L’amore è sconsiderato

L’amore è sconsiderato, non così la ragione.
La ragione cerca il proprio vantaggio.
L’amore è impetuoso, brucia sé stesso, indomito.
Pure in mezzo al dolore,
l’amore avanza come una macina;
dura la sua superficie, procede diritto.
Morto all’egoismo,
rischia tutto senza chiedere niente.
Può giocarsi e perdere ogni dono elargito da Dio.
Senza motivo, Dio ci diede l’essere,
senza motivo rendiglielo.
Mettere in gioco se stessi e perdersi
è al di là di qualcunque religione.
La religione cerca grazie e favori,
ma coloro che li rischiano e li perdono
sono i favoriti di Dio:
non mettono Dio alla prova
né bussano alla porta di guadagno e perdita.

Mevlana Jelaluddin Rumi

105 Risposte

  1. non so come ringraziarLa per questo incanto pomeridiano!

  2. Non devi ringraziarmi di nulla. E’ un piacere stare con voi. Un abbraccio, Gabriele.

  3. Ciao Gabriele,
    pensa che, anche in riferimento a quanto ci dicemmo, proprio a questo pensavo: Amor Omnia Vincit…si direbbe che io mi faccia le domande e che mi dia anche le risposte! In fondo, posso ben ritermi una privileggiata: morta all’egoismo incarno un divenire senza possibilità di ritorno…e mi risparmio tanti falsi amori sedicenti…e, come si dice, chi ama mi segua!
    Un bacio.

  4. L’ amore è matto e folle, è un joker non ascolta la ragione, il parere degli altri, la reputazione segue solo la voce del cuore, a lui non interessa altro che lei…
    Ascolta solo quella voce, quel suono che il cuore che vibra conosce…
    Beato l’ amore, perchè come al bambino non interessa altro che la gioia, spavaldo e sfacciato bussa alla porta di tutti e non deve rendere conto a niente e nessuno, tranne che a se stesso.
    Poverina invece la ragione che con tanto affanno lo rincorre e cerca di stargli dietro, ma la ragione è nonna e saggia e ha più anni e mai
    e poi mai riuscirà ad afferrare il bambino, a correre libero come lui per i prati…
    Ma la ragione che è saggia sa aspettare e sa che il bambino, dopo essersi svagato e divertito torna…
    Torna perchè anche lui stanco ha bisogno di una casa, di un pasto caldo e di essere accudito e torna la sera dalla nonna, che raccontandogli una storia, lo mette a dormire.
    Amore e Ragione, nonostante gli scontri e prendano strade spesso opposte, alla sera si incontrano e quando vanno d’ accordo non c’è nulla che li possa fermare!

  5. Versi incantevoli, caro Gabriele, dettati dal fuoco dell’AMORE DIVINO
    Chiaro il messaggio:
    la sede naturale per l’uomo è il proprio cuore e l’amore. L’egoismo e l’avidità sono cose futili in cui sprechiamo la nostra vita mortale che potremmo rendere immortale e ininterrota col mondo che fluisce……
    Diceva Pascal :” finché si ha del fuoco dentro, si è in amore; la vita tumultuosa è gradita ai grandi spiriti, ma non dà alcun piacere ai mediocri, che sono in tutto e per tutto delle macchine. …Ci si domanda se bisogna amare. Ma non bisogna chiederselo, bisogna sentirlo”
    Grazie infinite per quello che fai ! Un abbraccio
    Maria

  6. pardon “ininterrotta ” , refusi!

  7. un dono per voi!

  8. Caro Professore,
    in una settimana Bonsai ha doppiato la celebre quota dei 25 lettori che così tanta fortuna ha portato in passato, e adesso viaggia verso i 100 download.
    Vorrei ringraziare Lei e gli amici del blog per questo primo traguardo.
    Un abbraccio,
    Andrea

    P.s. posto qui per mettere l’opera sotto la protezione del sublime Rumi

  9. Insomma, cara Bimbola, ti è venuta la “marzullite”? Sono sicuro hai molte persone che ti seguiranno… Un bacio, Gabriele.

  10. Ad maiora, caro Andrea!

  11. Cara Maria, il fuoco dentro… non potremmo vivere senza. Un abbraccio a te

  12. Salve Professore,
    la seguo da molto, volevo farle i miei complimenti per il suo lavoro… sono una psicologa e adoro leggere il suo blog perchè trovo sempre stimoli nuovi e interessanti.

    Grazie!
    A presto

  13. Cara Marvi, benvenuta tra noi.

  14. Segui l’Amore…
    “Quando l’amore vi chiama,
    seguitelo, anche se le sue vie
    sono dure e scoscese.
    E quando le sue ali vi abbracciano,
    arrendetevi a lui.
    Quando vi parla, credete in lui,
    anche se la sua voce
    puo’ cancellare i vostri sogni,
    come il vento scompiglia il giardino.
    Come covoni di grano, vi raccoglie in se’.
    Vi batte fino a farvi spogli.
    Vi setaccia per liberarvi dalla pula.
    Vi macina per farvi farina bianca.
    Vi impasta finche’ non siete docili alle mani;
    e vi consegna al fuoco sacro,
    perche’ siete pane consacrato
    alla mensa del Signore.
    L’amore non da’ altro che se stesso e
    non prende niente se non da se’.
    L’amore non possiede
    ne’ vuol essere posseduto,
    perche’ l’amore basta all’amore”.
    (Kahlil Gibran)

  15. Dal vangelo secondo Giovanni (15, 1-8)

    In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo toglie e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto.
    Voi siete già mondi, per la parola che vi ho annunziato. Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me.
    Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla.
    Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato.
    In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli.

  16. Il silenzio, in Silenzio,…
    non mi costringere a quegli inutili suoni,
    che spesso, sono le parole!!!
    farò di te un opera d’arte, un’estasi
    fa tu, lo stesso!!!
    Il tuo gambo e trecce di spine
    attorcigliate sul mio corpo.
    Sanguinante, conficcate unghie
    feline, dolore non sentii,…
    i tuoi petali, poggiavano
    sulle mie labbra.
    D’ogni goccia di sangue,
    le tue si coloravano,
    e di me, tutto sanavano!!!

