ha barattato con il continuo preferire per vari motivi, quello stordimento, che è il senso di potere! Per quanto questi soggetti possano essere forti, non credo dentro stiano bene veramente! ma continuo L’illusione d’essere DIO,… li conduce a non mollare sentendosi superiore all’amore,…! nella loro solitudine credo, sappiano di non esserlo! ma , il vortice che li ha travolti è Forte,…anestetizzante!!!

  15. Ciao Alfredo1930,mi potresti spiegare in che senso Eros è un osservatore comportamentale?

  16. non lo so!, pur comprendendo il linguaggio scientifico, sapendo, nel mio piccolo cosa sono le pulsioni? non riesco a vedere Eros, come osservatore comportamentale.Non perchè, piaccia la visione fantastica, certo, ci sarebbe da discutere anche su questa?!, ma perchè credo che sia, eros parte fondamentale, attivo, in gergo “terra terra”, un’ attore principale, della Psiche! pur se agisce in diverso modo, da individua a individuo! certamente vi sono fuochi, e fuocherelli, razionalità e aperture, sensibilità, verso quella che è la domanda di cui EROS ne è parte integrante, che reagiscono per l’appunto in modo diverso!! Ma in tutti, vi è, anche se celata la domanda, che richiama EROS! concetto personalissimo!!

  17. mi farebbe piacere, oltre, risentire il Professore La Porta, a proposito? anche se con la pubblicazione iniziale, ha riferito già descritto le classificazioni con cui viene riconosciuto, o, definito Eros.

  18. Eros è magnetismo psico/somatico,gli esseri nella loro corporeità avvertonpo questo campo di attrazione,che può iniziare a svilupparsi generando movimenti somatici caratteristici dovuti alla pulsione che che svolge il suo ruolo globalizzando la persona.Se le risposte somatiche sono asimmetriche,la pulsione rulla i suoi gong,non diventa circolare ed Eros è stato sempre necessario perchè ha creato esperienze da incamerare nella coscienza

  19. Caro Giuseppe, i gradi dell’amore, secondo Joseph Campbell, sono: amore del servo verso il suo padrone; amore per gli amici fra di loro; amore fra genitori e figli; amore per il partner; amore folle. Quello di Giulietta e Romeo e Paolo e Francesca, quell’amore che giunge a rinnegare la propria patria, i propri genitori, i figli, gli amici e persino Dio.

  20. diverse le manifestazioni, unica matrice? se pur rinnegando Dio, o meglio il Dio degli uomini votati totalmente alla ratio, alla chiusura del “Dio” entro le loro necessità di potere, che giunge fino al poter credere, quindi imporre, di Rinchiudere Dio all’interno d’una scatoletta di cartone!! Il Dio, era in loro!!! Riferendomi a Romeo e Giulietta!!! la coscienza è un qualcosa che via via, va formandosi! esiste una consapevolezza credo, ma non una coscienza ancora definitiva! seriamente mi chiedo, ma chiedo, cose la Psiche??? certo non mi attendo la risposta definitiva, ne questo vuol essere il senso della domanda! ma è, rivolta ad ognuno, nel nostro piccolo, cosa abbiamo compreso…di quella verità, che è psiche!?! di quello che è inconscio? L’io, ho filosoficamente parlando, la Ragione?? mi sorge questa domanda, partendo che tutto si può spiegare, con fare scientifico, ma che psiche, ha Origini altre, al di la di ogni chimica della ragione!!!

  21. Certo che è conflitto, Psiche, proprio per la sua diversa Natura! il linguaggio scientifico, spesso sembra ricondurre tutto a dei processi chimici? ripeto come se si volesse spiegare L’energia di Un’ ipotetico, Dio? la sua composizione? senza comprendere che non v’è separazione ma che tutto è quel DIO!!!

