Carl Gustav Jung – Quel che io sono

Non mi sono accadute che cose inaspettate. Molto avrebbe potuto essere diverso se io fossi stato diverso. Ma tutto è stato come doveva essere; perché tutto è avvenuto in quanto io sono come sono

(Buongiorno miei cari, fra questa sera e domani, arriveranno tutte le risposte)

Gabriele

Annunci

25 Risposte

  1. Come fanno ad essere inaspettate delle cose che sono avvenute perché tutto è avviene in quanto siamo quel che siamosono? Se tutto avviene a seconda di come siamo fatti noi, i fatti non sono inaspettati, non sono sorprese, ma molto prevedibili. O forse sono inaspettati in quanto noi non conosciamo noi stessi dunque quando avviene un fatto ci pare inaspettato ma poi, negli anni, conoscendo meglio noi stessi, comprendiamo che quel fatto corrispondeva ad una logica corrispondente a noi stessi. E da inaspettato quale fu diviene coerente a noi stessi.

  2. Jung, Jung, Jung, Jung… il suono del cognome di questo grande essere umano è come un mantra che riecheggia nella mia mente mettendomi in contatto con concetti come sincronicità, segni, anima… che risvegliano la parte più profonda di me facendo vibrare la mia esistenza ad un livello più elevato.

  3. Ovvero: “…ma io sono fatto così!”
    Abrabaci

  4. Le possibilità di essere sempre coinvolti come il nostro sentire ci rapporta con gli altri e con gli avvenimenti non ci rende partecipi veramente per quello che siamo ma per ciò che di noi viene manipolato.
    Auguri per il suo atteso rinnovamento.

  5. Grazie Fiorella, sei molto cara! Un abbraccio!

  6. ciao Gabriele, non so se ti è capitato di vedere interviste di Jung, pubblico questo video per tutti quelli che amano jung.

  7. Adoro Jung… soprattutto per la sua umiltà che permeava anche il suo stile di vita, penso ai suoi ultimi anni …
    una dote vilipesa e bistrattata di questi tempi…

    Saluti.

    Winah

  8. (Il mio commento forse apparirà più volte: mi scuso, professore, se dopo la terza volta che cerco di inviarle il commento, senza riuscirci, l’ho riscritto a memoria per la quarta volta! Non era mio intento “inflazionarmi”)

    Accetto, ma le chiedo che cosa avrebbe fatto se avesse visto il piccolo Gabriele in balia di una sorte avversa e arbitraria: avrebbe fatto di tutto per opporsi all’onda…, oppure lo avrebbe sacrificato ad un dio qualsiasi (anche se non si capiva di che dio si trattasse)?

    (Il seme gettato nella terra senza speranza nel cuore, non germoglia!)

    Con stima

  9. Un caro saluto anche a te, Winah!

  10. Grazie, cara Mary!

  11. Grazie Mary,non sapevo dell’esistenza di questo filmato..e,a proposito del destino..nella intervista insiste sul fatto che i suoi studi presero un certo orientamento perchè era povero..lui voleva fare l’archeologo..ma non fu ,forse la sua passione per l’archeologia a fargli scavare nella psiche sino a trovare il mondo degli archetipi? E’ come se ,ad un certo punto,tutte le parti convergerssero in un unico centro,tutto quello che era disseminato,si ricongiungesse verso uno scopo

  12. Se andate su youtube ci sono varie interviste su Jung, di cui dalla sua viva voce e dei suoi discendenti e foto ne danno una visione diversa di Jung. Le sue teorie raccontate a voce sono molto più profonde.
    Sono tanti i video ma pubblico uno cui trovo molto bello e significativo.
    (questo video fa parte di un documentario in 6 video dal titolo “Dal profondo dell’anima”).

  13. Caro , carissimo prof , mi viene in mente e ,anche insistentemente ,una frase di Seneca :”animus et ratio in animo perfecta” .L’uomo ha in sè i mezzi per volgersi alla salvezza , perchè appunto una potenza divina abita in lui e deve essere solo ascoltata.Ma , secondo Seneca,il dio che dimora in noi e in tutta la natura è, un dio immanente , non trascendente come quello cristiano,e allora se l’uomo per Seneca solo con le sue forze e già in questo mondo, può raggiungere la perfezione e assimilarsi alla divinità, il dio cristiano può essere raggiungibile soltanto nell’aldilà?
    Il dio di Seneca sembra così affine a quello cristiano che si rischia di ricadere negli errori dei medievali. Non crede?
    Un abbraccio di Luce, Maria

  14. Carissime, carissimi, non ho commenti superflui da fare. Il video, offertoci da Mary, parla da solo.
    Baci baci e grazie ancora a Mary

  15. Avete notato il sorriso di Jung, nel video (7:50)
    E ADESSO, LEI CREDE IN DIO ?

    ADESSO ?
    ADESSO SO.
    NON HO BISOGNO DI CREDERE…. SO

    (quanto c’è in quel sorriso !)

  16. Jung. Archeologo della Psiche.

    Amalia…
    il bello è che nella Psiche proprio ciò che è passato, nascosto, “sepolto”, è più vivo e vitale che mai !

  17. Verissimo Emanuele,mi ha molto impressionata quella affermazione su Dio.. quel sorriso, quella calma consapevolezza ..insomma se fosse una illusione creata dall’uomo,Jung l’avrebbe capito,non pensi? Chi più di lui ha investigato quel mondo..proprio per questo quel “SO” è deflagrante

  18. Eh sì,
    In quel SO …. tutta la serenità e l’ esperienza di chi, in una vita spesa e dedicata a lunghe e prolungate immersioni – ed emersioni – in profondità e luoghi poco praticati e poco esplorati, spesso ignorati (volutamente) …. ha visto e conosciuto ” molte cose “

  19. Quindi,secondo te che idea se ne sarà fatta di Dio? Voglio dire che affermare So significa che al di là dell’immagine di Dio che esiste nella Psiche,al di là deve avere pensato che vi fosse qualcosa su cui dire “Io so”..

  20. Cara Valeria, rileggi bene la frase di Jung e scoprirai come stia parlando del Fato a cui, nessuno, può sfuggire

  21. Cara Maria, questa possibilità in effetti c’è

  22. Professore,mi faccia capire:il Fato,la Necessità potrebbe rappresentare un aspetto di Dio? In questo caso nulla avviene per “caso”ma segue una logica che solo per la nostra mente ristretta appare inesistente? Vale per tutti noi,allora come scrive altrove Emanuele,la differenza sta nel sintonizzarsi o meno’? Le domande sono tre,ma basterebbe un solo sì..

  23. Cara Amalia – ASSOLUTAMENTE Sì

  24. EVVAI..!Questa l’ho capita!!

  25. Evvai!!! Un sorriso GRANDE ad Amalia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...