  17. Veloci passi!, passeggiando
    fra le labbra un bacio continuo
    di tabacco! Ti cercherò…
    quel giorno che la memoria
    sarà tornata! Domando…,
    d’educarmi. Vorrai essere
    la mia educatrice dell’amore?
    Ho perso tutto, sai!?
    Ora sto cercando, forse!?
    Il sogno…come si costruisce?
    Ti condurrò, ove tu, mi condurrai!
    Laverai,… il mio veleno degli anni
    con la tua bocca? Tu, sarai…
    la mia salvatrice del cuore
    sarai, la mia partoriente!

  18. Volta, a meta spalla il tuo viso
    E guardi!,mentre in avanti
    Porti i tuoi passi
    Vorrei raggiungerti
    Senza mai afferrarti…
    Impazzire di questo
    Reale gioco…!
    Tu, la Follia la bellezza
    Sconvolgimento, avvolgendo
    Ogni mia cellula!
    Tu essenza annullatrice
    Della chimica della ragione!!

  19. Ho soffiato il mio alito
    addosso al gelido vento,
    lo riscaldai, nell’affanno
    lui, mi gelò! Come fiore
    appassii. E visse in me,
    e di me, che il senso
    gli diedi, sino sentirsi
    caldo, fuoco d’ogni passione.
    Imbiancando in dipinto
    il paesaggio. Giovani in
    ritornato amore, lasciano
    impronte incandescenti
    sul manto gelato, allora,
    Vi dico! Valse la pena,
    gelarsi!!

  20. Perché,
    lui si fa le domande e si dà le risposte? Non lo sapevo…in fondo, non lo seguo…

  21. Dice sempre, “Si faccia una domanda e si dia una risposta” ….

  22. Professore,è meravigliosamente surreale Marzullo,ma lei ci pensa se al dentista venisse in mente di fare lo stesso..si prenda il trapano e si curi la sua carie!!! Sarebbe mitico!

  23. cosa è meglio la pastasciutta col ragù o il ragù con la pastasciutta…

    (..è dura essere vegetariani..non puoi mangiarti Marzullo peccato, sembrava ideale da fare in umido…sarebbe stata la fine di ogni dubbio )

  24. ahahahahahahahha Amalia, sei tremenda ahahahahahahahahha

  25. AMA’,
    A PARTE LA BATTUTA BRILLANTISSIMA, A PARIG DIREBBERO “SUPERB”, DEVO DIRE CHE, IN FONDO INFONDO, MARZULLO NON HA TUTTI I TORTI…SOLO CHE E’ DIFFICILISSIMO.
    BACI.

  26. Ciao Gabriele,
    quante persone hai conosciuto fino ad oggi capaci di questo sentimento che chiamiamo Amore?
    E ti lascio la mia riflessione di oggi:

    TENTAZIONE

    “Per essere veramente coerenti occorre avere un cuore grande come l’Universo…”Avanti c’è posto per tutti!”, esso grida.
    Attenzione, però, nel dire in preda alla passione del momento: “Io ho un cuore grande.”
    Arriverà, infatti, puntuale, il momento cruciale nel quale la tua coerenza sarà messa alla prova, allora, il tuo ritenerti un essere coerente nei sentimenti si scontrerà con il tuo interesse personale e tu dovrai scegliere… Se sceglierai secondo la tua Virtù, cioè in base a quanto di buono ti anima, sarai coerente ma se, come è altamente probabile, sceglierai il tuo interesse, allora vorrà dire che sarai stato sviato dal Vizio e dai suoi moti, che per sua natura, evidentemente, non può che allontanarti dall’Amore…e per quante argomentazioni tu addurrai, non potrai di certo definirti UN ESSERE COERENTE DAL CUORE GRANDE.
    In ultima analisi, è al cuore che spetta il coraggio delle proprie scelte: non tradire l’Amore, quindi, se ti riesce, non cadere in tentazione.”

  27. …e ritorniamo al punto centrale del nostro modo di concepire un viaggio interiore nella parte più profonda della nostra Psiche che Necessariamente deve incontrare Amore…ma ci sono dei nodi da sciogliere…
    Baci.

  28. …poi, Gabriele, se tu mi parli di passione, quella è il veicolo verso mete inimmaginabili, ma questo lo abbiamo già detto.

  29. AFRODITE…DIONISO!!
    Amante, hai navigato i fiumi
    del mio eden. Incantata
    succube, hai sbavato di felicità
    e goduria Senza tempo.
    La musica che in me ascoltavi,
    t’inebriava – contorcendo
    in danze di puro sorriso
    il corpo tuo. I tempi dell’Amore
    nostro Inibivano i cieli.
    Sol un sogno, d’estrema realtà!
    Non chieder ora, di proseguire
    il viaggio!? Presto, arriveremmo
    alle Cascate che conducono
    Al Inferno! Inferno d’ogni
    passione d’amore! Svuoteremmo
    la realtà, ch’è sol dei sogni.
    Prego, non insistere?! Potremmo
    svegliare gli Inferi…!!!

  30. L’Amore è amore, solo quando vive la ricerca del “Divino”, quando in tutti i modi salta o, si dimena per farlo, la condizione “dell’amore azienda”! pur comprendendo la necessità, di questa?! cosa diviene,..dopo? nel matrimonio? la mia risposta , io c’è l’ho…, ed è quella della prima parte dello scritto! mi si dice, vi sono diversi modelli di Amore, ma io credo che l’amore sia sempre uno,…ed uno solamente…! questo che scrivo, riguarda L’amore di coppia…! L’unico che inizia in un modo x poi venire modellato!

  31. tutto..il resto è altro sopravvivenza della specie…! Egoismo nel vedere i figli come nostra continuità, la paura che a loro possa succedere qualcosa è strettamente legata con la nostra paura di paura! L’amore dovrebbe essere gratuito, armonico, fusione,non possesso…! ripeto “Fiamma Gigante” che il cielo vuole raggiungere! Alla fine, ci si ritrova nei pur giusti gesti quotidiani, dettati dalla, esempio “pietas” ! Come mi s’insegna non è la commiserazione, il significato che oggi gli si da!! già, riuscire in questo significherebbe, vivere L’amore…! l’amore terreno non esclude l’altra parte di noi, ossia la passione, quel sentire altro? infatti basta chiedersi, da dove parte la pietas? almeno questo è quel che credo, quindi una, pur nel conflitto è legata all’altra! essendo, Uomini, Donne, Altro…!!

