L’autonomia dell’anima

Jung ha sempre insistito sull’autonomia dell’anima. L’anima non è “causata” dalla natura, dalla componente ereditaria, né dall’ambiente o dall’educazione. L’anima è indipendente, autonoma, non può, o solo in parte venire intesa attraverso le categorie di causa ed effetto

Adolf Guggenbuhl-Craig

104 Risposte

  1. (dovrei dire che sono senza parole ma preferisco sorvolare e fare finta di niente che è meglio, se no rischio la “matta”-nza della mia anima)

    Perfettamente d’accordo sull’autonomia dell’anima ma cosa scatena questa autonomia dell’anima?

    ciao prof GRAZIE

  2. poichè mi sono occupata di ipnosi regressiva, vorrei tanto sapere “chi parlava” se l’anima o degli strati di anima..forse è vero che l’anima è in condominio con altre realtà..questa non è una “casa anima” è un “mondo anima” e viaggiare qui è un pò solitario talvolta…ma è giusto forse sia così?
    E il “luogo del dolore” ( ? )di cui ho scritto in un altro comm., è simile a quello che io intendo per anima…ma è forse quando d’improvviso quel mondo diventa piccolissimo come se improvvisamente l’ascensore si fosse bloccato tra un piano e l’altro…stavolta Gabriele,
    Prof. La Porta
    se non mi risponde..schiaccio il campanello dell’allarme ….ed arriverà il daimon..che soffierà sulle pareti come il lupo e la casa dei tre porcellini e mi accorgerò che è tutta una finta ..Ruach…

  3. Sogno, mio sogno…
    Realtà o bugia, dai
    tempi decantata…
    mistero dei poeti
    dell’anima! Quel
    che è tua natura mal
    si lega alle supposte
    verità dei due occhi.
    Tua, la natura sublime,
    elevata in alture… ove
    nessuna altura filosofica
    potrà giungere! Confusa
    d’ignoranza, con desideri stantii,
    della stessa qualità della carne
    di cui si nutrono!!

  4. PRIGIONE
    Dalla prigione, Mai,
    troverà pace lo spirito.
    Dove, infernali carcerieri
    tentano il tutto nel
    risucchiar l’anima.
    Come ragno risucchia
    la vita dell’insetto,
    nella tela trappola!
    Così, pare la vita
    allo spirito indomabile!
    Mai sposa fedele sarà,
    l’anima del corpo.

  5. Ed è grazie alla sua autonomia che possiamo sperare di oltrepassare certi limiti creati dalla nostra biografia,ed in questo,è il suo essere libera,secondo me,nella sua classica immagine della farfalla che non si lascia imprigionare.

  6. comm rifatto e più saggio :
    vorrei tanto sapere “chi parla” durante l’ipnosi cosidetta regressiva se l’anima o degli strati di anima..forse è vero che l’anima è in condominio con altre realtà..questa non è una “casa anima” è un “mondo anima” e viaggiare qui è un pò solitario talvolta…ma è giusto forse sia così?
    E il “luogo del dolore” ( ? )di cui ho scritto in un altro comm., è simile a quello che io intendo per anima…ma è forse quando d’improvviso quel mondo diventa piccolissimo come se improvvisamente l’ascensore si fosse bloccato tra un piano e l’altro…stavolta Gabriele,
    Prof. La Porta
    se non mi risponde..schiaccio il campanello dell’allarme ….ed arriverà il daimon..che soffierà sulle pareti come il lupo e la casa dei tre porcellini e mi accorgerò che è tutta una finta ..Ruach…

  7. Oh!, al silenzio vi invito
    Coinquilini che dentro
    M’abitate. È io, che credevo:
    Proprietario di Nascita!
    poco alla volta vi scopri,
    essendo da sempre,
    da voi conosciuto!
    Vi scopri, Urlaste,
    d’essere, di queste membra
    a mio pari, cercando
    convivenza, o, Guerra!!

  8. L’anima siamo noi nel nostro profondo, l’anima siamo noi nei nostri più veri sentimenti e nelle nostre più forti e travolgenti emozioni. L’anima è quella parte inconsistente e trasparente che, quasi miracolosamnete, ci mette in contatto con con il prossimo e con il mondo; l’anima è quella cosa per noi a volte quasi sconosciuta che però sola permette il dialogare con le anime delle persone affine…con coloro che sono sulla nostra stessa lunghezza d’onda! L’anima, forse, è la parte più irrazionale che abbiamo…e quella che però ha anche il maggior poteziale vitale…però dobbiamo sapere di avere un’anima e dobbiamo lavorare su noi stessi per farla uscire dall’ombra in cui spesso la lasciamo nascosta.
    Baciii

  9. Carissimo Professore, tengo a precisare che la definizione di corpo è inteso in altro modo! non entrando in contrasto con la teoria “Verità”…di G.Bruno!!!

  10. non ho nè la cultura di Marina,
    nè la sicurezza di Valeria
    nè il cuore di Amalia
    nè la giovinezza di Emanuele
    nè il talento di Nicola
    nè l’intensità di Pietro
    nè l’entusiasmo di Giuseppe
    nè il misticismo di Micaela
    nè la bravura di Andrea
    nè la spietatezza di Rocco
    nè la coerenza di Maria

    ed ora che ho sfogliato (quasi)
    tutto il fiore mi rimane il centro
    che pazienza.. sono io
    senza petali…ma se quei petali
    li ho definiti forse
    c’ero anch’io
    e l’ho scordato…

  11. Map..il Prof c’è!! Ma ti prego,ora rispondi a me..cosa intendi per la voce che parla durante l’ipnosi regressiva? cosa intendi con la parola voce?

  12. Map che meraviglia questo fiore di parole che ci hai donato..e via,Professore può essere più che soddisfatto di un simile blog!!!

  13. Map Pina,
    …la cultura di Marina?!

  14. Map Pina
    la cosa giusta da dire era: “non ho la follia di Marina”, credimi.

  15. ho dimenticato la capacità autoanalitica di Beatrice..ma toh’ , è rimasto apposta.. (?)

  16. Map
    sei semplicemnte adorabile…
    …grazie per questo dono che ci hai fatto……ma tu fai parte integrante del fiore….sei un petalo di dolcezza e simpatia.