  22. Speriamo che inventino presto la pillola, risolutrice! ove riuscire a chiedersi le cose come spesso possiamo già fare! cosa intendo: sappiamo tutti che si può nominare con il linguaggio, parlare, dela morte, senza in alcuni momenti entrare nel significato profondo, che questa ha nella nostra realtà! posso dire la qualunque, senza subirne, nessun tipo di sentimento! quindi speriamo che al più presto crei una pillola tale, cosi avremo risolto!!! va da se, che è solo…un mio modo di dire che altro è, l’origine sconosciuto sicuramente, della Psiche, dell’inconscio..etc.ecc! almeno per me!

  23. Non mi stancherò mai di riportare, quanto Jung…diceva! L’uomo non potrà viver per sempre nel nulla, in quel non senso! il bisogno di verità, nessuna chimica potrà mai risolverla! come si cura, questa domanda antica come il mondo? specie con la chimica!!! Tanti dei disturbi, chiamiamoli cosi, per convenzione, non hanno forse, la propria origine nella profondità di questa domanda?? Quindi mi chiedo, come potranno mai aiutare le pilloline della felicità da sole?, sanare? Mi si potrà dire, che lo stesso vale per la psicoanalisi, “Junghiana”! Questa comunque, non nega il bisogno e il legame forte che esiste tra questa esigenza di risposta e la Psiche! Anzi ne fa un suo baluardo! non cura solo anestetizzando, ne curando i complessi come fossero, solo riportabili alla sola esperienza dell’individuo, “nessuno nega la sua importanza”!!! Credo che tutti sappiamo cosa Jung, chiamasse ,o, definisse come, DIVINO!!!

  24. Voce del silenzio!?!…
    Ascoltate ora, quel che
    non ho da dire!… son
    striduli le vocali i suoni!
    Perché…Basta!! Ascoltate,
    ascoltate sé d’intesa capace
    Siete?! Forse, imparerete –
    ve ne spaventerete!,
    in una fuga senza meta –
    ne tregua! Sperando nella guerra,
    come momento felice, pregherete!
    O, forse!?, ne gioirete…sé, l’ascolto
    vero porrete! Sullo scoglio, v’adagerete
    ed il Sole,… sarà luce!, la Notte,…
    ritrovo compiuto!

  25. Caro Giuseppe, la chimica lasciamola ai chimici ed a tutti gli scientisti. Quelli di Hillman sono ambiti psichici. La realtà è che Anima è estremamente variegata. Immagina un mare contemporaneamente scuro, verde e cristallino, immaginalo in tampesta e placido come un bambino che dorme. Immagina questo mare, popolato da pesciolini piccolissimi e rilucenti e poi da gigantesche creature dalle mandibole feroci e dai denti aguzzi. Immagina tutto questo ed avrai un miliardesimo di Anima

  26. proverbio antico del mio paese, sperò riusciate a comprendere il senso, dato il dialetto?…”pe canusciri u cori i n’omu sannu a mangiari 7 tumi ri sali” (mia nonna)…

  27. Mi chiedo, come si fa… a potersi fidare di una “psicoterapia”, che parte dal principio, che sostiene,: Quando s’indaga sul senso, o sul valore della vita , vuol dire che si sta male, poiché obbiettivamente non esistono Né l’uno né l’altro!! Ora pensiamo di presentare questo concetto ad uno che soffra di depressione? quale il possibile risultato? 2) ripeto è innegabile che la scienza tutta alla fine, pur quella che nelle sue ricerca studia, sperando di trovare l’elisir di lunga vita, o il perseguimento sempre più di sconfiggere malattie, magari scoprire l’immortalità, altro non faccia insieme, che dare senso, o ricercarne lo stesso, con la speranza definitiva! quindi mi chiedo, come fidarsi,… d’una scuola di pensiero, che parte ripeto da un concetto simile?In più, mai secondo me qual’ ora fosse pur vero, questo concetto doveva essere espresso-liberamente, specie da chi,…volge la sua vita al tentativo di curare i malesseri, della Psiche! Poiché si presume un Luminare sappia, quanto sia strutturata…la religione, il bisogno di risposte, quindi di senso, nella vita dell’Umanità!!!