  32. Questa è per me la Pietà: Io che sono smemorato aiuto comprendendo gli altri smemorati, caduti! La, dove, non esiste condizione sociale, ceto o altro stupidità!! Comprendendo pur chi, di queste “istituzioni”, ne ha fatto la piramide delle differenze, del razzismo, dell’omofobia…! avendo sperato, di poter dimenticare! Ergendosi a detentori della vita tutta, magari della morte!!

  33. Ah,Marina..Marina averti strappato un sorriso..che bello! Per le domande,Andrea in Bonsai scrive che è importante sapere cosa chiedere e a chi chiedere,e per quanto riguarda il punto centrale della questione..i nodi a cui fai riferimento,chi li pone? Nel mio cielo li pone sempre il vecchio Saturno,con la sua smania di collocare tutto in un ordine stabile,logico,fisso..lega le ali di ogni fantasia,domandandomene il motivo.Eppure Rumi lo spiega benissimo:l’amore è quando non metti alla prova nulla e nessuno,nè Dio,nè uomo nè idea..,nessun calcolo,nè guadagno nè perdita questo lo rende sconsiderato..

  34. Majo,scrivi che l’amore è amore solo quando vive la ricerca del divino..quando in tutti i modi salta o si dimena per farlo..e mentre leggevo le tue parole ho visto l’immagine di questo uomo scimmia che siamo noi…e se fosse già qui,questo amore divino? Se ci fossimo dentro all’amore di Dio verso le sue creature..? E se ci amasse gratuitamente..e se noi non dovessimo fare altro che riconoscerlo…?

  35. NODI lunari…e non solo…

    Amalia, eccomi:

    « Cantami o Diva, del Pelide Achille
    l’ira funesta che infiniti addusse
    lutti agli Achei, molte anzi tempo all’Orco
    generose travolse alme d’eroi,
    e di cani e d’augelli orrido pasto
    lor salme abbandonò (così di Giove
    l’alto disegno s’adempìa), da quando
    primamente disgiunse aspra contesa
    Il re de’ prodi Atride e il divo Achille. »
    (Iliade, I, 1-9)

    Tutto è Fato e Giove ha le sue congiunzioni: 6. Tuttavia, c’è un detto che dice: “Il sapiente dominerà le stelle.” …e chi è il vero sapiente? Colui che possiede la scienza delle scienze… Domandina: chi è che la possiede? Aiutino: La Penisola Incantata ti dice qualcosa?

    Sbaciuck.

  36. Cara Marina, non tradire l’Amore non vuol dire non tradire una persona, ma passare in “amore” da una creatura a un’altra creatura che ti permetta di stare dentro amore. Amore è un Dio, né una donna, né un uomo.

  37. Gabriele,
    sono d’accordo con te. Come spesso accade da quasi due meravigliosi anni nei quali mi hai ridato una speranza nell’umanità. Quindi, cercherò di non tradire Amore. Un bacio.

  38. Amalia…e poi chi te lo dice che non sorrido? In realtà, sono nata buffoncella sai, una buffoncella di corte…poi sono un po’ cambiata è vero. Sarai pure sin cera ma sei anche cara.

  39. Quando L’Amore sarà giunto, la “psiche” per prima ne sarà colma,…come una botte…colma, non cerca più altro liquido, o vino, dato che ho parlato di Botte! io non ho detto che non è qui? Vedi, la differenza consiste nel cosa, o, in cosa si crede!? Poi, alla fine, non Cambia! Comunque io non credo ci sia un Dio che ama, nel senso di quella figura “cattolica”, tanto per intenderci?! Più tosto, credo in delle parti di questo, che siamo noi! Le quali, si sono spersi, smarriti! molto vicina alla posizione dei “Catari”, o di “Eraclito”!! ancora prima se vuoi alla descrizione fatta, nel “Corpus Hermeticum”! Amalia, Entreremmo in un discorso lunghetto da fare tramite post? quello che era il mio scritto precedente, altro non era, che il conflitto tra quella musica celestiale che sentiamo, la quale ci ricorda, ci vorrebbe, indicare la via, ci richiama alla memoria…etc.ecc! Il Divino è già presente, ma non totalmente lo abbiamo, ritrovato! questa non è che la mia ricerca, con i suoi dubbi.. GRANDI-UMANI!! La cosa che amo ancora più della lettura, è: Capire, partendo da una verità! cioè: prima è nata la ricerca, dettata dalla domanda, quindi credendo che in ogni dove c’è scritto il tutto, più di quanto possa fare un libro! con questo, aggiungo che “AMO LEGGERE”… ma conseguentemente!!! le strade diverse il fine,la meta è comprendere, tentare!!!

  40. Voglio aggiungere che, almeno per quanto mi riguarda,…do, un interpretazione a quella che è la Figura di Dio, nella Bibbia!…leggendola, il significato che sento, è: noi come parti di Dio! il ritornare, sarebbe il ricongiungersi con se stessi!! e non, quella contraddizione che ci vuole sii!, nati da una sua costola, ma non direttamente poi, parte integranti dello stesso?! ma, come figure….andremo a vivere con lui? comunque fosse, essendo noi nati da natura divina, non potremo mai rassegnarci, ad altra condizione, pur essendo Figli!!! OSSIA ritrovare il Divino pienamente!!! modesto parere, ed aggiunta personale, al di là, del dialogo con Amalia!!! eeeheeeheeeheeee…. 😉

  41. vedi io amo parlare, discutere di cose complicate, nel più semplice dei modi! vi è una cosa che ho imparato dal dialetto!, che dice più, con dei semplicissimi detti di quanto spesso, possa il linguaggio… erudito..!?

  42. la giungla di cui tu parli, purtroppo l’abbiamo creata! se tu hai trovato il Divino pienamente, ne sono felice x te, cara Amalia! io non so come tu chiami il conflitto, che pur esiste!!! Credo negli angeli caduti, questo per farti capire “simbolicamente”, quel che credo! IO non ho una religione impostata, sento solo d’appartenere ad altro, che è l’essere solo 4 ossa e una macchina!! credo in un sentire che va oltre le carte scritte, ma credo anche che dura è aspra è la via!!!