    Gabriele Carissimo,
    è un pò che non ti sentiamo….mesà che faccio una capatina a casa tua…..
    ……e ti faccio una sorpresa!!! hahaha
    Un grande grande abbraccio!

  17. Eccomi Amalia…. sono pensieri sottoforma di parole che emergono dalla profondità di Psiche

  18. Cara Mappina,
    è assolutamente indispensabile smettere di comparare. Questo è uno dei primi insegnamenti di tutti i percorsi Ermetici.
    Ognuno di noi è unico. Ed è bene valutare la nostra unicità e scoprirla. Se esistiamo è perchè evidentemente siamo necessari secondo il progetto Divino, che avrà reputato indispensabile il nostro respirare su questo strano ed incredibile pianeta.
    Un forte abbraccio,
    Andrea

  19. entusiasmo…grazie! ma tutto non è come recepiamo! posso dire che l’entusiasmo è quello che leggo dopo aver scritto! l?anima è ombra e non, tutto è niente! il dialogo che ognuno ha con i propri “coinquilini” una volta che loro si fanno presenti sono strettamente personali! personali non intendo “segretezza”!!! come giusto ha risposto il Professore, noi tentiamo di riportarli alla luce, con la piccola possibilità del linguaggio! Entusiasmo,…??? ;D

  20. cara Map Pina, io non ti conosco, da quel che ho letto mi permetto di definirti petalo di farfalla! continuo, dicendoti che ognuno di noi nella propria vita ha attraversato anni, ripeto anni, dove non si è sentito, non solo un petalo, ma, neanche lo stelo di spine d’una rosa! è vero scriviamo!?, per quanto mi riguarda, pure Male! questo non vuol dire aver raggiunto una qualche alta metà! potessi conoscere quello che è stata la mia vita, capiresti che altro che entusiasmo! ti rispondo cosi, non perché mi disturba la definizione “Entusiasmo”! certo come tutti cerco la via, alle volte ci sono barlumi di luce! ma credimi nessun Nirvana! la ricerca continua, d’ognuno, il continuare a perseguirla, dovrebbe spiegare che nessuno è, nel “Sole” totalmente! lo scrivere è altro, illustri hanno spiegato, ho, tentato già meglio di quanto potrei fare io del perché dello scrivere, della poesia etc.ecc! ciao, “permettimelo” petalo d’ali!

  21. il centro, definisce i suoi petali!!! 😉

  22. Anima è la parte che ci ricorda essere altro! che viene disturbata dalle insane strutture sin dalla nascita, se non prima! anima è quella parte che dice all’io di questo nostro mondo, io non ti seguo più. che si ribella, spesso danza attraverso quella, che noi chiamiamo Follia! anima è, il “corpo dello spirito, o energia”!! altro ancora è per me “Anima”!!!

  23. Chiedo scusa, per il mio modo di scrivere! spesso “M’annoia”, quindi vado come un treno senza badare alla forma alla punteggiatura etc.ecc! Questo dovuto al fatto che ho imparato, riscoperto, la bellezza de dialogo Orale! comprendo comunque…che se voglio continuare a scrivere su questo “blog” devo pazientare, ho, limitarmi solamente a riportare i miei vecchi scritti…sotto forma di “Poesia”!! I veri Poeti, mi perdoneranno!!! 😀

  24. non sono forse le maschere che nell’arco del crescere, aggiungiamo creando falsi di noi stessi! quel noi, che è l’io della ragione che si crede regia del tutto! non è a questo forse, che L’anima si ribella? creando in noi dolore, forse, perché la prima a soffrirne è L’Anima, che altro non fa che comunicarlo…a quel falso Dio!?! mio modesto pensiero, “d’Ascolto”!!! ripeto L’anima soffre di troppe cose, più si è aperta la coscienza di questa, più sono le vicende del teatro falsato della vita, che porteranno sofferenza!?!

  25. Credo che, più la coscienza sia aperta verso la profondità, più sia difficile per l’uomo ritrovarsi, in quelli che sono i ruoli sociali della sua Epoca!! o comunque, riuscire a dare a quest’ultima l’importanza, intesa, come “Senso” gratificante! allora ecco che inizia il vero danzare dei conflitti tra realtà costruite, è il bisogno da parte dell’anima e dello spirito, che sentono altro! Jung, diceva, l’uomo non riuscirà per sempre a vivere nel nulla,….non può vivere senza senso per molto tempo! credo che il senso di “Jung” non fosse solo inteso come ricerca, del “Ruolo sociale”!?! mi sbaglierò, sul l’aver capito Jung?, ma è quello che io credo!!!

  26. (omaggio pasticciato al ragù ad Aldo Fabrizi
    n’omo saggio…che dico sapiente…)

    [pè Andrea…ma che te dice la capoccia?
    l’unico ermetismo è quello mio,
    nun c’è proprio nulla da capì
    cc’hai presente l’alici marinate?
    Ecco,
    quello là lè un mistero..
    me piaciono ma nulle sò fà..
    Magari le faj mejo tu..
    Che comparo? Me le magno…
    E te facio pure i complimenti
    Quello lè ermetismo..cor companatico
    E l’amicizia vera se divide a piatti
    ma il pranzo se fà inzieme (!!)
    ognuno cor piatto suo….s’intende

    A Giusè e nun sei un entusiasta?!

    Nun te invito perchè me sa che me te
    magni tutto….c’hai già la forchetta pronta!]

  27. e grazie pà farfalla
    me zà che sò più n’elefante
    però assai elegante
    poco ingombrante
    e decisamente evidente
    c’è chi pote e chi non puote
    io possi…

  28. baci baci baci

  29. Map cara, scusa l’orario (mi tocca aspettare mia figlia di ritorno da una cresima!) e sento che se mi metto a fare battute questa notte cado addormentata perchè mi decentro… Ti risparmio, così, quella che tu chiami sicurezza…Scusami ancora ma ho bisogno di fare una cosa…ROOOOOONF! Ecco, mi riconnetto.
    Ogni petalo della tua corolla (a guardarti bene, quella è una criniera! Te lo dico io, ne sono “sicura”…) è una parte di te. “Siamo i tuoi archetipi psiiiiiiichici “(da leggere con tono in crescendo, come quando Aldo esclama: – Sono il conte draaaacula, miiiiinchia!). Partendo dal NON-essere, sono in potenza, si esprimono nell’Essere: in divenire! (In crescendo!)
    MIIIIIIII… che bisogno di andare a dormire che ho!
    Map, ma davvero sono il tuo Specchio?
    Baci

  30. BRIVIDI….
    Mappina

    (e profonda)

  31. Mappina, se è una margherita, come penso, quel fiore che hai sfogliato allora il centro è formato da tanti piccoli fiori. Hai dato a noi i petali grossi esterni, ma tu riesci abbracciare tutti. La tua anima è in contatto con tutte le nostre.