  28. Infatti, la mia era una contro risposta, a tutta quella teoria che sento,…percepisco,..magari sbagliando,…risponde con fare, solamente scientifico a quella che è la Psiche??? D’accordo con lei Professore, al 100%!!!

  29. Mi fa piacere, caro Giuseppe

  30. è molto interessante curarsi con l’omeopatia

    l’unica cosa imbarazzante è che il farmacista sa esattamente “tu chi sei” e non più “cosa hai”…..

  31. magari, come al solito, nella mia frenesia portata dal rispondere,..non dalla presunzione, ma, da sentire, mettendo qualche punto sbagliato, è potuto passare la percezione che io dessi Importanza al fattore chimico!?! cosi non è anzi, totalmente al contrario…!!! Brutta la frenesia, eeeheeehee…. 😀

  32. caro Giuseppe e tutti,
    tempo fa facevo parte di una Community che si occupava diciamo di psiche la cattiveria sadica che regnava era pari a quella di un orologiaio che invece di aggiustarti ti sfascia per guardare come funzioni e poi ti lascia lì.

    Per fortuna mi è andata bene, C’era gente che “non stava bene” ma sul serio (ed essendo stati continuamente moderati e censurati era impossibile capire con chi realmente si aveva a che fare, poi quando via mail non erano più “moderati” dalla censura la musica cambiava in film horror…)
    C’è una sorta di paganesimo completamente sganciato da ogni possibilità creativa – culturale, ciò che principalmente veniva insegnato era a crearti il vuoto dentro…chissà perchè…

  33. (giusto per correttezza, ho espresso il mio disappunto direttamente anche all’interessato, giustamente non mi ha mai risposto, evidentemente la mail è caduta nel vuoto..)

  34. Ricordi cosa diceva “Jung”?? chi si occupa di “Psiche” deve prima avere il coraggio di calarsi, di entrare dentro la propria!!! quando questo non lo si fa, secondo me questi sono i risultati, si diventa sadici! x non aver “curato”..o messo a nudo, i propri traumi, le proprie ombre,…! Allora difronte alla sofferenza degli altri, che riflette come specchio, non volendosi guardare, questi “Luminari”, scaricano il loro soffrire contro, chi almeno ha avuto il coraggio di intraprendere un cammino, ho di chi ancora peggio, magari ha situazioni,…molto più difficili! Questo al di la, delle verità, espressa da Jung, è ciò che credo succeda a questi… come chiamarli?, medici NOOOoooo…!!!! con tutto il rispetto x la pur loro, sofferenza! mi viene difficile aver rispetto x la loro di sofferenza, ma…cerco di sforzarmi!?! qualche calcetto lo darei volentieri,…ma…..?!? 😦

  35. Persino Gesù, perse la pazienza, prese un Bastone, si scateno come una furia!!! quindi……. GRRRRRRrrrrrrrrRRRrrrrrr………….. 😦 !!! Ripeto darei volentieri qualche calcetto nel di dietro!!!

  36. Si potrà, mai accettare in una società del genere,..JUNG??? ma giusto come diceva lui, ognuno siamo singoli esseri prima, che poi formiamo una collettività, società! Quindi,…partiamo dalla nostra singolarità? il che non vuol dire disinteresse dell’altro! questo è il mio pensiero il mio credo che mi accompagna da sempre. felice di aver scoperto che, un Grande Grandissimo, del nostro secolo abbia espresso questa Verità!!! ciao, Map… però con un sorriso stavolta 🙂

