René Magritte

Questo dipinto L’ impero delle luci è la trasposizione pittorica del  Sè junghiano.
Secondo lo psicanalista il Sé è l’incontro, dentro di noi, della parte umana e di quella divina.
Simbolicamente, il cielo, rappresenta il divino (Anima), l’oscurità quella
umana (Ombra), mentre il punto di equilibrio è dato dalle finestre illuminate.

6 Risposte

  1. Dall’album di Immagini del pittore Magritte:
    L’Artista in bombetta entra spesso nei suoi quadri – sembrano autoscatti – Non è il vertice del triangolo “Amoroso” tra il pittore e l’osservatore: Lui entra nei suoi quadri e da questa parte rimane soltanto lo “spettatore” Anonimo. Mi colpiscono i dipinti in cui, davanti al volto del “protagonista”, passa indisturbata a disturbare, una mela, oppure una mano, una sfera: oggetti con superficie sferica o piatta. Come anche un fiore o una colomba; a deviare l’attenzione dai tratti del volto, che da identità all’immagine, e dal tutto. I corpi sono in trasparenza “contenitori” e “contenuti” per osmosi dal mondo circostante. Il corpo nudo delle donne, in trasparenza, è frutto della sua Immaginazione, figlio del suo pennello… E’ il suo ideale di donna, “esce” dal suo pennello ed è il prolungamento della sua Arte. Del Sè.

    Buona notte, professore. Buona notte Amici.

  2. Grazie prof. …
    trovo meraviglioso Magritte e superba la tua spiegazione.
    Con tanto affetto, Bea

    Cara Valeria,
    come capita spesso (e di questo ne sono stra-felice), hai anticipato il mio pensiero….
    sono peferttamente d’accordo con te.
    Non ho altro da aggiungere!
    Con affetto, Bea

  3. Grazie Prof..è da quando l’ha postato che ci gironzolo attorno,cercando di capire..Più che dalle forme,sono i colori che mi affascinano.Sono profondi,intensi,richiamano all’interno di un quadro che più che un quadro mi sembra un viaggio all’interno di noi.

  4. Amalia cara,
    scusa se mi intrometto, ma io penso che ogni quadro, o ancora più in generale ogni opera d’arte (sia essa letteraturatua, poesia, scultura o pittura eecc..) in qualche modo ci parli, ci esorti a guardare dentro di noi, insomma a fare un esame introspettivo, magari fino ad arrivare nel nostro inconscio. Questa è l’alchimia che porta la nostra anima a contatto con l’Universo e ad aprirsi alle anime che in qualche modo le sono sulla stessa lunghezza d’onda.
    Con affetto, Bea.

  5. Bea tu non ti intrometti,mai..eppoi il Prof ha tanto da fare che ogni tanto..sarebbe meglio che ci rispondessimo un po’da soli…(scherzo,naturalmente) ma tornando a Magritte mi incuriosisce..a te che impressione fanno quei colori??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...