  32. Autonomia dell’anima, comporta all’ IO, inanzi tutto di riconoscerla, altrimenti sarà lei a farsi “RICONOSCERE”!!!! poi, mi piacerebbe ascoltare a riguardo, il Professore!

  33. cavolo, se sono entusiasta???…non so di cosa….? comunque ripeto tu sei quel centro senza il quale non vi sarebbero petali!!! Map pina, quanto vorrei esserlo, ma credimi non ho motivi, se non li cercassi fuori dalla vita d’ogni giorno! la vita non regala caramelle a nessuno, o, quasi! Buona appetito 😀

  34. Se per entusiasmo, s’intende che credo vivamente in tutto quel ch’ espongo, nella forza della conoscenza, che è “altro”, della semplice cultura, nel fatto che credo sia l’unica via, la “conoscenza” da seguire, se per entusiasmo s’intende tutto ciò? Allora lo sono!

  35. Consapevolezza=ANIMA=Consapevolezza…

  36. La risposta del Prof è ” sono pensieri sotto forma di parole che emergono dalla profondità della Psiche” ma è necessario essere in condizione di ipnosi ?La domanda è rivolta a chunque mi possa dare una risposta..dal momento che io vivo costantemente dialogando,mi piacerebbe capire..perchè come scrive Giuseppe..è importante riconoscere ciò che si vive..ma per farlo è necessario parlare con chi è più esperto di me..

  37. Anima, è dura a dirsi è anche quella parte per cui si decide di andare dallo Psicanalista! cosa intendo, Anima non è solo dolore o sofferenza, ma noi la riconosciamo spesso quando giunge una qualche forma di sofferenza. Quando quell’identità che fino ad allora ci aveva sorretto si sgretola, riflettendo spesso qualcosa che pur guardandoci realmente allo specchio, non ci si riconosce. Allora è come se ci si ritrovasse senza senso! Questo è un esempio, di come anima possa parlare. Anima ci parla sempre, quando giunge quel benessere quell’armonia, pur non cercata, vuol dire che abbiamo messo anima in condizione di comunione con qualcosa che non richiede spiegazioni, ne domande. Questo esempio però è personale, quello che succede per comprenderlo bisogna sperimentarlo! In attesa d’una risposta del Professore, questa è quel che io sento, che ho sperimentato….

  38. L’inconscio è inconscio! io credo che si possa giungere in altri modi! L’ipnosi, porta l’essere ad un contatto profondo con la propria anima o parte inconscia, normale che s’esprima attraverso quello che è il linguaggio delle parole! in culture diverse della nostra, si giunge ad anima in altri modi, tipo lo zen..etc.ecc! credo comunque che i casi, vadino da persona a persona! può anche succedere di persone “Resistenti” all’ipnosi. Anche l’ipnosi non è detto che funzioni sempre! Anima ci parla sempre, lo psicanalista spesso ci aiuta a riconoscerla, a saper dialogare con questa nostra importantissima Parte!

  39. Rispondendo sempre ad Amalia, dal mio dilettantismo, ricordo da una lettura di Jung, quando inizio a chiedere ad alcuni suoi pazienti, di dipingere. Questo dopo aver ascoltato i loro sogni. jung continua in questo scritto, dicendo che alcuni suoi pazienti, guarivano dalle loro nevrosi, quasi da soli! questo ora non vuole essere minimamente un consiglio, per il fai da te!?, ma solo un’ altro esempio di come anima possa parlare…?!?

  40. ricordando la biga alata, descritta nel “simposio”, esempio d’anima, di ricerca d’equilibrio, Perfetta!!! il problema è raggiungerlo? ;-( 😀

  41. Sé, cerco: non trovo.
    Sé, più non cerco-
    Allor non vivo!
    Qualcuno, dentro mi
    bussa, mi percuote!?
    La mia casa, è coabitata-
    Altro allor non sono, che-
    una memoria da ritrovare!!!

  42. mi permetto di riproporla, in quanto credo sia strettamente legata al discorso Anima!!

    Or siam giunti, Pieni,
    stracolmi d’ogni credo
    D’ogni scienza.
    Sazi come golosi.
    Alla nausea senza gusto
    ci siamo ingozzati
    Sino al vomito.
    Peggio, la nostra bar- baria,
    Senza speranza!
    Peggio dell’uomo primitivo.
    Invidieremo la vita dei fiori
    Imploreremo la stoltezza
    per essere più limpide acque.
    Come denudarsi dalle infinite
    Pelli artificiali?
    Il senso, è, il vero demonio
    Dell’umanità.
    Questa la condanna dei cieli
    o della vita. Tornerà a noi
    L’età dell’oro?…
    Quale geniale punizione,
    Degna per genio, solo a un Dio.
    pur non esistesse! Questo è,
    il periodo del vero buio
    La luce dell’apparenza, fiacca,
    ha spento Il suo sogno.
    Noi apparteniamo al cosmo.
    Simbolicamente, guardiamo
    al buio dell’apparenza.
    Il cielo stellato, Bisogna guardare
    l’interno Dell’esterno.
    Ci siamo complicati l’esistere
    millenni fa, Noi, specie prediletta!!

  43. Manto senza stelle
    nessuna Venere mai
    Potrà sanare. Questi corpi,
    oscure gabbie, che le anime
    trattengono In prigionia!
    Ogni corpo, una cella
    distante Millenni.
    Quale carezza…?
    Se leggendo direte,”soffriva di
    Solitudine”!, – capiate almeno-
    Di quale!? Forse, che non appartiene
    A tutti? Anche sé, il vostro “IO”-
    DIO della “ragione storpia”…sembra
    Più forte! Le porte della condizione
    Prima o poi, S’apriranno!!!