  43. Mai, forse…entrammo
    Né, quindi, usciremo?!
    Scintille impazzite.
    Vagando, di sì,
    fiacca luce,…
    continui gli scontri…,
    Il Fanciullo Eterno!
    Quale la stella, ch’esplose?
    Quale?, siam luce d’ombra,
    Umani? Ascoltate!, questo suono
    Tentativo di darsi dimensione,
    identificazione? Umani!?
    Nome, come un altro, un suono
    stonato, Gracchiante!, di chi,
    ha smarrito, si è smarrito.
    Lacrimante stonatura! Tentoni,
    tentoni d’un dipinto, d’una poesia,
    d’una canzone…?!? Teneri tentativi,
    dolci avvisaglie, simil ricordi, più,
    che sbiaditi. D’una memoria Antica
    più,…della Memoria!

  44. 44.

    Mai, forse…entrammo
    Né, quindi usciremo?!
    Scintille impazzite.
    Vagando, di cosi
    fiacca luce.
    Continui gli scontri…,
    Il Fanciullo Eterno!
    Quale la stella, ch’esplose?
    Quale?, siam luce d’ombra,
    Umani? Ascoltate questo suono,
    Tentativo di darsi dimensione,
    identificazione? Umani!?
    Nome, come un altro, un suono
    stonato, Gracchiante, di chi,
    ha smarrito, si è smarrito.
    Lacrimante stonatura! Tentoni,
    tentoni d’un dipinto, d’una poesia,
    d’una canzone…?!? Teneri tentativi,
    dolci avvisaglie, simil ricordi, più,
    che sbiaditi. D’una memoria Antica
    più,…della Memoria!

  45. scusate per l’errore, comunque la seconda è valida, mi riferisco alla “pseudo poesia”….avvolte sbagliando parte l’invio…

  46. Hai scritto: se noi, non dovessimo fare altro che riconoscerlo? hai detto picca dicono in sicilia, carissima Amalia…!??? cioè ti pare poco?. quel dimenarsi, è proprio quella ricerca, quel volersi sgabbiare…dal resto?! ripeto, quella frase,dove dico…si dimena per farlo, è inteso all’interno dello scritto, come ricerca…! comunque rileggendo bene, i tuoi punti interrogativi, sono come i miei, non capisco cosa hai trovato di diverso? dato che i tuoi sono punti ? come ripeto, i miei… 😉 ??? forse che vie è meno Dio, nelle scimmie? anche se io, non pensavo alle scimmie..!!! avvolte ci vedo come dei serpenti, altre, come dei pesci dentro le reti! sono solo, degli esempi per me simbolici???…. altre ancora….vedo le ALI…!!!

  47. il Dna, dello stesso Dio, si ribella contro se stesso! ossia in ogni creatura, diciamo Umana-Angelica, dato che è quella che ci riguarda, vi è una forma di non rassegnazione, alla condizione…creatasi! cioè in ogni creatura, vi è il creatore che l’ha generato, quindi la volontà di non essere “minore” ma di ritornare all’uno! cosi credo che il richiamo alla madre, sia il ritorno al grembo,…quindi al prima….diciamo a quella condizione di paradiso!!! Per divinità, s’intende, la necessità che l’uomo, ha sempre avuto di capire, sapere!!!…Buona giornata a tutti! come sempre miei pensieri, non Rivelazione! ora si parte…. 😉 😛 😀

  48. caro prof.
    si tradisce per non tradire l’amore…

  49. Cara Marina, hai tutte le possibilità per farlo. Marinannachiara, è un esempio d’Amore. Per di più tu sei Voluptas. La più piccola è Pulcritudo e la più grande Castitas. Le tre Grazie sono sospinte da Voluptas verso Hermes (vedi la Primavera del Botticelli)

  50. cosa, di meglio, del surrealismo???

  51. Marina..tra noi non c’è proprio partita! Sei talmente più avanti di me nella conoscenza,che io (come già ti scrissi nel tuo blog) ho solo da imparare..il che sin-ceramente mi fa solo piacere e bene..Sono nuova,ma non solo qui,nel blog,ma è nuovo ciò che mi sta accadendo da quando sono qui..mi date tutti coraggio per superare,non paure ma inibizioni vere e proprie..ed allora? Allora nulla..se si deve adempiere l’alto disegno di Giove,che vuoi che ci possa fare io?Ti potrei regalare una rosa rossa..ne ho tante in giardino,amo le rose..e posso ,ogni tanto strapparti un sorriso..E dirti qualcosa che non dico spesso:ti stimo come persona dotata di una forza sicuramente non comune..e basta..ora non so che pesci pigliare per rispondere a Majo..

  52. Majo,se ho capito tu parti dall’idea che siamo parti di Dio,ma decadute? E questa è una ipotesi.Per aggirarla,mi è insopportabile l’idea di essere separata da Dio,devo immaginare che qui ed ora siamo uniti a Dio.Lo credo possibile? Sinceramente,non sono ancora giunta a quel livello.La versione “ufficiale di Dio”non mi convince,ma nemmeno posso essere atea..quel che mi chiedo è :ma chi ha detto che Dio non me lo possa immaginare a mio modo? Chi ha stabilito che Dio debba rientrare in determinati parametri ?Eppoi non avevo trovato nulla di diverso in quel che tu avevi scritto,no..era solo una proposta,di considerare Dio in maniera differente..perdona Majo,ma io amo parlare di religione e di Dio..è una specie di argomento irresistibile..

  53. Secondo me si tradisce, perchè L’amore di cui sentiamo necessità, non è chiuso, ne abita in una sola particella “D’anima”! definendo particelle d’anima,intendo dire che, siamo come piccoli frammenti dell’AnimaUniversale che il tutto racchiude! ossia ogni nostra anima è come un pezzetto d’un puzzle, che cerca di continuo…gli altri per completarsi! poi, perchè,…noi risentiamo del tradimento??? in uno scritto specie di poesia dove dico che ogni anima è prigioniera del corpo, sente il bisogno di fuggire per ricongiungersi con L’intero!Inoltre credo che questa nostra condizione ci porta di conseguenza…all’essere possessivi. pur sapendo che quell’unica anima, non potrà mai da sola saziare la nostra sete, la preferiamo comunque al senso di solitudine! Oltre alle altre crisi che il tradimento crea, alla nostra personalità! Ora, si va a Mare!!! un saluto, a tutti, in particolar modo…al prof, La Porta!!!