  37. “calcetto” ? Devi sentire come pontifica ai congressi sui mali altrui.Non c’è un goccio di empatia, solo cinismo.Blablaissimo bla blah. Il bricolage della psiche dovrebbero chiamarlo.
    Compra il mobile della tua psiche e montatelo da solo.
    Ti spieghiamo cosa hai comperato e chi sei.
    Fai il test del chiodo, da come usi il martello ti spieghiamo se hai manualità.
    Tipico test psico pratic…:
    A-Ti pesti il pollice.
    B-Stai usando il martello dal lato sbagliato
    C-Preferisci fischer e trapano
    D-Hai deciso di prendere a testate il chiodo

    A=Forse il tuo approccio alla vita è troppo impulsivo prova con un a tintura madre di Calmil Vegetalis Forte
    B=Il tuo è l’atteggiamento del perdente, prendi le cose sempre dal lato svegliato, prova con la tintura Svegliamil Concentrato
    C=Sei pratico ed indipendente forse hai bisogno di romanticismo fai un bagno di Rosa Romantica Elisir.
    D=Chiama il 118 e chiedi del dott. Swalter Fasciotutto.

  38. (ecco siccome ho fatto tutto troppo in fretta ho scritto svegliato invece di sbagliato e Swalter invece di Swelter comunque il dott. penso non si sarà offeso…)

  39. lo credo anche io, che non si sia offeso! tu non mi crederai, ma io avverto la tua sofferenza la sento, ci credo,…quando dico ci credo, “non intendo confermare il mio credo al tuo realmente vissuto e ora raccontato”! ma ci credo, vuol dire quanto ti sento,…! mi viene da riportare un post, messo dal professore, dove si descrive le differenze che Jung,..evidenziava tra il nostro mondo, Occidentale, e quello Orientale, almeno dal punto di vista della conoscenza, della diversa pratica, quindi, la nostra cultura “DIABOLICA”!!! ma come si fa? io che sono un cretino in materia, ma non la mia psiche, mi fa sempre presente che ha bisogno d’altro, non di questi stupidi palliativi! cavolo l’uomo si detto “primitivo” sapeva, sentiva di qualcosa che era altro dal semplice inutile IO!!, quella da te descritta, che anche io ho avuto modo di riscontrare, come già detto in altri post, è meno della “psicologia aziendale”, per manager!!! ma chi di “cucchianu”!!! scusa la mia espressione dialettale, ma sai il dialetto Apre come nessuna lingua sa fare!

  40. AD’ UNA FRAGILITÀ
    Le seccate labbra,
    d’una lacrima salata
    senza limo…
    ne feci una liana
    irrobustita, rinvigorita
    decisi d’inoltrarmi,
    nella giungla della vita!
    Cosi fu!, scoprii che la
    Tristezza esalta la gioia
    Sua sorella! giocando
    Le fanciulle, sulla grande
    altalena.

  41. Nulla riconosco, nel nulla
    Ho vissuto! S’apre ora,
    il guscio di questa perla
    s’apre negli abissi il nuovo!
    Le correnti, che non conoscevo
    Sballottandomi, m’Iniziano!
    È sono un corpo che scopro
    Anima che cerca il suo
    Esprimersi, l’adattarsi.
    Iniziato è, il Nascere!…

  42. Interessante la vostra discussione..Map io son sempre stata alla larga da quelle community,ma non mi vanno a genio nemmeno i gruppi new age..tutto troppo semplice,facile..non so se ne ho scritto in qualche post..ma una mia conoscente ha pagato 180 euro per un corso di due giorni in cui le facevano scorpire chi fosse il suo Animus.!! 🙂
    Quello che mi fa rabbia è che ci rimettono sempre le persone più fragili,quelle che veramente hanno problemi..saranno pure laureati ma li stimo meno di quanto stimassi Wanna Marchi..