  44. Caro Giuseppe,forse la mia domanda era sciocca,lo comprendo..ma in un post non è possibile racchiudere tutto il procedimento mentale che conduce una persona a fare una domanda.A volte essa nasce da una insicurezza,difficile da scrivere,a volte da un dubbio,a volte sono troppo impulsiva..Il problema,non è raggiungerlo,e dove? Non credo sia un luogo,quanto un processo della psiche,ma capirlo,questo sì.Grazie,per avermi risposto.Ho sbagliato io a porre un quesito troppo personale:io so cosa intendevo dire,ma ripeto è impossibile in un post ricostruire la propria esistenza. Ciao

  45. la voce dell’attore…anche quella “psychè?”

    dedicato sopratutto a Valeria “il mio specchio”
    ad Amalia ormai ho capito come ricordarmi di non sbagliare il tuo nome (cosa veramente odiosa, scusami) Amalia = amata, per quanto riguarda “la voce” e l’ipnosi..specificherò meglio in seguito,
    e grazie e baci a Emanuele, Giuseppe , Andrea..SIAMO TUTTI FIORI…
    (ed io non sono “fuori” )

  46. Map,aspetto con ansia il tuo post sulla voce e sulla ipnosi..e per quanto riguarda il mio nome..non ho affatto trovato odioso lo sbaglio..l’ho sempre attribuito al tuo impeto di rispondere..La considerazione che mi hai donato,va ben al di là di uno scambio di vocale,ti pare? In fondo qui credo di essere una delle ultime arrivate..e tu sei tra quelli che mi hanno accolto con maggiore affetto..Chiamami come ti viene,Map..ma rispondimi a quella faccenda della ipnosi e della voce..

  47. Cara Smap, non riesco a postare il file mp3 della rana pazza che mira a raggiungere l’illuminazione attraverso il mantra di un neonato… VOLONTA’ di capire, di intuire, di entrare in contatto con quel mondo…? Più o meno, quella saggia creatura recita così: PRRRRRR, GU,CA, BLLLLLL, BOOOOM, DRIIIIN, BDIN BOOOOOM, DIRININ, BROOOOM, BBBOM, ecc.
    Ti assicuro, come allieva Testimone, mi son dovuta sdraiare per terra e lasciarmi andare ad una risata scomposta e liberatoria. Sarò mai pronta per ascendere? Mi chiedo e ti chiedo. Sappi che ripongo in te il mio autocontrollo: focalizza il tuo sistema para-simpatico e soltanto dopo scatenati… (che il Dio sia con te e che ce la mandi buona, ma soprattutto che non ci mandi… a ….) Comincia, ricordati che sono con te!
    Baci

  48. Ciao Amalia, sono d’accordo con te. Non si possono esporre quesiti profondi in un “post”, come altrettanto non si può rispondere pienamente. Credo che comunque serva in qualche modo anche questo scambio! nel tuo ultimo messaggio, parli d’insicurezza,…allora io ti chiedo, mi chiedo cos’è una insicurezza? che rapporto ha con Anima? magari, ti chiederai cosa intendo…? bene: per quanto riguarda Anima io credo che una parte cerchi il vivere terreno, in quella che è la vita che conosciamo, dove nascono le nostre insicurezze. Un’altra parte sa di appartenere ad altro!, sentendosi quasi ingabbiata, all’interno di questo nostro essere totalmente terreni! Ecco che, diviene difficile, continuare…perchè il discorso è lunghetto!? Comunque, pur riuscendo a comprendere da dove sorga la nostra insicurezza,…la quale sicuramente ci crea dei limiti, facendoci soffrire, nello stesso tempo secondo me ci offre una possibilità, dettata proprio da questa nostra debolezza, “fallibilità” Umana. Ossia ci fa Vedere meglio la parte irrazionale… facendoci comprendere ripeto cosa sia un insicurezza!! non vista solo dalla “causa”, ma anche dal punto di vista della vita “socio strutturale”! La continua richiesta ossessiva di Competizione, che ci dice: TU VALI SE, RAGGIUNGI…etc.ecc! Io, non sono certo contro la sana competizione, in quanto sin dalla l’era primitiva l’uomo, volendo fare un esempio, è in competizione con le prede da cacciare, etc.ecc! L’invenzione stupida è quella competizione che porta l’essere ad uno stato di auto accusa, di frustrazione! certo mi rendo conto che non è per tutti cosi, la sofferenza è dura, quindi spesso ci si sofferma…su di essa, volendola scacciare! Se si facesse l’una e l’altra, invece di scacciarla, ritorneremmo al benessere conoscendo meglio noi stessi!?? ooooh, chi ti parla, non è che “NON ABBIA INSICUREZZE”, che non soffra!? credo in tutto questo, aggiungendo comunque il bisogno di una buona guida…!

  49. quando parliamo di luogo, va da se che è simbolico! comunque aldilà di tutto….capisco le difficoltà, guardando le mie, che gioco è vengo giocato dal tutto! come ognuno di noi!!! Ciao AMalia….!!!