  54. Prof,ed essere innamorati dell’idea dell’amore ? La mia Anima si innamora,ma non solo di creature,ma di idee,di parole di immagini..Lei scrive che Amore è un Dio..e mi sono detta vuoi vedere che è quello il modo della mia Anima di sentire Dio..innamorarsi della vita..

  55. Amalia,
    sei vitale! Un bacio…

  56. Grazie,anche perchè oggi..proprio ho il morale giùùùùùùùùùùùùùùù

  57. Il Divino è una delle richieste maggiori, della nostra psiche, in ogni sua forma! per questo ti ho risposto,… che pur se le strade sono,o, meglio possono sembrare diverse, il fine è quello!!! il discorso del “decaduto” è più complesso, un po duretto da estendere attraverso post? ma forse piano piano, ognuno facciamo capire il nostro pensiero, la nostra strada di ricerca!! DIO, o, il Divino è presente, non lo metto in discussione, ripeto lunghetto come discorso! poi ho pur scritto di quei momenti che giungono, inaspettati, quei momenti che io senza timore chiamo “D’armonia”,…quello per me è anche manifestazione del Divino!! l’aspetto, del decaduto, non è quello che riguarda L’angelo di luce, o Demonio! ha secondo il mio punto di vista, una valenza profonda nella psiche,..Occidentale!! comunque, cara Amalia, non devi scusarti…per niente! anche a me piace discutere… ;-)!

  58. Non è cosi semplificabile, con la sola Decaduta?! Per capire meglio, quello che è il mio credo,…ti ho rimandato agli scritti del Corpus Hermeticum, o, in un certo qual modo ai Catari, o, ancora Eraclito! che poi se leggiamo…la scacciata dell’uomo dall’Eden,…descritta sulla Bibbia, con sfumature diverse,…nella profondità il senso è quello! Io credo che noi siamo parte del DIVINO…! sia che ne siamo figli, sia che ne siamo…per qualche motivo a noi sconosciuta parte integrante, che si è smarrita nell’umanità!!! Tutto è Dio! o nulla, lo è!!! Dio è Amore, L’Amore è Dio, quali le sue regole? secondo me la parte divina non è ha, la parte totalmente Umana Razionale, sii!!! vi è un’altra bella definizione in alcune antiche religioni Indiane! qualcosa del genere lo spiega “Marius Schneider”, nel suo bel libro, già da me citato, PIETRE CHE CANTANO!!! Insomma, il Divino o Dio è in tutte le religioni o confessioni riconosciute, è anche fuori da queste!! QUESTO è quel che credo!!! sempre nell’umano Dubbio!!! 😀

  59. Cara Amalia, se me lo consenti definirti tale? guarda che chi ti parla, non ha la verità! Quindi altro che “pesci pigliare”….qui, si è tutti sulla stessa barca. Si parla si discute, ci si conosce, qualche volta succede di aiutarci ad estrarre da noi qualche piccola viuzza,ma senza tante pretese! questi sono argomenti, con cui ci vivo, ho in un certo senso, vivono dentro me da sempre! questo, non vuol dire gran che siamo tutti, sulla strada! come dice spesso il Professore, l’importante e perseguirla, continuare a camminare!…La meta è questa! Quindi i nostri scambi, sono ricchezza per me, “spero”, come per te!? Null’altro….! GRAZIE, a te!!! 😉

  60. Cercasi disperatamente, “Inconscio e Magia”…!???! 😦 😀

  61. Sono d’accordo, Dio non è qualcosa che si possa rinchiudere in nessun cofanetto! cosi come pure noi,…anche se lo sembriamo!?!….la pietas è il vero Dio! oggi, si è poggiata una farfalla proprio sulla battigia…! stupenda visione, li mi è giunto un respiro profondo, colmo di pienezza, i miei occhi li sentivo splendenti,…come un fanciullo che non sente necessità altra! se non quella di vivere con le sue alette!!! Quel che sarà oggi lo sa solo….l’attimo dopo attimo! 😀

  62. Mi affascina Dio,mi affascinano i mistici nel loro linguaggio di pieno abbandono in Dio,cerco di capire il loro punto di vista,la loro fede assoluta e totale.
    Mi affascina questa domanda semplicissima: se osservo l’uomo tutto nel suo corpo ha una funzione,così le gambe ci servono per camminare,lo stomaco per digerire ecc.Ora se nella psiche dell’uomo è presente l’idea di Dio,se gli scienziati hanno scoperto che la nostra psiche è fatta in modo da permetterci delle esperienze estatiche,è logico che serva ad uno scopo.Siamo programmati per amare Dio..possibile che non esista? Mi sembra assurdo pensare che l’uomo si sia inventato un Dio per paura di morire..se ci pensi fa molta più paura l’idea di essere giudicati…

  63. vedi alcuni sostengono che il tutto di noi è semplice chimica!?? ora io dico, ok,..sicuramente saremo composti di chimica, ma questo non vuol dire che non siamo altro! esempio, come se mi si dicesse, di quale sostanza è formato Dio, con l’intento di fare cosa??? io rispondo loro quella sostanza non è quel che forma Dio, ma è Dio!, lo stesso equivale per la nostra psiche!…Come dire, che parliamo grazie alle corde vocali…, camminiamo grazie ad dei processi motori etc.ecc…tutto questo siamo noi! Quindi nulla di tutte queste cose dette ridette, dai luminari della ratio per me , scalfiscono “Minimamente”….Il DIVINO.!! ciao Amalia… 😉

  64. caro giuseppe a forza di leggerti comincio a capirti 😉

  65. ripeto, cara Amalia L’uomo può inventarsi la creazione, l’esistenza di Dio!, ma se questa non ha un fondamento di vero, a nulla serve, in quanto come già detto più volte, ma non mi stancherò mai di ripetere, la Psiche non s’inganna! la psiche è quel contenitore senza fine, da questa nasce tutto,…nell’uomo, la volontà di ricerca, la stessa volontà ingannevole di Potere,…il bisogno di rivelarsi, da se stessa, ossia…il ritornare fortemente ad emergere sino al compimento totale, diventando una volta raggiunto il tutto, pura Armonia! questo, non è detto che accada in questa vità, o, forse si! quel che scrivo come sempre è quel in cui, l’ascolto di me stesso e non solo, mi ha portato,…sino ad ora!!! solo frammenti microscopici,…che aumentano la sete..dolce, di proseguire il cammino, ho forse è il cammino che vuol proseguirci dentro!!!

