Il cielo interiore

L’uomo è in rapporto filiale con il cielo interiore, che è il padre e che viene definito da Paracelso come l’homo maximus, il grande uomo.

Carl Gustav Jung

11 Risposte

  1. il Sè superiore?

  2. …E il cielo si riempì improvvisamente di nuvole e la notte calò inesorabile sul tramonto. Lampi e tuoni squassavano la tenebra. Il gatto, impaurito, scappò sotto il letto e la nonna recitava la sua preghiera. Le ragazze se ne fregavano come me che, in fondo, ero preoccupata solo per il mio computer e per gli elettrodomestici. La notte si presentava allettante: niente è meglio di coricarsi quando infuria il temporale. Piove…niente luna, niente stelle, niente in cui rispecchiarsi, una volta tanto…e piove.
    Qualcuno mi ha detto che l’acqua è simbolo di purificazione: che scenda allora! E poi come è bello avere un rifugio quando è brutto tempo: poveretto chi non ce l’ha! … Ma nelle acque ci si può tuffare, si può nuotare ed affogare, oppure, dalle acque si può emergere o navigare! Allora, in questa notte di tempesta, io mi coricherò con le mie ragazze; per letto avremo la luna, per materasso le nuvole cariche di pioggia e navigheremo a vista, nel temporale che imperversa, sotto di noi…
    Ma arrivò un lampo ed un pensiero buio mi attraversò la mente:
    Il temporale passerà ed anche la pioggia cesserà, allora, la luna cambierà il suo aspetto mentre le nuvole si dissolveranno sotto di noi e saremo di nuovo a terra, sotto lo specchio, anzi, sotto lo spettro del cielo!

  3. Secondo me sì, cara Map pina

  4. Prof,nel mondo di Ficino,corrisponderebbe a Giove?

  5. Per Amalia- No, se non in piccola parte. Questo è il “Doppio celeste”. Il Tre. L’Uno è quanto siamo razionalmente e ordinariamente: Due è Ombra, Tre è Celeste

  6. Sono le definizione,Prof,che mi uccidono..il senso lo comprendo,lo sento ma se appena m’azzardo a dargli un nome..sbaglio..Probabilmente quel che conta è il sentire..anche se non azzeccare le definizioni mi taglia fuori dalla possibilità di conversazione..ma va bene così..sto imparando ad accettare i miei limiti..anzi a conviverci che è ancora più difficile..

  7. Cara Amalia, vai BENISSIMO così

  8. Prof,senta un po’ che c’è scritto in questa formula dei Testi delle Piramidi:” La potenza si esercita grazie alla conoscenza intuitiva..”
    Erano dei grandi questi antichi egiziani!!!

  9. Cara Amalia, erano talmente grandi che non abbiamo capito praticamente nulla di loro, basti pensare ai loro dei che avevano ciascuno un’anima animale ed una vegetale. Neppure degli etruschi non abbiamo compreso nulla e poco sappiamo delle civiltà cretese e minoica. Per capire, basta che vai a guardare le vesti della “donna dai serpenti”.

  10. Prof..sono di una eleganza le cretesi che mozza il fiato..ci sono degli affreschi con dei profili, di una classe di una raffinatezza,con quelle acconciature con i riccioli a cascata..Oh uomini del patriarcato,cosa vi siete persi!!!!

  11. Hai visto l’imbecillità mista ad arroganza cosa fa fare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...