  50. Continuo a chiedermi come paragonare
    questa prigione dove vivo al resto del mondo,
    e siccome il mondo è pieno di gente
    e qui non c’è anima viva, fuori che me,
    non posso farlo. Pure, continuo a battere su quel chiodo.
    La mia immaginazione farà da femmina al mio spirito,
    il mio spirito è il maschio, e fra tutti e due concepiranno
    una generazione di pensieri prolifici,
    e saranno essi a popolare questo microcosmo
    di personaggi irrequieti quanto la gente di questo mondo:
    poiché nessun pensiero è mai contento. I migliori,
    come i pensieri del divino, sono frammisti
    ai dubbi: tali da mettere il Verbo stesso
    in conflitto col Verbo. Come “Lasciate che i pargoli”;
    oppure ancora
    “È più facile per un cammello
    passare per la cruna d’un ago”.
    I pensieri che spronano all’ambizione, progettano
    imprese irrealizzabili: come queste vane, fragili unghie
    possano aprirsi una breccia tra le strutture granitiche
    di questo duro universo – le mura scabre della mia prigione.
    E poiché non possono, si annullano nella loro superbia.
    I pensieri che aspirano alla rassegnazione si consolano
    di non essere i primi, fra gli schiavi della Fortuna,
    e neppure gli ultimi: come stolti mendichi
    che, inchiodati alla gogna, si sentono meno umiliati
    perché è toccato a tanti, e toccherà a tanti altri.
    E in questo pensiero trovano una sorta di sollievo,
    caricando le proprie sventure sul dosso di quelli
    che prima di loro ebbero simile sorte.
    Così io recito in un sol personaggio la parte di molti:
    e nessuno contento. Qualche volta faccio il re:
    allora il tradimento mi fa sospirare di essere un poveraccio –
    ed io tale divento. Poi però l’opprimente miseria
    mi convince che me la passavo meglio da re.
    Ed eccomi rimesso sul trono: solo che di lì a poco
    mi vedo bello e detronizzato da Bolingbroke,
    e subito non sono più nulla. Ma chiunque io sia,
    né io né alcun uomo che possa dirsi uomo
    sarà contento di nulla finché non avrà il sollievo
    di sentirsi un nulla. (Suono di musica) Sento della musica.
    Ha-ha! Andate a tempo! Come è aspra la dolce musica
    quando non tiene il ritmo e non rispetta il tempo.
    Così è per la musica delle umane vite:
    e qui io ho un orecchio talmente affinato
    da avvertire la stonatura in una corda non bene accordata.
    Ma per accordare il mio regno ai bisogni del tempo,
    non ebbi orecchio da avvertire le mie stonature.
    Ho fatto pessimo uso del tempo, e il tempo fa pessimo uso di me,
    ché ora il tempo ha fatto di me il suo orologio.
    I miei pensieri sono minuti, che i miei sospiri
    vanno ritmando sul quadrante dei miei occhi;
    mentre il mio dito, come la punta della lancetta,
    continua a segnare il tempo, nettandoli delle lacrime.
    Ora, signore, il suono che indica lo scadere dell’ora
    è il clamore dei gemiti che mi squassano il cuore –
    che è la campana. Così sospiri, e lacrime, e gemiti,
    scandiscono i minuti, i quarti e le ore; mentre il tempo mio
    va galoppando a portare la gioia del superbo Bolingbroke,
    e io me ne sto qui a fare il pupazzo, a guardia del suo orologio.
    Questa musica mi fa uscir di senno. Fatela smettere!
    Può darsi abbia ricondotto dei folli a rinsavire,
    ma io dico che può portare chi è savio alla follia.
    Pure, benedetta l’anima buona che me la infligge,
    poiché essa è segno d’affetto, e l’affetto per Riccardo
    è un ben raro gioiello, in un mondo così saturo d’odio.

  51. Mai pensato Map Pina che tu non fossi un fiore! anzi, tu sei fiore d’ogni stagione!! 😉

  52. Qualcuno,sa che fine ha fatto Il Professore La Porta??? oggi se non ricordo male inizia il primo incontro del continuo viaggio….!?! Prof…si faccia al più presto sentire, richiesta dettata dal cuore,?!!

  53. Grazie, Map pina,….di questa perla regalataci! 😉

  54. Sì, oggi sarò presente in via Taro, a Roma…. vedi post di ieri…. Un abbraccio. Gabriele

  55. “Seduto in silenzio, senza fare niente, la primavera arriva e l’erba cresce da sola”…

    …Fratello, pensa a quanto sia difficile affidarSi, fidarSi…

    Espressioni come questa, “fidarsi di se stessi”, appaiono così vuote a volte, quando è proprio da se stessi che si sta fuggendo.
    “Fuga dagli dei”: inutile! Vengono a riprenderti. Ti vogliono su quella sedia, inchiodato e poi… Poi ti siedi con loro…
    “Fortissimamente volli…” Essere, non combattere all’infinito un fantoccio. Loro si guardano bene dal farsi circoscrivere…: lo sai benissimo che loro non stanno lì dentro!
    L’illusione comincia il suo show nel momento in cui dai a quel fantoccio più importanza di quella che ha…
    Non possiamo portarci appresso per sempre il nostro orsacchiotto, la nostra bambola, la nostra coperta di Linus… E non servirà, lo sai, bruciarla quella coperta: saremmo legati ad essa per sempre!
    Ma come possiamo “interiorizzarla”?…. Ahahahahah!… !
    Una coperta nuova non serve, poiché il sudiciume non ci ha mai fatto schifo se proposto da chi amavamo… , senza mai giudicare quella mano!

    Non si può per sempre “provocare” una risposta come se fosse veleno o maledizione che mancava perché un fedele dimostri di essere prima di tutto un Essere Umano e quell’altro un Animale velenoso.
    Le domande di adagiano sul Cuore, fratello, e si attende che tutto si compia prima che ritornino…Ben sapendo che il dolore e la gioia viaggiano insieme. Sempre. Hanno la stessa intensità e lo stesso peso sulla bilancia del dio dell’aldilà!

    A “Giuda”

  56. Circa 20 anni fa, credevo che io non sentissi più nulla, che fossi senza emozioni, senza senso, Apatia Totale! Allora in tutto quel soffrire,…dissi a me stesso! Se questa è la verità, perchè soffro? perché se sono nella verità, dove il tutto mi vuol far credere nel nulla Assoluto, soffro?! In poche parole il rendermi conto della sofferenza, fu l’inizio d’un cammino, iniziai a comprendere che quella mia situazione non era la verità! Era si una verità, ma non quella che la stessa, voleva e mi aveva quasi convinto essere! Io soffrivo quindi provavo emozioni! in un certo senso l’anima mi aveva sempre parlato, anche prima d’allora! ma fu d’allora che iniziai a darle ascolto con più attenzione! pur fanciullo l’anima mi parlava, discuteva con l’altro me, mi mostrava cose che mi parlavano di false verità! ripeto, ma il vero ascolto glielo diedi dopo quel periodo!!!

  57. cara Valeria, ti voglio bene, non possiamo essere come gli altri vorrebbero….ti abbraccio, in quella vecchia coperta piena di stelle, perchè non è sporca..è sapiente è cielo è bosco è quell’esperienza che non è “vecchio nonno” è quell’esperienza che è -sperimentazione- di noi stessi…proprio come quella bimba e le sue mille caramelle che piovono dal cielo e la sua danza a braccia aperte e sguardo verso Sè….si, lo so è dura…ma specchio mio…brucia! brucia!!