  66. ho descritto come un contenitore, la psiche?, rettifico con contenitore-Fonte…!!

  67. L’immagine che hai descritto,la farfalla che si posa sulla battigia riassume perfettamente quel che ho in mente: Dio deve essere semplice,capisci? Semplice come quella immagine.Perchè dovrebbe essere così complicato da raggiungere? Ho piuttosto l’impressione che l’uomo pretenda di essere simile ad un dio nella propria scalata verso una perfezione che ci sfuggirà sempre,ma Dio e il suo amore dovrebbe essere facile ed immediato come quella farfalla che si posa sulla battigia..

  68. Anche volendo accettare quella teoria che sostiene: che, la nostra consapevolezza, quindi “coscienza” si sia sviluppata durante un processo evolutivo,…ugualmente, a mio avviso non elimina il fatto che L’universo sia composto da un’armonia, di cui ne facciamo parte! Detto questo credo che, L’uomo, ma anche gli animali, abbiano avuto da sempre, una consapevolezza! posiamo chiamarla all’origine…solo pulsione, o istinto,! oggi si è provato, che pure le scimmie interiorizzano il lutto, quindi hanno una qualche forma di coscienza sia del dolore che della morte! certo, per chi, pur nella propria ignoranza scientifica, ha sempre ascoltato Anima, queste scoperte non lo sorprendono più di tanto, ne li sente come novità!!!

  69. Cara Maap, la colpa è mia, amerei più discutere che scrivere! scrivere mi piaceva solo,…anni fa quando scrivevo, per me poesie-pensieri-ricerca-dettato…dell’anima! scusami, per l’irruenza,…spesso ripeto abituato più alle discussione orale, il suo fluire direttamente dal profondo che esce da tutti noi!!! So che scuserai…il mio difetto!! 😉 …. almeno lo spero 😦

  70. voglio ringraziare il professore, per aver comunque pubblicato, la maggior parte, delle mie,…”pseudo-poesie”! Questo non perchè, credo abbia visto belle poesia,più che altro, sicuramente, il tentativo di ricerca che vi è in esse!!! Grazie, perché posso garantire a tutti voi che, sono scritti che tranne a due amici, non ho mai avuto il coraggio di parlarne…arrivando a distruggerne almeno tre quadernoni! Grazie,…non importa, se abbiano o meno, valenza artistica. Sicuramente sono percorsi di un viaggio Lungo,..10 anni!!! viaggio che è terminato dal punto di vista della scrittura, ma che continua….! Grazie ancora, Prof!, grazie a tutti voi…!!!

  71. Carissimo Giuseppe, non devi ringraziarmi di nulla, siamo noi che dobbiamo ringraziare te per le tue poesie.

  72. la semplicità, è la cosa più difficile da raggiungere! la semplicità, non esclude il percorso di conoscenza che ognuno di noi fa x ricongiungersi al Divino! ‘L’arroganza…!, non appartiene allo spirito di conoscenza, ma ad altro…come spesso il Professore, ha denunciato! Ripeto la semplicità è tra le più difficili mete da raggiungere, proprio perchè è quasi, la massima…espressione di “Sophia”!!! quando capiremo che non c’è nulla che valga l’arroganza, e tutto quello che questa comporta?, Allora vorrà dire che la specie umana, il mondo tutto,…avrà quasi raggiunto,..una delle grandi mete che conducono al DIVINO!!! ogni anima soffre per colpa di qualcun’altra, cosi come gioisce..!!! ciao Amalia!!!

  73. Ho fatto!…, (lei): Cosa?…,
    il giro dei due mari – dei due cieli.
    in un’acrobatica giravolta.
    Raggi del sole, come lance dalla
    Punta rovente – man reso D’oro!
    Coricato tra diamanti di pietruzze
    colorate – le onde, come piume sulla riva
    lavano. Rendendomi l’attimo!
    Quel attimo, di vera Ricchezza!!!

    (II)
    Lui: È, la semplicità…!.
    Lei: cosa…?
    Lui: il segreto più ricco,
    la vera Magia. Difficoltosa
    virtù.
    Lui: dovremo rigenerarla,
    noi demiurghi, figli di Padre
    Ignoto, creati per creare…
    In questo Caos Psicologico!
    La semplicità, in questo Groviglio…
    ****

  74. Racconterò nella semplicità
    della lingua, nella semplice,
    pur Complessa, via dei passi!
    Passeggiando, stradina di
    Campagna, Amar i fiori
    spalancati al Sole, accarezzando
    i petali i suoi colori.
    Amar il loro votarsi, verso l’alto…
    d’ogni direzione! Nel mentre…
    talpa, scavavo la terra
    Per giungere le radici!!
    Nutrirsi sempre più
    verso il profondo…
    irrobustendosi all’origine,
    della Luce!!

  75. Majo,ti prego passami questa battuta..” e meno male che ameresti più discutere che scrivere…!! 🙂
    La semplicità è la cosa più difficile da ottenere..senti che cosa scrive Hillman..”“Tutto ciò che accade nel giardino suggerisce metafore della nostra vita psichica..la caduta delle foglie,l’inverno,lo schiudersi dei germogli sono tutte esperienza che anche l’individuo fa,solo che le esprime con i concetti complessi della psicologia,mentre il giardino lo esprime con il linguaggio della natura..così l’acqua che scorre limpida è sia una immagine della Natura sia una immagine che l’anima conosce bene” Che ne pensi?

  76. Discutere, di cose belle è sempre più difficile! vedi, questo mondo è il mio mondo! da sempre…! Va al di là del leggere, senza avere nessuna Presunzione! in più, mi manca l’unico salotto bello che io abbia mai visto! i 13 anni di trasmissioni tv, del professore…!? Ricordo che “Jung”, decise la semplicità, inizio ad usare il linguaggio comune,…abbandonando quello erudito!! la psicologia, cos’è? certo È un,universo infinito, ma ha bisogno di semplicità, che non vuol dire, leggerezza, nel senso “dispregiativo”, se si riesce a far scorrere, quel poco che ognuno riusciamo a comprendere, aiutiamo noi e gli altri, che siamo sempre noi!!! quello che intendevo quando dicevo che la semplicità è la più ardua, “se vuoi” conquista da ritrovare, credo che tu abbia capito, cosa intendessi?? altrimenti chiedo scusa per essermi spiegato male, nello scrivere!!!??