  43. Majo..va beh..ma hai una vaga idea della serietà della preparazione di Jung? Sai che diceva? Diceva che uno psicanalista avrebbe dovuto leggere libri di mitologia,interessarsi di pubblicazioni sui simboli sulla arte.doveva avere una preparazione completa.il minimo per chi dovesse mettere mano nella psiche altrui..!!!! Credo che non sarebbe piacevole per Jung scoprire che razza di semplificazione vien fatta delle sue intuizioni..Già quando era ancora in vita,si lamentava perchè i giovani psicanalisti non praticavano l’immaginazione attiva…

  44. Tu credi che il tutto, prima di stare in pag…non viva dentro di noi? si conosco abbastanza Jung! il problema è averne la voglia, la fatica, di scavare, magari vi è anche Paura giustificabile! AMALIA, non so se hai letto bene quel che io ho scritto, a proposito di certi psicologhi? Ripeto questi possono leggere tutti i libri che vogliono, non è detto che L’interiorizzano? 2) RIPETO, al di la, di altre situazioni, vi sono medici, che fanno questo mestiere solo perché ben retribuito!, voglio ritornare nuovamente su quello che già prima avevo espresso, in altro post. Ossia: un buon Psicologo deve aver coraggio di entrare nella propria profondità, nei propri scheletri, mettendosi alla pari dei suoi futuri pazienti, chi non ha il coraggio di questo, non potrà mai diventare capace di aiutare gli altri! 1) chi ha il coraggio di guardare dentro se stesso, dimostra inanzi tutto, di avere, umiltà! Riconoscendosi umano, quindi, “paziente” alla stregua del resto. 2) Dimostra di voler conoscere, Ricercare, Studiare, cara…Amalia, s’inizia cosi,…! Come si pretende di ricercare o di esser capaci quando non si conosce un minimo della propria profondità??? D’accordissimo sugli studi di Jung, sulle sue Grandi Intuizioni!, sull’importanza che lui dava ad’ ogni forma di Credo,…etc.ecc!!! Però si può leggere un intera opera di chi che sia, senza ricavarne un ragno dal Buco, come si può comprendere inversamente parecchio, con un semplice colpo d’occhio, se L’occhio è quello corretto,…le anime si parlano,…se vi è ascolto! Altrimenti cara Amalia, possiamo divorare, ma sarà solo carta con inchiostro! CIAO, sperò di essermi fatto comprendere?!? 🙂 !!! Sono un Junghiano convinto, senza tante pretese, ma, mi riconosco più in lui, nella sua Filosofia!!!

  45. Credo, che bisogna discutere con i libri??? altrimenti diventa un bere dall’imbuto…qualsiasi cosa!!!

  46. Quando chiamo “Luminari” questi, come definirli? è normale che altro non sia, che un modo sfottente nei loro confronti, sarcastico!?

  47. Amalia, io adoro Jung, ma amo, nello stesso tempo, comprendere con le mie piccole possibilità! Discutere con ciò che ho compreso, non solo con frasi sicuramente “Grandissime”, di questo o di quell’altro! non vi è nulla di male nel farlo,cioè citare i grandi! Ripeto, amo discutere con i libri, la ricerca personale, cioè quella che va oltre le letture, quella che traggo da ogni cosa della vita umana animale, etc.ecc! quindi preferisco parlare con la mia voce, piccola, che si sforza, ma che, ha tanta sete!!!

  48. Majo,ma dove sbaglio quando rispondo? Tu hai preso il mio post come una obiezione al tuo,mentre voleva rafforzare la tua stessa opinione..acc..mi succede spesso quando dialogo con te,Majo e mi dispiace.Sì sono d’accordo con te,ed aggiungevo che oltre alla auto indagine,Jung raccomandava agli psicanalisti di estendere la loro conoscenza al di là dei testi di psichiatria e di psicanalisi..Quello che scrivi nell’ultimo post,è vero. E aggiungo che se leggi e accumuli nozioni non serve a nulla se ti sfugge il senso di quel che leggi.Il senso te lo fornisce solo la tua mente,la tua esperienza personale.