  58. ciò che voglio dire l’ho detto in fretta spero che abbia un senso per te…magari sembra strano..ma noi donne abbiamo avuto tanto a che fare con i silenzi..che poi diveniamo silenzio e non deve succedere…

  59. caro Giuseppe, hai saggiato i tuoi limiti e li hai superati essendo loro appunto, limiti. no?”Soffrire” serve a questo, altrimenti non sappiamo chi siamo.

  60. se l’anima, è liberà…parla…come è comunque! spesso pur non sopportando la vita che gli viene proposta, quindi comportandosi come un bambino si nasconde ancora più nelle profondità, manifestandosi in tante forme. Mai, per intera si mostrerà in questi casi! Una delle possibile forme, ribellandosi alle briglie…quella che noi definiamo “Normalità”, la definirà Folle!!!

  61. Cara Map, non potremmo mai essere soltanto come gli altri ci vorrebbero. Siamo anche quello: tra gli Altri c’è chi ci conosce meglio di noi stesse e sa “cavare” da noi il meglio…
    Tuttavia ho scoperto di avere anche un dente avvelenato niente male! Mi si è cariato a furia di mangiare caramelle, ma era davvero niente male!
    Smaaack, Smap!

  62. Purtroppo si!, li ho saggiati più duramente di quanto voglia “annoiare”!!? è continuo a saggiarli, in una continua lotta come noi tutti! pur se oggi con una consapevolezza diversa! Consapevolezza che non è L’eterna estasi! ritengo comunque, già una buona cosa!!! i limiti….sono un percorso senza fine, continuo solo il mio cammino tra inferni e paradisi!!! comunque…in un certo senso più che limiti, ho visto il mio inferno e demonio che voleva ingannarmi! l’anima che da sempre mi parlava, a cui sin da bambino la evitavo, si è presentata screpolando le deboli maschere, che già indossavo! ripeto molto bello il capitolo letto di Jung, e riproposto dal professore, in Video, dove dice L’uomo non può vivere nel nulla, per troppo tempo, né, nel non Senso. A mio avviso quando Jung parla di Senso, intende la parte “Alta” di questo!!! sbaglierò ripeto?, ma è cosi che l’ho percepito. Comunque, anche in questo caso mi ripeto, è come io sento!!!

  63. Purtroppo si!, li ho saggiati più duramente di quanto voglia “annoiare”!!? è continuo a saggiarli, in una continua lotta come noi tutti! pur se oggi con una consapevolezza diversa! Consapevolezza che non è L’eterna estasi! Ritengo comunque, già una buona cosa!!! i limiti….sono un percorso senza fine, continuo solo il mio cammino…!!! comunque…in un certo senso più che limiti quelli, credo che fossero il non ascolto prima! L’anima che da sempre mi parlava. L’ evitavo come tutti, grazie a quelle ali che in un certo qual modo, in quel periodo fa volare e sorvolare, la Caduta! si è presentata, screpolando le deboli maschere, che già indossavo! ripeto molto bello il capitolo letto di Jung, e riproposto dal professore, in Video. Dove, Jung dice, L’uomo non può vivere nel nulla per troppo tempo, né, nel non Senso. A mio avviso, quando Jung parla di Senso, intende la parte “Alta” di questo!!! sbaglierò ripeto?, ma è cosi che l’ho percepito. Comunque, mi ripeto, è come io, almeno, sento!!!

  64. Ok,se dovessi rispondere ..non dovrei fare altro che copiare qualche frase del post di Valeria e qualche di quello di Giuseppe..entrambi avete scritto frasi che mi rispecchiano,ma rispecchiano tutte le persone che hanno vissuto esperienze simili.Comunque,tranquilli..Jung insegna che inizialmente la personalità è raramente ciò che sarà in seguito,e sussiste la possibilità di un ampliamento e di un cambiamento.Il periodo di Apatia vissuto da Giuseppe,era probabilmente la preparazione del “campo”per un prossimo raccolto.Giustamente Giuseppe scrive della competizione,anzi della pressione del mondo esterno: è indubbio,non possiamo chiedere al mondo di farsi da parte perchè noi dobbiamo seguire i tempi,lentissimi,della nostra psiche..d’altronde l’ampliamento della personalità scaturisce da fonti interiori,quando ci afferra una idea,dal mondo esterno è perchè in noi qualcosa corrisponde ad essa e le va incontro.
    Smapppp..ritiro la mia domanda..sulla ipnosi,conosco sia la meccanica che la voce..e mi è bastato..Vorrei dormire questa notte…

  65. cara Amalia, dormi sonni tranquilli.
    La maggior parte di chi fà ipnosi riceve in dono un Ego grande che alla fine lo annienta, è il furore di credere di essere depositari di una sola verità, quella più ovvia.
    Invece “noi” (nel senso di individuo) siamo tanti ma tanti, e solo questo corpo fisico è un guscietto alla deriva in confronto al fiume che abbiamo sotto di noi…
    Non ti preoccupare, nessuno potrà mai farti del male.Mai.Segui il tuo istinto, segui il tuo fiume, è pieno di colori, lo stesso farò anch’io, dici che dialoghi? bene è giustissimo. Pensa io che canto in lingua sconosciuta talvolta e mi sento meglio perchè non dovrei? Sono io? Ognuno liberi da sè le proprie memorie siano esse da altre “vite” o siano esse canzoni che si accordano ad altri “mondi” ..è psychè ? E’ amare l’invisibile amore ? E chi la vuole la luce? bene uguale..perchè no? Perchè voler essere depositari di certezze quando l’incertezza è così avventurosa?
    BACI .

  66. poi la luce che cos’è rispetto alla nostra di luce?