  77. Cara Amalia,…le battute, ci vogliono….:D

  78. Nietzsche, diceva, più o meno cosi: aggiungete del sale alla vostra sete di conoscenza! il senso è questo!!!

  79. per quanto riguarda le pseudo poesie, hanno più di “vent’anni” quindi non devo riscriverle, faccio solo copia incolla! essendo scritti che ho già salvati sul comp.! eeeeheeeeheee.. 😉

  80. Amalia mi sembra possibile quanto mi hai scritto, un abbraccio Gabriele.

  81. Majo,secondo te è difficile la semplicità oppure è difficile accettare di fare la figura degli imbecilli in mezzo agli altri? Ti è mai capitato di ascoltare una conversazione e di chiederti: ma questi capiscono veramente il senso di ciò che dicono?

  82. Majo,senti questa frase di un antico egiziano: Venera Dio sul tuo cammino,qualunque sia la forma in cui si manifesta”..quando l’ho letta ho pensato che dovevo assolutamente dirtela,e sentire il tuo parere..

  83. Prof,grazie per la risposta..sto imparando a coltivare la virtù della pazienza grazie a lei..è giusto,lo capisco che ha tantissime cose da fare,e non è che può rispondere subito..e per una impulsiva come me,le posso assicurare che questo blog si sta configurando come una autentica scuola..GRAZIE!!

  84. Aggiungo, parlaci, senza ricercare il suo volto,…ricercandolo in ogni dove! dentro noi stessi, cosi come in ogni cosa! rispondendoti alla prima domanda, quella dove mi chiedi,..se mi è mai capitato di chiedermi, ascoltando gli altri,…la loro capacità di comprendere, o, meglio di sentire “questo l’aggiungo io”, se il loro dire è frutto solo di ripetizione a memoria di qualche lettura? la risposta è si, inizialmente ti rendi conto,…magari dicendo a te stesso, ma che ci sto a fare, ad ascoltare? poi, giunge quello che secondo me, deve giungere…”OSSIA” il mio di limite , allora rientro nella giusta dimensione!!! I si detti Sapienti, pur sapendo, la diversità…di sensibilità della loro ricerca, del loro interrogarsi che li contraddistingueva, ritornavano dopo il loro ritiro, comunicando in modo semplice la loro Sapienza! Necessaria alla costruzione, comunque..di regole, valori etc.ecc! questa la mia visione! Ciao Amalia!!!

  85. Per Amalia: ti capisco, ma veramente mi sto dividendo in molte cose però ammetto che voi e il blog siete la cosa più bella che faccio.

  86. Prof, magari…poter assistere, messo in un ‘angolino,…a qualche suo impegno?! 😀

  87. Amalia, accettare, diciamo il giudizio…certo fa male, ma se, pur piccole che siano le nostre verità raggiunte, hanno riempito quella parte di richiesta, per quanto mi riguarda, so di non fare nessuna figura d’imbecille! Qualora lo si pensasse, dopo la prima reazione,…mi dico: cosa vuoi caro Majo?, cerco di mediare con tutti, cercando di comprendere, la loro apertura, o, meno verso il tutto! Comprendendo per non cadere nella presunzione, quanta sia complicata la mente, la psiche, etc.ecc!!! Dico sempre questo, usandolo come esempio, quando discuto con degli amici, ossia: Posso pretendere da mia Nonna 83 enne, con la sua cultura radicata, di comprendere…Platone, etc.ecc! ho reso il concetto??? Allora sta a me andare incontro a lei, in un campo neutro, partendo dall’idea che è più facile per me comprendere il suo credo! Essendo comunque un passaggio, da cui son passato, per tentare di oltrepassarlo!!! c

  88. ringrazio anch’io, di cuore.
    ( E la penso come Amalia…)

  89. Caro Gabrile,
    mi unisco ad Amalia e Map…
    …grazie di cuore per tutto l’affetto che ogn giorno ci regali e per come in questa “nostra” casa la nostra parte Anima sta pian piano riemergendo dal buio in cui spesso la si teneva segregata!
    ….soprattutto grazie per la maturazione umana, morale e psicologica che ognuno di noi a modo suo sta compiendo grazie alla tua saggia guida e ai tuoi preziosi consigli!
    Con tanto tanto affetto…

  90. Carissima Beatrice, resto senza parole…. GRAZIE DI CUORE a te ed a tutti voi

  91. Piano,con le nonne,Majo,piano..ci sono nonne che non hanno studiato,ma hanno un istinto d’oro..la mia non sapeva nemmeno scrivere la parola archetipo,ma sapeva che esistevano cose piene di dio.Io ricordo che tutte le sere la sentivo bisbigliare prima di addormentarsi e uno dopo l’altro,salutava i ” miei morti” una espressione che ho sempre trovato di una dolcezza unica,un legame che resta sempre e comunque..Il dramma è che quelle nonne non ci sono più..la mia sapeva di borotalco e di cose buone..Aveva solo la licenza elementare,ma le cose importanti della vita,quelle le conosceva tutte!! Era una generazione attaccata alla terra,con le radici..non avevano bisogno di seguire corsi Wicca..per sentirsi figli della Terra..lo erano,senza chiacchierarci tanto sopra..Un esempio? Mia nonna non diceva sono nata,ma sono spuntata come un fiore dalla terra..e alla fine del ciclo alla terra tornerò,e mi trasformerò..Semplice..Beh,Majo ci hanno scritto fior di libri su questo ciclo “vita morte vita..perchè noi non lo sentiamo più scorrere dentro di noi,abbiamo bisogno che ce lo insegnino di nuovo..

  92. IO infatti ho messo in evidenza appunto questo! Parlo della “saggezza” delle nostre nonne, cosi come vi sono sapienti, in angoli del mondo che nulla conoscono di ciò che noi definiamo cultura, alfabetizzazione…etc.ecc!!! quel proverbio è molto simile a ciò, che diceva “Nietzsche”…!!! ti assicuro che lei non sa minimamente ne chi è, né che è mai vissuto!!