  49. Ajo Majo ! Non junghiare con Amalì…te capì?
    Se vuoi saltare dal trapezio controlla che ci sia la rete sotto, non te buttà! Acrobata acrobatizza acronimi acustici accreditati accantona accusando accessi accattivanti accorto accidenti acclamato acceso acrobata….accapigliato ac-caso… a’calmate!!!
    😀

  50. aaahaaaahaaa!, Rido simpaticamente, vorrei che ridessi con me!?! Se, mi scrivi va beh….majo, ma ai una vaga idea della…serieta della preparazione di jung, mettendomi il punto?,su una mia risposta precedente ad Map!?! Credimi Amalia, lo so che siamo in sintonia,…è la frenesia che abbiamo nello scrivere, avendo, volendo dire tanto, perchè sicuramente tanto abbiamo…da dire! Non la prendere a male, perchè a me, che tu mi creda o meno, piace discutere, con te!!! SINCERAMENTE!!! quindi,…per me non è successo niente, se me lo concedi, ti mando u n’abbraccio….di cuore,…vorrei che lo sentissi,..perchè è veramente di cuore!!! 😉 !!! non c’è una persona con cui non mi trovi bene su questo Blog,…! ci si spiega, più volte senza stanchezza alcuna, la dove, non ci si è capiti, o, dove ci si è espressi, frettolosamente! Come spesso, capita a me…!!!

  51. Dai, Amalia…non è successo nulla, infatti!? 🙂 ,..concludo come spesso faccio,..dicendo spero di essermi fatto capire, nel mio scrivere??? quindi capita!?! ciao Amalia, ancora, che tu possa trascorrere un fine settimana,..come il tuo cuore vuole!!!

  52. il cervello va più veloce, delle dita razionali che devono scrivere, ma non riescono a tenere il Passo??? 😉 🙂 😀

  53. Cara Amalia, se mi dai 179 euri l’animus te lo trovo io vabbè facciamo 175…

    Eccolooooo! Acchiappalo acchiappalo!!!!!!

  54. Cara Map, dei voli che io abbia potuto fare nella mia vita, credimi tu non hai neanche la più pallida idea!!! come io non e ho dei tuoi!!! non sono qui per fare la gara? quindi stai tranquilla,…! Ognuno ha i suoi…voli, cadute,etc.ecc…! tu credi che sia, l’età o cosa, a detrminare cosa? Map..Map…”ognunu ciangi cu occhi soi”!!! dato che me parli milanese, ti rispondo nel mio di dialetto…

  55. Le gare delle “citazioni” non mi hanno mai interessato! mi e sempre interessato, quel minimo di credo che ho raggiunto, o meno, metterlo in pratica!!! quanta gente conosco che ascoltandoli sono vere è proprie enciclopedie,…ma poi, sono inchiostro…memorizzato, non interiorizzato! si capisce da come vivono, totalmente il contrario delle belle conoscenze sparate in qualche salottino, di intellettuali della chiacchiera, per giunta d’altri??? si perché Platone in bocca di questi diventa chiacchiera!! Parlo di persone, che conosco tante, ma tante!!!

  56. Infame, l’espressione
    chiamata Arte, sophia, Sé…,
    un piede in terra non poggia.
    Infame quel uomo, “imbrattino”
    io per primo. Come artista,…
    viene innalzato. Di belle parole,
    note e dipinti la vita sua
    crede d’elevar a Sommo!
    Di lussuria, si cura. Viver di favole
    mentre, il mondo vero soffre…
    troppo sensibile perché, altro
    non scorge!!

  57. Ripeto, rispetto, adoro Jung, quanto un intera enciclopedia,…non possa rendere!? ma rispetto, anche le capacità, la sete, mia…come che vive dove, i libri non esistono,…ma la lettura si….!!!