  67. non possiamo chiedere al mondo di farsi da parte, ma tentare di capire, imparare che noi non siamo solo, io aggiungo “specialmente”, quelle strutture che impariamo! Zolla, dice in un suo testo….”ARCHETIPI”: quando riusciremo a comprendere le nostre maschere, quindi capire che la vita è altro, allora dovremmo imparare a liberarcene, o comunque usarle,…sapendo che esse sono solo maschere!!! Ti AUGURO UN BUON SONNO, DAL CUORE!!! 🙂

  68. Rispondendo a te…è stato un tentativo di rispondere a noi stessi! almeno per quanto mi riguarda?!

  69. Mi hai risposto, Giuseppe. Forte e chiaro!

    Per Amalia: Ciao Amelia! Ti voglio bene! Non avere paura…

    Per Map: Ciao Smap, ti voglio bene come ne voglio ad Amelia. .. Ci vediamo di là! Sicuramente all’alba!

  70. Caro Giuseppe, secondo me le figure mitiche che meglio traducono Anima sono le Ninfe. Seducenti, bellissime, sensuali, intriganti, avviluppanti, commoventi, languide, vaporose, acquifere, streganti e bugiarde.

  71. Amo anche io le figure delle Ninfe! la loro menzogna è la magia sublime!

  72. (…Valery al solito posto presso il lago a tentare questi poveri uomini di passaggio?Io dovrei passare prima dall’estetista..e Amalia dov’è, sta mangiandosi l’ultimo contadinello?..)

  73. ecco il nostro ninfo…
    chi ha gli occhi verdi è più predisposto ad essere ninfo/ninfa 🙂 ? domanda squisitamente autogiubilante..

  74. Io sono una tipa “pneumatica”…
    Rasoio, 5 minuti di autostima rapida sotto la doccia (penso che ci sia sempre un polipo da sconfiggere aldilà della tenda… della doccia!), con le lame ci so fare! Gla-brezza all’ultimo grido…
    Alla prossima! Se non ci sei rinuncio…

  75. beh’ io una bella colata di cera ustionante e straaap ..cerco di evitare capelli..e il resto..chiaro…comunque risultato ..come nuova!
    Ci vuole un paio di mesi prima che mi ricresca la pelle ma non è nulla…per afrodite questo ed altro..
    sono allergica al nichel purtroppo, il cortisone non è che sia il massimo sotto il sole..perciò prima di morire tagliata da una lama cortesemente controllate che sia inox 18/10 altrimenti muoio prima d’allergia….
    grazie.
    Questo è il polipo che dici tu?…

  76. Valeria non Escher dalla shower, rimani lì che ti veniamo a prendere!

  77. Una volta arrivati Vi conviene dire la parola d’ordine…
    Si fa tutto in grande stile e riti che possano eguagliare soltanto la mia prima ascesa al Water dopo aver rinunciato al pannolone…
    Oppure non venite affatto… Tanto so “accarezzare” le mie paure…
    Sbrigateviiiii!

    (Maaap, che dici? Sto cominciando a sclerare anche io?)

  78. dai su scleriamoci

    tanto per conoscerci
    e poi andiamoci
    alla neurolettici
    tanto per conviverci
    con la sanità dei “no”-verci
    siamo con i “sì”-verci
    per VIVERCI ..dipppiùùù

    (musica di Renato ZERO)
    finale:
    Valeriùùù….

  79. Son qui,e scusate ma il fine settimana sono latitante..cado in ostaggio della Natura..In effetti devo ringraziarvi tutti e tre..perchè mi avete dato sicurezza..Map..lo sai che anche il più piccolo dei miei figli canta in una sua lingua..?!
    Ho l’abitudine,da poco tempo,di fare questo:quando ricordo un sogno,al risveglio,lo scrivo,elaborando le immagini che mi sono apparse.E’ questa,secondo voi, quella che Jung chiama “immaginazione attiva”?

  80. Non è forse il canto, un Musica? Aldilà della lingua…che si parla o altro!

  81. Cara Maap e cara AmElia,
    vi dedico questa bellissima composizione… che ho scelto secondo parole, musica e movimento…

  82. La vedo così, Amalia: i sogni sono foglie al vento, carte divinatorie, mischiate e messe a terra dalla tua ombra. Puoi dare loro una struttura rigidamente razionale per curare il tuo bambino interiore, accettare che perdano il loro potere “divinatorio”…
    Oppure giocartele, “ballare” la tua stessa vita, insieme ad un Joker; ma ce ne sono pochi in giro! La maggiorparte non ha idea di Esserlo e cosa deve fare durante il “Gioco”.

  83. terrrribile non avere figli meglio che non lo guardo….già ieri mi è venuto un nervoooso ma esiste un convento per me?Almeno lì bambini non ce ne sono!!!!

  84. vabbè era un tentativo di farmi compatire.. la verità è che sono al lavoro e non lo posso “ascoltare” ora
    baci baci baci spero che mi facciate le coccole lo stesso…

  85. Valeeee,sarò anche una rim-bambi-ta ma a me ‘sto cucciolo d’uomo me fà morì..me lo sto sentendo a ripetizione..tipo mantra..e mi fa impazzire a 1:32 quando si concentra,respira e prrrrrrbbbbb(serissimo)..e complimenti,”vecchia Vale”hai fatto centro anche questa volta..il Joker è apparso nella mia vita immaginale da poco tempo..e ho ripreso i miei vecchi Tarocchi..Prrrrrbbbuuuu!

  86. vale conosci la sibilla cumana?
    ecco mi fai pensare a lei…
    se non sbaglio scriveva sule foglie che poi volavano via..c’è ancora l’antro della Sibilla

  87. molto “cataro”….

  88. la musica intendo..

  89. come mai a me il bimbo non me fa impazzire?
    dipende dalla stanchezza o io non ho senso materno?
    Però veramente i bambini sembra che esprimano dei concetti molto complessi, non sto scherzando, mi sembrava raccontasse un viaggio in macchina, in più mi sembra che imitasse un dialogo tra i genitori, e il fatto di fare ehm.. un bisognino , tutto è nuovo per un bambino e mette velocemente insieme parole concetti sensazioni fisiche..questo mi affascina, poi evidentemente sa che c’è qualcuno che è interessato alla performance e fa anche il bis.
    Mi sembra anche che con imbarazzo pensi.. ma ai miei genitori interessa stà roba? Allora facciamogliela sentire…credo che stare bloccato lì lo imbarazzi (?) come suoneria sarebbe ottima almeno sugli autobus mi fanno sedere subito (forse)…
    baci baci baci e avete notato l’orario mio e di Amalia? identico…17.27 tra l’altro non molto diverso da Valeria…17.17 sincro sisters…