  93. Amalia tutto,”Perché”, abbiamo perso L’essere individui!, non solo collettività! ci siam fatti Drogare, dalla tecnologia dalle belle cose Inutili, sino a quello che è oggi, il Nichilismo! In un certo qual modo citato da W. Blake! Profetizzato, da “Nietzsche”!! ma noi, ora dichiarando quello che tu hai dichiarato, su tua nonna, vuol dire che hai,abbiamo preso un minimo di consapevolezza! Allora, ritroviamo…quel che abbiam lasciato, nello sperare in facili Paradisi! ritroviamo, le cose vere del vivere!!! certo, è duretta, ma se si è convinti, il cammino s’inizia!!!

  94. Non si È!, in un certo qual modo in questo Blog, creato per tutti noi dal Professore, un “piccolo” modo di essere “Ostetrici” L’uno dell’altro??? ripeto, con la giusta misura,senza presunzioni Veloci, ma fatte da un cammino…??!! GRAZIE ancora al Prof….!!! che grande bella cosa….

  95. ostetrici, dal punto di vista del discutere, porci domande a vicenda, tentare…di azzardare qualche risposta, la cosa più bella l’essere solidali! cosa meglio di sane discussioni??

  96. Majo,sì sono d’accordo con te ( così non rischio di essere fraintesa). Ma ho l’impressione,leggendo i testi di quegli scrittori che tu hai citato,ed altri che sia sempre stato così.Non credo che sia colpa della tecnologia.Trovami uno scrittore,un filosofo che non si lamentasse della massa,che non la vedesse come un gregge..Seneca si scandalizzava dei romani che andavano al Colosseo e si esaltavano a vedere i Gladiatori,ed ancora più indietro Platone diceva” La natura umana è capace di sopportare pochissima realtà”.La tecnologia ha dato agli scemi una maggiore popolarità e cassa di risonanza,ma non ha fatto rincretinire nessuno..Questa è la mia opinione.A te la mossa..Majo..:)
    P.S. Deve essere stupendo dalle tue parti il mare..!! Un po’ ti invidio..(parecchio )

  97. AH,ti auguro un buon fine settimana..e ci risentiamo Lunedì… 🙂

  98. per questo, l’invito è alla ricerca personale!? tu hai scritto che tua nonna..etc.ecc…aggiungendo con chi si domanda: perchè noi non riusciamo, allora ti ho risposto, 1) la ricerca deve essere personale, il che non vuo dire isolarsi!! In più, che il mondo si sia fatto sempre un certo tipo di domande è vero, ma tu stessa hai notato la differenza, non tra, “Seneca e noi”…ma tra la generazione delle nostre nonne e noi, quindi vuol dire che la velocità di cambiamento che c’è stata tra due generazioni, che comunque hanno vissuto più o meno all’interno dello stesso tempo, è Maggiore, di quello tra Seneca e le nostre Nonne! il cambiamento,…dal punto di vista sociale, dei valori, della cultura, dell’umanità, della distruzione del mondo, fregandocene di chi dopo di noi giunge….mai come oggi ha conosciuto il suo Picco!!! per il resto la bellezza della vita, intesa come comprensione, da cui deriva, il modello di vita che sceglieremo, è PERSONALISSIMA!!?? capire le cose importanti o meno! Buon fine settimana a te…cara Amalia!!! 😉

  99. rettifico x Amalia dove dico nel post, sopra: dove dico quasi al’inizio:, aggiungendo con fare di “domanda”!!! avendo scritto male!! 😉

  100. per Amalia…
    che bella tua nonna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Che descrizione!!
    Che meraviglia!!!
    Che fortunata che sei stata a conoscerla!!
    bella bella bella
    sopratutto “lo spuntare” che meraviglia!!!
    e se mi ripeto non me ne importa niente…
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    per Majo …ma che etc. ed etc.!! qui c’è tutto in quei etc……………………………………………………………..

  101. Si, ma l’aveva cosi descritte bene Amalia,che mi da immaginazione leggerle dal suo scritto,…oH, ma il mio etc..ecc…, non era per ridurre, il racconto d’Amalia, anche perchè, ho cosi rispetto per i racconti dei nostri vecchi, che il primo a riportare…un detto di antico dettatomi da mia nonna sono stato io, quindi figurati! per il resto l’etc.ecc, se leggi tutto, è inserito in una risposta! se si continua nel fare cosi, s’inserisce il dubbio che si risponde senza seguire, tutto, il discorso che si è fatto precedentemente,!? cosi cara Map,…non va bene! il mio,ripeto era,…una risposta ad Amalia! mi dispiace, cosi è come se io entrassi a casaccio su un discorso in corso, senza leggere le battute precedenti,entro e sparo sul mucchio!!! cosi mi spiace è mancanza di rispetto, questo NO!!! cosi non è un bel modo di fare!? Ripeto la mia era una risposta a tutto un ragionamento tra me è Amalia, aperto a tutti, ma si legge prima,… altrimenti entriamo è rischiamo di rispondere a casaccio, come aprire la bocca e darle fiato!!

  102. Continuo del post precedente: Rischiando di ridurre gli altri, mancando di tatto e rispetto! IO non lo faccio,..non lo fatto mai…! per non cadere in presunzione, specifico sempre che i miei scritti,pensieri, sono quel che io credo, “L’assolutismo”, posso anche crederci!?, ma, mai imporlo, ho riferirmi a gli altri con la presunzione della unica Verità!!! se vogliamo discutere, non ci saltiamo di sopra, senza aver seguito l’intero scambio!!!

  103. Majo,avevo perso l’argomento..insomma come si chiama il topic..e giravo cliccando cercando da Lunedì..così scusate se arrivo in ritardo…
    Permettimi di ringraziare Map..Map! Per me tu hai un istinto materno come poche..qualunque cosa tu ne pensi..ragazza,mia tu lo possiede eccome!
    Nonna mia era bellissima ma era considerata una ignorante da mia madre..ecco questo fa vedere il divario di cui ha scritto Majo. Majo sì hai ragione..in effetti non avevo compreso che tra la generazione attuale e quella precedente c’è un abisso maggiore di quello che divideva il mondo di Seneca da mia nonna.
    Sinceramente,non è affatto confortante..Map..se mi leggi..quale è la tua opinione in merito?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...