  58. Vedi, cara Map, nella mia ignoranza, questa comunque è la mia vita continua…la conoscenza l’interrogarsi,….ci sto dalla mattina alla sera, con la mia di testa, con il mio chiedermi domandare sentire, cercare, ma sopratutto Ascoltare….tutto, dentro, fuori! potessi vivere, di questo, lo farei!, t’aggiungo che quando lavoravo, facendo un lavoro che mi limitava, portandomi…troppo fuori, da quel che veramente sono….ci soffrivo peggio d’un uccello in gabbia!!! Non conosco nulla!, ma non posso vivere D’altro!! che non sentire quell’alito, quelle ali,…che mi fanno sentire…la vita!!! Eppure non sono milionario??? di cosa dovrei aver paura d’ammettere, che l’interrogarsi viene prima dei libri, o che, con tutto il massimo rispetto,…e senza fare paragoni, con I “GRANDI”, la sete di ricerca…non sta solo dentro i loro libri!!! 😉

  59. il mio è proprio il paese della caccia al pesce spada,… “Map” con le passerella, un tipo d’imbarcazione che è tipica del mio paese fino alle coste occidentali della provincia di Messina!!! quando la cantò Modugno,,…lo fece allargo del mare che io ho di fronte!!!

  60. ebeh’ d’altronde sono o non sono Map paranormale?

  61. Majo..che bello leggerti! E scusa se solo oggi ho letto il post..ma mi perdo tra tutti questi argomenti..Quando ho scritto quella frase..ma hai idea della preparazione di Jung..non ho pensato che non si udiva il tono della mia voce e che quindi la si poteva fraintendere..era per dire che era un tipo fuori dal comune..ma anche tu,mica scherzi! Caspita..mi sa che un po’ ti invidio,io sono troppo” egocentrata..” e solo adesso mi sto aprendo..Ero così competitiva prima che non sopportavo l’idea che uno fosse più bravo di me,persino i grandi poeti mi facevano rabbia..Ero così sciocca..

  62. Cara Amalia, non esiste, chi non ha in se un po di egocentrismo, è, un’altra di quelle parti con cui bisogna continuamente fare i conti!!! anche l’ego,…serve! certo poi va moderato, con quello degli altri, con noi stessi!!! mi sono sempre chiesto, da dove parte l’ego,non solo dal punto di vista “psicologico-Medico”!!! è un’altra parte del Divino! a scanso d’equivoci quando parlo di Divino, non parlo solo della parte solare di questo!!! siamo tutti sulla stessa Barca!! altro che… 😉

  63. In quella rabbia,secondo me, vi era la conoscenza,il sentire il Bello, certo velata…ma c’era! altrimenti quale il senso della tua Rabbia nei loro confronti!! vedi i poeti sono gran cosa, meglio la poesia, i poeti altro non sono che umani come noi!!! certo, strumenti del Bello che usa loro, ma come usa anche te!!! Non importa la fama,..il bello supera la stessa! Certo fa piacere… l’essere letti, sapendo che giunge agli altri dalle proprie opere, il bello! Quell’ alone che sa di fiori, di ali, di verità….che, pur in quelle “poesie” dure, giunge come e comunque!!! ma ti chiedo, perché spesso diciamo, la poesia è di chi legge..?!? Tutto serve, altro che sciocca!!

  64. sicuramente siiii! Map…Paranormale… 😉

  65. Map para….

  66. Questo lo dici tu Map!!??, ciao a presto! :-)! per il Prof…lo sa, ancora mandano, quella bella sigla…di RaiNotte…eh! ogni volta spero in qualche….??!!! la saluto gentilissimo Prof!

  67. Grazie Majo,da quel che mi è parso di capire ,non ci sarai per un po’ e mi dispiace..comunque mi hai lasciato un bel regalo..mi hai offerto una prospettiva migliore con cui vedere la faccenda della mia rabbia verso i poeti..è davvero grande questo regalo..e utile..Un abbraccio Majo..ma chissà quando mi leggerai..va beh..ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...