  90. Map, giochiamo. Ma tu per concentrarti usi pensieri e parole chiave anglofone o italiane? Vedo che i suoni onomatopeici ti scatenano in una tempesta di autoironia, quasi masochista. Spesso non ti preoccupi se da questa parte si conosca il tedesco e si parli correntemente l’inglese dei video che posti…
    ma non si può dire che la tua “lallazione” sia influenzata da questo. Oppure sì? Dai, dai, vediamo se riesco a capirti oltre le parole scritte, che hanno pure una loro musicalità. Smaaack

  91. Pepperepè, cara Amalia. Blaaaam, buuuuum. iaiaiaiaia.
    Smaaack

  92. allora cara Valeria…siccome non riesco a dirlo chiaramente..diciamo così

    è un problema tutto mio

    il mio emisfero sinistro deputato al linguaggio quando c’è pericolo di commuoversi nell’emisfero destro deputato alle emozioni….entra in azione macinando chilometri…

    io non “so” se il bambino che hai postato “mi piace” questa è la questione,
    la psicologia aiuta solo nel caso di sincerità, ed io non ne ho molta voglia, come ho letto nel programma di quella scuola di cui fa parte il nostro prof. bisogna “rigenerarsi” e

    non stare a contare le proprie radici traumi e via discorrendo almeno io questo capisco, una volta che hai tirato la pianta fuori dalla terra per contare e studiare tutte le radici..quella pianta poi muore..

    la pianta anche mezza storpiata riesce comunque a crescere e forse farà anche fiori più belli ..chissà

    ultimamente ho postato il “ninfo” Jonsi lui è un cantante che però “canta una sua lingua” …neanche io so che vuol dire però mi piace..

  93. Map..magari ti aspetti che ti piaccia per forza.?.(non so la butto lì)? Mica c’entra l’istinto materno.se Vale avesse postato il vagito di un neonato alle tre del mattino,mi venivano i capelli dritti.ed i sudori freddi…sono d’accordo con te,se stai a contare i traumi c’è il rischio che la pianta muoia..ma poi,le piante storpiate sanno creare forme assai armoniose,a volte..quelle lunghe dritte..bah sono banali e scontate..non hanno storie di tempeste e burrasche sulla corteccia.

  94. grazie AMAlia!!!!!

  95. Maap,…

  96. cara Valeria,
    l’unica cosa da non fare con te è non essere sinceri
    io lo sono stata nel limite delle possibilità del mezzo
    e tu mi premi non una ma quattro volte
    ………………………………..
    peccato non poterti dire altro,

    ..facciamo tutti parte dello stesso cielo….

  97. « Il sacro cielo sente il desiderio di penetrare la terra, la terra desidera le nozze: la pioggia, figlia del cielo, feconda la terra ed essa genera agli uomini le greggi e il frutto di Demetra, e i germogli di primavera maturano da queste umide nozze: di tutto ciò io [Afrodite] sono la causa »

  98. E non sarebbe bello andarcene tutte quante a pigiare uva nel grande tino??

  99. Il primo istinto Materno è quello secondo me, della vita che rinnova se stessa! il resto, potrebbe avere mille altre spiegazioni, ciao Maap!!! c’è chi sceglie di non voler famiglia figli… etc.ecc, c’è chi nonostante queste scelte, si ritrova padre,..o madre,..senza averlo deciso, dopo un rapporto sessuale! la vita è, natura che si gestisce!

  100. Maap, mi scuso con te se ripetutamente ho premuto su quel tasto. Di solito non vado in giro a premere tasti per puro divertimento, è che l’avatar non riesco proprio a vederlo e nemmeno il nome. Non mi chiedo da dove provenga quel Ninfo o quella Ninfa. Come i bambini passo subito al gioco e mi chiedo soltanto se mi fa bene o se mi fa male la vicinanza con quel compagno/a. Non impongo la mia, perchè non amo dire quello che non sono, poichè sono molto severa con me stessa, cioè rido a crepapelle dei miei difetti, quelli veri, finalmente! Amo sorridere con gli altri: su questo non transigo! So fare 1+1 e, se affermano che fa 5, non mi arrabbio, solo non sopporto proprio che mi dicano che se lo dico io, in quanto IO, voglio a tutti i costi avere ragione o non ho fantasia, o non so reggere il gioco!
    Se non ho potuto scegliere dove nascere, i miei genitori, i miei fratelli, sono convinta che possa trovare la mia “radice” anche …in te, per esempio, perchè tutti proveniamo dalla stessa. Mi arrogo anche la pretesa di difendere te, per difendere la mia “radice”! Odio chi la recide, credendo di sentirsi libero! Tutto quì. Se ti ho fatto male, ti chiedo scusa. Non sono capace di amare la vita in modo diverso!
    Non rileggo! …Non è vero!… Invio!

  101. E se il primo istinto materno fosse verso la nostra bambina interiore? Non so chi e non so nemmeno dove,ma qualcuna mi disse che una donna deve diventare la madre di se stessa..

  102. nooo valente valeria mia!!forse mi hai equivocato, meno male che l’hai detto…
    io volevo dire
    -mi hai premiata ../ tu mi premi (?giusto no? …ho un calo di lasagna….questa dieta vegetariana…. 😉 .)
    …però grazie!!!!!!!!! T.V.B.

  103. Maap, “mi premi”… cioè ” tu premiare me” e non “tu premi me”, nel senso di “tu premere me ( un tasto dolente!)”… Mi sganascio dalle risate. Penso… al plurale di “olio”… e a quante incomprensioni potremmo risparmiarci, se soltanto riuscissimo per tempo a “risentirci” (sentirsi di nuovo!…ahahahaha!)
    Arrisentirci presto! ….Ahahahahah!

    P.S. Pensa, poi, quanto sia difficile essere “protagonisti del momento”: afferrarlo perchè non degeneri in inutili fraintendimenti, in un’onda che non riusciremmo a cavalcare, se non mettendo in gioco la vita. La propria. Non esagero.. Sto esagerando? Non tutti sono generosi!
    …Bene, detto questo, lanciatemi la ciambella di salvataggio: non spaventatevi, con calma, lanciatemi quella cavolo di ciambella!…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...